Wiki Actu it

August 5, 2016

Orio al Serio: cargo in atterraggio finisce in tangenziale

Filed under: Bergamo,Incidenti,Italia,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Orio al Serio: cargo in atterraggio finisce in tangenziale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 5 agosto 2016

Wikinotizie di oggi
5 agosto

Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità

All’alba di stamattina l’aereo cargo del volo BCS 7332 è andato fuori pista in fase d’atterraggio all’aeroporto di Orio al Serio, sfondando la recinzione delimitante ed invadendo una porzione di tangenziale. Le uniche due persone dell’equipaggio, comandante e primo ufficiale, sono usciti illesi; in tangenziale non sono stati per ora registrati feriti, perché in quel momento non stavano passando veicoli.

L’aereo è un cargo francese della DHL, modello B737 400, e proveniva dall’aeroporto di Parigi Charles de Gaulle.

Nel frattempo l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (ANSV) ha aperto un’inchiesta di sicurezza di competenza e mandato una squadra investigativa nell’aeroporto bergamasco.

Viabilità[]

Lo scalo è stato chiuso al traffico aereo fino alle 6:47.

La viabilità nei pressi dell’aeroporto, risulta interrotta su una diramazione della SP 591bis (es statale Cremasca); tale diramazione consente il collegamento con la tangenziale di Bergamo. La strada necessiterà di varie ore per essere ripristinata, infatti secondo la SACBO (società di gestione dello scalo) servono ore solo per la rimozione del velivolo e dei detriti.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 19, 2012

In migliaia a Bergamo per l\’ultimo saluto a Piermario Morosini

Filed under: Bergamo,Calcio,Europa,Italia,Lombardia,Pubblicati,Sport — admin @ 5:00 am

In migliaia a Bergamo per l’ultimo saluto a Piermario Morosini

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Bergamo, giovedì 19 aprile 2012
Si sono svolti questa mattina nella Chiesa di San Gregorio Barbarigo, nel quartiere di Monterosso, a Bergamo, i funerali di Piermario Morosini, il venticinquenne calciatore del Livorno (ed ex della nazionale Under-21, di Atalanta, Udinese, Bologna, Vicenza, Reggina e Padova) stroncato sabato scorso da un malore occorsogli durante la gara di campionato che stava disputando con la sua squadra a Pescara.

Alle esequie hanno partecipato circa 5.000 persone, tra i presenti in chiesa e la gente assiepata all’esterno. Altrettante pare abbiano seguito la cerimonia da un maxi-schermo allestito allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia|Stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo.

Presenti alla funzione varie personalità del mondo del calcio, quali il presidente della FIGC Giancarlo Abete, il presidente della Lega di Serie B Andrea Abodi, il commissario tecnico della nazionale italiana Cesare Prandelli, il commissario tecnico della nazionale U-21 Ciro Ferrara, l’ex-allenatore della Nazionale U-21 Pierluigi Casiraghi e il presidente dell’Associazione Calciatori Damiano Tommasi. Presenti inoltre al completo le squadre di Livorno, Atalanta e Udinese e delegazioni di altri club.

La cerimonia è iniziata intorno alle ore 11:00, officiata da Don Luigi Manetti, che ha esordito con le parole «Dolce amico mio… permettimi di chiamarti ‘figlio’». Lo stesso Don Luigi, parlando nel corso dell’omelia della sfortunata esistenza di Morosini (la prematura scomparsa dei genitori, il suicidio del fratello disabile e la disabilità della sorella), ha ricordato le testuali parole dello stesso calciatore, che un giorno gli disse: «Io nella vita ho più grazie da dire, che recriminazioni da fare».

Nel corso della funzione, sono stati poi intonate dai ragazzi delle parrocchia due canzoni di Luciano Ligabue, uno dei cantanti preferiti da Morosini, ovvero Il giorno di dolore e Non è tempo per noi. Una delle persone che hanno preso la parola è stata la Sig.ra Mariella Vavassori, la mamma di Anna, la fidanzata di Morosini, che ha concluso con le parole, idealmente rivolte al ragazzo prematuramente scomparso: «Nell’aldilà, non chiamarmi più ‘signora’, chiamami ‘Mariella’».

Il feretro, accarezzato più volte dallo zio di Morosini, è uscito dalla chiesa intorno alle 12:10, avvolto da alcune delle maglie indossate dal giocatore nel corso della sua carriera, quella amaranto del Livorno (l’ultima sua squadra), quella nerazzura dell’Atalanta (la squadra nel cui settore giovanile è cresciuto) e quella biancorossa del Vicenza (la squadra con cui il giocatore ha disputato il maggior numero di partite da professionista, realizzando anche l’unico gol in carriera).

All’uscita del feretro, si sono levati i cori delle numerose tifoserie presenti all’esterno, alcune storicamente rivali e per una volta unite al di là dei colori, come ha sottolineato il commissario tecnico della nazionale italiana Cesare Prandelli. La salma è stata infine trasferita al Cimitero Monumentale di Bergamo, dove Piermario Morosini riposerà accanto ai genitori e al fratello.


Articoli correlati[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 23, 2009

Viabilità: aprono i cantieri della BreBeMi

Filed under: Bergamo,Brescia,Europa,Italia,Lombardia,Milano,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Viabilità: aprono i cantieri della BreBeMi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 23 luglio 2009

La Regione Lombardia

Si sono inaugurati ieri ad Urago d’Oglio, alla presenza del presidente del consiglio Silvio Berlusconi i lavori della BreBeMi, l’autostrada che collegherà direttamente Milano e Brescia bypassando Bergamo.

Lunga 62,1 chilometri, contro gli 82 della A4, sarà fornita di due corsie per senso di marcia (con predisposizione all’aggiunta di una terza) ed il pedaggio si baserà sul sistema Free flow.

La struttura sarà realizzata, prima in Europa, completamente in project financing, facendo lavorare nei prossimi tre anni 10.000 persone ed avendo un impatto sul PIL della Lombardia del 4 %.

Il costo è stato stimato in 1,6 miliardi di euro, il doppio di quanto preventivato, mentre il tracciato comporterà attraverserà 43 comuni, 5 province e comporterà 747 espropri coinvolgendo 1.400 proprietari.

Partendo da Brescia l’autostrada terminerà nella Teem, la Tangenziale Est Esterna di Milano, anch’essa in fase di realizzazione. Problematico sembra però lo scarto temporale che vede la conclusione dei lavori per la BreBeMi nel 2012, mentre quello della Teem nel 2015.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 25, 2008

Val Seriana: donna ritrovata sgozzata nel proprio appartamento

Val Seriana: donna ritrovata sgozzata nel proprio appartamento

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 25 luglio 2008

Vista di Vertova

Una donna, Maria Grazia Pezzoli di 45 anni, è stata ritrovata massacrata e sgozzata in una pozza di sangue, in una stanza al piano terra, vicino la porta d’ingresso. La macabra scoperta è stata fatta dal marito, ieri, nella propria abitazione, nella periferia di Vertova, in Val Seriana. La casa si trova vicino ad una zona boschiva, su una strada privata, abbastanza visibile.

La donna lavorava nell’azienda del marito, un assessore allo sport; si pensa possa essere stata aggredita da un ex-dipendente dell’azienda oppure vittima di una rapina. Nella tarda serata di ieri, i carabinieri avevano già fermato un giovane senegalese, a fronte di una testimonianza di una vicina di casa che ha affermato di aver visto un uomo di colore uscire verso l’una dalla casa dove è stato compiuto l’omicidio.

Il marito, Giuseppe Bertini, è titolare della Val. Cop, e a causa di carenza di lavoro, negli ultimi tempi, aveva licenziato alcuni extra-comunitari. Gli investigatori al momento non stanno seguendo una pista precisa, anche se in un primo momento erano indirizzati verso alcuni dipendenti della ditta.

Nel frattempo si cerca di ricostruire la dinamica dell’aggressione, poiché sono presenti alcuni particolari, quali i pezzi di vetro andati in frantumi, che si trovano sia all’esterno che all’interno dell’abitazione, e due macchie di sangue, negli stessi posti dove sono stati rinvenuti i pezzi di vetro, con cui l’aggressore avrebbe potuto ferire la donna.

Sposati da 25 anni e senza figli, molto conosciuti in paese, la sorella la ricorda così: «Lei era una donna dolce e timida, adorava mio nipote e con noi non aveva mai parlato di minacce o problemi con i dipendenti. Forse è stata solo una rapina finita male».


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

May 30, 2008

Giro d\’Italia 2008: diciannovesima tappa

Giro d’Italia 2008: diciannovesima tappa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 30 maggio 2008

Alberto Contador veste ancora la maglia rosa, ma dovrà difendersi nelle ultime due tappe dai 4″ che tengono distanti Riccardo Riccò e i 21″ di Danilo Di Luca.

Altra vittoria in solitaria nella 91a edizione della Corsa Rosa: Vasil Kiryienka (Tinkoff) svetta sul Monte Pora (dopo 238 Km di corsa) con 4′ 35″ di vantaggio su Danilo Di Luca (LPR), autore di una rilevante rimonta anche grazie al lavoro della sua squadra. Terzo posto per Alexander Efimkin (QuickStep).

Kiryienka era scattato a 57 dalla partenza di Legnano insieme ad altri 6 corridori (Efimkin, Cummings, Missaglia, Siutsou, Ermeti e Nicki Sørensen), guadagnando in prossimità di Lovere un massimo di 22 minuti sul resto del plotone.

La corsa vera, sotto una pioggia incessante, inizia sulle pendici del Passo del Vivione: provano Sella e Perez Cuapio, subito stoppati da Antonio Colom, gregario della maglia rosa Alberto Contador. Nella ripida discesa se ne vanno Savoldelli, Di Luca (LPR) e Nibali vantando, all’inizio della Presolana, 2′ di vantaggio nei confronti del gruppo tirato dall’ Astana. Proprio sull’ascesa si sfilaccia il gruppo dei battistrada, con il solo Kiryienka al comando. Ermeti si ferma letteralmente per dare una mano ai compagni di squadra della LPR. A pochi chilometri dal GPM, infatti, Di Luca resta solo all’inseguimento della vittoria e di una possibile maglia rosa, con Nibali che resta al gancio.

Contador, nel gruppo, non reagisce subito e sfrutta il lavoro di Colom e Kloden. Solo sul Monte Pora si alzerà sui pedali, ma è Riccardo Riccò ad effettuare lo scatto secco che lo porterà a guadagnare 38″ in cima all’arrivo sul diretto rivale. Esce dalla classifica Gilberto Simoni, che accuserà un ritardo di quasi 12′ 20″ dal vincitore odierno.

La lotta per il simbolo del primato, pertanto, resta serrata: Contador ha appena 3″ di vantaggio su Riccò (polemico, nel dopo-tappa, nei confronti Sella e Pozzovivo, rei di aver potenzialmente “agevolato” lo spagnolo sull’ultima salita) e 21″ su Danilo Di Luca. Domani la penultima tappa, da Rovetta a Tirano (224 Km), con le scalate del Passo Gavia (Cima Coppi – 2618 m) e del Mortirolo.

Risultati odierni

Classifica di tappa
Posizione Atleta Nazione Squadra Tempo
1 Vasil Kiryienka Flag of Belarus.svg Bielorussia Tinkoff Credit Systems 6h 37′ 32″
2 Danilo Di Luca Flag of Italy.svg Italia LPR Brakes-Ballan a 4′ 36″
3 Alexander Efimkin Flag of Russia.svg Russia QuickStep a 4′ 43″
4 Steve Cummings Flag of the United Kingdom.svg Regno Unito Barloworld a 5′ 25″
5 Riccardo Riccò Flag of Italy.svg Italia Saunier Duval-Scott a 5′ 44″
Classifica generale
Posizione Atleta Nazione Squadra Tempo
1 Alberto Contador Flag of Spain.svg Spagna Astana 82h 29′ 10″
2 Riccardo Riccò Flag of Italy.svg Italia Saunier Duval-Scott a 4″
3 Danilo Di Luca Flag of Italy.svg Italia LPR Brakes-Ballan a 21″
4 Marzio Bruseghin Flag of Italy.svg Italia Lampre a 2′ 0″
5 Franco Pellizotti Flag of Italy.svg Italia Liquigas a 2′ 5″
Classifica a punti
Posizione Atleta Nazione Squadra Punti
1 Daniele Bennati Flag of Italy.svg Italia Liquigas 180
Classifica del Gran Premio della Montagna
Posizione Atleta Nazione Squadra Punti
1 Emanuele Sella Flag of Italy.svg Italia Csf Group-Navigare 127
Classifica Miglior Giovane
Posizione Atleta Nazione Squadra Tempo
1 Riccardo Riccò Flag of Italy.svg Italia Saunier Duval-Scott 82h 29′ 14″
Numero Nero
Posizione Atleta Nazione Squadra Ritardo dal 1°
143 Markus Eichler Flag of Germany.svg Germania Team Milram a 3h 55′ 8″


  • Ritirati / Non partiti: Dionisio Galparsoro (Euskaltel-Euskadi), Mickaël Cherel (Française des Jeux), Julian Dean (Slipstream Chipotle)

Fonti


Resoconto del Giro d’Italia 2008
Maglia rosa del Giro d'Italia

Scegli la tappa: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21

Segui lo Speciale Giro d’Italia 2008.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

December 8, 2007

Bossi: «popolo padano pronto ad attaccare»

Bossi: «popolo padano pronto ad attaccare»

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 8 dicembre 2007
Dichiarazioni molto forti di Umberto Bossi durante la manifestazione leghista davanti alla prefettura di Bergamo: «Abbiamo il dovere morale di liberare il nostro popolo da questa Italia schiavista. Il potere colonialista imbecille non capisce che il popolo aspetta solo il momento per attaccare, e quel momento verrà». La manifestazione è stata svolta per sostenere i sindaci leghisti a favore di vari provvedimenti contro immigrati non regolari.

Presenti alla manifestazione 250 persone, tra cui lo stesso Bossi, Mario Borghezio, Roberto Calderoli e Roberto Castelli. Il resto della gente erano svariati sindaci della Lega, definiti da Bossi degli eroi. La manifestazione si è svolta davanti alla prefettura bergamasca per protestare contro il prefetto Camillo Andreana, che ha scritto una lettera di richiamo al sindaco di Caravaggio, comune bergamasco, per aver proibito le nozze ai clandestini e agli immigrati non regolari.

Bossi ha poi rifiutato l’idea di un partito unico del centro-destra: «I partiti non si possono comprare – attacca – non si può entrare in un partito unico perché la Lega ha una sua identità: chi difenderà sennò il popolo della Padania nel partito unico?» Poi l’invocazione: «Prepariamoci moralmente per la lotta, anche se si rischierà di lasciarci la vita».

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Cremona: due rapinatori uccisi dalla polizia in un conflitto a fuoco

Filed under: Bergamo,Cremona,Cronaca,Europa,Italia,Lombardia,Pubblicati,Treviglio — admin @ 5:00 am

Cremona: due rapinatori uccisi dalla polizia in un conflitto a fuoco

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 8 dicembre 2007

Due rapinatori sono rimasti uccisi questa mattina, intorno alle 5.30, nel corso di una sparatoria con le forze dell’ordine, che erano intervenute dopo una rapina in discoteca.

Secondo le prime ricostruzioni, alcune persone, all’ingresso della discoteca di Treviglio, in provincia di Bergamo, sono state rapinate da quattro uomini, fuggiti immediatamente a bordo di una BMW. I Carabinieri, allertati immediatamente, hanno allargato le ricerche in tutto il territorio della Bergamasca e della vicina provincia di Cremona, nella quale è stata ritrovata la vettura dei rapinatori. Una volta bloccati i malviventi nei pressi di Sergnano, i Carabinieri che effettuavano i controlli di routine sono stati colpiti da diversi colpi di pistola, che li hanno feriti in modo non grave; questi hanno reagito a loro volta, colpendo a morte due dei rapinatori.

Sul luogo della sparatoria si sono recati il magistrato di Crema e i comandanti della polizia di ambo le province.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

November 11, 2007

Bergamo: sospesa la partita Atalanta-Milan

domenica 11 novembre 2007

Omicidio di Gabriele Sandri

Un'immagine dello stadio bergamasco

Un’immagine dello stadio bergamasco

La partita Atalanta-Milan, in corso a Bergamo allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia, è stata sospesa dopo che un gruppo di tifosi della squadra bergamasca, in segno di protesta, aveva parzialmente distrutto la barriera protettiva di plexiglas che separa gli spalti dal campo di gioco.

L’annuncio della sospensione ufficiale (non verrà quindi ripresa nella giornata, ma rimandata a data da destinarsi) è giunto da Bergamo, dove i vari responsabili riuniti hanno dato l’autorizzazione per la non ripresa del match.

I giocatori di entrambe le squadre, dopo aver parlato con la tifoseria, hanno lasciato il campo, dopo che l’arbitro aveva fischiato la sospensione del match.

Le proteste sono scoppiate a seguito della notizia dell’uccisione di un tifoso laziale in un autogrill di Arezzo.

Anche la partita TarantoMassese, di serie C1, è stata sospesa a causa delle proteste dei tifosi.

Articoli correlati

  • «Calcio Serie A: Atalanta-Milan a porte chiuse, curva Atalanta chiusa fino a marzo 2008». Wikinotizie, 19 novembre 2007

Fonti

Questo articolo è stato archiviato ed è modificabile solo dagli amministratori. Puoi comunque proporre modifiche nella pagina di discussione.
This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 16, 2007

Bergamo: cane abbandonato in casa per 2 mesi, salvato dall\’ENPA

Bergamo: cane abbandonato in casa per 2 mesi, salvato dall’ENPA

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 16 agosto 2007

I volontari della Sezione di Bergamo dell’Ente Nazionale Protezione Animali, assieme alla Polizia locale di Alzano Lombardo ed ai Vigili del Fuoco, hanno tratto in salvo un cane, abbandonato da oltre due mesi all’interno di un’abitazione.

L’allarme è stato lanciato da una vicina di casa che, uditi alcuni rumori provenienti da un appartamento che riteneva essere disabitato, ha visto attraverso una persiana rimasta socchiusa l’animale, circondato da sporcizia ed escrementi. Gettato del cibo al cane, la donna ha subito chiamato i soccorsi.

L’animale si è nutrito, in questi mesi, dapprima mangiando cibo per umani, lasciato all’interno dell’abitazione, per poi addentare cartone e polistirolo per sedare i morsi della fame. Al momento del ritrovamento pesava sei chili, circa la metà del suo peso ideale.

Duro il commento dei dirigenti della locale sezione della Protezione Animali: «Faremo il possibile per individuare il responsabile di questa crudeltà e assicurarlo alla giustizia. Si tratta infatti di un maltrattamento gravissimo: l’autore di questo abbandono rischia una multa pesante, ma anche il carcere».

Fonti[]

Altri collegamenti[]

  • Il comunicato stampa diramato dalla Sezione ENPA di Bergamo. Contiene anche le foto del cane salvato e dell’interno dell’abitazione dove è stato abbandonato.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

February 3, 2007

Fusione BPU-Banca Lombarda, gli azionisti dicono sì

Fusione BPU-Banca Lombarda, gli azionisti dicono sì

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

3 febbraio 2007
Gli azionisti di BPU e di Banca Lombarda, nelle rispettive assemblee a Bergamo e a Brescia, hanno dato parere positivo alla fusione delle due banche per incorporazione.

Nasce così UBI Banca, Unione di Banche Italiane, il quarto gruppo bancario italiano per numero di sportelli. La nuova banca avrà a disposizione una rete di 1970 sportelli, una capitalizzazione di borsa di 13,8 miliardi e 4 milioni circa di clienti. Il nuovo istituto resterà una banca popolare cooperativa, quindi con voto capitario.

Fonti

  • Antonia Jacchia «Sì degli azionisti, decolla la Superpopolare lombarda»Corriere della Sera, 4 marzo 2007, pag. 28

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress