Wiki Actu it

July 2, 2007

Raccolta di firme per la spiaggia libera a Maiori

Raccolta di firme per la spiaggia libera a Maiori

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 2 luglio 2007

Raccolta di firme

Rimanente spiaggia libera a Maiori (lato est)

Il Comitato Civico per la Spiaggia Libera di Maiori, in data 1 luglio 2007, ha organizzato una raccolta firme per difendere il diritto dei cittadini alla spiaggia libera. Solo nella mattinata di domenica sono state raccolte circa 250 firme.

L’attuale situazione è tale che persone che vogliono andare al mare usufruendo della spiaggia libera hanno la scelta di mettersi sui 30% lasciati liberi, cioè senza ombrelloni preinstallati, e trovarsi con altri bagnanti come le sardine nel barattolo, uno accanto all’altro o pagare 20 EUR per un ombrellone e due sedie sdraie. Chi è residente a Maiori paga 8 EUR per l’ombrellone e le sedie sdraie.

Si parla di spiaggia libera attrezzata, ma guardando quello che è stato allestito, la “spiaggia libera attrezzata” è un vero e proprio stabilimento balneare. I gestori, almeno su uno, cercano di proibire perfino la discesa a mare. Proibiscono ai bagnanti di rimanere sul bagnasciuga con l’asciugamano, ma lo permettono ovviamente a chi paga… c’è da chiedersi: non è valida la stessa legge per tutti? Non si è pensato ai cittadini che sul lato sociale sono i più deboli? Quale famiglia normale, composta per esempio di quattro persone, dove il padre lavora per sei mesi e guadagna circa 1200 EUR al mese potrà permettersi di andare al mare? Un pensionato con la pensione minima dovrebbe spendere quindi quasi tutta la pensione per poterci andare “decentemente” senza trovarsi nella “riserva” a mare nella città dove vive?

Nei prossimi giorni sarà programmata una protesta, ma non è stata ancora stabilita la data esatta.

Fonti

  • Michele Cinque «Maiori, no alle spiaggie privatizzate»Corriere del Mezzogiorno, 15 giugno 2007, pag. 9
  • Gaetano de Stefano «Ridotta la spiaggia libera»la Città, 30 giugno 2007

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

February 11, 2007

Costiera Amalfitana un mare da proteggere

Filed under: Ambiente,Europa,Italia,Maiori,Notizia originale,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Costiera Amalfitana un mare da proteggere

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica  11 febbraio 2007

In data sabato 10 febbraio 2007 nell’Auditorium L’incontro a Maiori si è tenuto una discussione sul progetto d’installazione di gabbie per l’ingrassamento dei tonni a Cetara. Questo progetto rischia di contaminare fortemente una parte della Costa d’Amalfi il che a sua volta avrebbe pesanti conseguenze per l’economia di tutto il territorio e ovviamente anche sul turismo.

Come illustrato tra l’altro da Valerio Zupo della stazione zoologica A. Dohrn, Giovanni Fulvio Russo dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope e Alessando Gianni, responsabile della campagna mare di Greepeace Italia gli effetti davvero sarebbero molto pesanti. Inoltre uno studio afferma che, se non viene cambiato rotta nella pesca del tonno rosso, lo stesso sarà estinto (estinzione commerciale) tra ca. 5 anni.

È chiaro che la situazione dei pescatori di Cetara è comprensibile, per loro si tratta della sopravvivenza delle proprie famiglie, ma c’è da domandarsi se l’ingrassamento è davvero l’unico modo per uscire da una crisi economica pesante, per lo più che tra cinque anni circa le stesse persone si troverebbero di nuovo davanti allo stesso problema, cioè una crisi economica a causa dell’estinzione del tonno rosso.

È anche ovvio che la Costa d’Amalfi che fa parte del patrimonio mondiale UNESCO non deve essere messo a rischio, bensì è necessario trovare altre soluzioni. In questo senso è stato previsto una tavola rotonda con tutti gli interessati per cercare di risolvere questa difficile situazione.


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress