Viareggio, si cava gli occhi durante la messa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 3 ottobre 2011

Facciata della chiesa di Sant’Andrea, a Viareggio (LU), dove un uomo che seguiva la messa si è cavato gli occhi con le sue mani.

Aldo Bianchini, insegnante 44enne di Viareggio con problemi psichici, si è cavato gli occhi dalle cavità orbitali con le sue stesse mani durante l’omelia, nella chiesa di Sant’Andrea. Secondo il racconto del personale del 118, è stata “una voce” a dirgli di farlo. Una voce causata probabilmente dall’autosospensione dall’assunsione dei farmaci che regolarmente deve prendere. Alcuni fedeli si sono sentiti male e sono usciti mentre il prete ha continuato la funzione, chiedendo alla gente di spostare i bambini che erano in prima fila. Ha concluso brevemente l’omelia e chiosato dicendo: «La messa è il sacrificio di Cristo. A noi oggi è toccato offrire il nostro sacrificio con l’esperienza di questo uomo».

In preda ad un attacco di delirio, è stato soccorso e portato all’ospedale Versilia. I bulbi oculari sono stati raccolti successivamente dal pavimento e messi in una soluzione fisiologica ma non è stato possibile reimpiantarli. L’uomo ora si trova fuori pericolo di vita ed è nel reparto psichiatria.

Il dottor Gino Barbacci, medico dell’ospedale che ha gestito il paziente, ha affermato: «In 26 anni di professione non ho mai visto niente di simile. Per fare una cosa del genere occorre una forza disumana». Il 44enne è arrivato cosciente con l’anziana madre al suo fianco, che si trova in stato di shock. Secondo il dottore, il pazente non si lamentava e pareva che non sentisse dolore sebbene grondasse di sangue. L’uomo è stato sottoposto a TAC per controllare se ci sono anche altre lesioni. Sulla vicenda sta indagando la Polizia.


Fonti[]