Wiki Actu it

August 11, 2016

Prevista pioggia di stelle cadenti da record per stanotte

Filed under: Astronomia,Mondo,Pubblicati,Scienza e tecnologia — admin @ 5:00 am

Prevista pioggia di stelle cadenti da record per stanotte

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 11 agosto 2016

Wikinotizie di oggi
11 agosto
Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità

Nottata da record quest’anno secondo la NASA: le Perseidi, più note ai profani come stelle o lacrime di San Lorenzo, saranno le più spettacolari degli ultimi sette anni. Il picco è previsto tra oggi e domani 12 agosto

L’ultima “pioggia di stelle” così intensa e brillante è stata osservata nel 2009, ma questa volta a far da contorno ci saranno ben 5 pianeti visibili.

La Terra sta attraversando una densa scia di polveri lasciate dalla cometa Swift-Tuttle, quindi a cielo sgombro si dovrebbero veder “cadere” all’incirca 200 meteore all’ora: il doppio degli anni scorsi.

Un grande aiuto allo spettacolo è dato dal pianeta Giove, perché con la propria massa riesce ad attrarre e concentrare un numero maggiore di queste particelle vaganti verso il nostro pianeta. I 5 pianeti che saranno ben visibili saranno Venere, Mercurio, Giove, Marte e Saturno.

L’evento potrà essere ben osservato puntando gli occhi verso la costellazione di Perseo (dalla quale il nome Perseidi). Per osservare i pianeti, il punto d’osservazione favorevole è al mare con orizzonte libero ad ovest, perché per vedere Venere, Mercurio e Giove occorre un orizzonte privo di ostacoli; Marte e Saturno saranno più alti sull’orizzonte e si troveranno anche in congiunzione con la Luna. La condizione migliore per qualsiasi osservazione è recarsi in un luogo con il più basso inquinamento luminoso possibile.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 5, 2016

La sonda Juno raggiunge Giove

La sonda Juno raggiunge Giove – Wikinotizie

La sonda Juno raggiunge Giove

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 5 luglio 2016

Stamattina, alle ore 05:53 (Ora Italiana), la sonda Juno è arrivata su Giove.

La sonda ha raggiunto il suo obbiettivo dopo un viaggio durato cinque anni.

Alimentata da pannelli solari, la sonda porta con sè 11 apparecchi scientifici, realizzati da diverse agenzie spaziali.

Due di questi sono stati realizzati da aziende Italiane.

Lo scopo della missione è quello di provare l’esistenza di un nucleo solido di Giove, che è una gigantesca palla di gas, grande circa 300 volte la Terra.

Le esplorazioni scientifiche dureranno 20 mesi; a partire dall’arrivo nell’atmosfera del gigante rosso, Juno compirà 37 orbite attorno al pianeta, per lasciare definitivamente il corpo celeste nel febbraio 2018.

Modelli in scala della sonda Juno (in primo piano) e di Giove (sullo sfondo)

L’ultima sonda ad esplorare Giove è stata la New Horizons, sempre della NASA.

Google ha anche dedicato un doodle alla Sonda, per celebrare il suo arrivo su Giove.

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Juno (sonda spaziale).


Collegamenti esterni[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 17, 2016

Alcune righe di codice confermano le indiscrezioni sui nuovi Macbook Pro

Alcune righe di codice confermano le indiscrezioni sui nuovi Macbook Pro

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 17 giugno 2016

La vecchia versione del Macbook Pro

Vista dall’alto

Alcune righe di codice, scoperte dal sito francese Mac Generation in macOS Sierra, confermano la presenza di una barra OLED nei nuovi Macbook Pro, che verranno presentati, secondo alcuni analisti, entro la fine dell’anno.

Le righe di codice parlano di kHID_usage e presentano le funzionalità più svariate.

La barra OLED potrebbe consentire di visualizzare lo stato della batteria, di gestire l’audio, di attivare la modalità Non Disturbare e di visualizzare lo stato della fotocamera. Una serie di funzionalità utili, ma non del tutto confermate.

È stato trovato anche un riferimento all’implementazione di un sistema di riconoscimento biometrico (molto probabilmente Touch-ID). Il riferimento è stato trovato dallo sviluppatore Felix Schwarz.

Non sono, comunque, chiare le intenzioni della società di Cupertino riguardo ai prossimi Macbook Pro, ma si pensa, comunque, che l’azienda stia lavorando a grandi modifiche rispetto alla versione precedente.

Anche la data dell’evento è a sorpresa. Alcuni analisti pensano che la presentazione dei nuovi Mac avverrà durante il Q4 di quest’anno, ma non ci sono conferme ufficiali.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 3, 2016

Osservazioni amatoriali di un nuovo impatto su Giove nel marzo del 2016

Filed under: Astronomia,Mondo,Pubblicati,Scienza e tecnologia — admin @ 5:00 am

Osservazioni amatoriali di un nuovo impatto su Giove nel marzo del 2016

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 3 aprile 2016

Lo scorso 17 marzo si è verificato l’impatto di un asteroide o di una cometa su Giove, sebbene la notizia sia divenuta di pubblico dominio solo alla fine del mese.

La notte del 17 marzo, l’astronomo amatoriale Gerrit Kernbauer osservava Giove da Mödling, in Austria, con un telescopio riflettore Skywatcher Newton 200/1000 (200 mm di diametro e 1000 mm di lunghezza focale). Come sua abitudine, Kernbauer registrava quanto mostrato dal telescopio. Le condizioni atmosferiche tuttavia ostacolavano le osservazioni e Kernbauer nutriva dubbi sulla qualità dei filmati ottenuti quella notte. Per questa ragione, non li visionò se non dieci giorni dopo, scoprendovi invece uno “strano punto luminoso apparso per meno di un secondo sul bordo del disco del pianeta” — la prima registrazione dell’impatto.

[EN]
« The seeing was not the best, so I hesitated to process the videos. Nevertheless, 10 days later I looked through the videos and I found this strange light spot that appeared for less than one second on the edge of the planetary disc. »
[IT]
« Il seeing non era il migliore, così esitai a riprocessare i filmati. Tuttavia, 10 giorni dopo li ho guardai ed ho trovato questo strano punto luminoso apparso per meno di un secondo sul bordo del disco del pianeta. »
(Commento di Gerrit Kernbauer che ha accompagnato la pubblicazione del filmato su YouTube[1])

Una conferma dell’accaduto viene da un altro astronomo amatoriale, John McKeon, che la notte del 17 marzo osservava il pianeta e le sue lune da Swords, in Irlanda, con un telescopio Schmidt-Cassegrain di 280 mm di diametro. Il filmato con la registrazione dell’impatto è stato pubblicato il 29 marzo su YouTube.

I due filmati presentano una discrepanza di alcuni secondi rispetto all’orario dell’evento, avvenuto alle 00:18 UTC del 17 marzo. Entrambe le osservazioni sono avvenute nel vicino infrarosso, mentre non è stata finora segnalata l’osservazione di segni nel visibile.[1]

I due filmati sono stati riprocessati da Marc Delcroix che ha così identificato la latitudine dell’impatto: 12,4° Nord, nella North Equatorial Band.[1]


Fonti[]

Fonti primarie
Articoli giornalistici

Note[]

  1. 1,0 1,1 1,2 Kelly Beatty, fonte cit., 29 marzo 2016.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 13, 2015

Wikivoyage raggiunge i suoi primi 5.000 articoli!

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Wikivoyage raggiunge i suoi primi 5.000 articoli!

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 13 aprile 2015

Il logo celebrativo di Wikivoyage

Lo scorso 11 aprile 2015, la versione italiana di Wikivoyage, con la pubblicazione dell’articolo sui Patrimoni mondiali dell’umanità in Italia, raggiunge quota 5.000!

Lo sforzo di tutti i partecipanti al progetto (dai più assidui a quelli occasionali) è stato significativo, infatti dall’ingresso di Wikivoyage nella fondazione Wikimedia, il numero di articoli è più che raddoppiato, migliorando sensibilmente la copertura della guida.

Il lavoro svolto non è solo misurabile con la quantità di articoli, ma anche con la qualità degli stessi. Nell’arco di questi due anni si è cercato di creare dei modelli più adeguati da seguire per la creazione di tutti i nuovi articoli, uniformando al contempo tutti gli esistenti. Si è cercato inoltre di incentivare la creazione di bozze con informazioni minime, e non di pagine contenenti il mero modello vuoto.

Il progetto è comunque ancora molto giovane, quindi la strada da fare per trasformare ogni articolo presente in una guida vera e propria è lunga. Tuttavia sono molti gli articoli che Google premia mostrandoli nella prima pagina dei risultati di una ricerca; un esempio di Stato è la Finlandia, uno di città è Pskov, uno di quartiere è Pest, e moltissimi altri.

Quasi in concomitanza dell’agognato traguardo, il gruppo di lavoro della versione italiana di Wikivoyage è riuscito anche a sviluppare e implementare delle novità tecniche, tra cui l’integrazione degli articoli col sistema GPX. Tramite l’apposita icona situata in alto a destra di ogni articolo, è possibile scaricare il tracciato GPX dei POI (Point Of Interest, in italiano punti d’interesse) elencati in tale articolo, e i percorsi ad esso associati. Questo tracciato potrà essere caricato in un qualsiasi dispositivo GPS compatibile, per poter visitare un determinato luogo seguendo i suggerimenti di Wikivoyage anche in assenza di connessione internet.


Fonti[]


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.


Wikimedia-logo.svg Questo articolo cita la Wikimedia Foundation o uno dei suoi progetti o persone ad essi legati. Vi informiamo che Wikinotizie è un progetto della Wikimedia Foundation.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 12, 2015

Turismo: ecoturismo in crescita

Turismo: ecoturismo in crescita – Wikinotizie

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Turismo: ecoturismo in crescita

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

12 aprile 2015
La Coldiretti comunica un +21% di aumento dell’ecoturismo nel nostro Paese a suggello della crescita in controtendenza che il settore del turismo ha intrapreso nel 2014.

Gli oltre 800 parchi e aree naturale in Italia sono il motore che sta alla base di questa crescita, facendo registrare oltre 100 milioni di visitatori nel 2014, generando introiti prossimi ai 12 miliardi di euro.

Uno dei fattori che ha alimentato questa crescita è la sensibilizzazione al turismo sostenibile e a km 0, ossia verso mete locali che possono essere raggiunte in poco tempo e con una spesa contenuta.

Qui di seguito alcuni dati statistici sull’ecoturismo:

Tipologia di turista  %
Laureati 38%
Diplomati 49%
Giovani coppie e famiglie under 60 52%
Attività  %
Biking 29%
Trekking 25%
Escursionismo 24%
Sci 12%
Animal watching 8%
Durata  %
In giornata 33%
Nel weekend 26%
Weekend lunghi 31%
Settimanali 13%


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

January 17, 2015

Turismo: in crescita nel 2014

Turismo: in crescita nel 2014 – Wikinotizie

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Turismo: in crescita nel 2014

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

17 gennaio 2015
In controtendenza alla crisi economica che da tempo affligge il nostro Paese, il settore del turismo ha registrato nel 2014 un incremento del +11% rispetto all’anno precedente.

Alle tradizionali categorie di viaggiatori che hanno trainato questo rialzo, si aggiungono anche quelle emergenti dei single e dei cinefili.

La sola categoria dei single ha fatto registrare un +14%, dando vita ad una nuova nicchia di mercato incentrata nelle vacanze per single che hanno lo scopo di unire la visita di mete inesplorate alla conoscenza di nuove persone.

La categoria degli sportivi, che è sempre esistita (basti pensare alle maratone), è stata trainata ad un forte rialzo dalla sempre maggiore offerta di cicloturismo, consentendo di apprezzare scorci naturalistici a cavallo delle “verdi” due ruote. Ci sono alcune formule che abbinano crociera e cicloturismo, per alternare relax e sforzo fisico.

I cinefili, se si escludono coloro che da sempre si sono spostati per eventi istituzionali come la Mostra internazionale di Venezia, sono la vera novità che poggia le sue radici nelle saghe cinematografica che episodio dopo episodio creano una schiera di fan sempre più numerosa e affezionata.

Cultura ed enogastronomia sono il motore che da sempre attrae turisti nel nostro paese e che spinge gli stessi italiani a gite fuori porta o a vacanze più lunghe in altre regioni.

Le vacanze benessere, sebbene con diverse eccezioni, sono spesso riservate ad una nicchia di turisti più abbienti desiderosi di immergersi in strutture dove il personale preposto sarà in grado di prendersi cura dei propri ospiti con attività rilassanti che vanno dalle terme, ai massaggi fino a trattamenti per il corpo.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 5, 2014

G7 di Bruxelles 4-5 giugno 2014

G7 di Bruxelles 4-5 giugno 2014 – Wikinotizie

G7 di Bruxelles 4-5 giugno 2014

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

5 giugno 2014

L’incontro bilaterale tra Matteo Renzi e Angela Merkel

G7 di Bruxelles 2014

È iniziato ieri sera l’incontro tenutosi a Bruxelles tra i vari capi di Stato e di Governo per il G7, l’organizzazione che riunisce i paesi più industrializzati del pianeta. Il tema principale dell’ incontro era la situazione in Ucraina, che negli ultimi tempi si è andata sempre più ad aggravarsi con aperti scontri a fuoco tra filorussi e esercito ucraino segnando da ambedue le parti quasi 200 morti. Nella sua visita in Polonia di poco tempo fa il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama è intervenuto dicendo che la NATO sosterrà l’Ucraina e il suo cammino verso la totale indipendenza e democrazia precisando che è stato già stanziato un miliardo di dollari come aiuto economico. Assente la Russia espulsa non molto tempo fa dopo le ripetute infiltrazioni di militari russi nel territorio ucraino, il Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin aveva commentato questa decisione come “non grave e perfettamente superabile da parte della Russia”.

Tutti i leader del G7, compreso il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, concordano sul fatto che la Russia abbia superato ogni limite e che si interverrà pesantemente imponendo nuove sanzioni alla Federazione. Per quanto riguarda l’Ucraina i leader europei perseguiranno l’operazione di sorveglianza della situazione e con il continuo dialogo con le organizzazioni diplomatiche ucraine.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

November 25, 2013

Ricorre la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Ricorre la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 25 novembre 2013

La scarpa rossa, simbolo della giornata, in quanto rappresenta le donne ed il sangue (la violenza).

Ricorre oggi la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, come stabilito il 17 dicembre 1999 dall’ONU. In tutto il mondo si sono svolte manifestazioni caratterizzate da Flash mob di donne vestite di nero e rosso.

In tutta Italia le associazioni e la politica hanno manifestato in favore della donna e della sue dignità. Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha nominato Cavaliere Lucia Annibali, la donna genovese sfregiata dall’acido che l’ex fidanzato le aveva fatto gettare da due aguzzini. Il Presidente del Consiglio Enrico Letta ha dichiarato dopo il Consiglio dei Ministri «guerra totale al femminicidio» ribadendo l’impegno del governo in questi sette mesi nel contrastare la violenza contro donne. Anche la Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, spesso impegnata nella difesa dei diritti umani, ha parlato con la figlia di Lea Garofalo, uccisa dal marito.

A Roma, il Palazzo del Campidoglio è stato illuminato di rosso ed un gran numero di scarpe vermiglie sono state esposte sui gradini del Palazzo. Sotto ad ogni scarpa c’era un biglietto con il nome di una donna vittima di femminicidio.

Le associazioni hanno però ricordato che purtroppo in Italia le donne uccise tra le mura domestiche da parenti, coniugi o “ex” sono circa una ogni 2-3 giorni e nel 2013 sono avvenuti già più di 150 femminicidi. È stato inoltre ribadita la necessità che ogni donna che subisca violenza fisica domestica esponga subito denuncia, ed eventualmente si rivolga a centri specializzati.

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 4, 2013

L\’uomo d\’acciaio: buoni incassi dopo due settimane dall\’uscita al cinema

Filed under: Cinema,Cultura e società,Mondo,Pubblicati — admin @ 5:00 am

L’uomo d’acciaio: buoni incassi dopo due settimane dall’uscita al cinema

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 4 luglio 2013

Uscito il 14 giugno 2013 negli Stati Uniti e il 20 giugno nei cinema italiani, L’uomo d’acciaio ha mantenuto le promesse in termini di incassi.

Nonostante in questi giorni il film diretto da Zack Snyder sia stato superato al botteghino da World War Z, la trasposizione cinematografica del romanzo di Max Brooks del 2006 che appena uscito è subito balzato in testa alla classifica dei film più visti al cinema, nel complesso si può dire che gli incassi de L’uomo d’acciaio siano fino ad ora soddisfacenti, e che non abbiano deluso le aspettative.

Al momento L’Uomo d’Acciaio ha incassato, in tutto il mondo, oltre 500 milioni di dollari, ma secondo i pronostici la pellicola diretta da Zack Snyder dovrebbe arrivare alla cifra di 650 milioni di dollari. Secondo alcuni analisti il film potrebbe raggiungere anche risultati migliori, arrivando a incassare sui 700 milioni di dollari in tutto il mondo, ma la concorrenza agguerrita di questi tempi (molte sono le pellicole particolarmente attese in uscita in questo periodo) potrebbe rendere l’impresa piuttosto difficile.

In ogni caso, i risultati finora raggiunti da L’uomo d’acciaio sono molto buoni: paragonato agli incassi ottenuti da Batman Begins, per esempio (pellicola che nel 2005 incassò 374 milioni di dollari in tutto il mondo), L’uomo d’acciaio ha ottenuto un successo al botteghino più clamoroso. Certo, difficilmente arriverà ad uguagliare gli incassi di The Amazing Spider-Man, altro reboot che nel 2012 racimolò ben 752 milioni di euro nel mondo, ma i produttori di L’uomo d’acciaio possono ritenersi soddisfatti dei risultati raggiunti dalla loro creatura.

L’uomo d’acciaio è solo l’ultima uscita cinematografica ispirata al celebre personaggio dei fumetti creato da Jerry Siegel e Joe Shuster nel 1932 e pubblicato dalla DC Comics a partire dal 1938. Le prime apparizioni del personaggio sul grande schermo sono datate 1948 e 1950, due puntate prodotte dalla Columbia, ma il primo film dedicato a Superman fu quello interpretato, nel 1951, da George Reeves. È da questa pellicola che nacque la serie televisiva Adventures of Superman, programmata dal canale ABC dal 1952 al 1958. Celeberrimo è la serie di film interpretata da Christophe Reeve negli anni Settanta e Ottanta: Superman (1978), Superman II (1980), Superman III (1983) e Superman IV (1987). I primi due capitoli della serie ottennero un clamoroso successo, mentre a partire dalla terza pellicola gli incassi cominciarono a diminuire. L’ultimo capitolo, Superman IV, ottenne critiche negative e incassi poco soddisfacenti, anche a causa di un budget limitato che aveva comportato l’eliminazione forzata di molte scene e l’utilizzo di effetti speciali non entusiasmanti. Il progetto di un quinto capitolo della saga, per cui venne anche scritta la sceneggiatura, in concreto non venne più attuato.

Dopo altri tentativi falliti, Superman venne riportato sul grande schermo nel 2006 con l’opera Superman Returns di Brian Singer, interpretato da Brandon Routh, ultima pellicola dedicata al supereroe prima della realizzazione de L’uomo d’acciaio. A differenza di Superman Returns, che non ottenne i risultati sperati, L’uomo d’acciaio sembra invece aver risollevato le sorti del supereroe al cinema.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress