Wiki Actu it

May 11, 2008

È Ignazio La Russa il nuovo reggente di Alleanza Nazionale

È Ignazio La Russa il nuovo reggente di Alleanza Nazionale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 11 maggio 2008
È Ignazio La Russa il nuovo reggente di Alleanza Nazionale dopo che Gianfranco Fini, leader del partito dal 1995, ne ha lasciato la presidenza in seguito alla sua elezione come presidente della Camera dei Deputati.

La decisione, approvata all’unanimità dall’assemblea nazionale di AN su proposta di Gianfranco Fini, non intacca la leadership dell’ex presidente, che ha dichiarato: «Seppur in modo diverso continuerò a lavorare con voi. An abbia fiducia di costruire il . Quel che abbiamo fatto è stato giusto ed utile al nostro popolo».

Lo stesso La Russa ha ricordato che «Fini non sarà più presidente, ma a maggior ragione sarà leader del partito», aggiungendo che «ciascuno potrebbe assumere questo ruolo di primus inter pares, più che di reggente». Il neo-ministro della Difesa sarà infatti accompagnato dall’ufficio politico, formato da Altero Matteoli, Andrea Ronchi, Gianni Alemanno, Maurizio Gasparri e Donato Lamorte.


Notizie correlate

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

February 8, 2008

Annuncio di Berlusconi: \”FI e AN confluiranno nel Pdl\”

Annuncio di Berlusconi: “FI e AN confluiranno nel Pdl”

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 8 febbraio 2008

Silvio Berlusconi

Mossa a sorpresa di Silvio Berlusconi, leader dell’opposizione, che questa mattina, intervenendo telefonicamente alla trasmissione Panorama del Giorno, su Canale 5, ha annunciato che i due maggiori partiti di centro-destra, e Alleanza Nazionale di Gianfranco Fini, confluiranno nel Popolo della Libertà, il nuovo soggetto politico nato nel dicembre scorso, da una decisione unilaterale di Berlusconi, ma che ora unirà due partiti, e, sempre secondo Berlusconi, «non solo Fi e An, il progetto è aperto anche all’Udc e agli altri partiti più piccoli».

Flag of Italy.svg

Segui lo Speciale sulle Elezioni politiche italiane del 2008 su Wikinotizie.

Rimane, comunque, l’alleanza con la Lega Nord, che diverrà però un alleato federale; il Cavaliere ha infatti detto che «per la sua posizione di partito territoriale, radicato in una certa parte del Nord soprattutto, si federerà con il Popolo della Libertà».

E i due partiti confluenti rinunceranno ai loro simboli, in favore di quello unico del Pdl, come annunciato in trasmissione dallo stesso leader della Casa delle Libertà. Ma non solo: Berlusconi, in una sorta di annuncio elettorale, ha detto che, qualora vincesse le elezioni del 13-14 aprile, porterà a Palazzo Chigi una squadra di governo di 60 persone, 12 ministri e i restanti sottosegretari, e farà adottare un provvedimento per il dimezzamento del numero di deputati e senatori.

La “fusione” dei due grandi partiti della coalizione ha però suscitato aspre polemiche nei rappresentanti di Lega Nord e UDC: il centrista Lorenzo Cesa, infatti, ha minacciato che, qualora questa operazione andasse in porto, il suo partito sarebbe disposto a lasciare la Cdl e presentarsi da solo, mentre il leghista Roberto Maroni ha definito il confluire nel Pdl «un errore».


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

October 13, 2007

Roma: AN in piazza per la sicurezza

Roma: AN in piazza per la sicurezza – Wikinotizie

Roma: AN in piazza per la sicurezza

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 13 ottobre 2007

Gianfranco Fini, promotore della manifestazione

Oggi, a Roma si è svolta una manifestazione organizzata da Alleanza Nazionale contro il governo Prodi per chiedere maggiore attenzione sui temi della legalità e della sicurezza: 500 000 i partecipanti secondo gli organizzatori. Due cortei, partiti da piazza San Giovanni e piazza della Repubblica, ai quali si è aggiunto un terzo dei giovani di AN (Azione Giovani), si sono dati appuntamento presso il Colosseo per ascoltare il leader del partito Gianfranco Fini. Il presidente è giunto su una moto guidata da un agente di polizia.

«È una manifestazione con tantissime persone, aperta a tutti. Com’è nello spirito della CdL» ha detto Fini durante una breve apparizione in piazza della Repubblica.

La satira verso il governo Prodi è stato uno dei temi prevalenti nei cortei. Sono state distribuite magliette con la foto di Prodi e la scritta “Saluto Romano”, “Prodi ti odio” oppure “Dio perdona, gli italiani no. Prodi torna a casa”. L’esponente di AN Domenico Gramazio ha portato in piazza su un carretto trainato da un cavallo una mortadella di quasi tre metri simboleggiante il governo, mentre il coordinatore regionale Lucania Egidio Digilio ha fatto sfilare un gran numero di asini per schernire Prodi.

Oltre all’intento satirico un altro obbiettivo della manifestazione è quello di attirare l’attenzione su vari problemi, come la sicurezza dei cittadini e gli aumenti delle tasse. Intanto nasce anche un mistero: Michela Vittoria Brambilla, attesa da giornalisti e fotografi, non si è vista durante la manifestazione, anche se aveva assicurato che sarebbe stata presente.

Tra i partecipanti c’è stata anche Alessandra Mussolini oltre a diversi testimonial, come Rita Dalla Chiesa, figlia di un generale ucciso dalla mafia, don Aniello Manganiello, parroco di Scampia, e Roberta Moriccioli, il cui padre è deceduto il 4 ottobre dopo essere stato aggredito da una banda di rumeni.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress