Wiki Actu it

August 26, 2016

Terremoto del Centro Italia: arrestato \”sciacallo\” che andava a rubare nella devastata Amatrice

Terremoto del Centro Italia: arrestato “sciacallo” che andava a rubare nella devastata Amatrice

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 26 agosto 2016

Stamattina un uomo di 45 anni, scoperto a forzare con un cacciavite la porta di ingresso di un’abitazione abbandonata a causa del terremoto, è stato arrestato per sciacallaggio da una pattuglia di carabinieri comandata dal capo della stazione di Leonessa. Colto in flagrante, l’uomo ha tentato di divincolarsi dalle forze dell’ordine, ferendo uno dei carabinieri.

Dopo la tentata fuga, il pluripregiudicato è stato perquisito e in una delle tasche gli è stato trovato un biglietto ferroviario di sola andata sulla tratta Napoli-Roma. Questa è la prova, secondo i carabinieri, che il napoletano è andato ad Amatrice solo per razziare gli oggetti presenti nelle abitazioni fatte evacuare.

M.M., che già era stato arrestato per detenzione di stupefacenti, ora dovrà rispondere alle accuse delle forze dell’ordine di rapina impropria e di lesioni personali. Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha dato disposizioni al Comune di costituirsi parte civile nel processo contro M.M., che adesso si trova imprigionato nel carcere di Rieti.

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Terremoto del Centro Italia nel 2016.


Articoli correlati[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 25, 2016

Anche i migranti aiutano i soccorsi per il terremoto del Centro Italia

Anche i migranti aiutano i soccorsi per il terremoto del Centro Italia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 25 agosto 2016

I migranti del gruppo “Umana Solidarietà” stanno, in questi momenti, allestendo un centro operativo comunale in provincia di Ascoli Piceno nei pressi di Arquata, una delle località più devastate dal sisma. La loro opera di beneficenza è quella di pulire un campo limitrofe alla Salaria dove sarà allestito il centro.

Letizia Bellabarba, presidentessa del gruppo “Umana Solidarietà”, ha dichiarato che i migranti associati alla sua ONLUS erano ad Arquata per dare una mano ai soccorsi, dando la loro immediata importante disponibilità e che erano loro stessi a chiedere di dare una mano alla popolazione del territorio che li ha accolti.

Un migrante, invece, ha detto che è andato a aiutare le persone colpite dal sisma per una mera questione di umanità e che a lui non importa il colore della pelle di chi sta aiutando. Sempre questo immigrato africano, in merito a una domanda di un giornalista della testata “La Repubblica” in merito sul fatto di chi si lamenta che le persone come lui vivono nelle case e stanno bene mentre gli sfollati vivono nelle tende allestite appositamente per loro, ha risposto che tali persone sono ignoranti e che non è vero che loro stiano bene

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Terremoto del Centro Italia nel 2016.


Articoli correlati[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 24, 2016

Terremoto di magnitudo 6.0 colpisce il centro Italia, almeno 124 i morti

Terremoto di magnitudo 6.0 colpisce il centro Italia, almeno 124 i morti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

24 agosto 2016

Dopo i recenti letali terremoti, uno del 2009 che colpì l’Abruzzo e l’altro del 2012 che colpì l’Emilia-Romagna, un altro sisma distruttivo colpisce il centro Italia, causando effetti in quattro regioni. Nella serata il Presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi ha dichiarato che i morti sono almeno 120. Successivamente alla dichiarazione i morti sono saliti a 124.

La prima violenta scossa alle 03:36 del mattino è stata avvertita da migliaia di persone da Rimini fino a Napoli. L’epicentro è nei pressi di Accumoli che è poco distante dai comuni di Norcia e Amatrice, quest’ultimo comune è stato praticamente spazzato via dalla violenza del terremoto.

La gravità della situazione causata dal sisma è confermata anche dal responsabile della Croce Rossa del luogo in cui si sono manifestate le scosse sismiche. Il responsabile ha dichiarato che un ponte che permette l’accesso alla zona martoriata dal terremoto è barcollante e di conseguenza l’ingresso nella zona interessata dall’evento geologico è possibile solo a piedi.

Tra le vittime anche molti bambini. La persona più giovane colpita dal terremoto è una bambina di 8 mesi. Un’altra bambina è stata salvata dalle macerie dopo 17 ore dal terremoto.

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Terremoto del Centro Italia nel 2016.


Articoli correlati[]

  • «Il bilancio delle vittime del terremoto sale a 247. S’indaga sul crollo del campanile di Accumoli e sulla scuola di Amatrice» – Wikinotizie, 25 agosto 2016

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 4, 2016

Virus Zika: zanzara vettore resiste a potenti insetticidi e nuovi casi sospetti a Miami

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Virus Zika: zanzara vettore resiste a potenti insetticidi e nuovi casi sospetti a Miami

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 4 agosto 2016

Mappa globale aggiornata al 30 luglio 2016 con evidenziati gli stati con infezioni da Zika

Il virus Zika continua a diffondersi negli Stati Uniti e ormai i casi accertati totali sono 1.657, tra i quali 1.641 che hanno viaggiato in paesi dove il virus è endemico, 15 che sono stati contagiati per via sessuale, infine un contagiato in laboratorio. Fra i contagiati vi sono 40 persone dell’esercito che hanno operato in ambienti a rischio, di questi una donna che era in gravidanza.

In particolare a Miami sono stati accertati 15 nuovi casi certi di contagio su oltre 400 persone osservate, tra le quali 55 donne gravide.

La diffusione del virus attualmente è a carico di zanzare appartenenti al genere Aedes, in particolare Aedes aegypti, che però riescono a resistere anche ai potenti insetticidi finora impiegati. Vista quest’altra difficoltà, le autorità sanitarie statunitensi hanno perciò dichiarato off-limits la zona di Miami per le donne gravide o che abbiano in programma una gravidanza.

Il virus è spesso la causa di microcefalia fetale.

La questione politica[]

Marco Rubio, nato a Miami ed attuale senatore della Florida, cerca di far porre l’attenzione politica degli Stati Uniti verso il problema di questo virus che, a detta sua, viene visto come un problema lontano e che non riguarda direttamente la nazione; difatti il mancato accordo su tal problema al Congresso è un esempio di questo disinteresse.

Tre giorni fa sono stati chiesti da Rubio almeno 300 milioni di dollari al fondo federale per fronteggiare la crisi.

Il vaccino è lontano[]

Mercoledì scorso i ricercatori del Governo hanno annunciato l’avvio della prima sperimentazione di un vaccino contro il virus Zika, e in parallelo anche altri gruppi di ricercatori procedono a tal scopo, tuttavia non ci si aspetta di ottenerlo prima di almeno un paio d’anni.

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Virus Zika.

Fonti[]

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Miami.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 28, 2016

Hillary Clinton: la convention del Partito Democratico la candida a Presidente degli Stati Uniti

Hillary Clinton: la convention del Partito Democratico la candida a Presidente degli Stati Uniti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca
Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Elezioni presidenziali negli Stati Uniti d’America del 2016.

giovedì 28 luglio 2016

Ritratto ufficiale di Hillary Clinton come Segretario di Stato

In questi giorni a Philadelphia, Pennsylvania, si è svolta la convention del Partito Democratico in vista delle elezioni presidenziali di questo autunno. Le primarie del partito svoltesi nel primo semestre di quest’anno avevano già fatto prevalere Hillary Clinton sul principale rivale Bernie Sanders. Quest’ultimo durante la convention ha accettato la sconfitta e ha deciso di sostenere la rivale, forte di alcuni punti in comune nel programma, un po’ meno contenti i suoi sostenitori che hanno protestato contro il suo endorsement.

I delegati alla convention del partito hanno dunque votato il loro candidato Presidente e la maggioranza ha scelto Hillary.

Però non è la prima candidata a Presidente, come detto da molti media, ce ne sono state infatti altre 36, candidate però da parte di partiti minori.


Articoli correlati[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 20, 2016

Trump è ufficialmente il candidato repubblicano per la Casa Bianca

Trump è ufficialmente il candidato repubblicano per la Casa Bianca

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 20 luglio 2016

Wikinotizie di oggi
20 luglio
Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità
Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Elezioni presidenziali negli Stati Uniti d’America del 2016.

Donald Trump

Fino all’ultimo sono girate voci riguardo ad un tentativo di ribaltone nella corsa per diventare il candidato repubblicano nelle elezioni presidenziali che si terrano negli Stati Uniti questo autunno. Illazioni molto probabilmente, perché Donald Trump nell’ultimo anno è riuscito a battere ben 16 candidati concorrenti, conquistando già la maggioranza relativa dei delegati durante il percorso delle primarie.

È lui dunque il candidato del partito, dopo la votazione dei delegati, con chiamata Stato per Stato, durante la convention di Cleveland

La settimana scorsa Trump aveva scelto come vicepresidente, in caso di elezione alla Casa Bianca, Mike Pence, attuale governatore dell’Indiana.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Turchia: continua la repressione di Erdoğan

Turchia: continua la repressione di Erdoğan

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 20 luglio 2016

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Colpo di Stato in Turchia del 2016.

Dopo il fallito colpo di stato della settimana scorsa in Turchia, Erdoğan continua la repressione all’interno del Paese. Dopo aver fatto arrestare 6.000 militari, 8.000 poliziotti e migliaia di giudici, scatenando la reazione di gran parte del mondo occidentale che ha richiesto il rispetto dei diritti civili, in particolare l’Unione Europea ha chiesto che non fosse riammessa la pena di morte, il governo turco ora sta colpendo gli insegnanti ed i docenti universitari, compresi i rettori, che potrebbero essere vicini al rivale Gülen, attualmente in auto esilio negli Stati Uniti.


Articoli correlati[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 17, 2016

Pakistan: la webstar Qandeel Baloch uccisa dal fratello

Pakistan: la webstar Qandeel Baloch uccisa dal fratello

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 17 luglio 2016

Wikipedia

Wikipedia in lingua inglese ha una voce su Qandeel Baloch.

La ventiseienne modella e webstar pakistana Fouzia Azeem, meglio nota come Qandeel Baloch, è stata trovata morta nella casa dei propri genitori. Per l’omicidio è stato fermato il fratello, che ha affermato di averla uccisa perché «aveva disonorato il nome della famiglia».

Il fratello della ragazza, Waseem Azeem, di venticinque anni, ha dichiarato alla polizia di aver drogato la ragazza prima di ucciderla e che la vittima non si sarebbe accorta che il fratello la stesse strangolando. Dopo l’omicidio, l’uomo è fuggito verso Dera Ghazi Khan, nella regione del Punjab pakistano, dove, questa notte, è stato arrestato dalle forze dell’ordine.

Scavando nella vita della ragazza e sui suoi profili social, gli agenti hanno scoperto che il fratello l’aveva già minacciata più volte per il suo comportamento, in quanto la ragazza si dichiarava apertamente contro i dettami imposti alle donne dell’Islam e al patriarcato ancora vigente nel paese.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Altri tre agenti uccisi in U.S.A.

Altri tre agenti uccisi in U.S.A. – Wikinotizie

Altri tre agenti uccisi in U.S.A.

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 17 luglio 2016

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Sparatoria di Baton Rouge.

A Baton Rouge in Louisiana (Stati Uniti) tre agenti della polizia, di cui uno afroamericano, sono stati uccisi ed altri tre sono rimasti feriti in una sparatoria presso una stazione di servizio in seguito ad una telefonata che richiedeva il loro intervento. Non è ancora chiaro se la sparatoria fosse già in corso prima del loro arrivo oppure la telefonata sia stata una trappola. Il portavoce dello sceriffo propende per la prima ipotesi, ritenendo che fosse in corso uno scontro a fuoco tra gang.

L’unico sparatore, un ex marine afroamericano di 29 anni, è stato ucciso, ma sono state arrestate altre due persone.

Tra gli altri il Presidente Barack Obama ha condannato il gesto, mentre il candidato alla Presidenza Donald Trump ha chiesto “legge e ordine”. Il capo del sindacato di polizia dell’Ohio ha invece proposto al governatore del suo Stato, senza successo, di sospendere il diritto di portare armi, in vista della convention dei Repubblicani che si terrà a Cleveland nei prossimi giorni.

Il 5 luglio scorso, sempre in Louisiana, un afroamericano era stato ucciso dalla polizia; dopo essere stato immobilizzato a terra, uno dei poliziotti gli aveva sparato ritenendo che avesse un’arma.

Articoli correlati[]


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 15, 2016

Fallito colpo di stato in Turchia

Fallito colpo di stato in Turchia – Wikinotizie

Fallito colpo di stato in Turchia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 15 luglio 2016

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Colpo di Stato in Turchia del 2016.

Venerdì sera l’esercito turco ha chiuso i ponti sul Bosforo di Istanbul, ha occupato alcuni ministeri e la televisione di stato. Un comunicato degli ufficiali militari afferma di aver preso il potere nel paese e il primo ministro in carica, Binali Yıldırım, ha confermato la notizia. Lo Stato Maggiore starebbe prendendo il controllo delle principali città del paese, in particolare la capitale Ankara e Istanbul.

Istanbul di notte

Non è chiaro chi stia guidando la presa di potere in Turchia. È la quinta volta che i militari prendono il potere in Anatolia, dalla fondazione della repubblica turca nel 1922; l’ultimo risale al 1980. I giornalisti nel paese affermano che i militari hanno preso il controllo delle principali vie di comunicazione. I social network sono al momento bloccati. Sono stati sospesi i voli dall’Europa alla Turchia.

Il presidente Recep Tayyip Erdoğan è riuscito ad atterrare a Istanbul e a riprendere in mano la situazione.


Articoli correlati[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress