La sonda Juno raggiunge Giove

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 5 luglio 2016

Stamattina, alle ore 05:53 (Ora Italiana), la sonda Juno è arrivata su Giove.

La sonda ha raggiunto il suo obbiettivo dopo un viaggio durato cinque anni.

Alimentata da pannelli solari, la sonda porta con sè 11 apparecchi scientifici, realizzati da diverse agenzie spaziali.

Due di questi sono stati realizzati da aziende Italiane.

Lo scopo della missione è quello di provare l’esistenza di un nucleo solido di Giove, che è una gigantesca palla di gas, grande circa 300 volte la Terra.

Le esplorazioni scientifiche dureranno 20 mesi; a partire dall’arrivo nell’atmosfera del gigante rosso, Juno compirà 37 orbite attorno al pianeta, per lasciare definitivamente il corpo celeste nel febbraio 2018.

Modelli in scala della sonda Juno (in primo piano) e di Giove (sullo sfondo)

L’ultima sonda ad esplorare Giove è stata la New Horizons, sempre della NASA.

Google ha anche dedicato un doodle alla Sonda, per celebrare il suo arrivo su Giove.

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Juno (sonda spaziale).


Collegamenti esterni[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.