Wiki Actu it

March 12, 2014

Paura a New York, per un\’esplosione crollano due palazzine

Paura a New York, per un’esplosione crollano due palazzine

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

12 marzo 2014

Il quartiere di New York, East Harlem dove è avvenuto l’incidente

Intorno alle 15 ora italiana, nel quartiere newyorkese di East Harlem sulla 116-esima strada è avvenuta un’esplosione che ha provocato il crollo di due palazzine danneggiando anche alcuni edifici adiacenti e le automobili parcheggiate nelle vicinanze.

Il bilancio, non ancora definitivo, sarebbe di 20 feriti, alcuni in condizioni gravi, e 2 morti. La distruzione di uno dei due palazzi sarebbe avvenuta a causa di una fuga di gas.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

November 6, 2013

Eletto sindaco di New York l\’italo-americano Bill de Blasio

Eletto sindaco di New York l’italo-americano Bill de Blasio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 6 novembre 2013

Bill de Blasio e famiglia.

Ieri, è cambiato il vertice della Grande Mela. È stato infatti eletto sindaco il candidato democratico, il cinquantaquattrenne italo-americano Bill de Blasio, con ben il 71,3% dei voti, contro i soli 24,3% del repubblicano Joseph Lotha. Sono stati così confermati i rumors antecedenti al voto, i quali davano de Blasio al 65%.

Sono quindi terminati gli 11 anni di Amministrazione Bloomberg, ed anche i 20 anni in cui il Partito Repubblicano ha governato la grande città. I repubblicani sono però riusciti a rieleggere col 60,5% il Governatore del New Jersey Chris Christie, per il quale già si parla della possibile candidatura alla presidenza statunitense nel 2016.

Bill de Blasio ha basato la sua candidatura sulla promessa che garantirà una maggiore uguaglianza tra le classi sociali della città. In campagna elettorale fondamentale è stata la sua famiglia: la moglie afroamericana Chirlane McCray che è in passato è stata lesbica ed ora è un’attivista per i diritti degli omosessuali, i figli Dante e Chiara.

Dopo la sua elezione ha ringraziato in italiano i suoi parenti in Italia. Intanto a Sant’Agata de’ Goti, il paese in Provincia di Benevento da cui emigrarono i nonni materni del neo-sindaco, si festeggia con gioia l’elezione di un compatriota in una delle città più importanti al mondo.

Bill de Blasio entrerà effettivamente in carica il 1º gennaio 2014.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

December 18, 2010

Agricoltore assolto dopo 18 mesi di carcere dopo una falsa accusa per violenza sessuale

Agricoltore assolto dopo 18 mesi di carcere dopo una falsa accusa per violenza sessuale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 18 dicembre 2010

Manhattan

Manhattan – Un giovane agricoltore australiano, David Green, è stato assolto ieri dall’accusa di violenza sessuale dopo che i giudici hanno sentenziato la falsità delle dichiarazioni di una 23enne, rimasta anonima, che aveva denunciato di essere stata drogata e stuprata dall’uomo. Green aveva trascorso per questo un anno e mezzo in carcere.

L’agricoltore aveva sin dall’inizio professato la propria innocenza, dichiarando di non aver mai drogato la donna: dichiarazioni tra l’altro confermate da un test medico. Per quanto riguarda l’accusa di stupro, l’unica prova era la parola della ragazza, che tuttavia a quanto pare è stata sufficiente per tenere in galera David Green 18 mesi. Già gli amici del ragazzo avevano testimoniato un atteggiamento isterico della 23enne nel chiamare la polizia e smentito le dichiarazioni dell’accusatrice.

Secondo un’inchiesta della Purdue University, negli Stati Uniti le accuse di stupro risultano false nel 41% dei casi.[1]


Fonti[]

Note[]

  1. examiner.com, fonte cit.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 22, 2010

Arrestato l\’ex arbitro Moreno per droga

Arrestato l’ex arbitro Moreno per droga – Wikinotizie

Arrestato l’ex arbitro Moreno per droga

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

L’arbitro Moreno è stato arrestato presso l’aeroporto internazionale John F. Kennedy

mercoledì 22 settembre 2010
L’arresto per l’ex arbitro ecuadoriano di calcio Byron Moreno è avvenuto all’aereoporto JFK di New York, mentre cercava di entrare negli Stati Uniti con 6 kg di eroina. Lo ha reso noto l’agenzia antidroga statunitense DEA: i doganieri americani hanno scoperto che Moreno, aveva nascosto la droga nei suoi indumenti intimi.

Moreno divenne famoso nel Campionato mondiale di calcio 2002 per l’arbitraggio della partita degli ottavi di finale tra Corea del Sud e Italia, partita in cui gli azzurri vennero eliminati dopo il golden goal. In Italia si fece subito ricadere la colpa della sconfitta sull’arbitro, poiché nei tempi supplementari espulse Francesco Totti ed annullò un gol a Damiano Tommasi, sempre nei tempi supplementari. Attualmente era commentatore sportivo in una radio e in un canale tv del suo paese.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

May 2, 2010

Scoperta autobomba a Times Square, Manhattan paralizzata per ore

Scoperta autobomba a Times Square, Manhattan paralizzata per ore

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 2 maggio 2010

Times Square (foto d’archivio).

Scoperta un’autobomba a New York, in Times Square: un venditore ambulante nota del fumo sospetto provenire da un SUV Nissan Pathfinder parcheggiato e avvisa della circostanza la polizia.

Gli artificieri accorsi sul posto rinvengono all’interno dell’automezzo del materiale detonante e infiammabile assemblato in modo da formare un ordigno esplosivo, definito come “amatoriale”: polvere da sparo, fuochi d’artificio amatoriali, due contenitori da cinque litri di benzina, tre bombole di gas propano, un cablaggio elettrico, e due orologi con batteria assemblate, in apparenza, a formare due detonatori. Per quanto di fattura artigianale, la bomba avrebbe potuto cuasare seri danni a Time Square, in caso di esplosione.

Sono in corso le indagini per scoprire chi abbia collocato l’autobomba durante la notte: la polizia ha potuto vedere alcune immagini, non molto nitide, di un uomo che si allontana senza fretta dal Suv. La polizia ha annunciato una conferenza stampa per le ore 21 (ora italiana) di oggi 2 maggio.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 30, 2010

Marea nera sulle coste Americane. Obama ordina un inchiesta.

Filed under: New York — admin @ 5:00 am

Marea nera sulle coste Americane. Obama ordina un inchiesta.

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

New York, venerdì 30 aprile 2010

Sulle coste Americane è arrivata una marea nera, mettendo a rischio l’ecosistema del delta del Missipippi. Il presidente Barack Obama ha annunciato un’inchiesta e la moratoria delle operazioni offshore. “Le trivellazioni sono parte importante della nostra politica energetica, sono importanti per la sicurezza nazionale, ma devono essere fatte in condizioni di sicurezza per il personale che ci lavora e per la protezione dell’ambiente”, ha detto il presidente che ha ordinato al ministro dell’Interno Ken Salazar di indagare sulle cause del disastro a bordo della Deepwater Horizon, la piattaforma petrolifera esplosa nel Golfo del Messico e all’origine della marea nera: “Voglio i risultati entro 30 giorni”.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

January 7, 2010

Arrestato lo stalker di Ashanti: rischia due anni di carcere

Arrestato lo stalker di Ashanti: rischia due anni di carcere

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 7 gennaio 2010

Ashanti sulla passerella della “The Heart Truth Fashion Show” nel 2008

È stato arrestato lo stalker di Ashanti, cantautrice, attrice e produttrice discografica statunitense, per aver inviato SMS e foto hard sul cellulare di sua madre.

Daver Hurd, 31enne modello e venditore d’auto dell’Indiana, è già stato condannato per il reato di stalking da una giuria di Manhattan.

L’uomo adesso rischia due anni di carcere per aver molestato la cantante statunitense e riceverà la sentenza il prossimo 11 gennaio.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 9, 2009

New York: scontro tra elicottero ed aereo, cinque vittime italiane

New York: scontro tra elicottero ed aereo, cinque vittime italiane

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 9 agosto 2009

Un Piper-PA-32-300, simile a quello coinvolto nell’incidente. Immagine: Adrian Pingstone.

Un Eurocopter AS350, simile a quello coinvolto nell’incidente. Immagine: Fabien1309

Cinque vittime italiane nello scontro in volo tra un elicottero ed un piccolo aereo, un piper avvenuto sabato 8 agosto alle ore 18:00 (ora italiana), sopra il fiume Hudson, dove poi si sono inabissati i due velivoli, a New York. Il bilancio totale dell’incidente è di nove morti. I cinque italiani sono: Tiziana Pedrone, Fabio e Giacomo Gallazzi (madre, padre e figlio di 45, 49 e 16 anni), Michele e Filippo Norelli (padre e figlio, di 52 e 16 anni), e si trovavano a bordo dell’elicottero. Sul piper viaggiavano due adulti e un adolescente. Al momento sono strati recuperati cinque corpi, oltre al relitto dell’elicottero, mentre i resti del piper sono stati localizzati. I corpi sono irriconoscibili e servirà l’esame del DNA per la loro identificazione. Gli occupanti del piper si chiamavano Steven Altman, pilota, mentre gli altri occupanti erano il padre, Steven Altman, il fratello di Steven, Daniel, ed il figlio di quest’ultimo, Doug. Il piper era partito dal New Jersey poco prima dello scontro. Un caso fortuito, ossia l’arrivo in ritardo all’eliporto, ha fatto si che la tragedia non assumesse proporzioni più grandi: Paola Casali, romana di 42 anni, doveva essere sull’elicottero insieme al figlio Lorenzo di 13 anni, ma è arrivata tardi all’eliporto. Invece la moglie di Michele Norelli, Silvia Rigamonti, non ha preso il volo perché lo temeva.

Il Piper Cherokee Six era partito dal piccolo aeroporto di Teterboro, in New Jersey, diretto a Ocean City, sempre nel New Jersey. L’elicottero, un Eurocopter AS 350 di proprietà della Liberty Tours, aveva da poco preso quota da un eliporto localizzato nella West Side di Manhattan. Secondo alcune testimonianze, l’elicottero “è precipitato come un sasso”, invece l’aereo ha perso un’ala.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 1, 2009

Stati Uniti: evacuato l\’aeroporto LaGuardia di New York per un falso allarme bomba

Stati Uniti: evacuato l’aeroporto LaGuardia di New York per un falso allarme bomba

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 1 agosto 2009
Un aspirante terrorista ha provocato oggi l’evacuazione dell’aeroporto LaGuardia di New York, dopo essere stato individuato dalla polizia con indosso uno zaino dal quale spuntava un filo elettrico che portava ad un dispositivo con un pulsante che l’uomo portava in mano. Proprio la presenza del dispositivo ha causato la psicosi della bomba, che si è rivelata successivamente innocua.

Questo non ha però fermato l’uomo, identificato come Scott McGann, 32 anni, dal cliccare ripetutamente sul pulsante del dispositivo dopo che due ufficiali della Port Autorithy, Bobby Keane e Thomas Sullivan, hanno iniziato a parlare con l’uomo intorno alle 5 e 30 (le 11 e 30 in Italia) del mattino nel terminal C. L’azione dell’uomo ha causato la fuga scomposta delle centinaia di persone presenti in quel momento all’interno del terminal.

I due poliziotti hanno quindi placcato l’uomo e hanno tentato di strappargli dalle mani il dispositivo, riuscendo alla fine nel loro intento. Nella collutazione l’uomo non ha aperto bocca.

La vicenda ha avuto inizio quando McGann si è avvicinato ad una delle biglietterie dell’aeroporto, presentando un biglietto della United Airlines per Oakland via Chicago. L’impiegata della biglietteria ha subito allertato la polizia dicendo che l’uomo sembrava “strano e sospetto”. La Port Autorithy ha nel frattempo ricevuto altre due segnalazioni che riguardavano McGann, che veniva descritto come “ubriaco” e “sospetto”.

Questo ha fatto scattare il fermo di McGann da parte della polizia, che lo ha descritto come “non cooperativo e non comunicativo”. Dopo la collutazione, l’uomo è stato arrestato e la polizia insieme agli artificieri si è potuta occupare dello zaino sospetto. Gli artificieri hanno bagnato lo zaino con dell’acqua, che dopo essere stato aperto ha rivelato la “bomba”: delle batterie con del filo elettrico, ma niente di pericoloso.

L’aeroporto è stato quindi riaperto al pubblico intorno alle 9 (le 15 in Italia) a parte il terminal C nella zona che serve la United Airlines, la United Express e la American Eagle, che rimarranno chiusi a tempo indeterminato come scena del crimine.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

January 15, 2009

Aereo dell\’US Airways finisce nel fiume Hudson, nessuna vittima

Aereo dell’US Airways finisce nel fiume Hudson, nessuna vittima

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

New York, giovedì 15 gennaio 2009

L’aereo ammarato sul fiume Hudson.

Un Airbus A320 della US Airways è ammarato sul fiume Hudson dopo essersi scontrato con uno stormo di uccelli.

I 164 passeggeri e i 5 membri dell’equipaggio non hanno fortunatamente riportato ferite; una comunicazione dell’ufficio del sindaco di New York City, Michael Bloomberg, informa che non ci sono feriti.

L’aereo, dopo essere decollato dall’aeroporto LaGuardia di New York, ha incontrato il gruppo di volatili durante la salita ed alcuni uccelli sono finiti dentro entrambi i motori, costringendo cosi i piloti ad effettuare l’ammaraggio.


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress