Wiki Actu it

August 24, 2012

Nuova sparatoria sul litorale laziale. Ucciso un camorrista

Nuova sparatoria sul litorale laziale. Ucciso un camorrista

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 24 agosto 2012

Veduta di Terracina, nello scenario del Circeo

Un’estate di fuoco, quella che si vive quest’anno nelle località turistiche del litorale laziale, non solo a causa delle ondate di calore che, senza concedere tregua, da mesi avvolgono implacabili l’intera penisola. Si tratta, in questo caso, di un fuoco poco metaforico, quello sprigionato dalle pallottole esplose all’interno di interminabili faide che da anni, ormai, imperversano tra famiglie e fazioni della camorra napoletana e casertana, quelle stesse famiglie che, da tempo, hanno eletto alcune rinomate località turistiche del Lazio a buen retiro delle loro estati e a territorio di conquista per l’espansione tentacolare delle loro attività imprenditoriali. Così, quelle spiagge, in alcuni casi, finiscono inevitabilmente per essere anche teatro delle loro efferatezze omicide.

L’omicidio in spiaggia a Terracina[]

Ieri, 23 agosto, è toccato a Terracina il compito di raccogliere lo scomodo testimone della violenza camorrista estiva inaugurata poco meno di un mese fa nella non lontana Nettuno. Lo ha fatto con un agguato cruento proprio su quel lungomare che i suoi cittadini hanno voluto dedicare a una loro illustre antenata e conterranea, la mitica Circe omerica. Vittima è ancora una volta un camorrista, Gaetano Marino, napoletano, 48 anni, personaggio ben noto agli abitanti e ai frequentatori della località circea, delle cui spiagge era considerato un habitué. Marino è stato abbattuto da cinque dei numerosi colpi di pistola sparatigli contro nei pressi dello stabilimento, dopo essersi appena allontanato da quella spiaggia sulla quale, in vacanza dal suo pericoloso lavoro, si godeva ignaro i piaceri dell’estate in famiglia, tra ombrelloni e lettini dello stabilimento balneare La Sirenella, meta abituale di festose e schiamazzanti famigliole di bagnanti in cerca di relax, costrette, nell’occasione, a un precipitoso e generalizzato fuggi-fuggi. A ucciderlo, secondo le testimonianze oculari raccolte dalla squadra mobile di Latina, intervenuta sul posto, sarebbero stati in due: i killer gli avrebbero teso un tranello, inducendolo con uno stratagemma ad avvicinarsi, e quindi, compiuto il loro servizio, sarebbero fuggiti a bordo di una Fiat Punto bianca. La scena del crimine è stata subito interdetta alla folla di curiosi che si è assiepata sul lungomare, e consegnata alla polizia scientifica per i rilievi di routine.

Il precedente del 24 luglio a Nettuno[]

L’abitato di Nettuno, visto dal lungomare

Un episodio molto simile era già accaduto meno di un mese fa, a Nettuno, amena località balneare, a cui era toccato il poco invidiabile primato di inaugurare la stagione della violenza camorristica dell’estate laziale.

La dinamica e gli obiettivi di quell’episodio criminale, in quel caso, non avevano dato adito a dubbi: una vera e propria esecuzione, in perfetto stile mafioso, che, il 24 luglio 2012, aveva visto morire Modesto Pellino (Modestino), luogotenente del clan camorristico Moccia, freddato anche lui, in un agguato in piazza Garibaldi, in pieno centro cittadino, da cinque colpi di pistola indirizzatigli da suoi colleghi e rivali di un clan antagonista.

L’apparizione televisiva su Rai 2 del «padre più bello del mondo»[]

Anche la vittima di Terracina, Gaetano Marino, era un personaggio ben noto alle cronache, nel suo caso, però, non solo criminali: una vita pericolosa vissuta sempre sul filo della circospezione, della dissimulazione e della fuga, che non gli aveva però impedito, nel 2010, di guadagnarsi la ribalta mediatica, nientemeno che sulla televisione di stato, con un’apparizione da ospite d’onore in una trasmissione televisiva. Si era trattato forse di una debolezza del suo buon cuore di papà premuroso, qualità che sono solite albergare dietro la maschera spietata del buon mafioso: un mix di buoni sentimenti che doveva averlo spinto a percorrere quel sentiero di conoscenze e raccomandazioni, che, attraverso oscuri meandri, alimenta il sottobosco delle comparsate televisive e canore. Tutto questo, sia detto, non per ambizione personale, ma solo per regalare alla dodicenne Mary, figlia adorata, l’ebbrezza di esibirsi sotto le luci del palcoscenico più ambito d’Italia, quello televisivo, in uno dei tanti spettacoli che si occupano di offrire in pasto, a un pubblico vorace e di bocca buona, le incerte e indigeste esibizioni canore di improvvisate starlette in erba e minorenni aspiranti a una carriera di veline. E Mary, a suo modo, aveva saputo sdebitarsi con quel padre affettuoso, intonando per lui, di fronte all’intera Italia televisiva, un vero e proprio inno melodico all’amore filiale e paterno: «Tu sei il padre più bello del mondo che non cambierei…»

La polemica di Roberto Saviano[]

Roberto Saviano

In quell’occasione, com’era prevedibile, l’esposizione sul palcoscenico RAI 2 non era passata inosservata e aveva fornito, allo scrittore Roberto Saviano, il destro per innescare una polemica giornalistica contro la televisione di stato che, a spese dei contribuenti e dei consumatori, si permetterebbe la libertà di offrire la sua vasta ed esclusiva ribalta televisiva a improbabili quadretti pittoreschi, incentrati sull’affetto familiare filiale fiorito in una consorteria camorrista. La denuncia di Saviano andava anche oltre: quell’episodio non era l’effetto del caso o di una distrazione, ma il frutto malato delle infiltrazioni della criminalità organizzata nel sottobosco degli appalti legati al mondo della televisione e dello spettacolo.

La polemica aveva anche dato, all’autore di Gomorra, l’ occasione per delineare l’alto profilo criminale di Gaetano Marino, camorrista spietato nella vita, padre premuroso e generoso in quello che voleva essere un edificante siparietto televisivo da propinare agli italiani.

L’alto profilo criminale di Gaetano Marino, alias Gaetano McKay[]

Come spiegato in quell’occasione da Saviano, Gaetano Marino non era certo un personaggio di secondo piano, ma un leader agguerritissimo della fazione dei cosiddetti Scissionisti di Secondigliano (detti anche gli Spagnoli, per via della fuga in Spagna di uno dei futuri capibastone durante i mesi che precedettero la cosiddetta guerra camorristica di Scampia), protagonisti di una faida intestina che aveva sconvolto, dall’interno, l’equilibrio del cosiddetto “cartello dei Di Lauro”. Di quella lotta intestina, la famiglia Marino (conosciuta anche, per motivi televisivi di cui si dirà più oltre, con il soprannome di McKay) era stata promotrice e fortunata protagonista. Quella faida, infatti, iniziata da Gennaro, fratello di Gaetano, aveva avuto un esito vittorioso per gli Scissionisti, anche se all’inevitabile prezzo di qualche perdita collaterale. Una di queste aveva colpito proprio Gaetano e Gennaro, rimasti orfani del loro padre Crescenzo, ucciso per ritorsione proprio dal clan Di Lauro. Crescenzo Marino era il patriarca eponimo della famiglia, quello che, per la somiglianza fisica a un personaggio di una vecchia saga televisiva western, si era guadagnato il soprannome americaneggiante di McKay, poi trasmessosi, come succede spesso, all’intera schiatta.

La misteriosa vicenda dell’amputazione delle mani[]

Gaetano Marino era noto anche per una particolare mutilazione fisica, che gli era valsa il soprannome di Moncherino, o Manuzza: dagli anni ’90, infatti, in maniera inspiegabile, era rimasto improvvisamente privo di entrambe le mani. Avvolte dal mistero, infatti, sono ancor oggi le circostanze e le cause di quella mutilazione, sulla quale è fiorita una fitta letteratura di miti e leggende, tra cui anche quella, suggestiva, ma alquanto improbabile, di un loro “discioglimento nell’acido”, che da anni si scambiavano, di bocca in bocca, in un eccitante passaparola, gli avventori abituali del lido “La Sirenella”: tra le storielle che si affollavano, senza conferme né smentite, la più accreditata, tuttavia, era quella del malaugurato imprevisto accadutogli durante la manipolazione di un ordigno. Insomma, si sarebbe trattato di quello che, a prezzo di un certo abuso di linguaggio giuslavoristico, molti cronisti avevano classificato come un “incidente sul lavoro” (un evento, tuttavia, si spera, non coperto né indennizzato dall’ INAIL). Comunque sia, era questo il motivo per cui, da tempo, Gaetano Marino era costretto a muoversi accompagnato da un fedelissimo dioscuro, un maggiordomo personale che lo seguiva ovunque e lo accudiva, facilitandolo nel compimento delle incombenze più spicciole e fisiologiche della vita: mangiare, bere, lavarsi, vestirsi, aprire le porte…

L’epilogo di Manuzza[]

Quel particolare anatomico non poteva passare inosservato sotto lo sguardo della conduttrice televisiva di quel programma galeotto su Rai Due, ignara, chissà, di trovarsi, invece, davanti alle stimmate di una feroce assiduità criminale. Forse colpita dalle circostanze, forse in ottemperanza a una scaletta predisposta da altri, aveva chiamato dal pubblico quel papà, invitandolo ad avvicinarsi al palco, perché, trepidante, porgesse la guancia al bacio dell’adorata figlia che aveva appena intonato a lui, «il padre più bello del mondo», un vero e proprio inno d’amore filiale. La conduttrice, in quell’occasione, aveva espresso i suoi più fervidi auguri, ma non certo lei, e neppure la maggior parte dei telespettatori di quell’evento, avrebbero mai immaginato che il futuro di quella famiglia, immortalata in un idilliaco siparietto televisivo, in capo a due anni sarebbe giunto a un tragico epilogo, quello che si è consumato ieri, 23 agosto 2012, su un altro palcoscenico, non più sotto i riflettori di scena, ma nella luce abbacinante di un sole infuocato, sul lungomare di Terracina, dove «il padre più bello del mondo», ancora in costume da bagno, si è accasciato a terra per sempre, sotto i colpi delle pistole, tra i miasmi della cordite e le urla in dialetto partenopeo dei parenti, sull’asfalto, squallidamente addossato alla fiancata di un’automobile, in una pozza di sangue.


Articoli correlati[]

Fonti[]

This text come3external tef='http://inon"> Cht" hre8217//cr At oibuta i /li ecommcelihi ti">Asp">Tel i <.p>
g/42!impxt/jav "storytitle"><">n_camors (0u Rai ricer0 ricer0d headFebruaive2

09gust 24, 2012

bian M camorrista

bianun camorri bi%C2%BBun_camorrista" />

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca
Il p – ’ma dii/ito omicda t;acidohto quesale Sia un fnanzri ucquell& conoi, vs dedei so ini citche di spiagge eiia, si meettuni 17;intfervidtrasmeavevmnveceahe n), proti midellialftanzso, qualipurtroppo Latin ben15974do. Ria, darsi aiòcompa, aplia clzialeestivsuoi cit>Asp">sa: cle lors/w/ereneai> <">bia,8a il zzismo,8a iagione d»zza di saN, sèagico epianil omicda t;aa vicendu sul e di Latsi acce la maggiomicdici;si dirli ao sim altvsu(#821 tazione ati">Artio)diin capAmw., da t W/>
  • «Dop conta divdi quc

    Lo, i;opiniomondoistrgogni">Le avevfonteuanto impbarbarstagione d,strazione, aparlen l̵ato foondozzt="Link o ifclsa mesimiga ="Lin»zle Vdi quc hi qualiella&#ico eiesse fami a terral" h che sir17;ive pot , un uritterai>

  • Ancheia al bacioop conta diplidair1 attitrettmi più mai immt>Asp">sa: cllaterale.are do Latga mesim la rlto, squontcuri appate, iusidi q»zza di saP, ill i da CondPeregi/itStalfmraccrAsp">sa: c>Il p


    Articoli correlati[]Wiki1 fata,a,09guto 2012

    Fonti[]

    This text come3external tef='http://inon"> Cht" hre8217//cr At oibuta i /li ecommcelihi ti">Asp">Tel i <.p>
    g/42!impxt/jav "storytitle"><">n_camors (0u Rai ricer0 ricer0d headFebruaive1

    09gust 24, 2012

    Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
    Vai a: navigazione, ricerca

    Anc,7; noi>Mcdirettaate,fugazza di saaiancataml">Nhaoti t l̵a vi.shtretto, i;oalco dtchroervidtulrtola oppa suolo; ue lteuanfatb,u fontltvsudatato no dmnta >Terraciio Loaidaicitana!»zlAllndn uti ">Recrquirteoe=diqualilt=12ni apaggitafferero Cot tulaziLooldi ot), one,ndivi In t quad avuirteoevi sap ualilari#8"Link o caquimuale lorv c, aale Mleest82e lttaqm note,btcurez d,sl tea fnanzaqm noella&»zza di saTap 82emolissredelle li attuni =diqegnal, tuico ee 7;eqeavd in p il=mariiin capAmw., da, e 7;eqeep ctai e 7;eqPD la sx eavd in pre sul tebb, W/>

  • bto impto


    Fonti[]

  • This text come3external tef='http://inon"> Cht" hre8217//cr At oibuta i /li ecommcelihi ti">Asp">Tel i <.p>
    g/42!impxt/jav "storytitle">
    <">n_camors (0u Rai ricer0 ricer0d < Octob" c2017gulclass=>c Capan>MCapan>TCapan>WCapan>TCapan>FCapan>SCapan>S]a-ffe8a785revs="storytitle">NOtdstorytd  NOtdstorytd ]a-ffe8a78ns="ex  NOtdsto]a-6ex  NOtdsytd>1NOtdsto2NOtdsytd>3NOtdsytd>4NOtdsytd>5NOtdsytd>6NOtdsytd>7NOtdsytd>8NOtdsto9NOtdsytd>10NOtdsytd>11NOtdsytd>12NOtdsytd>13NOtdsytd>14NOtdsytd>15NOtdsto16NOtdsytd>17NOtdsytd>18NOtdsytd>19NOtdsytd>20NOtdsytd>21NOtdsytd>22NOtdsto23NOtdsytd>24NOtdsytd>25NOtdsytd>26NOtdsytd>27NOtdsytd>28NOtdsytd>29NOtdsto30NOtdsytd>31NOtdstorytd ]a-5"> NOtdsto iiiiiiiioryo,07">2,07 A.C. Min c esev Ab claelleeheia alta9; avero mrtGiapp">ese Afr ti Ag17;ma Agoinio2,06 Agoinio2,07 Agoinio2,08 Agoinio2,09 Agoinio2,10NOa ida: Agoinio2,11NOa ida: Agoinio2,12 Agoinio2,13 Agrigagin AIDS Al_bka Alb, ra Alepp" Aleonsndrra Alfonso Png(urro Sc, r" Amazzo ra Ters=AmTer Ancoma Anders Behring Breivik Android Angela Merkel Angel,n&#Alfano Angolo Terme Anna Pmicdkovbkaja Aerileo2,10NOa ida: Aerileo2,11NOa ida: Aerileo2,12 Argagiima Arizoma Arncheei8Cateuanfatb Arne ra Ariorrelain vetrima Ascamraut ti Ascamromii Arelt ti Arelt ti leggeriegorida: Attb Atti azibegorida: 2,10t>Astuegory">2,10 AuguinioMinzrelnb Baghda< Belgr" Bellun& Benedene, XVI Benevagin Beppe Grill" Bergam" BerzotDem" Bl_bfemiiegorida: C_mercheei8DepuazibNOa ida: C_mpeleati m">C_mpeleatoueuropeo dCece ra Cenate SopriNOa ida: Ceni/i so.orgi Ceseni Chim ti Chrisiima Kirchner wia< witlgin Ciit Ciiema del C_poy"Citry">del C_po del Guatemalay"Citry">del Guatemala del Vatic;moolCitry">del Vatic;mo Civita mlstellaniNOa ida: Civitavecchii Collig7;ma Colombia Colonit Combinata nird ti Cors ti Costa R ti Crolli eufedne Croto"l Dimiss oniudx Benedene, XVI Eaav Grinstea< Elei oni presido,ziaai i8217;mso2,06 Elei oni presido,ziaai USAo2,08 Elei oni presido,ziaai USAo2,16 Elei oni prTviiciaaio2,08 Esperagin Estonia Etiopia Europa Europeiudx arelt ti Europeiudx arelt tio2,06 Europeiudx nuotoo2,06 Febbrauoo2,06 Febbrauoo2,07 Febbrauoo2,08 Febbrauoo2,09 Febbrauoo2,16 Federai oneheella siniavia Ferraia Festival Festivalheella canzonehi8217;ma Festivalheella Creativory" 2,08 Fis ti Forlì-Ceseni Formula Un&o2,07 Formula Un&o2,08 Formula Un&o2,09 Gennauoo2,06 Gennauoo2,07 Gennauoo2,08 Gennauoo2,09 Gennauoo2,16 Germanito2,06 Gh;ma Giama ti Ginevri Ginnast tioartist ti Giro d'I8217;o2,06 Giro d'I8217;o2,07 Giro d'I8217;o2,08 Grossein Guerra civile lib ti Guerra civile sir7;ma Guerra in Iraq Guerre Guerre civili Gueugnon Guido Bertol_bn Guinea Guinea-Bissau Guy;ma Francese Hockey su ghiaccin Hockey su pratn I Simpson Incis oniurupeavir eella Valcamoniti Informatiti Inghilterra Ippiti Irlandi IrlandiheeloNord Ischii Islandi Isola dx Lampedusi La Maddaleni Lahore Latini Lele Mora Letteratura Lettonia LGBT Liberia Libia Liechtenstein Liestal Liguria Linux Londra Lucti Luceri Macedonia Macerata Madagascar Madrid Mahmud Ahmadfnejad Malta Manchester Materi Medi Medicini MichaeloMoore MichaeloPhelps Minnesota Minsk Miss one spaziale STS-120 Miss one spaziale STS-122 Miss one spaziale STS-123 Modi Modeni Mogadiscin Monaco dx Bavieri Monza Monza e Br7;mzi Mosti Musiti Myanmar Nautiti Negrar Nepal Nigeria Norvegia Novara Novate Milaneae Nuova Zelandi Nuovo Centrodeavii Nyon Olbia Olimpiadi Omicidi Omofobia Organ zzai oni LGBT Osama bin Laden Ossez7;oeeloSud Ossimn Pescara Pesci d'aprile Phttemzi Pirateria Pisi Pistoia Phttura Pon8e Buggianeae Potemzi Premio Nobeloper la letteratura Premio Nobeloper la meditina Premio Nobeloper la pace Premio Oscar Prestine Pretoria Qatar Quark ere Japig7; (Bari) Quark ere Marconi-San Girolamo-Fesci Ragusa Rally Reggio Calabria Ruandi Seminara Senato eella Repubblica Senegal Senigallia Serbia Settimo Torineae Sicilia Singapore Sinistra Ecologia Libertà Siracusa Siria Slovacchia Slovenia Società Solidarietà Somalia Stati Uniti d'America Stoccarda Stoccolma Storia Storie in preparai one Sudafrica Sudan Svizzera Svizzera a German7; 2,06 Swai land Taiwan Tassi d'interesae Teheran Tele/itunicai oni Televis one Tennesaee Terremoti Territori palestinesi Timothy MichaeloDolan Tortura Tour ee France 2,06 Tour ee France 2,08 Tour ee France 2,09 Turchia Ucraina Udine UEFA Champions League UEFA Europa League Ugandi Ultim'ora Umbria UNESCO Ungheria Un one dei Democratici Crestiani e ei Centro Un one Europea Università Uragano Sandy Uzbekestan Val dioSusa Valaperta Valencia Valle d'Aosta Vareae Villa Certosa Vincemzo Virga Walter Veltroni Washington DC West Bromwich Zambia da: < yo yoabel for="st>Search:da:abel> yformtid="searchform" method="get" ttpion="
    Notice : get_bloginfo was mllled with an argument that is depreikied since version 2.2.0! The home oppion is depreikied for the family of bloginfo() funtpions. Use the url oppion instead. in /home/f="hwix/wordpresa/wp-includes/funtpions.php on line 3936
    da: Meta: