Wiki Actu it

September 12, 2018

L’avvertimento del ministro dell’energia russo: il mercato del petrolio non si è ancora bilanciato

Filed under: Economia e finanza,Europa,Petrolio,Pubblicati,Russia — admin @ 5:00 am

L’avvertimento del ministro dell’energia russo: il mercato del petrolio non si è ancora bilanciato

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

12 settembre 2018

Wikinotizie di oggi
12 settembre
  • L’avvertimento del ministro dell’energia russo: il mercato del petrolio non si è ancora bilanciato
  • Angela Merkel condanna gli attacchi xenofobi
  • Afghanistan, sale a 68 il bilancio delle vittime
  • Il sottosegretario del MIBAC: Copyright. Riforma sbagliata nel metodo
Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità

«Oggi la situazione è piuttosto fragile, ed è legata al fatto che non tutti i paesi sono riusciti a ripristinare il loro mercato e la loro produzione» ha detto mercoledì Alexander Novak, ministro russo per l’energia, durante una conferenza economica a Vladivostok. «Osserviamo tale situazione in Messico, dove il calo si è più che dimezzato rispetto alle previsioni del 2018. In Venezuela la produzione sta calando abbastanza forte, di 50.000 barili al giorno. Ciò significa che il mercato non si è ancora bilanciato in una prospettiva a lungo termine.»

Le interruzioni delle forniture non sono le uniche cause legate all’aumento del prezzo del petrolio. Ulteriore incertezza arriva dal capitolo delle sanzioni previste dagli Stati Uniti contro l’Iran.

«Questa è un’enorme incertezza sul mercato – come agiranno i paesi che acquistano quasi 2 milioni di barili al giorno di petrolio iraniano. Quelli sono l’Europa, la regione Asia-Pacifico … C’è molta incertezza. La situazione dovrebbe essere osservata attentamente, le decisioni giuste dovrebbero essere prese.»

Le quotazioni dell’oro nero sono ora vicino agli 80 dollari al barile, in deciso rialzo rispetto ai 60 dollari registrati a Febbraio.

Il ministro ha poi aggiunto che «la Russia ha il potenziale per aumentare la produzione di 300.000 barili (al giorno) nel medio termine, maggiore rispetto al livello di ottobre 2016.»


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 18, 2016

Giochi olimpici 2016: KO tecnico per Anastasia Belyakova in semifinale di pugilato

Giochi olimpici 2016: KO tecnico per Anastasia Belyakova in semifinale di pugilato

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 18 agosto 2016

Wikinotizie di oggi
18 agosto
Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità

Si è conclusa in maniera dolorosa la semifinale di pugilato pesi leggeri femminile disputata tra la russa Anastasia Belyakova e la francese Estelle Mossely: durante il primo tempo la russa ha subito accidentalmente una lussazione posteriore del gomito.

Il trauma accaduto alla Belyakova è avvenuto durante uno scambio di colpi tra lei e la Mossely a poco tempo dall’inizio, facendo quindi sospendere l’incontro. La russa viene poi accompagnata dal medico fuori dal ring, lasciando rapidamente l’arena.

A questo punto viene dichiarato il Knock-out tecnico ed assegnata la vittoria dell’incontro ad Estelle Mossely, la quale passa in finale avendo disputato un solo incontro “pieno”, quello contro l’italiana Irma Testa.

La finale tra Estelle Mossely e la cinese Junhua Yin avrà luogo domani alle 21:00 di Rio de Janeiro.

Olympic rings with white rims.svg
Segui lo Speciale dedicato ai Giochi della XXXI Olimpiade!
Wikinews-logo.svg


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 17, 2016

Uccisi 4 presunti terroristi a San Pietroburgo

Uccisi 4 presunti terroristi a San Pietroburgo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 17 agosto 2016
Oggi, nel corso di un’operazione antiterroristica dei servizi di sicurezza nella città russa di San Pietroburgo, è stata condotta un’incursione in un appartamento che ha portato alla morte di quattro persone ricercate.

L’obbiettivo di queste azioni antiterrorismo sono i soggetti sospettati di essere affiliati a gruppi armati nordcaucasici. Già oltre mille azioni legali sono in corso contro cittadini russi che sono stati reclutati e destinati a combattere nello Stato Islamico, in Siria ed in Iraq, ovvero per l’ISIS.

Al momento i russi schedati dai servizi di sicurezza sono circa 2.900, per la maggior parte nati nella regione del Caucaso.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 16, 2016

Giochi olimpici 2016: ipotesi biscotto dietro alla vittoria di Evgenij Tiščenko nella finale di pugilato

Giochi olimpici 2016: ipotesi biscotto dietro alla vittoria di Evgenij Tiščenko nella finale di pugilato

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 16 agosto 2016

Wikinotizie di oggi
16 agosto
Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità

La finale di pugilato pesi massimi maschile è stata vinta incredibilmente dal russo Evgenij Tiščenko, il quale ha disputato l’incontro contro il kazako Vassiliy Levit.

Già alcune perplessità sui giudizi dati dai giudici erano stati sollevati nei due precedenti incontri Tiščenko, quelli contro l’italiano Clemente Russo e l’uzbeko Rustam Tulaganov, ma questa notte è diventata palese a molti l’ipotesi di un accordo coi giudici per farlo vincere.

L’incontro[]

L’incontro pare cominciare regolarmente, con un primo tempo tutto sommato apparentemente regolare dove emerge una certa superiorità di Levit, sancita da due giudici su tre. Dal secondo tempo cominciano i dolori nel vero senso della parola: Tiščenko comincia ad incassare colpi sempre più pesanti da parte del kazako, facendo emergere sempre più la propria grave inferiorità. L’incontro prosegue col terzo tempo, ma da questo punto in poi il russo non riesce né ad attaccare, né a difendersi in maniera decente arrivando quasi in stato da KO, tuttavia l’arbitro sembra volerlo favorire in vari modi; in particolare, a 51 secondi dal termine, viene consentita una pausa a bordo ring per il russo, il quale viene medicato su ferite che non sembravano così gravi da dover sospendere l’incontro.

L’incontro termina con Tiščenko messo assai male dai colpi incassati negli ultimi due tempi e con Levit ancora pimpante.

Giudizio e premiazione[]

I giudici decretano all’unanimità vincitore Evgenij Tiščenko, generando gran disappunto dalla maggior parte del pubblico del Riocentro e dando adito all’ipotesi di un accordo segreto per l’assegnazione della medaglia d’oro.

Anche alla premiazione i fischi e versi si sono intensificati contro l’apparente immeritata vittoria di Tiščenko.

A titolo di curiosità si fa presente che il presidente del CIO, Thomas Bach, ha assistito tra il pubblico a tutto l’incontro.

Olympic rings with white rims.svg
Segui lo Speciale dedicato ai Giochi della XXXI Olimpiade!
Wikinews-logo.svg


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 2, 2016

Russia: decine di persone controllate per sospetta infezione da antrace

Filed under: Cultura e società,Europa,Pubblicati,Russia,Salute — admin @ 5:00 am

Russia: decine di persone controllate per sospetta infezione da antrace

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 2 agosto 2016

Wikinotizie di oggi
2 agosto
Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità

La regione Yamalo Nenets evidenziata nella cartina della Russia

Nel circondario autonomo Jamalo-Nenec nel nord della Russia, decine di persone sono state invitate a farsi controllare dopo che lunedì un ragazzo dodicenne è morto a causa di un’infezione da antrace. Già otto persone su almeno 72 osservate sono state diagnosticate come infette. Altre 200 persone circa hanno ricevuto delle cure preventive.

Le autorità ritengono che l’infezione, causata dal batterio Bacillus anthracis, sia stata passata all’uomo dopo la morte di più di 2300 renne. Nella regione, tutte le famiglie che vivono grazie agli allevamenti di questi animali sono state invitate a farsi controllare e ad allontanarsi dal bestiame.

La propagazione del batterio è stata accentuata dall’ondata di calore, con temperature arrivate intorno ai 35 °C, che ha colpito la regione, posta ora in quarantena. Secondo i media locali si verificano meno di 10 casi annui in Russia, e l’ultimo caso registrato di infezione da antrace nella zona risaliva al 1941.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 20, 2016

Robot fugge da laboratorio e blocca il traffico

Robot fugge da laboratorio e blocca il traffico

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 20 giugno 2016

Wikinotizie di oggi
20 giugno

Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità

A Perm, in Russia, un robot della Promobot è uscito dal laboratorio, bloccando poi il traffico quando ha esaurito le batterie in mezzo alla strada.

Secondo il co-fondatore della società, il robot stava imparando ad orientarsi e quindi è stato naturale che, trovando la strada spianata, sia uscito e sia andato in giro ad esplorare. Media russi, però, suggeriscono che si tratti di una trovata pubblicitaria.

Indipendentemente dalla sua genuinità, l’evento porta all’attenzione le difficoltà connesse alla progettazione di robot capaci di muoversi da soli.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 5, 2014

G7 di Bruxelles 4-5 giugno 2014

G7 di Bruxelles 4-5 giugno 2014 – Wikinotizie

G7 di Bruxelles 4-5 giugno 2014

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

5 giugno 2014

L’incontro bilaterale tra Matteo Renzi e Angela Merkel

G7 di Bruxelles 2014

È iniziato ieri sera l’incontro tenutosi a Bruxelles tra i vari capi di Stato e di Governo per il G7, l’organizzazione che riunisce i paesi più industrializzati del pianeta. Il tema principale dell’ incontro era la situazione in Ucraina, che negli ultimi tempi si è andata sempre più ad aggravarsi con aperti scontri a fuoco tra filorussi e esercito ucraino segnando da ambedue le parti quasi 200 morti. Nella sua visita in Polonia di poco tempo fa il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama è intervenuto dicendo che la NATO sosterrà l’Ucraina e il suo cammino verso la totale indipendenza e democrazia precisando che è stato già stanziato un miliardo di dollari come aiuto economico. Assente la Russia espulsa non molto tempo fa dopo le ripetute infiltrazioni di militari russi nel territorio ucraino, il Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin aveva commentato questa decisione come “non grave e perfettamente superabile da parte della Russia”.

Tutti i leader del G7, compreso il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, concordano sul fatto che la Russia abbia superato ogni limite e che si interverrà pesantemente imponendo nuove sanzioni alla Federazione. Per quanto riguarda l’Ucraina i leader europei perseguiranno l’operazione di sorveglianza della situazione e con il continuo dialogo con le organizzazioni diplomatiche ucraine.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 14, 2014

Russia: ex presidente dell\’Ucraina Janukovyč ha dato la terza conferenza stampa

Russia: ex presidente dell’Ucraina Janukovyč ha dato la terza conferenza stampa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 14 aprile 2014

Nella serata del 13 aprile 2014, l’ex presidente dell’Ucraina Viktor Janukovyč ha dato la sua terza conferenza stampa, dopo quelle di fine febbraio e di metà marzo, dalla città russa Rostov sul Don. Per la prima volta con lui erano presenti anche l’ex procuratore generale Viktor Pšonka e l’ex ministro degli interni Vitalij Zacharčenko, tutti e tre ricercati dall’attuale governo ucraino.

L’ex capo dello stato ha chiesto, che si ritiene ancora un capo legittimo del governo, alle forze dell’ordine ucraine di non sparare sulla popolazione poiché essa non lo perdonerà e ha accusato gli Stati Uniti d’America della intromissione nella situazione politica ucraina decidendone gli sviluppi. Secondo lui, il paese è sul piede della guerra civile anche per colpa degli americani. A detta dell’ex presidente, il direttore della CIA John Brennan ha provocato lo spargimento di sangue in Ucraina poiché è grazie alla Intelligence americana che le forze ucraine hanno incominciato alcune operazioni antiterroristiche nell’est del paese.

Secondo Janukovyč l’attuale governo dell’Ucraina porterà delle responsabilità penali e che per l’Ucraina non sono importanti le elezioni organizzate al più presto ma un ampio dialogo. Inoltre, ha sottolineato che l’economia ucraina sta galoppando verso la bancarotta.

Galleria immagini[]


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

March 25, 2014

La Russia propone a Polonia, Romania e Ungheria la spartizione dell\’Ucraina

La Russia propone a Polonia, Romania e Ungheria la spartizione dell’Ucraina

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 25 marzo 2014

L’emittente televisiva TVP1 polacca comunica che il Ministero degli Affari Esteri polacco ha ricevuto una lettera ufficiale dalla Duma di Stato della Federazione Russa con la proposta di dividere il territorio ucraino.

Il vicepresidente della Duma e leader del Partito Liberal-Democratico Vladimir Žirinovskij propone alla Polonia di pretendere un referendum per l’adesione di 5 regioni ucraine. Hanno ricevuto la stessa proposta l’Ungheria e la Romania per l’annessione di 1 regione in ciascun stato.

Secondo il documento, le regioni che andrebbero alla Polonia sono quelle di Volinia, Leopoli, Ivano-Frankivs’k, Ternopil’ e Rivne. All’Ungheria andrebbe Oblast’ di Transcarpazia, alla Romania quella di Černivci, alla Russia le regioni del sud e dell’est e il resto rimarrebbe in mano al governo ucraino.

Il Ministero si è ritenuto indignato e ha trovato strana la proposta ricevuta, così Vladimir Žirinovskij non tarderà a ricevere una risposta gentile ma senza riferimenti al contenuto della lettera. Il portavoce del Ministero degli Affari Esteri, Marcin Wojciechowski, ha infatti affermato: “la proposta è talmente particolare che nessuno la prende sul serio”.

In un’altra occasione il segretario della sicurezza nazionale e della difesa ucraino Andrij Parubij ha comunicato che la Russia non ha ancora scartato il piano dell’invasione dell’Ucraina e tiene pronti 100 000 uomini ai confini dei due paesi, nonostante tutte le dichiarazioni del Cremlino.

Anche il generale delle forze NATO in Europa, Philip Breedlove ha dichiarato che la Russia ha mobilizzato abbastanza uomini per arrivare fino alla Transnistria in Moldavia.


Collegamenti esterni[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

March 5, 2014

Papa Francesco e Vladimir Putin candidati al premio Nobel per la pace

Papa Francesco e Vladimir Putin candidati al premio Nobel per la pace

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

5 marzo 2014
Geir Lundestad il direttore dell’istituto Nobel di Oslo ha oggi reso nota la lista dei 278 nomi di vari personaggi candidati al premio Nobel per la pace. Tra questi compare il Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin che è stato promosso da alcuni connazionali russi che hanno voluto rimarcare il suo ruolo molto rilevante durante la crisi in Siria per evitare l’attcco a Damasco e l’aver convinto il Presidente Siriano Bashar al-Assad di smantellare le armi chimiche fabbricate durante il suo regime.

Oltre al leader russo ci sono anche Papa Francesco che oggi compie un anno di pontificato, Edward Snoweden l’ex-agente della CIA che rivelò i controlli e successive violazioni della privacy fatte dal governo americano e Malala Yousafzai giovane ragazza pakistana ferita con un colpo di proiettile alla testa dai talebani per la sua lotta a favore dell’istruzione femminile.

Nobel prize medal.svg


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress