Wiki Actu it

February 8, 2012

Colpo di stato nelle Maldive

Filed under: Asia,Colpi di Stato,Maldive,Politica e conflitti,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Colpo di stato nelle Maldive – Wikinotizie

Colpo di stato nelle Maldive

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 8 febbraio 2012

Mohamed Nasheed

«Se fossi rimasto al potere sarebbe stato peggio». Con queste parole si è dimesso ieri il presidente delle Maldive Mohamed Nasheed e al suo posto è subentrato il vicepresidente, Mohamed Waheed; oggi però l’ex-presidente afferma di esser stato costretto a dimettersi.

La crisi è iniziata tre settimane fa con la decisione di Nasheed di arrestare il giudice Abdulla Mohamed, portavoce dei malumori nei confronti del primo governo regolarmente formatosi in un sistema multipartitico dopo il regime dispotico di Maumoon Abdul Gayoom. Ieri le forze di polizia hanno occupato la sede della televisione di stato e invitato la popolazione a scendere in piazza per manifestare contro il presidente, il quale si è rifugiato all’interno del Ministero della Difesa. Successivamente, “consigliato” da elementi dell’esercito, si è dimesso, lasciando il potere al vicepresidente, Mohamed Waheed, che in serata ha giurato sulla Costituzione, affermando che nessun ordine illegale sarà impartito. A una cinquatina di fedelissimi di Nasheed è stato però impedito di abbandonare il paese.

Durante questo colpo di stato soft vi sono stati alcuni feriti e la sede del Partito Democratico delle Maldive (Mdp), fondato da Nasheed, è stata data alle fiamme. Il cambiamento ai vertici è stato subito approvato dal primo ministro indiano Manmohan Singhil, il quale ha inviato un messaggio di felicitazioni al nuovo presidente; il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon ha detto di sperare che «il passaggio dei poteri, che è stato annunciato come un passo costituzionale per evitare ulteriori violenze e instabilità, porti a una soluzione pacifica della crisi politica che ha polarizzato il Paese».

Oggi però Nasheed ha affermato di esser stato costretto a dimettersi sotto la minaccia delle armi per poi prendere parte a una marcia di protesta assieme a migliaia di sostenitori, conclusasi in violenti tafferugli con le forze di polizia e dell’esercito. Per indagare sulla situazione e vigilare sul rispetto dei diritti umani si recheranno nell’arcipelago alcune missioni diplomatiche, fra cui quelle dell’Onu e del Commonwealth.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 29, 2007

Attentato alle Maldive: feriti 12 turisti

Filed under: Asia,Cronaca,Maldive,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Attentato alle Maldive: feriti 12 turisti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 29 settembre 2007

LocationMaldives.png

Alle 14.36 ora locale (le 11.36 CEST), un ordigno è esploso a Malé, la capitale delle Isole Maldive. La bomba, di fattura artigianale, è brillata all’ingresso del Sultan Park, nei pressi della moschea principale della città e del quartier generale delle forze armate. Il congegno consisteva, secondo le prime informazioni, in un motorino per lavatrice collegato con una bombola di gas, probabilmente azionato da un telefono cellulare.

A causa dell’esplosione, dodici turisti sono rimasti feriti. Si tratta di due cittadini inglesi, due giapponesi ed otto cinesi, che stavano partecipando ad un’escursione organizzata nella città. Solo tre di loro risultano ancora ricoverati e presentano ferite e bruciature sul corpo. Anche se i tre – due britannici ed una giapponese – sono stati trasferiti in una clinica privata, le loro condizioni non destano preoccupazioni nei sanitari.

L’attentato è stato definito dal Governo maldiviano come un «atto inumano e degradante». Le autorità hanno garantito il massimo impegno per la ricerca dei responsabili che saranno assicurati «alla giustizia per dare loro la punizione che meritano».

Rassicurante, comunque, il commento del Ministro del turismo del Paese, Mahmood Shaugee: «Vorrei farvi notare che si tratta di un piccolo ordigno. Notizie che parlano di una bomba ad alto potenziale possono far spaventare le persone aumentando la portata dell’incidente e scoraggiando i turisti».

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

March 2, 2007

Maldive: uomo muore per salvare donna

Maldive: uomo muore per salvare donna – Wikinotizie

Maldive: uomo muore per salvare donna

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 2 marzo 2007

Giuseppe Fontana, un uomo di 57 anni di Romagnano Sesia, in provincia di Novara, è morto nelle isole Maldive. Stava tentando di portare soccorso ad una donna in difficoltà in acqua.

Quando anche Fontana si è trovato in difficoltà, un altro uomo gli è venuto in soccorso, purtroppo inutilmente.

Nei prossimi giorni la salma dovrebbe rientrare in Italia, dopo l’espletamento dell’autopsia disposta dalle autorità delle Maldive.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress