Wiki Actu it

February 24, 2007

Bomba inesplosa trovata a Beirut

sabato 24 febbraio 2007

A Beirut, capitale del Libano, le Forze di Sicurezza Interna (ISF) hanno trovato dell’equipaggiamento atto alla creazione bombe in tre diversi depositi. La scoperta è avvenuta giovedì, due giorni dopo il rinvenimento di una bomba a Beirut. Il ritrovamento ha provocato paura nella popolazione libanese, ancora traumatizzata dalle bombe sugli autobus e i conflitti in strada. Una scatola di legno, contenente diciannove stick di TNT è stata trovata nel quartiere cristiano di Beirut, Achrafieh, da un robivecchi. La scatola è stata ritrovata sulla Hikmeh Avenue nei pressi della Murr Television Station e dell’edificio della Mont Liban Radio verso le 8:30 del mattino, ora locale. La polizia ha immediatamente circondato e isolato la zona per disarmare la bomba.

Wikinews

Questo articolo, o parte di esso, deriva da una traduzione di Unexploded bombs found in Beirut, pubblicato su Wikinews in lingua inglese.

Mezz’ora più tardi, gli impiegati della compagnia per la raccolta dei rifiuti locale, la Sukleen, ha trovato una scatola di alluminio contenente tredici detonatori. Questa scatola è stata rinvenuta 200 metri lontana da quella di legno.

Verso la fine della giornata, sono state trovate altre bombe ne villaggio Kesrouan di Ghbaleh, secondo quanto riportato dalla National News Agency (NNA). La NNA ha tuttavia aggiunto che tali ordigni non erano stati preparati per esplodere. Nella zona sono immediatamente giunti esperti dell’ISF.

Questo articolo è stato archiviato ed è modificabile solo dagli amministratori. Puoi comunque proporre modifiche nella pagina di discussione.
This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress