Wiki Actu it

January 8, 2011

Arizona, USA: deputata democratica raggiunta da colpi d\’arma da fuoco, in fin di vita

Arizona, USA: deputata democratica raggiunta da colpi d’arma da fuoco, in fin di vita

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 8 gennaio 2011

Gabrielle Giffords

La deputata democratica dell’Arizona Gabrielle Giffords è stata coinvolta in una sparatoria durante un evento politico nella città di Tucson, in Arizona: stando alle ultime notizie, la donna è in condizioni critiche, ma l’intervento chirurgico cui è stata sottoposta sarebbe riuscito e il chirurgo che l’ha operata ha dichiarato alla CNN di essere moderatamente ottimista circa il suo recupero. La donna è stata colpita alla testa da un colpo sparato a bruciapelo. Attualmente è ricoverata in terapia intensiva all’University Medical Center di Tucson.

Almeno sei persone sono morte, fra di esse vi sarebbero un giudice federale, John McCarthy Roll, e una bambina di nove anni, mentre altre undici sono rimaste ferite, alcune in condizioni giudicate gravi. Un sospetto è stato fermato, ma non sono ancora note le motivazioni che lo hanno portato a compiere la strage: si tratterebbe di un maschio bianco di 22 anni, Jared Laughner, ed avrebbe usato una pistola.

La sparatoria è avvenuta poco dopo le 10 del mattino ora locale (le 18 ora italiana). La autorità federali hanno immediatamente preso il comando delle indagini per comprendere dinamica e movente della strage.

Si sono diffuse notizie contrastanti circa la sorte della deputata: la notizia della morte è stata più volte smentita, e, secondo un portavoce dell’ospedale nel quale è stata ricoverata, la Giffords è ancora in vita, ma in condizioni critiche e sottoposta ad un delicato intervento chirurgico.

Giffords è stata eletta al Congresso degli Stati Uniti nel 2006 in uno Stato decisamente conservatore come l’Arizona nonostante le sue forti posizioni a favore dell’aborto: terza donna eletta nello Stato e prima di religione ebraica, è stata rieletta nel 2008 e nel 2010, sconfiggendo in quest’ultimo caso una delle stelle emergenti del Tea Party, Jesse Kelly. È sposata con l’astronauta Mark Kelly, che, sino ad oggi, dovrebbe guidare la penultima missione dello Space Shuttle.

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha dichiarato che l’attentato di Tucson è stata «un’indicibile tragedia che non può trovare posto in una libera società», mentre il nuovo speaker della Camera John Boehner ha condannato l’attentato, affermando che «ogni attacco a un servitore dello Stato è un attacco a tutti i servitori dello Stato»


Fonti[]

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Sparatoria di Tucson del 2011.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 23, 2007

Sopravvissuto all\’Olocausto scopre vicino appartenuto alle SS

Sopravvissuto all’Olocausto scopre vicino appartenuto alle SS

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 23 settembre 2007

Alloggiamenti del campo di concentramento di Sachsenhausen

Nathan Gasch, ebreo sopravvissuto all’Olocausto, ha permesso l’espulsione di Martin Hartmann, ottantenne residente a Mesa, in Arizona, dopo aver scoperto che i due si erano incontrati per la prima volta all’interno del campo di concentramento di Sachsenhausen, dove Hartmann si era arruolato volontariamente insieme ad altri membri delle SS.

Due anni fa Gasch, dopo aver visto in casa del vicino una fotografia che lo ritraeva in divisa, si è recato subito all’Osi (Office of Special Investigations, formatosi nel 1979 per individuare i nazisti che si sono introdotti illegalmente negli Stati Uniti d’America) che ha avviato le indagini scoprendo che l’uomo, dopo aver svolto il ruolo di guardia nel campo di concentramento di Auschwitz, si è recato nel 1955 negli USA dichiarando di non avere relazioni con il nazismo. Nel 1961 Hartmann ha ottenuto la cittadinanza fino a quando non è stato costretto a lasciare il paese per tornare in Germania.

La moglie di Martin, Ellen, dichiara che il consorte era ignaro tuttavia l’Osi ha affermato che Hartmann ha fatto parte anche della Totenkopf, una delle divisioni più note per la loro crudeltà.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 28, 2007

Due elicotteri tv si scontrano in volo: quattro morti

Due elicotteri tv si scontrano in volo: quattro morti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 28 luglio 2007

Un inseguimento tra un ladro e la polizia, una delle scene classiche che viene ripresa dai giornalisti in elicottero negli USA, è diventata la causa di una tragedia.

Due elicotteri, di due diverse emittenti televisive, seguivano la scena nel pieno centro di Phoenix, in Arizona, quando a causa di manovre sbagliate, si sono scontrati cadendo al suolo in un parco pubblico e hanno preso fuoco.

Per i due piloti ed i due giornalisti non c’è stato nulla da fare.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

February 21, 2006

È morto il vescovo Paul Marcinkus

È morto il vescovo Paul Marcinkus – Wikinotizie

È morto il vescovo Paul Marcinkus

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

21 febbraio 2006
Paul Marcinkus, il vescovo implicato nel crack del Banco Ambrosiano, è morto oggi a Sun City, in Arizona. Aveva 84 anni.

Per diciassette anni, dal 1971 al 1989, amministrò le finanze della Città del Vaticano. Nonostante l’incriminazione dei magistrati italiani, non volle mai raccontare la sua verità sui fatti.

La magistratura avrebbe voluto incriminarlo, ma fu protetto dal Vaticano e dal passaporto diplomatico. Nonostante i fatti, rimase alla guida dello IOR per altri sette anni, ma gli eccessi di cui fu protagonista, gli impedirono di ottenere la porpora cardinalizia e gli costarono una sorta di esilio nel deserto del Nevada. Marcinkus accettò la nuova destinazione senza alcun lamento, ma si impegnò quotidianamente nella piccola parrocchia di San Clemente.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress