Wiki Actu it

February 27, 2010

Vancouver 2010: Giuliano Razzoli regala la prima medaglia d\’oro all\’Italia

Vancouver 2010: Giuliano Razzoli regala la prima medaglia d’oro all’Italia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 27 febbraio 2010

Giuliano Razzoli

Whistler (Canada) – Nella penultima giornata di gare ai Giochi Olimpici invernali di Vancouver, dopo un non esaltante bottino di 1 argento e 3 bronzi raccolti sinora, è arrivata la prima medaglia d’oro per la spedizione italiana. A conquistarla è stato il venticinquenne Giuliano Razzoli nello slalom, specialità in cui, tra l’altro, il metallo più prezioso mancava all’Italia da ben 22 anni, vale a dire dalle Olimpiadi del 1988 a Calgary, sempre in Canada, quando a vincerlo fu un altro emiliano, Alberto Tomba (che, ad Albertville ’92, era stato anche l’ultima medaglia d’oro olimpica italiana in campo maschile in una gara di sci alpino).

Nella gara disputatasi sulle piste di Whistler, Razzoli, che era già in testa dopo la prima manche, ha preceduto di 16 centesimi il croato Ivica Kostelić e di 44 centesimi lo svedese André Myhrer, chiudendo con il tempo finale di 1’39″32. Per quanto riguarda gli altri azzurra in gara, Manfred Mölgg è giunto al settimo posto a 1’13 da Razzoli, mentre Patrick Thaler e Christian Deville non hanno portato a termine la loro prova.

A fine gara, il neo-campione olimpico ha dichiarato: «Non ho parole. Non so come ho fatto». Ha poi rivolto un ringraziamento alla squadra, alla federazione e alla propria famiglia e uno speciale ad Alberto Tomba, che dopo la prima manche aveva mandato a Razzoli un sms con scritto “Giuliano feroce e veloce” e che si è poi sciolto in lacrime al termine della seconda.

Con Razzoli si sono complimentati telefonicamente anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

Razzoli sarà il portabandiera azzurro nella cerimonia di chiusura dei Giochi, prevista nella nottata italiana tra il 28 febbraio e il 1º marzo.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

December 8, 2008

Sci: Nadia Fanchini trionfa a Lake Louise

Sci: Nadia Fanchini trionfa a Lake Louise

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 8 dicembre 2008

Alpine skiing pictogram.svg

La sciatrice camuna Nadia Fanchini, classe 1986, ha chiuso con profitto la trasferta in Canada a Lake Louise: nella Coppa del Mondo di sci alpino si è infatti guadagnata il 1° posto nel Super-G, dopo il 2° posto nella discesa libera di venerdì.

Pista magica questa per le sorelle Fanchini, che risiedono a Montecampione di Artogne: già nel 2006 la sorella Elena, di un anno più vecchia e oggi ferma per la rottura del piatto tibiale, si era conquistata qui la sua prima vittoria in discesa libera.

Nadia Fanchini: «Questa di Lake Louise è davvero la pista Fanchini, bisogna cambiarle nome. Con questa vittoria pareggio anche il conto con mia sorella Elena. Ora non mi resta che andare avanti così, con costanza».

Un anno fa il Coni aveva vietato a Nadia gli allenamenti, a seguito di controlli cardiologici.

Risultati del Super-G di Lake Louise[]

Pos. Nome Tempo
1 Italie Nadia Fanchini 1:20.97
2 Suisse Fabienne Suter 1:21.25
2 Autriche Andrea Fischbacher 1:21.25

Classifica[]

Classifica generale
Pos. Nome Punti
1 États-Unis Lindsey Vonn 358
2 Finlande Tanja Poutiainen 260
3 Allemagne Maria Riesch 202
4 Suisse Maria Pietilae-Holmner 196
5 Autriche Kathrin Zettel 190

Classifica del Super-G
Pos. Nome Punti
1 Italie Nadia Fanchini 100
2 Autriche Andrea Fischbacher 80
2 Suisse Fabienne Suter 80
4 Suède Anja Pärson 50
5 Suède Jessica Lindell-Vikarby 45

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

March 1, 2008

Sci: l\’italiana Denise Karbon vince la Coppa del mondo di gigante

Filed under: Articoli archiviati,Europa,Italia,Pubblicati,Sci,Sci alpino,Sport — admin @ 5:00 am

Sci: l’italiana Denise Karbon vince la Coppa del mondo di gigante

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 1 marzo 2008

Grazie all’annullamento causa maltempo della gara di lunedì in programma a Zwiesel (Germania), la sciatrice italiana Denise Karbon ha vinto la Coppa del Mondo di slalom gigante. Prima di lei era riuscita nell’impresa soltanto Deborah Compagnoni nel 1997.

La vittoria dell’azzurra è matematica dato che, dopo l’annullamento della gara di lunedì (che non verrà recuperata come affermato dal responsabile della FIS Atle Skaardal) e mancando solo uno slalom alla fine della stagione (quello di Bormio), l’unica rivale ancora in corsa per il trofeo, l’austriaca Elisabeth Görgl, non può più raggiungerla visto il divario in classifica. La Karbon ha infatti 560 punti contro i 379 della Görgl.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

January 27, 2008

Combinata nordica: Lamy-Chappuis vince a Seefeld

Filed under: Austria,Combinata nordica,Europa,Francia,Pubblicati,Sci,Sport — admin @ 5:00 am

Combinata nordica: Lamy-Chappuis vince a Seefeld

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 27 gennaio 2008

Nordic combined pictogram.svg

La francese Jason Lamy-Chappuis ha effettuato la sua seconda prova dell’anno, vincendo lo sprint a Seefeld davanti agli austriaci Bernhard Gruber e Christoph Bieler.

Questo successo permette a Lamy-Chappuis di prendere la seconda posizione dello sprint e di consolidare la sua terza posizione nella classifica generale, entrambi nominati da Ronny Ackermann.

Classifica[]

Slalom
Posizione Sciatore Nazione Tempo
1 Jason Lamy-Chappuis Flag of France.svg 18min 01sec 6
2 Bernhard Gruber Flag of Austria.svg 18min 06sec 1
3 Christoph Bieler Flag of Austria.svg 18min 10sec 3

Altre classifiche[]

Classifica dello sprint
Posizione Sciatore Nazione Punti
1 Ronny Ackermann Flag of Germany.svg 425
2 Jason Lamy-Chappuis Flag of France.svg 395
3 Christoph Bieler Flag of Austria.svg 344
Classifica generale
Posizione Sciatore Nazione Punti
1 Ronny Ackermann Flag of Germany.svg 956
2 Bill Demong Flag of the United States.svg 741
3 Jason Lamy-Chappuis Flag of France.svg 713
4 Björn Kircheisen Flag of Germany.svg 617
5 Petter Tande Flag of Norway.svg 588
Wikinews

Questo articolo, o parte di esso, deriva da una traduzione di Combiné nordique : Victoire de Lamy-Chappuis à Seefeld, pubblicato su Wikinews in lingua francese.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

January 22, 2006

Sci: Giorgio Rocca scivola a Kitzbühel

Filed under: Articoli archiviati,Austria,Europa,Pubblicati,Sci,Sport — admin @ 5:00 am

Sci: Giorgio Rocca scivola a Kitzbühel – Wikinotizie

Sci: Giorgio Rocca scivola a Kitzbühel

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

22 gennaio 2006
Passo falso per Giorgio Rocca a Kitzbühel: dopo cinque vittorie consecutive, il campione italiano scivola nella prima manche, pregiudicando la vittoria. Rocca, leader della specialità, è scivolato, finendo fuori pista: l’azzurro è ritornato in pista, riuscendo a concludere la manche ma accumulando il ritardo abissale di 8 secondi, che gli ha precluso ogni possibilità di partecipazione alla seconda manche.

L’azzurro ha spiegato l’errore con l’alta velocità: egli ha infatti affrontato la porta ad una velocità eccessiva, e non è riuscito più a controllare la discesa.

La gara è stata vinta da Jean Pierre Vidal, campione olimpico, precedendo gli austriaci Herbst e Reich (1’39″38).

Fonte

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress