Wiki Actu it

August 22, 2018

Pepsi compra SodaStream

Pepsi compra SodaStream – Wikinotizie

Pepsi compra SodaStream

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

mercoledì 22 agosto 2018

Uno dei gasatori dell’azienda

Pepsi acquista per 3.200.000.000 dollari SodaStream, l’azienda israeliana che vende gasatori e concentrati per bevande, tra cui anche uno al gusto cola. L’acquisizione si inserisce in una strategia più ampia per venire incontro alle richieste “salutiste” ed ecologiste dei consumatori, infatti la produzione in proprio di acqua gassata consente un risparmio in termini di produzione della plastica. È l’ultima operazione del CEO dell’azienda prima di lasciare il posto ad un nuovo amministratore delegato. L’operazione verrà chiusa entro il 2019.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 29, 2016

RCS: la cordata di Bonomi ricorre al Tar

RCS: la cordata di Bonomi ricorre al Tar

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 29 luglio 2016

Qualche settimana fa gli azionisti di RCS avevano preferito l’OPAS di Cairo rispetto all’OPA della cordata capitanata da Bonomi; il primo aveva infatti raggiunto il 48,8% di azioni mentre il secondo solo il 37,7% (pur partendo in posizione di vantaggio con il 24,7%, e essendo in testa fino all’ultimo giorno) di azioni RCS. La cordata sconfitta aveva presentato un esposto alla Consob, che però aveva archiviato la questione, senza sospendere in via cautelare l’OPAS. Della Valle ha dunque annunciato di aver portato la questione davanti al Tar del Lazio e alla Procura di Milano.

Nella giornata di ieri inoltre scadeva il termine, per chi aveva partecipato all’offerta risultata perdente, per portare le proprie azioni all’offerta vincente. A fine giornata è risultato che sono state apportate alla offerta di Cairo un ulteriore 10,89% di capitale, facendolo arrivare al 59,69% del capitale di RCS.


Articoli correlati[]

  • «RCS: OPAS di Cairo supera l’OPA di Bonomi» – Wikinotizie, 17 luglio 2016

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 17, 2016

RCS: OPAS di Cairo supera l\’OPA di Bonomi

RCS: OPAS di Cairo supera l’OPA di Bonomi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 17 luglio 2016

Wikinotizie di oggi
17 luglio
Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità

Venerdì 15 luglio è scaduto il termine per aderire ad una delle due offerte per il controllo di RCS (gruppo che controlla tra l’altro il Corriere della Sera) presentate una da Urbano Cairo e l’altra dalla cordata di Alessandro Bonomi (con partecipanti Diego della Valle, Pirelli, Mediobanca e Unipol, cioè i soci storici di RCS con l’esclusione della famiglia Agnelli).

L’offerta di Cairo era un’OPAS, in cui per ogni azione RCS data si otteneva in cambio una percentuale di azione di Cairo Communications (18%) e 0,25 € in contanti. L’offerta di Bonomi invece era un’OPA: per ogni azione RCS data si otteneva in cambio 1,00 € in contanti. Entrambi i concorrenti hanno dovuto aumentare la loro offerta iniziale, su suggerimento di potenziali investitori. Cairo non aveva previsto la parte in contanti mentre Bonomi aveva proposto solo 0,80 € per azione.

I dati provvisori, saranno confermati lunedì 28 luglio, danno a Cairo il 48,82%, mentre a Bonomi il 37,7% del capitale RCS.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress