Wiki Actu it

June 7, 2014

Fuoriserie 2014

Fuoriserie 2014 – Wikinotizie

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Fuoriserie 2014

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 7 giugno 2014

Fuoriserie 2014 158.JPG

È iniziata oggi, sabato 7 giugno, l’edizione 2014 di Fuoriserie, la rassegna dedicata alla auto e moto d’epoca, svoltasi come tradizione nei padiglioni della Nuova Fiera di Roma.

Negli anni, questa manifestazione è divenuta un punto di ritrovo per commercianti, restauratori e privati, adatta per mettere in esposizione i loro modelli allo scopo di scambiare un’ampia compravendita e un grande scambio di informazioni tra gli appassionati del settore.

La manifestazione si concluderà nella giornata di domani.

Commons

Commons contiene immagini e file multimediali su Fuoriserie 2014.

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Roma.


Fonti[]


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

Collegamenti esterni[]

Sito Web di Fuoriserie. URL consultato il 7 giugno 2014.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 7, 2014

Romics 2014 – Edizione Primaverile

Romics 2014 – Edizione Primaverile – Wikinotizie

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Romics 2014 – Edizione Primaverile

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 7 aprile 2014

Romics 2014 - Spring Edition 24.JPG

Si è conclusa ieri, domenica 6 aprile 2014, la quindicesima edizione del Romics, la rassegna sul fumetto, manga cosplay e animazione, tenutasi anche quest’anno tra i padiglioni della Nuova Fiera di Roma.

Secondo le stime rese note dall’organizzazione, questa edizione ha superato il record di presenze dell’edizione precedente, che fu di circa 130.000 ingressi totali.

Batman, che quest’anno compie 75 anni di carriera, è stato tra i protagonisti di questa edizione. Tra gli ospiti, invece, è spiccatolo Chef Rubio, il cuoco del programma Unti e Bisunti, che ha presentato Food Fighters, fumetto che ha lui stesso come protagonista.

Commons

Commons contiene immagini e file multimediali su Romics 2014 – Edizione Primaverile.

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Romics.

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Roma.


Fonti[]


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

Collegamenti esterni[]

Sito web Romics. URL consultato il 7 aprile 2014.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

November 10, 2013

Mostra di Marco Santucci

Mostra di Marco Santucci – Wikinotizie

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Mostra di Marco Santucci

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 10 novembre 2013

miniatura

È stata inaugurata ieri, 9 novembre 2013, presso la Cart Gallery di Via del Gesù a Roma la mostra personale di Marco Santucci.

Nato ad Arezzo nel 1974, Santucci disegna per le più note case editrici italiane ed internazionali, tra cui la Marvel (Spiderman e Capitan America) e la Sergio Bonelli editore (Tex, Mister No e Dampyr).

La mostra si concluderà martedi 26 novembre.

Commons

Commons contiene immagini e file multimediali su Marco Santucci.

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Marco Santucci (fumettista).


Fonti[]

Collegamenti esterni[]


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

October 20, 2013

Mostra \”Dylan Dog e motori: gioie e orrori\”

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Mostra “Dylan Dog e motori: gioie e orrori”

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 20 ottobre 2013

miniatura

È stata inaugurata ieri, 19 ottobre 2013, a Roma la mostra “Dylan Dog e motori: gioie e orrori”, dedicata all’omonimo personaggio del mondo dei fumetti ed al suo maggiolone.

L’evento, organizzato dall'”Associazione Dylandogofili – Collezionisti Dylan Dog dal 2003″, si è tenuto presso la Cart Gallery di Via del Gesù, ed è stato presenziato anche da alcuni autori del personnaggio, che hanno messo in esposizione alcuni loro disegni.

La mostra si concluderà martedi 12 novembre.

Commons

Commons contiene immagini e file multimediali su Mostra “Dylan Dog e motori: gioie e orrori”.

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Dylan Dog.


Fonti[]

Collegamenti esterni[]

Sito web “DYLAN DOG E MOTORI: GIOIE ED ORRORI !!!”. URL consultato il 20 ottobre 2013.

Sito web “Mostra “Dylan Dog e motori: gioie e orrori” @ CArt Gallery (Roma)”. URL consultato il 20 ottobre 2013.

Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Roma.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

October 18, 2013

Degrado nel parco della stazione \”La Rustica Città\”

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Degrado nel parco della stazione “La Rustica Città”

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca
Vandalism in the park of La Rustica Città train station 24.JPG

venerdi 18 ottobre 2013
Roma, quartiere La Rustica. All’interno del complesso della stazione ferroviaria del quartiere, denominata “La Rustica Città”, vi è un piccolo parco giochi che, sin dal momento dell’apertura della stazione (2007), è sempre rimasto chiuso e abbandonato a se stesso.

Il parco rimane isolato dal resto della stazione a causa di un grosso cancello chiuso da lucchetto e una recinzione mettallica (che dei vandali hanno distrutto in più punti).

Una volta dentro il parco si possono notare giochi per bambini distrutti, tombini divelti, cassonetti straripanti di immondizia e cavi elettrici scoperti.

Dentro la stazione stessa si può incorrere ad altri disagi: scala mobile e macchine obliteratrici sono spesso e volentieri fuori servizio.

Commons

Commons contiene immagini e file multimediali su Degrado nel parco della stazione “La Rustica Città”.

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su La Rustica Città.

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Roma.


Fonti[]


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Enada Roma 2013

Enada Roma 2013 – Wikinotizie

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Enada Roma 2013

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdi 18 ottobre 2013

Enada 2013 76.JPG

Si è conclusa oggi, venerdi 18 ottobre 2013, la quarantunesima edizione di Enada, la Mostra Internazionale degli Apparecchi da Intrattenimento e Gioco, che da mercoledi 16 era ospite dei padiglioni della Nuova Fiera di Roma.

In questa edizione erano presenti più di 200 espositori distribuiti su circa 30.000 metri quadri di spazio, in cui mettevano in mostra gli ultimi sviluppi tecnologici di slot machines, VLT, videogames e complementi d’arredo per sele giochi.

Una sezione della mostra era riservata ai giochi vintage, tra cui biliardi, calciobalilla e flippers.

Commons

Commons contiene immagini e file multimediali su Enada Roma 2013.


Fonti[]

Collegamenti esterni[]

Sito web “41a edizione di ENADA”. URL consultato il 18 ottobre 2013.

Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Roma.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

October 6, 2013

Romics 2013 – Edizione Autunnale

Romics 2013 – Edizione Autunnale – Wikinotizie

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Romics 2013 – Edizione Autunnale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 6 ottobre 2013

Si conclude oggi, domenica 6 ottobre 2013, la quattordicesima edizione del Romics, l’evento romano sui fumetti, manga, cosplay e animazione, che si è tenuto, come negli anni passati, nella Nuova Fiera di Roma.

Per la prima volta nella sua storia, il Romics, ha avuto ben due edizione nello stesso anno; infatti, oltre alla consueta edizione autunnale (a cavallo tra settembre e ottobre), c’è stata anche la versione primaverile, tenutasi dal 4 al 7 aprile 2013.

Commons

Commons contiene immagini e file multimediali su Romics 2013 – Edizione Autunnale.

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Romics.

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Roma.


Fonti[]


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

Collegamenti esterni[]

Sito web “Romics 14ª edizione dal 3 al 6 ottobre 2013 – Fiera di Roma”. URL consultato il 6 ottobre 2013.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 7, 2011

Wikipedia come Patrimonio dell\’Umanità: dall\’Italia 7000 nuove adesioni in una settimana

Wikipedia come Patrimonio dell’Umanità: dall’Italia 7000 nuove adesioni in una settimana

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca


Wikimedia-logo.svg Questo articolo cita la Wikimedia Foundation o uno dei suoi progetti o persone ad essi legati. Vi informiamo che Wikinotizie è un progetto della Wikimedia Foundation.

giovedì 7 luglio 2011

Il logo dell’iniziativa nella versione italiana

Nell’ultima settimana più di 8 000 nuove sottoscrizioni portano a quasi 37 000 il numero delle persone che in tutto il mondo hanno finora aderito all’iniziativa.[1][2]

Con una media di poco più di 1 000 nuove sottoscrizioni al giorno, è dall’Italia che giunge l’incremento maggiore. Una settimana fa la Germania era in testa con una percentuale del 39% del totale, seguita dall’Italia al 34%. Oggi le posizioni si invertono: i 16 720[2] sottoscrittori dall’Italia segnano una percentuale del 45,5% mentre gli 11 776[2] dalla Germania ammontano al 32%

Con percentuali intorno al 2%, seguono: Austria (880), Russia (809), Spagna (691), Brasile (690), Stati Uniti (631), Svizzera (577).

Conteggio delle adesioni per nazione[]

I dati sono stati ricavati alle 14:30 di oggi dall’elenco[2] sul sito dell’iniziativa.

Alcune nazionalità vi sono indicate sia con il nome in tedesco che con quello in inglese e perciò i relativi contributi vi compaiono suddivisi tra le due denominazioni.

Articoli correlati[]

  • «Wikipedia proposta per la lista UNESCO dei Patrimoni dell’Umanità» – Wikinotizie, 25 giugno 2011
  • «Wikipedia come Patrimonio dell’Umanità: Germania e Italia in prima fila nelle sottoscrizioni» – Wikinotizie, 30 giugno 2011 – riporta il conteggio per nazione alla data

Fonti[]


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

Note[]

  1. 36 768 alle 14:30 di oggi, 28 321 alle 14:30 di giovedì scorso (si veda l’articolo del 30 giugno in Articoli correlati).
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Dati estrapolati da [EN] List of petitioners, Lista delle sottoscrizioni (attenzione: pagina piuttosto pesante) – l’elaborazione è avvenuta sulla pagina scaricata alle 14:30 di oggi, 7 luglio 2011.

Collegamenti esterni[]

  • Informazioni su Wikipedia come Patrimonio dell’Umanità :
    sulle wiki di Wikimedia.de [EN]-[DE] e di Ten Wikipedia [EN]
  • [EN] [DE] wikipedia.de/wke, il sito dell’iniziativa, con la petizione anche in italiano.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 2, 2011

Siena, l\’Oca si aggiudica il Palio di luglio

Siena, l’Oca si aggiudica il Palio di luglio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 2 luglio 2011

Bandiere della Nobile Contrada dell’Oca

Wikinotizie ha seguito il Palio di Siena in tempo reale.

Si è appena concluso il Palio di Provenzano a Siena. Questo l’ordine delle contrade al canape in Piazza del Campo stasera:

Scatto alla partenza della quarta prova, in cui è riconoscibile l’Oca

  • 600px Bianco listato di Nero Turchino e Rosso.PNG Istrice con Moedi montato da Walter Pusceddu detto Bighino
  • 600px Blu e Rosso incrociati listati di Bianco.PNG Pantera con Miguel montato da Luigi Bruschelli detto Trecciolino
  • 600px Giallo e Verde listati di Azzurro con quadrato Rosso.PNG Bruco con Lampante montato da Giuseppe Zedde detto Gingillo
  • 600px Giallo e Rosso listato di Bianco Linee Orizzontali.png Valdimontone con Lo Specialista montato da Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
  • 600px Giallo e Azzurro Linee Diagonali.PNG Tartuca – Ivanov montato da Giosuè Carboni detto Carburo
  • 600px Rosa Antico e Verde con cornice gialla.PNG Drago con Indianos montato da Alessio Migheli detto Girolamo
  • 600px Verde listato di Bianco e Rosso con Cerchio Giallo in mezzo.PNG Oca con Mississippi montato da Giovanni Atzeni detto Tittìa (vince)
  • 600px Bianco e Nero listati di Arancione.png Lupa con Elfo di Montalbo montato da Gianluca Fais detto Vittorio
  • 600px Nero e Rosso incrociati listati di Bianco.PNG Civetta con Marrocula montato da Andrea Mari detto Brio (di rincorsa)

Il fantino vincitore, Giovanni Atzeni (Tittìa), con i colori dell’Oca nel 2008.

Il mossiere fa uscire presto tutti dai canapi, permettendo ai fantini di confabulare tra loro e tessere le ultime strategie per la Corsa. Al successivo allineamento si parte insolitamente subito: Bruco, Montone e Drago scattano bene, prende la testa della corsa il Bruco dopo pochi metri ma cade al Casato al primo giro. Ne approfitta l’Oca per guadagnare la prima posizione e mantenerla saldamente fino alla fine. Lo scosso del Bruco non la impensierisce più di tanto. Molte cadute senza conseguenze per fantini o cavalli. Secondo successo in carriera per Tittìa, prima vittoria (all’esordio) per il cavallo Mississippi, che per ironia della sorte appartiene ad un contradaiolo della Torre (la contrada rivale), e nonostante un piccolo incidente durante la prova di ieri mattina. Curiosità: il drappellone dedicato all’Unità d’Italia che la contrada ha vinto è dominato proprio dai colori verde, bianco e rosso, propri della bandiera italiana ma anche dell’Oca, che peraltro aveva vinto anche il Palio nel 1861, corso eccezionalmente il 2 giugno e dedicato allo Statuto Italiano. Dall’Olanda è giunta l’esultanza di un’ocaiola DOC come Gianna Nannini; la contradaiola di Fontebranda è lì assieme alla piccola Penelope, la figlia nata lo scorso novembre, per la quale la Nannini auspica un battesimo contradaiolo nel medesimo rione.

L’incidente di ieri della Chiocciola (foto di Andrea Lensini)


Articoli correlati[]

  • , 29 giugno – 2 luglio 2011

Fonti[]


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 1, 2011

Quarta prova del Palio di Siena, vince il Valdimontone

Quarta prova del Palio di Siena, vince il Valdimontone

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 1 luglio 2011

La quarta prova del Palio di Siena di luglio 2011 va in archivio con la vittoria del Valdimontone, grazie al fantino Jonatan Bartoletti detto Scompiglio sul cavallo Lo Specialista.

La prova è stata segnata da due cadute. La prima è quella del fantino dell’Oca Giovanni Atzeni detto Tittìa, che ha sbattuto alla prima curva del Casato dopo aver tenuto una traiettoria particolarmente stretta.

La seconda, quella più grave, ha riguardato Antonio Villella detto Sgaibarre della Chiocciola, avvenuta poco prima della seconda curva di san Martino: il cavallo Messi, durante la corsa, ha subito un brutto infortunio all’anteriore destra. Da subito sotto le cure dei veterinari in Piazza, è stato poi trasferito alla clinica del Ceppo. Nonostante tutte le cure, il cavallo non ha resistito ed è morto, molto probabilmente in seguito ad uno shock cardiocircolatorio.

Di seguito l’ordine ai canapi:

  • Tartuca – Ivanov montato da Giosuè Carboni
  • Lupa con Elfo di Montalbo montato da Gianluca Fais detto Vittorio
  • Istrice con Moedi montato da Walter Pusceddu detto Bighino
  • Oca con Mississippi montato da Giovanni Atzeni detto Tittìa
  • Drago con Indianos montato da Alessio Migheli detto Girolamo
  • Civetta con Marrocula montato da Andrea Mari detto Brio
  • Bruco con Lampante montato da Giuseppe Zedde detto Gingillo
  • Chiocciola con Messi montato da Antonio Villella detto Sgaibarre
  • Valdimontone con Lo Specialista montato da Jonatan Bartoletti detto Scompiglio (vince)
  • Pantera con Miguel montato da Luigi Bruschelli detto Trecciolino (di rincorsa)

Così come stabilisce il Regolamento del Palio (art. 62), l’ordine ai canapi per la quarta prova è inverso rispetto a quello della prova precedente (cioè quello di estrazione delle Contrade per l’assegnazione dei cavalli). Si mantiene tale ordine sebbene la terza prova non sia stata corsa a causa di forte acquazzone che ha compromesso le condizioni del tufo e la sicurezza di cavalli e fantini.

Invariate le monte rispetto alla seconda ed alla terza prova. La corsa è stata dominata dall’Istrice, che ha però vistosamente rallentato nel corso dell’ultimo giro, venendo pertanto superato dal Valdimontone.

L’aggiornamento sulla “Prova generale” è previsto oggi dopo le ore 19.45

Galleria d’immagini[]


Articoli correlati[]

Fonti[]

Collegamenti esterni[]


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress