Calcio, Coppa America: Brasile campione continentale per la 8ª volta

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Maracaibo, domenica 16 luglio 2007

Nel gran caldo di Maracaibo il Brasile ribalta il pronostico e infligge agli eterni rivali argentini una pesante sconfitta per 3-0 nella finale della Coppa America 2007, confermandosi campione continentale per la seconda volta consecutiva, ottava complessiva.

Una fase della cerimonia d’inaugurazione della Coppa America 2007

La finale, riedizione di quella disputata nel 2004 a Lima (Perù), che vide prevalere la Seleção 4-2 dopo i calci di rigore, questa volta ha avuto un andamento diverso: dopo soli 3’, infatti, il brasiliano Júlio Baptista ha centrato la porta argentina con un tiro potente e preciso dalla media distanza, sul quale nulla ha potuto il portiere Abbondanzieri. Quattro minuti dopo il goal brasiliano, il palo ha negato il pareggio a Riquelme, e alla metà del tempo Doni ha salvato su Tévez. Sul finire della prima frazione, a completare il momento sfortunato degli argentini, il capitano Ayala (39’) ha commesso un goffo autogoal nel tentativo di recuperare la posizione lasciata scoperta da Zanetti.

Con i brasiliani in vantaggio per 2-0 alla fine del primo tempo, la ripresa è consistita solo nella gestione del risultato, con gli argentini incapaci di abbozzare qualsivoglia reazione: l’unica azione di rilievo è stato il 3-0 con il quale i verde-oro hanno definitivamente chiuso l’incontro. Daniel Alves, servito in un’azione di contropiede, è arrivato in area argentina e ha battuto Abbondanzieri per l’ennesima volta.

Nella finale per il 3° posto, il Messico ha battuto l’Uruguay per 3-1.

L’Argentina, pur sconfitta, rimane la squadra con il maggior numero di vittorie in Coppa America, insieme all’Uruguay (14). Il Brasile sale a 8. Più in basso, Paraguay e Perù con 2 vittorie ciascuna, e Bolivia e Colombia con una vittoria a testa.

Tabellino

Maracaibo (Venezuela), Stadio “José Encarnación Romero”, ore 17 (UTC -6)

BRASILEARGENTINA 3-0

Marcatori: 3’ Júlio Baptista, 39’ Ayala (A), 68′ Alves

BRASILE: Doni; Maicon, Juan, Alex, Gilberto, Mineiro; Josué, Elano, Júlio Baptista; Robinho, Vágner Love.
A disposizione: Helton, Alex Silva, Naldo, Kléber, Anderson, Diego, D. Alves, Fernando.
Allenatore: Dunga.

ARGENTINA: Abbondanzieri; J. Zanetti, Ayala, G. Milito, Heinze; Verón, Mascherano, Cambiasso, Riquelme; Messi, Tévez.
A disposizione: Carrizo, Orión, Díaz, Ibarra, Heinze, Gago, Aimar, Palacio, Crespo, Burdisso, D. Milito, L. González.
Allenatore: Alfio Basile.

ARBITRO: Carlos Amarilla (PAR); collaboratori Wálter Rial (URU) e Luis Sánchez (VEN); 4° ufficiale Manuel Andarcía (VEN)

SOSTITUZIONI: 32’ D. Alves per Elano; 58’ Aimar per Cambiasso; 66’ L. González per Verón; 89’ Fernando per Vágner Love; 90’ Diego per Robinho

AMMONIZIONI: Alex, Mascherano, Doni, Gilberto, Júlio Baptista, Josué, Tévez.

Fonti