Wiki Actu it

December 9, 2014

Malore durante un concerto, addio a Mango

Malore durante un concerto, addio a Mango

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 9 dicembre 2014

Mango (1954-2014)

Il mondo della musica è in lutto e sotto shock per l’improvvisa scomparsa del cantautore Mango, stroncato l’altro ieri sera da un infarto all’età di 60 anni.

Mango si è sentito male mentre stava tenendo un concerto al Palaercole di Policoro, in provincia di Matera. L’evento era stato organizzato dalla World of Colors, una onlus che si occupa di progetti umanitari a favore della Guinea-Bissau.

Il malore ha colto l’artista poco prima della mezzanotte, mentre stava eseguendo uno dei suoi brani più famosi, Oro: il cantante ha interrotto la sua esibizione scusandosi con il pubblico perché non se la sentiva di continuare, dopo aver accusato un primo malessere. Il concerto è stato immediatamente interrotto e al cantautore sono stati praticati i primi soccorsi da parte di alcuni infermieri presenti all’evento, prima del trasporto in ospedale, purtroppo risultato inutile. Anche i fans del cantante si sono trasferiti dal palasport al nosocomio cittadino. In seguito sono giunti a Policoro anche i parenti del cantante.

L’annuncio della morte di Mango è stato diffuso ufficialmente dal sito Facebook del cantante, che, parafrasando una delle canzoni più famose dell’artista, ha annunciato: «La nostra rondine è volata via nel cielo sbagliato…». La notizia ha fatto subito il giro del Web ed immediate sono arrivate le reazioni attonite dei fans sul Web, che fino all’ultimo momento avevano sperato che si trattasse di un macabro scherzo della rete prima della conferma da parte dello stesso sito ufficiale del cantante.

Mango, all’anagrafe Giuseppe Mango, era nato a Lagonegro, in provincia di Potenza, il 6 novembre 1954. Tra le sue canzoni più famose, oltre alla già citata Oro, ricordiamo Lei verrà, Bella d’estate, Come Monna Lisa, La rondine, Mediterraneo, Tu sì, Nella mia città, Australia, ecc. Nel corso della sua carriera, Mango aveva partecipato più volte anche al Festival di Sanremo ed aveva collaborato con artisti quali Patty Pravo, Claudio Baglioni, Loretta Goggi, Loredana Berté, Andrea Bocelli, Mietta, ma si ricorda in modo particolare il suo sodalizio con il paroliere Mogol, autore dei testi di molte delle sue canzoni più celebri.

E proprio Mogol è stato tra i primi ad esprimere parole di cordoglio. Il paroliere ha detto: «Per me è un giorno molto triste: ho perso un amico e noi tutti abbiamo perso un grande artista». Anche altri artisti quali Eros Ramazzotti e Laura Pausini hanno voluto ricordare il collega scomparso e lo hanno fatto affidandosi alle loro pagine ufficiali su Facebook e Twitter.

Mango lascia la moglie, Laura Valente, ex-cantante dei Matia Bazar, e i figli Filippo, di 19 anni, e Angela.

A distanza di poco più di ventiquattro ore dalla scomparsa dell’artista, la famiglia Mango è stata poi colpita da una nuova tragedia: il fratello maggiore del cantante, Giovanni, di 75 anni, non ha infatti retto al dolore ed è morto stamane stroncato da un malore che lo ha colto durante la veglia funebre a Lagonegro.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

November 15, 2007

Matera: muore un bambino di 7 anni nel crollo di un casale

Matera: muore un bambino di 7 anni nel crollo di un casale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 15 novembre 2007

Nella mattinata di oggi, una forte esplosione dovuta ad una fuga di gas ha fatto crollare un casale nei pressi di Matera, a contrada Picciano. Un bambino di sette anni è stato estratto, ormai senza vita, dalle macerie dell’edificio. Altre quattro persone, tutte facente parte della stessa famiglia, sono state ricoverate nei vicini nosocomi in prognosi riservata, a seguito delle ustioni riportate.

La fortissima esplosione ha danneggiato seriamente anche alcuni edifici circostanti, oltre alla distruzione di diversi mezzi di trasporto, tra i quali uno scuolabus, che erano parcheggiati nella zona antistante l’edificio.

Secondo il racconto della madre del bimbo morto, Paola Vincenza Andrisani, l’esplosione sarebbe avvenuta dopo che essa stessa avrebbe acceso un fornello nella cucina, dalla quale con molta probabilità era partita la fuga di gas.

Il presidente della Camera dei Deputati, Fausto Bertinotti, ha mandato un messaggio di vicinanza alla famiglia rimasta coinvolta nella grave esplosione per mezzo del prefetto di Matera: «Nell’apprendere con sgomento la notizia dell’esplosione avvenuta in data odierna presso il fabbricato di Picciano, in provincia di Matera, che è costata la vita ad un bambino di sette anni, Vito Perniola, e ha causato il ferimento dei restanti quattro membri della sua famiglia desidero esprimerle i sentimenti del cordoglio più profondo mio personale e di tutta la Camera dei deputati, che la prego di voler far giungere ai familiari della vittima, unitamente ai sentimenti della mia più sincera solidarietà e vicinanza».


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress