Wiki Actu it

August 18, 2016

L\’ONU sospende gli aiuti umanitari per la Siria

L’ONU sospende gli aiuti umanitari per la Siria

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 18 agosto 2016
I bombardamenti sulla Siria continuano senza sosta, così come i combattimenti a terra, ostacolando enormemente gli aiuti umanitari per i civili. In particolare nella zona di Aleppo non si riesce a mantenere più il contatto con le organizzazioni umanitarie.

L’inviato speciale dell’ONU, De Mistura, dichiara che: «In un mese, non un solo convoglio umanitario ha raggiunto le aree assediate.» e in conseguenza decide di sospendere tutti gli aiuti umanitari. La prossima settimana sarà anche riconvocata a Ginevra l’unità operativa per riorganizzare il piano di aiuti.

La ripresa degli aiuti ha al momento una sola condizione: la dichiarazione di una tregua di due giorni, in particolare ad Aleppo. Tale richiesta è già stata fatta in passato, ma è stata ignorata.

La Russia, secondo le dichiarazioni del ministro della difesa russo Igor Konashenkov, per il momento è favorevole alla tregua di 48 ore e ad impegnarsi per far passare in sicurezza gli aiuti, il tutto però a partire da settimana prossima. L’esercito russo si occuperebbe anche di accordarsi col governo siriano, in modo da coinvolgerlo e limitare al minimo i sospetti su secondi fini delle spedizioni umanitarie.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 17, 2016

Uccisi 4 presunti terroristi a San Pietroburgo

Uccisi 4 presunti terroristi a San Pietroburgo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 17 agosto 2016
Oggi, nel corso di un’operazione antiterroristica dei servizi di sicurezza nella città russa di San Pietroburgo, è stata condotta un’incursione in un appartamento che ha portato alla morte di quattro persone ricercate.

L’obbiettivo di queste azioni antiterrorismo sono i soggetti sospettati di essere affiliati a gruppi armati nordcaucasici. Già oltre mille azioni legali sono in corso contro cittadini russi che sono stati reclutati e destinati a combattere nello Stato Islamico, in Siria ed in Iraq, ovvero per l’ISIS.

Al momento i russi schedati dai servizi di sicurezza sono circa 2.900, per la maggior parte nati nella regione del Caucaso.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 11, 2016

Cina: esplosione in centrale elettrica causa almeno 21 morti

Cina: esplosione in centrale elettrica causa almeno 21 morti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 11 agosto 2016

Almeno 21 morti e 5 feriti causati da un’esplosione nella centrale elettrica cinese di Dangyang, nella provincia di Hubei.

Pare, secondo i media locali, che si sia trattato di un cedimento di una condotta di vapore altamente pressurizzato.

Al momento non si conoscono ulteriori dettagli.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 8, 2016

Thailandia: approvata con referendum la nuova costituzione

Filed under: Asia,Politica,Politica e conflitti,Thailandia — admin @ 5:00 am

Thailandia: approvata con referendum la nuova costituzione

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 8 agosto 2016

Wikinotizie di oggi
8 agosto
Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità

In Thailandia si può dire approvata con referendum la nuova Costituzione introdotta dall’attuale giunta militare di Prayuth Chan-ocha: è la 20ª Costituzione dal 1932 a oggi. Il generale Prayuth è autore del colpo di stato avvenuto nel maggio del 2014. Le autorità thailandesi hanno annunciato che la pubblicazione del risultato ufficiale avverrà solo mercoledì.

Le operazioni di voto si sono svolte regolarmente, ma si sono registrati alcuni casi di elettori che hanno strappato la scheda o che hanno pubblicamente mostrato il proprio disappunto.

La nuova costituzione contiene misure antidemocratiche, tra le quali l’istituzione di un Senato interamente nominato dai militari. Ciò praticamente renderà enormemente influenzanti i militari, ostacolando la strada di qualsivoglia governo votato alle prossime elezioni legislative previste per il 2017.

In particolare i senatori selezionati dalla giunta militare saranno 250, ed insieme al Consiglio nazionale per la pace e l’ordine, eleggeranno il primo ministro e i 500 membri della Camera dei rappresentanti, ossia una vera inversione di rotta rispetto a quella del 1997 (modificata nel 2007), considerata la più democratica tra le 20 totali redatte. I due principali partiti politici del paese si erano espressi contro la nuova costituzione, e l’ex premier Thaksin Shinawatra l’aveva definita «una follia».

Intanto il re Bhumibol Adulyadej, più conosciuto come Rama IX, continua ad essere ritenuto “intoccabile” e mantiene intatta la propria sovranità dal 9 giugno 1946.

I dati provvisori del referendum (94% sez. scrutinate)[]

  • Per il Sì: 61,4%;
  • Per il No: 38,6%
  • Affluenza totale: 54,6%


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

L\’imperatore del Giappone ha ufficialmente annunciato la sua abdicazione

L’imperatore del Giappone ha ufficialmente annunciato la sua abdicazione

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 8 agosto 2016

Wikinotizie di oggi
8 agosto
Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità

L’Imperatore Giapponese Akihito ha comunicato con un video-messaggio registrato di voler abdicare in favore di suo figlio Naruhito.

Se ne parlava già da Luglio, ma la Casa Reale ha smentito le voci circolanti.

Oggi, invece, arriva l’annuncio ufficiale direttamente da parte dell’Imperatore stesso.

Le sue parole sono state: Temo che mi sarà sempre più difficile svolgere i miei doveri come imperatore simbolico .

Ci vorrà qualche mese o, forse, qualche anno ma la volontà è quella e molto probabilmente il parlamento darà la sua autorizzazione.


Articoli Correlati[]

  • «L’imperatore del Giappone vorrebbe abdicare» – Wikinotizie, 13 luglio 2016

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 3, 2016

Cina: aperta la passerella di vetro sul monte Tianmen

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Cina: aperta la passerella di vetro sul monte Tianmen

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 3 agosto 2016

La montagna Tianmen

Sul monte Tianmen, situato all’interno del Parco nazionale della montagna Tianmen a Zhangjiajie, nell’Hunan nordoccidentale in Cina, è stata aperta una passerella di vetro.

La passerella è la seconda opera architettonica in vetro inaugurata nel parco, dopo che nel 2015 è stato aperto un ponte in vetro di 300 m a 180 m d’altezza.

Per passeggiare sulla passerella, lunga circa 100 m, vengono fornite delle scarpe speciali che non graffiano e lasciano integro il vetro.


Fonti[]

Wikivoyage

Wikivoyage in lingua inglese ha un articolo su Tianmen Mountain.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 17, 2016

Pakistan: la webstar Qandeel Baloch uccisa dal fratello

Pakistan: la webstar Qandeel Baloch uccisa dal fratello

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 17 luglio 2016

Wikipedia

Wikipedia in lingua inglese ha una voce su Qandeel Baloch.

La ventiseienne modella e webstar pakistana Fouzia Azeem, meglio nota come Qandeel Baloch, è stata trovata morta nella casa dei propri genitori. Per l’omicidio è stato fermato il fratello, che ha affermato di averla uccisa perché «aveva disonorato il nome della famiglia».

Il fratello della ragazza, Waseem Azeem, di venticinque anni, ha dichiarato alla polizia di aver drogato la ragazza prima di ucciderla e che la vittima non si sarebbe accorta che il fratello la stesse strangolando. Dopo l’omicidio, l’uomo è fuggito verso Dera Ghazi Khan, nella regione del Punjab pakistano, dove, questa notte, è stato arrestato dalle forze dell’ordine.

Scavando nella vita della ragazza e sui suoi profili social, gli agenti hanno scoperto che il fratello l’aveva già minacciata più volte per il suo comportamento, in quanto la ragazza si dichiarava apertamente contro i dettami imposti alle donne dell’Islam e al patriarcato ancora vigente nel paese.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 13, 2016

L\’imperatore del Giappone vuole abdicare

Filed under: Asia,Giappone,Politica,Politica e conflitti,Pubblicati — admin @ 5:00 am

L’imperatore del Giappone vuole abdicare

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 13 luglio 2016

L’imperatore Akihito
Il principe Naruhito

L’imperatore giapponese Akihito vuole abdicare in favore del suo primogenito, il principe Naruhito.

Per effettuare un provvedimento del genere, bisognerebbe però modificare la legge che disciplina la successione.

L’abdicazione, comunque, non avverrà immediatamente e potrebbe accadere tra diversi anni.

La scelta è dettata dall’età avanzata e dalle numerose difficoltà a seguire gli impegni istituzionali.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

L\’imperatore del Giappone vorrebbe abdicare

L’imperatore del Giappone vorrebbe abdicare

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 13 luglio 2016

L’imperatore Akihito
Il principe Naruhito

L’imperatore giapponese Akihito, secondo alcuni, vorrebbe abdicare in favore del suo primogenito, il principe Naruhito.

Per effettuare un provvedimento del genere, però, bisognerebbe modificare la legge che disciplina la successione. L’abdicazione, comunque, non avverrebbe immediatamente e potrebbe accadere tra diversi anni.

La scelta sarebbe dettata dall’età avanzata e dalle numerose difficoltà a seguire gli impegni istituzionali. La Casa Imperiale, tuttavia, ha smentito tale notizia.


Articoli correlati[]

  • «L’imperatore del Giappone ha ufficialmente annunciato la sua abdicazione» – Wikinotizie, 8 agosto 2016

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 21, 2016

Inizia l\’orrore del festival della carne di cane in Cina

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Inizia l’orrore del festival della carne di cane in Cina

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 21 giugno 2016

Oggi è partito il festival di Yulin (Cina) della carne di cane. Migliaia di cani verranno uccisi. Molti animalisti, anche locali, si oppongono.

Il festival nacque nel 2009 per incentivare il turismo. Da un sondaggio risulta che la maggioranza dei cinesi non mangia carne di cane e non vuole il festival.


Fonti[]

Wikipedia

Wikipedia in lingua inglese ha una voce su Lychee and Dog Meat Festival.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress