Wiki Actu it

April 19, 2012

Ciclismo, doping: 12 anni di squalifica a Riccò

Ciclismo, doping: 12 anni di squalifica a Riccò

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Roma, giovedì 19 aprile 2012

Riccardo Riccò è stato condannato a 12 anni di squalifica per doping

Il Tribunale Nazionale Antidoping ha condannato il ciclista Riccardo Riccò a 12 anni di squalifica (fino al 18 aprile del 2024), gli stessi chiesti dalla Procura del CONI il 12 ottobre 2011. A Riccò, che era già stato squalificato per 20 mesi a seguito della positività riscontrata al Cera durante il Tour de France del 2008, è contestata un’autoemotrasfusione risalente al febbraio 2011 — al tempo gareggiava per il team Vacansoleil —, quando aveva rischiato di morire. Il modenese è stato anche condannato al pagamento delle spese del procedimento (15000 euro) che si vanno ad aggiungere ad una sanzione economica di 5000 euro.

Questa condanna fa riferimento all’episodio accaduto il 6 febbraio del 2011: Riccardo Riccò viene ricoverato in ospedale dopo aver accusato un malore, dovuto ad un blocco renale, al termine di un allenamento. In seguito il medico rende nota la confessione di Riccò, reo di aver effettuato una autoemotrasfusione con del sangue che conservava in frigo da 25 giorni. Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano e la Procura di Modena aprono due indagini per violazione delle norme antidoping: il ciclista viene prima sospeso e successivamente licenziato dalla Vacansoleil.

La squalifica di 12 anni mette praticamente la parola “fine” alla controversa carriera del ciclista emiliano.


Articoli correlati[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

October 2, 2008

Doping, Riccardo Riccò squalificato per due anni

Doping, Riccardo Riccò squalificato per due anni

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 2 ottobre 2008

Riccardo Riccò

Nell’udienza di oggi negli uffici dello Stadio Olimpico di Roma, il Tribunale Nazionale Antidoping, presieduto da Francesco Plotino, ha emesso una squalifica di due anni nei confronti del ciclista emiliano Riccardo Riccò. Inflitti a Riccò un anno e 6 mesi per assunzione di sostanza dopante e 6 mesi per la frequentazione del medico Carlo Santuccione, inibito a vita dall’ordinamento sportivo; la sanzione decorre dal 31 luglio 2008 al 30 luglio 2010.

Il ciclista, in forza allora alla squadra spagnola Saunier Duval, venne trovato positivo al CERA (Continuous erythropoietin receptor activator), un medicinale in grado di aumentare la produzione di eritropoietina, nei controlli antidoping effettuati al Tour de France l’8 e il 13 luglio 2008.

La positività di Riccò spinse la Saunier Duval a ritirare in blocco i propri corridori dal Tour. Riccò e il suo compagno Leonardo Piepoli furono licenziati; venne sospeso provvisoriamente il 31 luglio 2008 dal Tribunale Nazionale Antidoping, dopo aver ammesso il giorno precedente le proprie responsabilità in un’audizione alla Procura antidoping del CONI.

La Procura antidoping aveva richiesto 20 mesi di squalifica; è stata concessa un’attenuante per merito della confessione. «Sono molto deluso e amareggiato, mi aspettavo maggior comprensione – ha detto il ciclista uscendo dal tribunale – Però ho sbagliato ed è giusto che paghi». I suoi legali hanno fatto sapere che decideranno se fare o meno ricorso al TAS quando saranno rese note le motivazioni della sentenza.


Articoli correlati

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 17, 2008

Tour de France 2008, Riccardo Riccò trovato positivo al controllo antidoping

Tour de France 2008, Riccardo Riccò trovato positivo al controllo antidoping

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 17 luglio 2008

Riccardo Riccò

Il ciclista italiano Riccardo Riccò è stato trovato positivo al controllo antidoping effettuato il 4 luglio 2008, prima della partenza del Tour de France. La notizia è stata data dall’agenzia antidoping francese.

Il ciclista emiliano, in forza alla squadra spagnola Saunier Duval-Scott, sarebbe stato trovato positivo al CERA (Continuous Erythropoietin Receptor Activator), un medicinale in grado di aumentare la produzione di eritropoietina, un ormone che aumenta il livello di globuli rossi nel sangue.

Riccò è il terzo caso di doping al Tour de France 2008, dopo gli spagnoli Manuel Beltrán (della Liquigas) e Moisés Dueñas (della Barloworld).

La positività di Riccò ha spinto la Saunier Duval a ritirare in blocco i propri corridori dal Tour.


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 10, 2008

Tour de France 2008: sesta tappa

Tour de France 2008: sesta tappa – Wikinotizie

Tour de France 2008: sesta tappa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 10 luglio 2008

Profilo altimetrico della sesta tappa.

La sesta tappa del Toour de France 2008 è stata vinta dall’italiano Riccardo Riccò mentre Kim Kirchen ha conquistato la maglia gialla.

Questa tappa, la prima con arrivo in salita, 195 km e mezzo sul Massiccio Centrale, presenta quattro gran premi della montagna: 2 di quarta categoria nella prima parte del percorso: Cote de L’Armelle al km 70 e la Cote de Crocq al km 89. Nella seconda parte troviamo due gran premi della montagna di seconda categoria: Col de la Croix-Morand al km 158, penultima ascesa odierna, e infine l’arrivo a Super Besse. Quest’ultima salita non è regolare, sale in due tronconi, intervallati da una breve discesa; il primo di 7,4 km con pendenza media del 5,4% fino a 4 km dall’arrivo, poi 2 km e mezzo di discesa e poi si torna a salire per 1,5 km con una pendenza media del 10%.

Inoltre la tappa presenta tre sprint intermedi con punti per la maglia verde: nel paese di Chatelus-Malvaleix al km 23,5, nei pressi di Cressat al km 44.5 e infine a La Bourboule al km 144.

Tappa molto movimentata, in principio è nata una fuga del numero 122 Freddy Bichot, del 169 Benoît Vaugrenard e del 181 Sylvain Chavanel con un vantaggio massimo di 5’15” sul gruppo all’incirca a metà corsa.

L’ultimo a cedere di questo trio è Bichot sulla penultima asperità di giornata, si fa poi sul serio fra tutti coloro che vogliono puntare alla maglia gialla di Parigi, a 5 km dalla linea d’arrivo scattano Leonardo Piepoli, compagno di squadra di Riccardo Riccò e Christian Vandevelde, prima maglia rosa al Giro di quest’anno; i due guadagnano 19″ in pochi km ma vengono ripresi sotto lo striscione dell’ultimo km.

A questo punto Andy Schleck ha un salto di catena che gli farà perdere 45 preziosi secondi, Damiano Cunego perde terreno, alla fine saranno 32 i secondi di ritardo, e anche la maglia gialla Stefan Schumacher arpiona il corridore davanti a lui a cade, perderà anche lui 32″ e la maglia gialla in quanto non avviene la neutralizzazione dei tempi nelle tappe con arrivo in salita.

Davanti invece parte la volata con tre contendenti: Riccardo Riccò, Alejandro Valverde e Cadel Evans. Il primo a scattare è l’italiano che fa il vuoto, solo lo spagnolo sembra poter reagire ma Riccò ha un margine rassicurante, alza le braccia al cielo e vince la sua prima tappa al Tour de France, la prima di questa edizione con arrivo in salita.

La maglia gialla va al lussemburghese Kim Kirchen con 6″ di vantaggio su Evans e 16″ su Schumacher.

Risultati odierni[]

Classifica di tappa
Pos Atleta Nazione Squadra Tempo
1 Riccardo Riccò Flag of Italy.svg Italia Saunier Duval-Scott 4h57’52”
2 Alejandro Valverde Flag of Spain.svg Spagna Caisse d’Epargne a 1″
3 Cadel Evans Flag of Australia.svg Australia Silence-Lotto a 1″
4 Franck Schleck Flag of Luxembourg.svg Lussemburgo Team CSC-Saxo Bank a 4″
5 Kim Kirchen Flag of Luxembourg.svg Lussemburgo Team Columbia a 4″
Classifica generale
Pos Atleta Nazione Squadra Tempo
1 Kim Kirchen Flag of Luxembourg.svg Lussemburgo Team Columbia 24h30’41”
2 Cadel Evans Flag of Australia.svg Australia Silence-Lotto a 6″
3 Stefan Schumacher Flag of Germany.svg Germania Gerolsteiner a 16″
4 Christian Vandevelde Flag of the United States.svg Stati Uniti Garmin-Chipotle a 44″
5 David Millar Flag of the United Kingdom.svg Regno Unito Garmin-Chipotle a 47″
Maglia verde (punti)
Pos Atleta Nazione Squadra Punti
1 Kim Kirchen Flag of Luxembourg.svg Lussemburgo Team Columbia 97
Maglia a Pois (scalatori)
Pos Atleta Nazione Squadra Punti
1 Sylvain Chavanel Flag of France.svg Francia Cofidis 27
Maglia bianca (giovani)
Pos Atleta Nazione Squadra Punti
1 Thomas Lovkvist Flag of Sweden.svg Svezia Team Columbia 24h34’10”


Fonti[]


Resoconto del Tour de France 2008

Scegli la tappa: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21

Segui lo Speciale Tour de France 2008.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress