All’Unione le province del Friuli, alla CdL la città di Trieste

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

25 aprile 2006
Si conclude con un 3-1 a favore del centro-sinistra la sfida politica in Friuli Venezia Giulia. La Casa delle Libertà, infatti, è riuscita a difendersi nel Comune di Trieste, dove il candidato Roberto Dipiazza, sindaco uscente, ha battuto l’esponente dell’Unione, Rosato, con il 51% dei consensi.
All’Unione, invece, è andata la città di Pordenone, dove Carlo Mucignat ha ottenuto il 59,12% dei consensi.
L’Unione ha vinto anche nelle due province del Friuli in cui si sceglievano i consigli provinciali: a Gorizia Enrico Gherghetta, candidato dell’Unione, ha battuto Leonardo Zappalá con il 58,86%. Un po’ più eclatante il successo dell’Unione nella provincia di Trieste, che viene strappata all’amministrazione uscente di centrodestra: Maria Teresa Bassa Poropat ha vinto di misura (con il 50,89%) su Fabio Scoccimaro della CdL.
L’affluenza registrata è in calo rispetto alle scorse consultazioni del 9 e 10 aprile (durante le quali si votava anche per le politiche) e si è fermata al 57,42% rispetto al 78,93% del primo turno.

Fonti[]