Wiki Actu it

September 28, 2014

Breno: convegno «Napoleone nelle Alpi. Le montagne d\’Europa tra Rivoluzione e Restaurazione»

Breno: convegno «Napoleone nelle Alpi. Le montagne d’Europa tra Rivoluzione e Restaurazione»

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 28 settembre 2014

Napoleone Bonaparte valica le Alpi (Jacques-Louis David)

Val Camonica
Val Camonica

Si è svolto nel giorno di sabato 27 settembre presso il Palazzo della Cultura di Breno (Valle Camonica) il convegno «Napoleone nelle Alpi. Le montagne d’Europa tra Rivoluzione e Restaurazione», realizzato dalla sezione I.S.T.A. (Incontri per lo Studio delle Tradizioni Alpine) dell’associazione non profit naturalistico-culturale LOntànoVerde.

L’argomento dell’incontro sono stati i cambiamenti avvenuti a seguito delle campagne napoleniche fino all’epoca della Restaurazione, con l’obiettivo di illustrare, in un’ottica di comparazione, fatti, personaggi, trasformazioni sociali, economiche e politiche che sono accadute tra gli anni 1796-1815 e che hanno portato alla fine dell’antico regime

La giornata è stata moderata da Leonida Tedoldi e ha previsto le seguenti relazioni:

  • Fausto Bonomelli – Ivan Faiferri: La Valle Camonica nell’età napoleonica)
  • Giancarlo Marchesi: La Valle Sabbia rivoluzionaria e napoleonica)
  • Gianluigi Garbellini: Un cantone svizzero per la Valtellina?
  • Carlo Romeo: Il Tirolo in età napoleonica.

In mattinata si è svolta la visita guidata “Breno napoleonica” dedicata alla scoperta dei luoghi legati al periodo napoleonico, con visita all’Albero della Libertà, ed in compagnia dei rievocatori in costume dell’11ème Regiment d’Infanterie Légère dell’Associazione Napoleonica d’Italia.


Fonti[]

Collegamenti esterni[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

October 9, 2013

Breno: convegno e mostra «I Signori delle Alpi. Famiglie e poteri tra le montagne d\’Europa»

Breno: convegno e mostra «I Signori delle Alpi. Famiglie e poteri tra le montagne d’Europa»

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 9 ottobre 2013

Stemma Lodron a Bressanone

Val Camonica
Val Camonica

Si è svolto nel giorno di sabato 5 ottobre presso il Palazzo della Cultura di Breno (Valle Camonica) il convegno «I Signori delle Alpi. Famiglie e poteri tra le montagne d’Europa», realizzato dalla sezione I.S.T.A. (Incontri per lo Studio delle Tradizioni Alpine) dell’associazione non profit naturalistico-culturale LOntànoVerde.

L’argomento dell’incontro sono state le grandi casate delle Alpi. L’obiettivo era quello di esaminando la loro importanza sia livello locale che al di fuori della propria vallata descrivendone le origini e l’evoluzione, la politica, l’araldica, i rapporti con le istituzioni, i personaggi celebri, le dimore e anche le eventuali leggende popolari.

Il programma della giornata ha previsto le seguenti relazioni:

Stemma Thurn und Taxis, discendenti dai Tasso di Val Brembana

  • Luca Giarelli: Federici di Valle Camonica
  • Francesco Macario: Beccagutti di Esine
  • Albano Bianchi: Capitanei di Scalve
  • Marco Foppoli: Besta di Valtellina
  • Tarcisio Bottani: Tasso di Val Brembana
  • Gianni Poletti: Lodron delle Giudicarie

La moderazione del dibattito e le conclusioni sono state affidate al professor Segrio Onger dell’Università degli Studi di Brescia e presidente dell’Ateneo di Brescia.

Nella stessa giornata è stata inaugurata la mostra “Nobiltà svelata: i volti dell’aristocrazia di Valle Camonica”, a cura du Luca Giarelli e Marta Ghirardelli, contenente la riproduzione digitale di oltre quaranta dipinti di antichi nobili di Valle Camonica.

Il giorno successivo è stata svolta come da programma una visita straordinaria al Castello di Gorzone, antica dimora della famiglia Federici.


Fonti[]

Collegamenti esterni[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

October 6, 2012

Breno: convegno e mostra «Naturalmente divisi. Storia e autonomia delle antiche comunità alpine»

Breno: convegno e mostra «Naturalmente divisi. Storia e autonomia delle antiche comunità alpine»

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 6 ottobre 2012

Il Diploma imperiale Enrico VII a conferma dell’autonomia della Valle Camonica del 1311

Val Camonica
Val Camonica

Si è svolto nel giorno di sabato 29 settembre presso il Palazzo della Cultura di Breno (Valle Camonica) il convegno «Naturalmente divisi – storia e autonomia delle antiche comunità alpine», realizzato dalla sezione I.S.T.A. (Incontri per lo Studio delle Tradizioni Alpine) dell’associazione non profit naturalistico-culturale LOntànoVerde.

L’argomento dell’incontro era la nascita di alcune comunità alpine, i loro contrasti con i poteri centrali e l’ottenimento dell’autonomia attraverso i secoli. Queste comunità erano istituzioni che si svilupparono tra medioevo e l’età moderna e che in gran parte furono disciolte dalle riforme napoleoniche di inizio Ottocento, e che oggi sono alla radice di alcuni organismi politici: comunità montane, province, cantoni…

Il programma della mattinata ha previsto le seguenti relazioni:

  • Simone Signaroli: Tradizione e ius naturae: in difesa dell’autonomia di Valle Camonica nella prima età moderna
  • Enrico Valseriati – Fabrizio Pagnoni: Tra la serpe e il leone. L’autonomia della Comunità della Riviera di Salò nel tardo medioevo (secoli XIV-XV)
  • Gabriele Medolago: La comunità di Valle Brembana oltre la Goggia
  • Miriam Romelli: La comunità grande di Scalve dal medioevo all’età napoleonica
  • Diego Zoia: La comunità di Valtellina tra medioevo e Grigioni
  • Zeffirino Castellani: I beni indivisi in Trentino: il caso della comunità delle Regole di Spinale e Manez

La moderazione del dibattito e le conclusioni sono state affidate al professor Luigi Blanco dell’Università degli Studi di Trento. Erano presenti presenti in sala alcune classi del Liceo Camillo Golgi di Breno.

Nella stessa giornata è stata inaugurata la mostra “Antiche mappe e statuti delle Alpi”, effettuata con la collaborazione della Rare Book Collection della Lillian Goldman Law Library – Yale Law School (U.S.A.) e la Moll’s collection della Moravian Library (Repubblica Ceca).

Nel pomeriggio si è svolta unavisita guidata al CaMus – Museo Camuno e alla futura sede del Sistema Archivistico di Valle Camonica, la cui inaugurazione è prevista per il 19 ottobre. All’interno dell’Archivio è conservata la Raccolta Putelli contenente gli antichi documenti dell’antica Comunità di Valle Camonica tra cui le pergamene dei privilegi imperiali, viscontei e veneziani.

Gli Statuti di Valle Camonica del 1624

Luca Giarelli, coordinatore del progetto: «Valcamonica: nativamente separata così per sito, essendo essa da monti e lago Sebino detto d’Iseo, lungo 15 miglia et più, che divide il Bresciano, il Bergamasco et Valcamonica, torniata de per sé, come per privilegii imperiali del 1164, confirmati del 1311… Sono queste parole, scritte quattrocento anni fa da un Cancelliere della Spettabile Comunità di Valle Camonica per sottolineare la “naturale divisione” tra il territorio della città di Brescia e la vallata alpina, che hanno stimolato il nostro interesse verso questo tema. Per secoli le antiche comunità hanno lottato contro i poteri superiori per ottenere privilegi ed autogoverno. In diversi casi vi sono riuscite, in altri no. Ma i risultati di questi processi, per quanto remoti nel tempo, si riflettono ancora oggi su molte realtà politiche e amministrative».

«Siamo ampiamente soddisfatti della buona riuscita della giornata. Una sala piena, dei relatori di primo piano e prestigiosi partner internazionali: non potevamo chiedere di meglio. Questi risultati ci consentono di procedere spediti verso la pubblicazione degli atti e la progettazione del nuovo tema “alpino” su cui confrontarsi nel 2013. Ringrazio in particolare coloro che hanno supportato nella realizzazione di questo progetto: Cassa Padana – area camuna, la Comunità Montana di Valle Camonica e dall’Associazione Geometri di Valle Camonica».

Hanno portato i loro saluti all’inizio della giornata il poeta Innocente Foglio, presidente dell’ Associazione nazionale per l’abbattimento delle barriere architettoniche … e non, Mario Zanetti, Fondatore e titolare dello Studio d’Arte Zanetti – Uno studio tra le Alpi e collaboratore del convegno I.S.T.A. 2011 che ha portato alla recente pubblicazione «Carnevali e folclore delle Alpi. Riti, suoni e tradizioni popolari delle vallate europee», la Presidente del Distretto Culturale di Valle Camonica e Assessore alla Cultura della Comunità Montana Simona Ferrarini, il delegato dell’Assessore alla Cultura della Provincia di Brescia Giuseppe Donina e Margherita Peroni Assessore al Commercio, turismo e servizi della Regione Lombardia.


Fonti[]

Collegamenti esterni[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

October 10, 2011

Breno: convegno «Carnevali e folclore delle Alpi»

Breno: convegno «Carnevali e folclore delle Alpi»

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 10 ottobre 2011

Il Badalisc di Andrista

Il Rollate di Sappada

Val Camonica
Val Camonica

Si è tenuto a Breno, in Val Camonica, la mattina di sabato 8 ottobre il convegno “Carnevali e folclore delle Alpi” organizzato dall’associazione naturalistica non profit LOntànoVerde all’interno della rassegna “Dì là dei Monti” degli Incontri per lo Studio delle Tradizioni Alpine (I.S.T.A.) con la collaborazione dello Studio d’Arte Zanetti di Bagolino.

Nel corso dell’incontro sono state presentate diverse di relazioni che hanno approfondito alcuni dei più particolari carnevali e manifestazioni folcloriche alpine, permettendo al pubblico di ammirare, oltre alla mostra “riti di montagna – comparazioni antropologiche nelle antiche tradizioni alpine” di Manuel Schiavi, le maschere del Badalisc di Andrista, del Carneval Vecc di Grosio e i Rollate di Sappada.

La scaletta degli intereventi ha visto la partecipazione di Fulvia Scarduelli che ha approfondito il Badalisc, figura mitologica della Valle Camonica protagonista della rappresentazione folclorica che annualmente si ripete all’epifania.

Giovanni Mocchi, docente di Didattica della musica e della multimedialità dell’Università di Pavia, ha approfondito il tema dell’uso rituale dei campanacci in Italia ed in Europa, con un particolare riferimento alla Scasada del Zenerù (Cacciata del Gennaio) di Ardesio, in Valseriana.

Carlo Toini ha illustrato la ricorrenza del Carneval Vecc di Grosio in Valtellina, con l’accompagnamento figurato della “Magra quaresima” e del “Carneval vecc”, oltre a quella della “Bernarda”, emblematico esempio di “maschera doppia”.

Alessio Strambini è intervenuto sulla figura dell’Homo salvadego, manifestazione folclorica diffusa nella Rezia alpina, mentre Linda Armano, dottore di ricerca, Università Ca’ Foscari di VvFaRl/3/3,wm di uf alpyons ,lla matono sto in Tr e deio e i Rolla,si r fonel 2mmirare ha visto la partea ali Grosiocc sempio dte di Sapp il ato l&Strambin

Siopà dellv> Carlo Toini ,nellm>

Hai un’opinione su questo evento? Scrivila!


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Oc0ober 10, 2011

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca
Oc0obttobre 2011<
Val Camonica
Val Camonica

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca
Val Camonica
Val Camonica

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Bresu="dxaleti">camucitegole Alpi»

Bresu="dxaleti">camuci delle Alpi< >Bresu="dxaleti">camuciLOntànoVFeed Atom des Br_su=_dxaleti"_camucile_Alpi%C2%BB&action=edit" />Br_su=_dxaleti"_camucile_Alpi%C2%BB&action=edit" />Br_su=_dxaleti"_camucile_Alpi%C2%BB" />Br_su=_dxaleti"_camucile_Alpi%C2%BB" />

Br_su=_dxaleti"_camuci_delle_Alpi» skin-vector action-view">

Bresu="dxaleti">camuciteelle Alpi»

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Siossatini ooolum217zl go Ringrdeidogica8.45, matoso aresaareione.svgare1 o BIMle=" a ica della V a l="ca,oopeletk">Bre" cisc,nicali>odelka c areazione,pertrdxaleti">lla mu a ica della Vmellle CamoniL, le fe="cza, matroczl h"avrres are ha v ipt="Link rtnomeval "Condial ,/* cttc, fi,"Condrni">Ce apawsla xnord l="cat aliirareSvizzetale CamoniApprofondittemi’ tigsoDxalogamiectn tergenoe intere divis o teale17;ueonditluoghimelloN rtO17 ve;uLmonii,oordzl e now.lrit ArtLss=uzioncael="catl gogi;">

Unhrersantice="Bas="2a,or"})hegliv isnica: inauguw){tut8czalela tisntri perca deop Stoaioncaeloclle.li>

  • Un teale17;uef=aendoquasragli reidtra eletsBrli>
  • Alcutraptazionearantic o teale17;uni aoncatell,k o toe
  • L inauguesigeczale "Condiamiea c 2cebvemiectrrreidtra eaopediale17;tellN rtGatlediL B tticchio,or"})heg.5maobcffca: inaugutleosoomaosvgmale "battordamieul ggrafii e aatka c are2cebtcategertrdxffe="ct="dxaleti">camuci;li>
  • Leg.5scopà: inaugutqui cttca le montor;tell;li>
  • Leg.5ione,psu="eop S"miuad.anizz Bateoromevale scuolelela mu a a della V;li>
  • L inauguesempi perca dV/>
  • Ca8217lrisomia dfLinomia dertrdxaleti">lla mu a ica della VmellN rt fonndoLknotni,oopequaor)hegolenlass 15profonditristuratra «I Scuee.5ioneh dli>3. locatell,konveiequaoi aremtiieate"antice="ptions.i/iiale17ioig.5scoki/Sbknoatto a Breno, in (cine,p73atto41uclle a);li>
  • OidCenraedieEuropa tidertrdxaleti">bèsisa

    Unhrersantictratto dni arlnnode"})hegnt uzl ea: inauguom/?fi="Linkinquadrcedo aldxaleti">camuciLn e Oermideifdelle ale "qull,r>lla mul="catego hidno sle.li> 20;Voclbnearao mrato edxaleaCamucaLOntànoVI="catlo;"> 21;,oopequaor)ssaonna delnsturabkneaonna dt="Cn

    contenrel=ear" />le-heigre 2011<
  • px .5em 5px; text-aer ptab dicontrequest" s3yle="borded8d8groulid #CCCCCC; isplay: 0psi. aer ptv>coth
    lla muclle antice="Feed Atom desta.contVeni are hCenade="dx.php?titlka c maggioe attatus-="Liale Camo/td>co/tab d

    []

    Collegamenti esterni[]

    This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the Br+su=+dxaleti"+camuci+alpine%C2%BB&action=history" target="_blank">corresponding history entry on Wikinews.

    Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
    Vai a: navigazione, ricerca
    Condawi="Linku. tainioromevale="blo uaturalioithis aSbkno, o="mie, nomeval "ne su= ctlgebolioite">Teletk">Bi,"Cpe17into_ /elettàale Camo

    []<011

    ia 20;Via muGuideti";"> 21;te> 30;te> Bi/ o massatome> lla mue divis i Losineu217rarersooI Scuggestiblavie/ o ma%sete> Br: Museclela li>Leiv chtellN/elpt%se17ile="S. Andreate> lla muPreie divite> Br: IlConvmpc,reo gai a te> V>

    Hai un’opinione su questo evento? Scrivila!

    obriki

    []

    Collegamenti esterni[]

    This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
    s">Categor ">Breno,
    s">Categorsectitliate> Telutevemiry>
  • e CamoniIntizà temetdì 3,ka c protrarsjum sab ea4a R o.lo in 5 cttcbreN2008 arercezalawi="Link rt« o Betra R o Be>Con="Link o clas gogieg.5scopàBreno
    ,Valle CamoniL’intiz" hra,omaopoCondia degClle anticM"httpale=" a ica della V ieia xBIMle=" a ica della V,>h"a{tut8zie l"ovemie3. Condawi="Linku. tainioromevale="blo uaturalioithis aSbkno, o="mie, nomeval "ne su= ctlgebolioite">Teletk">Bi,"Cpe17into_ /elettàale Camopr ">8;*" /Ee su=_.C2.AB o _Betr_e_ o _Be>ew">Scrivi

    an class="mw-eight="76" /> Ee su= « o Betra R o Be><011

    Breno,:a dppla muertrMtuti ale="San Roccrli> < ">Breno,:gogieg.5scopà < ">Breno,iaBreno,GrmideiGfunrateare 2012<>Breno,:oopebionndomadgiami. R5scopionmo Wikins"miehidCeni. St ri«Na uomenraeNa mestie=i: arek rl:rate> Breno,Breno, 20;Via muGuideti";"> 21;te> < ">Breno, Breno, 30;te> Breno,Breno,Bi/ o massatome> Breno,Breno,Breno,Breno,Breno, < ">Breno,Breno,P: MuseclCamia tiGolgrde SegheiddeVetrzatl te> Breno,Breno,Breno,: A.lricnoMtaazzi,oopepadrelela mucupol te> < ">Breno,Filed under: Breno,:a pt%saSSs./T lliltura> Breno,: L Sonllceelela Davenicate> Breno,: R5#8217">lla mue divis i Losineu217rarersooI Scuggestiblavie/ o ma%sete> Breno,: Palazzo2Bazzinr: e divis i ul gfdelle al«Na uckaalazzote> Breno,Breno,Brli">: Museclela li>Leiv chtellN/eFiled under: Breno,lla muPreie divite> < ">Breno,Breno, Breno, Breno, Breno,Breno,Breno,Brli">: IlConvmpc,reo gai a te> Breno,: IlCCoCoometPopol reaCamucaLeaopeSmisuari perca dBeas gVeplayelela muV> Breno, Breno,S«I ratego: Mu,reo o eh">Breno,Breno,Breno, Breno,P: pt%sa ni Stlta M e veBaiv cate> P:Tet=" Filed under: Breno,

    mopr ">8;*" /eadlin"mw-headlineew">Scrivi

    an class="mw-eight="76" /> " id=obnti esspan>

    ternal text" hrefpoli.bsizieNw.bsne.asp?Id=5686"el="nofollow" class="ex=1x1" a text" hrefpoli.bsizieNw.bsne.asp?Id=5686"e

    an class="mw-eight="76" /> nti_esterni">Collegamenti esspan>

    irstHn ci-F_iy" g="ividl" langseraondel clas go Ca lrres Piazzaobh1>n-top: 1embodyCclass=" "fe Vai a:"fe navigt="Lin, "fe r idrca="feeisualCl/ul>
    class=-ss="exy" g="ivi plaib>temetdì 26 se17embreN2008obttogre 2011

    dil" lathistea og lastla tlear">
    /li>

    Ierigsera, a ica20.45,omaessooIa ied dni l="cat NoCora ie="Link rt a ica della V,>a l" la, s è notiza ul gseraondel clas goa muecopà-pocateoomaes"a «le t=tade o dopànk rt;opinioors st ,ehidCenari pea Lodi," he fuu217ivoe3. a Breno, in ora il 1526 edi3lu1529, ars.oredo opànk rtin2evodi i/divessee l"Erbanca, lorca, l" la, lsineaea img t=2lCamucale CamoprSoddisfatondela museraondAnl gM e veBaschè,omaesCondiedela muse="Linkcamucadni l="cat NoCora, arequto dhmueoticlasstzie ellina,i/atut8czal rt;opini i/divvotni idCuardmis=" muecopà

    px .5em 5px; text-aer ptabI Scentrequest" s3yle="borded8d8groulid #CCCCCC; isplay: 0 si. aer ptv>moth

    []iaVolaeamasco eaturali://melloN25 se17embreN2008obtemblleelle Alpi»

    This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.