Wiki Actu it

February 23, 2008

Rugby: Galles travolge Italia, 47-8

Rugby: Galles travolge Italia, 47-8 – Wikinotizie

Rugby: Galles travolge Italia, 47-8

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 23 febbraio 2008

Oggi il Sei Nazioni ha visto l’Italia giocare in casa del Galles, al Millennium Stadium che al solito per queste occasioni era stracolmo di tifosi.

I rossi gallesi si sono aggiudicati una punizione, passando sul 3-0 già al terzo minuto. Dopo 6 minuti un calcio di Masi mal eseguito porta il pallone in possesso inglese, e per fermare Gavin Henson Mirko Bergamasco commette un altro fallo. Battuta la punizione da parte di Stephen Jones, che concede il bis: 6-0. Poi l’Italia ritorna in partita con una meta ottenuta grazie ad un calcio di rimessa gallese mal eseguito, il che porta il punteggio a 6-5. Marcato sbaglia la trasformazione che manderebbe l’Italia in vantaggio e così si resta sul 6-5. Al 26imo, dopo varie altre azioni, falli e errori da una parte e dall’altra, la prima meta gallese, appena 4 minuti dopo quella azzurra. Segna Byrne servito da Shane Williams. Poi il solito Jones va a battere il pallone per la meta: non è facile data la posizione molto decentrata, ma lui infila la palla tra i due pali. Finisce il primo tempo con il punteggio, tutto sommato equilibrato, di 13-8 grazie ad una punizione realizzata anche dagli italiani, l’unico loro tiro a segno in tutta la partita fin’allora, e col senno di poi, destinato a rimanere l’unico di tutto il match. Già al primo minuto della ripresa un errore di Masi vale l’intercettazione della palla da parte dei gallesi, che volano in meta con Shanklin. A quel punto gli italiani non riescono più ad opporsi ai gallesi, che sembravano in affanno alla fine del primo tempo, mentre ora hanno preso un ritmo e una velocità incredibili. Altre 3 mete vengono siglate dai velocissimi ‘rossi’, l’ultima delle quali con un arrivo in ‘parata’ con tanto di pacca sulla spalla.

L’Italia, che ha perso le altre partite con l’Irlanda e l’Inghilterra, ma di misura, oggi è stata surclassata con un perentorio punteggio di 47-8 e il 9 marzo dovrà incontrare la Francia, dovendo vincere per evitare un sempre più probabile Cucchiaio di legno. Questo accade nonostante le speranze nate con le due vittorie dell’anno scorso, quando l’Italia batté tra l’altro la Scozia, anche se subì una dura sconfitta con la Francia all’inizio del torneo e con il Galles al termine: ironicamente, con una meta italiana segnata alla fine della partita che risultò poi determinante, data la differenza punti, per assegnare il Trofeo proprio alla Francia.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

February 3, 2008

Rugby Sei Nazioni 2008: la Francia espugna Edimburgo

Rugby Sei Nazioni 2008: la Francia espugna Edimburgo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Domenica 3 febbraio 2008

Sei Nazioni 2008

La Francia passa autorevolmente a Murrayfield nel terzo incontro della 1ª giornata del Sei Nazioni 2008, e adesso guida la classifica provvisoria per differenza punti: 27-6, infatti, è il punteggio finale con il quale i galletti si sono imposti sulla Scozia, il più largo di questa prima tornata di incontri. Mai in partita, gli scozzesi hanno costantemente subìto l’iniziativa di una Francia giovane, con nuovi elementi allenati da un nuovo tecnico, Marc Lièvremont.

Subito avanti con un piazzato di Parks, gli scozzesi non hanno saputo capitalizzare il vantaggio e la reazione francese, in poco meno di 20’, ha prodotto due mete (Clerc e Mazieu) e un piazzato tra i pali, che ha ribaltato il punteggio 17-3 in favore dei transalpini. Un nuovo piazzato di Clerc ha portato la situazione all’intervallo sul 17-6. Ma nel secondo tempo la Francia non è rimasta a guardare e, oltre a comandare il gioco per tutta la ripresa, ha continuato a portare avanti affondo vari che si sono concretizzati prima in un piazzato tra i pali al 55’ di Traille, poi in una meta nuovamente di Clerc al 64’, che una volta trasformata da Skrela ha fissato il punteggio finale sul 27-6. Dopo, non c’è stato né il tempo né, tantomeno, la forza da parte scozzese per abbozzare una reazione credibile.

La prossima settimana, la Francia attende il Galles che a sorpresa ieri ha battuto l’Inghilterra a Twickenham.

Risultati e classifica dopo la 1ª giornata[]

  • Ieri:
    IRLANDA – ITALIA 16-11
    INGHILTERRA – GALLES 19-26
  • Oggi:
    SCOZIA – FRANCIA 6-27

Classifica[]

Squadra G V N P P+ P- diff. PT
Flag of France.svg Francia 1 1 0 0 27 6 +21 2
Flag of Wales (bordered).svg Galles 1 1 0 0 26 19 +7 2
Flag of Ireland rugby.svg Irlanda 1 1 0 0 16 11 +5 2
Flag of Italy.svg Italia 1 0 0 1 11 16 -5 0
Flag of England (bordered).svg Inghilterra 1 0 0 1 19 26 -7 0
Flag of Scotland.svg Scozia 1 0 0 1 6 27 -21 0


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

February 2, 2008

Rugby Sei Nazioni 2008: Italia sconfitta con onore a Dublino

Rugby Sei Nazioni 2008: Italia sconfitta con onore a Dublino

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Sabato 2 febbraio 2008

Sei Nazioni 2008

Una coraggiosa Italia cede 11-16 agli irlandesi al Croke Park di Dublino nella 1ª giornata del Sei Nazioni 2008. Evidenti i progressi della Nazionale allenata da Nick Mallett, che ha assunto la gestione tecnica dell’équipe azzurra dopo le dimissioni, annunciate da tempo, di Pierre Berbizier alla fine della recente Coppa del Mondo in Francia.

Proprio alla Coppa del Mondo risaliva l’ultimo test match italiano, sconfitta 16-18 contro la Scozia e ottavi di finale mancati per un solo calcio piazzato. Oggi l’Italia è ripartita da Dublino, e ha fatto vedere progressi nel gioco ma soprattutto nella tenuta del campo: sempre in partita, la squadra di Mallett ha combattuto fino al termine dell’incontro, in cerca della meta che avrebbe potuto farle pareggiare, se non addirittura vincere, la partita.

La partita si è sviluppata in sostanziale equilibrio, rotto dopo 11’ dal piazzato del recordman irlandese di punti Ronan O’Gara, e sei minuti dopo dalla meta di Dempsey, trasformata di nuovo da O’Gara (11 punti per lui alla fine). Ma anche sotto di 10 a metà primo tempo, l’Italia non si è persa d’animo, e prima del fischio di metà gara, sia pur in inferiorità numerica per ammonizione a Dellapè, ha realizzato il punto che la teneva in corsa con un piazzato di Bortolussi (37’). 3-10 all’intervallo e Mallett che è corso ai ripari per cercare di tamponare il gioco sugli esterni, dove l’Irlanda fin lì aveva imperversato: l’Italia ha avanzato il baricentro si è procurata un calcio che tuttavia Bortolussi ha sbagliato; al 57’ un calcio di O’Gara ha portato gli irlandesi di nuovo avanti di 10, ma al 60’ un’azione insistita dell’Italia è riuscita a portare Parisse a meta, che l’arbitro ha convalidato dopo un lungo consulto con il giudice televisivo. Bortolussi non ha trasformato, e il punteggio a 20’ dal termine era 8-13; cinque minuti dopo, di nuovo O’Gara su punizione ha portato l’Irlanda di nuovo avanti di 8, e al 69’ Bortolussi ha realizzato un piazzato che ha portato l’incontro sull’11-16. Con 11’ ancora da giocare, l’Italia ha tentato di tutto, complice anche una mancata realizzazione tra i pali di O’Gara, e nei tre minuti di recupero sono stati proprio gli azzurri ad attaccare. Al di là del punteggio, sicuramente l’Italia ha mostrato un altro atteggiamento rispetto a prove del passato, laddove l’Irlanda invece è apparsa troppo poco dinamica soprattutto nel secondo tempo, quando ha lasciato l’iniziativa agli avversari e si è affidata troppo alle capacità realizzative su palla ferma.

Nell’altra partita giocatasi oggi, l’Inghilterra è stata battuta a sorpresa in casa propria a Twickenham dal Galles, dopo un inizio in cui conduceva per 13 punti. 19-26 è il risultato finale, e i Bianchi di Londra saranno proprio i prossimi avversari dell’Italia, domenica 10 febbraio al Flaminio di Roma.

Domani è invece in programma l’ultimo incontro della 1ª giornata, Scozia – Francia al Murrayfield di Edimburgo.

Il tabellino[]

Dublino, Croke Park, 2 febbraio 2008, ore 14 GMT

IRLANDA – ITALIA 16-11 (10-3)

Marcatori: 13’, 58’ e 66’ O’Gara c.p.; 18’ Dempsey mt. (tr. O’Gara); 38’ e 69’ Bortolussi c.p.; 60’ Parisse mt.

IRLANDA: Dempsey; Trimble, B. O’Driscoll, D’Arcy, Murphy; O’Gara, Reddan; Horan, R. Best, Hayes, O’Callaghan, O’Kelly, Easterby, D. Wallace, Leamy.
A disposizione: Jackman, Buckley, M. O’Driscoll, Heaslip, Stringer, P. Wallace, Kearney.
Allenatore: Eddie O’Sullivan.

ITALIA: Bortolussi; Robertson, Canale, Mirco Bergamasco, Canavosio; Masi, Travagli; Lo Cicero, Ghiraldini, Castrogiovanni, Dellapè, Del Fava, Sole, Mauro Bergamasco, Parisse.
A disposizione: Festuccia, Perugini, Nieto, Reato, Zanni, Marcato, Galon.
Allenatore: Nick Mallett.

ARBITRO: Flag of South Africa.svg C. Joubert

SOSTITUZIONI: 24’ Galon per Canavosio; 26’ Kearney per D’Arcy; 41’ Zanni per Sole; 55’ Reatto e Perugini per Lo Cicero e Del Fava; 59’ Heaslip per Easterby, 67’ Jackman e O’Driscoll per O’Kelly e Best, 72’ Marcato per Bortolussi; 73’ Buckley per Hayes.

AMMONIZIONI: 30’ Dellapè, 50’ Easterby.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress