Ciclismo Campionato del mondo su strada 2007: Paolo Bettini si riconferma campione del mondo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Stoccarda, domenica 30 settembre 2007

Bettini impegnato al Giro d’Italia 2007, sull’ascesa verso il Santuario di N. S. della Guardia. Il ciclista di La California manterrà la maglia iridata per la stagione 2008.

Paolo Bettini si aggiudica a Stoccarda il titolo mondiale nei campionati del mondo di ciclismo su strada. Per Bettini è il secondo titolo consecutivo, dopo quello conquistato a Salisburgo l’anno scorso.

Bettini, dopo una stagione travagliata e lasciandosi alle spalle polemiche sul doping (si è rifiutato di firmare il trattato WADA), supera in volata a 5 Aleksandr Kolobnev, Stephan Schumacher, Franck Schleck e Cadel Evans.

Nei 19,1 Km di un circuito da ripetersi 14 volte, per 267,4 Km, si sono alternati diversi battistrada, fra questi c’erano sempre ciclisti della nazionale Italiana in avanscoperta allo scopo di tenere alto il ritmo della corsa. In testa al gruppo a riprendere le fughe c’è si sono alternate la squadra Australiana e Olandese. Nel movimentato circuito di Stoccarda (tre strappi al 13, 9 e 11% di pendenza), però, solo al giro finale si è deciso il “gruppo buono”: una ventina i corridori a partire, approfittando di un’azione precedente di Rebellin e Kolobnev, tra cui Bettini, Pozzato, Sanchez e Dekker. Il forcing costringe Oscar Freire Gomez, uno dei favoriti della vigilia, a perdere contatto dal gruppo.

Bettini allungherà più volte sui tre strappi, scremando ulteriormente il gruppo di testa e imponendosi agilmente nella volata ristretta sui quattro compagni di fuga rimasti in prossimità del traguardo. Ottimo il lavoro degli uomini di Franco Ballerini, CT azzurro, pronti a rompere i cambi tra gli inseguitori (Cunego, Ballan e Bertolini in evidenza), nonostante fossero “orfani” di Danilo Di Luca, deferito dalla procura del CONI nei giorni scorsi, che non ha preso parte alla competizione.

Per l’Italia è la seconda medaglia d’oro in questa edizione del mondiale, dopo la vittoria tra le donne della laziale Marta Bastianelli.

Il ciclista italiano diventa così il secondo italiano dopo Gianni Bugno (campione nel 1991 proprio a Stoccarda e nel ’92) a vincere per due volte consecutive il campionato del mondo professionisti su strada; il quinto in assoluto: a parte il citato Bugno, prima di lui realizzarono l’impresa i belgi Georges Ronsse, (1928-29), Rik van Steenbergen (1956-57) e Rik van Looy (1960-61).

Ordine d’arrivo[]

Paolo Bettini

Circuito cittadino – 267,4 Km (19,1 Km per 14 giri); media 39,642 Km/h
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Paolo Bettini Flag of Italy.svg Italia 6h 44′ 43″
2 Aleksandr Kolobnev Flag of Russia.svg Russia s. t.
3 Stephan Schumacher Flag of Germany.svg Germania s. t.
4 Frank Schleck Flag of Luxembourg.svg Lussemburgo s. t.
5 Cadel Evans Flag of Australia.svg Australia s. t.
6 Davide Rebellin Flag of Italy.svg Italia a 6″
7 Samuel Gonzalez Sanchez Flag of Spain.svg Spagna a 8″
8 Philippe Gilbert Flag of Belgium (civil).svg Belgio a 8″
9 Fabian Wegmann Flag of Germany.svg Germania a 8″
10 Martin Elmiger Flag of Switzerland.svg Svizzera a 8″

Articoli correlati[]

Fonti[]