Wiki Actu it

March 25, 2014

La Russia propone a Polonia, Romania e Ungheria la spartizione dell\’Ucraina

La Russia propone a Polonia, Romania e Ungheria la spartizione dell’Ucraina

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 25 marzo 2014

L’emittente televisiva TVP1 polacca comunica che il Ministero degli Affari Esteri polacco ha ricevuto una lettera ufficiale dalla Duma di Stato della Federazione Russa con la proposta di dividere il territorio ucraino.

Il vicepresidente della Duma e leader del Partito Liberal-Democratico Vladimir Žirinovskij propone alla Polonia di pretendere un referendum per l’adesione di 5 regioni ucraine. Hanno ricevuto la stessa proposta l’Ungheria e la Romania per l’annessione di 1 regione in ciascun stato.

Secondo il documento, le regioni che andrebbero alla Polonia sono quelle di Volinia, Leopoli, Ivano-Frankivs’k, Ternopil’ e Rivne. All’Ungheria andrebbe Oblast’ di Transcarpazia, alla Romania quella di Černivci, alla Russia le regioni del sud e dell’est e il resto rimarrebbe in mano al governo ucraino.

Il Ministero si è ritenuto indignato e ha trovato strana la proposta ricevuta, così Vladimir Žirinovskij non tarderà a ricevere una risposta gentile ma senza riferimenti al contenuto della lettera. Il portavoce del Ministero degli Affari Esteri, Marcin Wojciechowski, ha infatti affermato: “la proposta è talmente particolare che nessuno la prende sul serio”.

In un’altra occasione il segretario della sicurezza nazionale e della difesa ucraino Andrij Parubij ha comunicato che la Russia non ha ancora scartato il piano dell’invasione dell’Ucraina e tiene pronti 100 000 uomini ai confini dei due paesi, nonostante tutte le dichiarazioni del Cremlino.

Anche il generale delle forze NATO in Europa, Philip Breedlove ha dichiarato che la Russia ha mobilizzato abbastanza uomini per arrivare fino alla Transnistria in Moldavia.


Collegamenti esterni[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 29, 2012

Calcio, Euro2012: l\’Italia raggiunge la Spagna in finale

Calcio, Euro2012: l’Italia raggiunge la Spagna in finale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 29 giugno 2012

È l’Italia la seconda finalista di Euro 2012. Nella semifinale contro la Germania gli azzurri vincono 2-1 e si giocheranno il titolo domenica contro le furie rosse vincitrici contro il Portogallo e campioni in carica. Si tratta della terza finale della sua storia, per l’Italia, al torneo continentale: prima sono arrivati un successo (1968) e una sconfitta (2000).

La partita[]

L’Italia si schiera con la stessa formazione che ai quarti aveva battuto l’Inghilterra ai calci di rigore, con l’eccezione del rientrante Giorgio Chiellini a sinistra e Federico Balzaretti spostato a destra.

È la Germania, reduce da quindici vittorie consecutive, che inizia meglio. Prova a segnare infatti prima con Hummels (Pirlo salva sulla linea), poi Boateng esegue un cross e Barzagli manda fuori di poco dopo un rimpallo, quindi Buffon respinge un tiro da fuori area di Kroos. Quindi è l’Italia che prova a passare in vantaggio, con Cassano e Montolivo che da fuori area non centrano lo specchio della porta.

Il primo gol arriva al 20′: Cassano si smarca sul lato sinistro del campo e crossa a centro area per Balotelli che di testa segna la rete dell’1-0. Pochi minuti dopo Montolivo ha un’altra nitida palla gol fra i piedi ma si incarta e non riesce a concludere. Poi Buffon salva su un potente tiro da fuori area di Khedira.

Il secondo gol arriva ancora con Balotelli alla sua prima doppietta azzurra e al terzo gol nel torneo, che lo rendono il miglior marcatore dell’Italia in questa competizione e l’unico a segnare tre reti in una sola edizione: sul filo del fuorigioco, riceve un lungo lancio di Montolivo e da poco fuori area il suo tiro fa viaggiare la palla a 125 km/h che risulta imparabile per Neuer; l’attaccante esulta togliendosi la maglia e venendo ammonito.

Nel secondo tempo la Germania si presenta con due volti nuovi: Klose e Reus sostituiscono rispettivamente Gomez e Podolski; per l’Italia, dopo alcuni minuti, esce Cassano ed entra Diamanti. Una punizione di Reus viene respinta da Buffon sulla traversa e quindi alto, mentre nel finale l’Italia sciupa varie occasioni, come quella in cui Di Natale, nel frattempo subentrato, tira a lato dopo aver corso indisturbato per vari metri da solo. Nel recupero la Germania accorcia le distanze con Ozil che segna su calcio di rigore.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 22, 2012

Euro 2012: il Portogallo brilla nella sfida contro la Repubblica Ceca

Euro 2012: il Portogallo brilla nella sfida contro la Repubblica Ceca

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 22 giugno 2012

Cristiano Ronaldo, qui impegnato in allenamento, è stato il match-winner dell’incontro

La prima partita dei quarti di finale di Euro 2012 che si è svolta ieri sera a Varsavia, ha visto trionfare il Portogallo per 1-0 sulla Repubblica Ceca.

La gara è stata a senso unico e ha visto dominare il Portogallo dal primo all’ultimo minuto. Il gol che ha deciso tutto è arrivato però solo nella ripresa, al 79′ di gioco, grazie a un colpo di testa messo a segno da Cristiano Ronaldo, che ha anticipato il difensore ceco Gebre Selassie e colto di sorpresa il portiere Čech.

Il Portogallo grazie a questa vittoria giunge in semifinale, dove affronterà la vincente della sfida tra Spagna e Francia.


Fonti

  • Valerio Clari «Cronaca live!»La Gazzetta dello Sport, 21 giugno 2012

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 14, 2012

Euro 2012: un altro pareggio per la Nazionale italiana

Euro 2012: un altro pareggio per la Nazionale italiana

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 14 giugno 2012

Tifosi fuori dallo Stadion Miejski di Poznań prima dell’inizio della gara

Ancora un pareggio, un altro 1-1 per la Nazionale italiana all’Europeo 2012. Dopo la Spagna, infatti, anche la Croazia blocca gli Azzurri, ancora alla ricerca di quei tre punti fondamentali per il passaggio ai quarti di finale.

Nella gara giocata a Poznań, in Polonia, la squadra italiana passa in vantaggio nel primo tempo con un calcio di punizione di Andrea Pirlo, per poi subire, nella ripresa, il pareggio ad opera di Mario Mandžukić (al terzo gol nel torneo).

Le parole del tecnico italiano Claudio Prandelli a fine gara: «Abbiamo avuto una buona opportunità dopo il primo tempo potevamo avere un approccio migliore, sapevamo che avrebbero buttato palla in avanti e ci avrebbero messo pressione».


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 19, 2010

Polonia, elezioni presidenziali: Jarosław Kaczyński sulle orme del fratello

Polonia, elezioni presidenziali: Jarosław Kaczyński sulle orme del fratello

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 19 giugno 2010
La Polonia sceglie il successore di Lech Kaczynski, morto nella tragedia aerea di Smolensk in aprile. Due i maggiori contendenti: il liberale Bronislaw Komorowski ed il conservatore Jaroslaw Kaczynski. Il primo è dato dai sondaggi come grande favorito, il secondo è in forte recupero. In primavera Komorowski era pronosticato come sicuro vincente al primo turno. Adesso sarà probabilmente necessario il ballottaggio, il 4 luglio prossimo. Komorowski ha come programma di aiutare il governo Tusk nella sua opera di modernizzazione del Paese, il conservatore Jaroslaw Kaczynski vuole continuare la politica del fratello Lech, ossia riforme più lente e ben ponderate. La campagna elettorale è stata sotto tono per il lutto seguito alla scomparsa di un nutrito numero di dirigenti del Paese in aprile. 30 milioni i votanti, 10 i candidati in lizza.


Articoli correlati[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 10, 2010

Incidente aereo in Russia: muore il presidente polacco Kaczyński

Incidente aereo in Russia: muore il presidente polacco Kaczyński

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 10 aprile 2010

Il presidente polacco Lech Kaczyński deceduto nell’incidente

Il presidente della Polonia Lech Kaczyński è morto nell’incidente che ha visto coinvolto il velivolo presidenziale, un Tupolev Tu-154, nella fase di atterraggio all’aeroporto di Smolensk, nella Russia occidentale. Lo ha detto un portavoce dell’oblast di Smolensk.

Il presidente polacco era diretto a Katyn, dove avrebbe partecipato alla cerimonia di commemorazione nel 70° anniversario dell’eccidio di 22.000 ufficiali ordinato da Stalin.

Erano 96 le persone a bordo del velivolo che secondo la torre di controllo ha tentato ripetute manovre di avvicinamento alla pista di atterraggio a causa della nebbia. Non ci sono sopravvissuti. È stato confermato che a bordo del volo non era presente il fratello gemello del presidente polacco, l’ex primo ministro Jarosław Kaczyński, mentre tra le numerose vittime del disastro figurano:

  • Maria Kaczyńska, moglie del presidente e first-lady di Polonia
  • Ryszard Kaczorowski, ultimo presidente del governo polacco in esilio
  • Jerzy Szmajdziński, speaker della Camera bassa
  • Władysław Stasiak, capo dell’ufficio di Presidenza
  • Aleksander Szczygło, capo dell’Ufficio di Sicurezza Nazionale
  • Paweł Wypych, segretario di Stato
  • Mariusz Handzlik, sottosegretario di Stato
  • Andrzej Kremer, vice-ministro degli Affari Esteri
  • General Franciszek Gągor, capo dell’Esercito
  • Andrzej Przewoźnik, segretario generale dell’Ufficio per la preservazione dei beni culturali della nazione

L’oblast di Smolensk, dove è avvenuto l’incidente aereo, è colorato in rosso. La città di Smolensk si trova vicino al confine con la Bielorussia, dove la torre di controllo aveva invitato il pilota dell’aereo precipitato ad atterrare.

Le cause della tragedia sarebbero da attribuire ad un errore del pilota. Le condizioni atmosferiche nella zona erano pessime. Al quarto tentativo il velivolo ha toccato alcuni alberi e si è schiantato al suolo, spezzandosi in numerosi tronconi.

Il portavoce del Governo polacco ha annunciato che, come previsto dalla Costituzione, il presidente del Sejm (la Camera bassa del Parlamento) Bronisław Komorowski è divenuto automaticamente il nuovo presidente del paese. A Komorowski, maresciallo del Sejm, l’incarico di traghettare il paese fino alle elezioni presidenziali, che dovranno tenersi entro due mesi dall’indizione della consultazione elettorale, atto previsto nell’arco delle prossime due settimane.

Il Tupolev Th-154M della presidenza della Repubblica di Polonia durante la visita di Kaczyński in Croazia del febbraio 2010

Il presidente russo, Dmitrij Anatol’evič Medvedev, ha dato mandato al primo ministro Vladimir Vladimirovič Putin di aprire un’inchiesta per accertare le cause esatte del disastro. E i primi risultati comunicati alla stampa lunedì 12 confermano l’errore umano: il velivolo volavo troppo bassa e ad una velocità troppo ridotta. Il Tupolev non aveva problemi tecnici. Era stato revisionato a Samara sul Volga tre mesi prima.

Il presidente del Consiglio dei Ministri italiano, Silvio Berlusconi, ha dichiarato: «È un grave lutto e a questo lutto partecipiamo con il cuore» «La Polonia è un Paese amico. Ho tardato un attimo a venire qui perché ho cercato il fratello del Presidente e il primo ministro ma non li ho trovati».


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

December 21, 2009

Ritrovata la scritta dell\’ingresso di Auschwitz

Filed under: Cronaca,Europa,Polonia,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Ritrovata la scritta dell’ingresso di Auschwitz

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 21 dicembre 2009

La scritta rubata

La scritta Arbeit Macht Frei (Il Lavoro Rende Liberi), rubata venerdì scorso dall’ingresso del famigerato campo di concentramento di Auschwitz nei pressi di Oświęcim, è stata ritrovata.

La scritta era stata rotta in tre parti, ed è stata trovata dalla polizia polacca al nord della Polonia. Probabilmente il furto è stato commissionato da un collezionista tramite internet. Cinque gli arrestati, tra i 20 ed i 39 anni che sono stati trasferiti a Cracovia. I profanatori sono dei pregiudicati ma non sono dei neonazisti, ha dichiarato Andrzej Rokita capo del distretto di polizia di Cracovia.

Per velocizzare la restituzione dell’opera (creata da un detenuto del campo), erano state offerte ricompense in denaro. La scritta dovrebbe essere rimessa al suo posto, mentre temporaneamente è presente una sua copia. Non si sa ancora se per il 65° l’anniversario della liberazione del campo da parte dei sovietici (27 gennaio) ci sarà la copia o l’originale.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 27, 2008

Calcio, Champions League: la Juve pareggia e va avanti. Passano anche Barça e Panathinaikos

Calcio, Champions League: la Juve pareggia e va avanti. Passano anche Barça e Panathinaikos

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 27 agosto 2008

Samuel Eto’o con la divisa del Barcellona

La Juventus ha pareggiato 1-1 ieri sera in casa dell’Artmedia Bratislava e, grazie al 4-0 dell’andata, accede alla fase a gironi della Champions League 2008/09. A farle compagnia, ci sono Barcellona e Panathinaikos, che si sono qualificate a discapito rispettivamente di Wisła Cracovia e Sparta Praga.

A Bratislava, la squadra di casa parte subito forte e passa in vantaggio al 12′ con la bellissima mezza rovesciata di Fodrek. Amauri pareggia i conti al 25′ su un cross dalla sinistra di Nedvěd. La partita scorre poi via liscia, senza pericoli per i due portieri Kamenár e Buffon, a parte un’occasione fallita da Nedvěd e varie scorribande offensive di Obžera. In virtù del 4-0 dell’andata, la Juve si qualifica alla fase a gironi.

Il Barcellona perde in casa del Wisła Cracovia per 1-0, grazie alla rete al 52′ di Cléber sull’angolo battuto da Jirsák. Al 58′ il Barça ha una ghiotta occasione per pareggiare con Samuel Eto’o (foto), il cui tiro, arrivato dopo un dribbling sul capitano polacco Baszczyński, viene deviato sopra la traversa proprio dal capitano del Wisła. La squadra di casa sfrutta le azioni di rimessa per creare grattacapi alla difesa e al portiere avversario, come al 68′ col pallonetto di Łobodziński, che termina a fil di traversa. Nei minuti finali il Barcellona continua la ricerca del goal del pareggio e all’86’ Abidal non sfrutta l’uscita maldestra del portiere polacco Pawełek sul calcio di punizione battuto da Daniel Alves. Dopo un minuto, Bojan Krkić spreca malamente una splendida sponda aerea di Thierry Henry, sparando alto a pochi passi da Pawełek. La partita termina 1-0 per il Wisła Cracovia, ma in virtù del 4-0 della partita d’andata, a passare è il Barcellona.

Nelle altre partite della giornata, il Panathinaikos batte 1-0 lo Sparta Praga e accede alla fase a gironi della Champions League, mentre in Coppa UEFA passano i serbi del Borac Čačak e i danesi del Nordsjælland. Il Borac ha pareggiato 1-1 contro il Lokomotiv Sofia, dopo aver vinto 2-1 all’andata; invece, il Nordsjælland ha battuto gli scozzesi del Queen of the South per 2-1, stesso risultato dell’andata.


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 3, 2008

Polonia: trovato l\’antenato del Tyrannosaurus rex

Filed under: Europa,Polonia,Pubblicati,Ricerca,Scienza e tecnologia — admin @ 5:00 am

Polonia: trovato l’antenato del Tyrannosaurus rex

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 3 agosto 2008

Tyrannosaurus rex

Il paleontologo polacco Tomasz Sulej ha scoperto a 200 chilometri da Varsavia i resti fossili di un dinosauro sconosciuto, temporaneamente chiamato “Dragon”. Parente del tirannosauro, è vissuto nell’ultima fase del Triassico, circa 200 milioni di anni fa. L’animale era bipede e probabilmente lungo 5 metri, con denti che raggiungevano i 7 centimetri.

Dopo un’analisi delle ossa sarà possibile dare un nome scientifico al rettile ed esporlo al pubblico il 7 agosto. Nelle vicinanze è stato rinvenuto anche un dicinodonte, che secondo Sulej poteva essere una probabile preda del Dragon.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

October 22, 2007

Elezioni in Polonia: vince Tusk, sconfitti i gemelli Kaczyński

Elezioni in Polonia: vince Tusk, sconfitti i gemelli Kaczyński

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 22 ottobre 2007

File:Donald Tusk.jpg
Donald Tusk

La lista d’ispirazione liberale Piattaforma Civica (PO), guidata da Donald Tusk ha fatto man bassa di voti alle elezioni politiche tenutesi in Polonia.

Come già gli exit-poll avevano preannunciato, i primi risultati pervenuti paiono confermare la pesante sconfitta del partito governativo (antieuropeista e nazionalista) dei gemelli Kaczynski, Diritto e Giustizia (PIS) (46% contro 31%).

Lo scenario politico che si apre dovrebbe portare ad una alleanza del PO con il partito dei contadini PSP.

I risultati definitivi si conosceranno nella tarda giornata di oggi o in quella di domani.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress