Wiki Actu it

July 12, 2016

Puglia: scontro tra due treni tra Corato e Andria

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Puglia: scontro tra due treni tra Corato e Andria

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 12 luglio 2016

Il luogo dell’incidente

Elettrotreno Stadler ETR 341

Elettrotreno ELT.200

Questa mattina, intorno alle 11:30, due treni si sono scontrati frontalmente in un tratto a binario unico sulla linea ferroviaria tra Corato e Andria della linea Bari-Barletta. L’incidente ha causato la morte di ventitré persone e il ferimento di molti altri passeggeri (almeno 50).

Dinamica dell’incidente[]

Secondo le prime ricostruzioni, sembra che uno dei due treni sia partito in anticipo da una stazione. I soccorsi sono stati tempestivi, ma alcuni passeggeri erano già deceduti a causa del forte impatto tra i due mezzi. La violenza dello scontro tra i due convogli (che viaggiavano alla velocità di 100 km/h) ha letteralmente disintegrato le vetture di testa dei treni.

I treni coinvolti, entrambi di proprietà della compagnia ferroviaria regionale Ferrotramviaria, sono uno Stadler FLIRT ETR 340 e un Alstom ELT 200, ciascuno composto da quattro carrozze. I convogli erano relativamente recenti (2004 e 2009).

Il tratto di linea, a binario unico e in curva, in cui è avvenuto l’incidente non è dotato del sistema automatico di sicurezza SCMT (non obbligatorio sulle reti private non gestite dalle Ferrovie dello Stato), ma solo del cosiddetto blocco telefonico.

Reazioni[]

Il Presidente della Repubblica ha definito l’incidente come una tragedia inammissibile, chiedendo di fare piena luce su quanto accaduto.

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha interrotto il suo viaggio istituzionale a Milano ed è rientrato a Roma e parteciperà in serata ad un incontro convocato presso la prefettura di Bari. Il Ministro delle infrastrutture Graziano Delrio e il governatore della Regione Puglia Michele Emiliano sono accorsi sul luogo dell’incidente.

La procura di Trani ha aperto un’indagine ipotizzando i reati di disastro ferroviario ed omicidio colposo plurimo.

L’azienda sanitaria di Andria ha lanciato un appello per la donazione di sangue, prontamente raccolto dai cittadini che sono accorsi presso i centri di raccolta ematica di tutti gli ospedali pugliesi.


Fonti[]

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Incidente ferroviario tra Andria e Corato.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

March 20, 2014

Giallo a Roma: muore un uomo investito da un treno

Giallo a Roma: muore un uomo investito da un treno

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 20 marzo 2014

Gli agenti di Polizia e, a poca distanza, il corpo riverso sui binari

È giallo a Roma circa la morte di un uomo, avvenuta questa mattina intorno alle 11.

L’uomo, identificato come un cittadino del Kosovo di circa 35 anni, stava camminando tra i binari della linea FL2 Roma – Tivoli – Pescara, nei pressi della stazione Palmiro Togliatti, quando, al passaggio di un convoglio ferroviario, il macchinista si accorge della presenza della persona sui binari, avvertendolo con dei segnali sonori, ignorati dall’uomo, che viene poi travolto dal treno.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polfer e le autorità giudiziarie, bloccando la linea ferroviaria per alcune ore.

Ora si tratta di stabilire se si è trattato di un suicidio o di un tragico incidente.

Commons

Commons contiene immagini e file multimediali su Giallo a Roma: muore un uomo investito da un treno.


Fonti[]


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 25, 2013

Deraglia treno a Santiago de Compostela: 80 morti e oltre 140 feriti

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Deraglia treno a Santiago de Compostela: 80 morti e oltre 140 feriti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 25 luglio 2013

Il treno deragliato

Una fase dei soccorsi

Un treno ad alta velocità “Alvia” della compagnia ferroviaria spagnola Renfe, partito da Madrid e diretto a Ferrol, è deragliato ieri sera intorno alle 20:40 nei pressi di Santiago de Compostela, in Galizia, nel nord-ovest della Spagna. Il bilancio di vittime, tuttora provvisorio, è drammatico: i morti sono 80, mentre i feriti sono oltre 140 (di cui una ventina versano in condizioni critiche, e alcuni di questi in stato di coma). Si tratta del più grave incidente ferroviario avvenuto in Spagna negli ultimi 40 anni.

Le cause della sciagura sono ancora da accertare, ma pare siano da addebitare all’alta velocità, che avrebbe provocato l’uscita dai binari in una curva considerata pericolosa. Pare infatti che il treno viaggiasse a circa 180-190 km orari (velocità confermata anche da uno dei macchinisti, rimasto illeso), in un tratto, inaugurato nel dicembre di due anni fa, in cui la velocità consentita è di 80 km all’ora. Sul treno viaggiavano 222 persone. Tra queste vi erano molte comitive di turisti e pellegrini dirette a Santiago de Compostela in occasione della festa di San Giacomo.

I testimoni della sciagura hanno detto di aver udito un forte boato, tanto che si è pensato anche all’ipotesi di un attentato (ipotesi subito scartata). Dopo il deragliamento, alcuni vagoni hanno preso fuoco; pare anche che un vagone sia volato a cinque metri di altezza. I soccorritori hanno estratto dalle lamiere 73 corpi. Sette persone sono invece decedute dopo il ricovero in ospedale. Dei due macchinisti, invece, uno soltanto è rimasto ferito. Il macchinista rimasto illeso ha dichiarato: «Spero che non ci siano morti. Li avrei sulla coscienza».

Il governo della Galizia ha proclamato sette giorni di lutto, in seguito dei quali anche la festa di San Giacomo è stata sospesa. Condoglianze per la sciagura sono state espresse anche da Papa Francesco da Rio de Janeiro, dove si trova in occasione della Festa della gioventù.


Fonti[]

Altri progetti[]

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Spagna.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 24, 2011

Disastro ferroviario in Cina, 35 morti

Disastro ferroviario in Cina, 35 morti – Wikinotizie

Disastro ferroviario in Cina, 35 morti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 24 luglio 2011

La regione dello Wenzhou nello Zhejiang

Secondo l’agenzia statale d’informazione Xinhua, due treni ad alta velocità si sono scontrati vicino a Wenzhou nello Zhejiang nella Cina dell’Est. Almeno 35 passeggeri sono morti e oltre 200 sono feriti, tra cui 12 in gravissime condizioni.

Il treno D3115 si è fermato dopo essere stato colpito da un fulmine e il treno D301 lo ha colpito da dietro.

Un passeggero, Liu Hongtao, ha riferito:

« Il treno tutt’ad un tratto si agitò violentemente, gettando i bagagli attorno. I passeggeri gridavano aiuto ma nessun membro del personale rispose. »

Weibo, un servizio di microblogging cinese, viene usato per aiutare a trovare amici e familiari che mancano all’appello.

Il governatore ha detto che lanceranno una “revisione urgente” della sicurezza ferroviaria dopo lo scontro.


Fonti[]

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Cina.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 12, 2010

Frana fa deragliare un treno in Val Venosta: morti e feriti tra i pendolari

Frana fa deragliare un treno in Val Venosta: morti e feriti tra i pendolari

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 12 aprile 2010

Un treno simile a quello deragliato

LACES (Bolzano): È drammatico il bilancio del deragliamento di un treno regionale partito da Malles e diretto a Merano, avvenuto tra Laces e Castelbello, in Val Venosta: 9 morti, 2 dispersi, 27 feriti, di cui sette sono in gravi condizioni. L’incidente, avvenuto intorno alle 9 del mattino, è stato causato da una frana di 400 metri cubi, che ha investito il convoglio, facendo quasi precipitare un vagone nel greto del fiume sottostante.

Le nove vittime accertate, di età compresa tra i 18 anni e i 73 anni, sono tutte altoatesine. Si cercano ancora, tra i detriti di fango e le lamiere, due persone che mancano all’appello, mentre i feriti sono stati ricoverati nei vari ospedali della zona.

La frana che ha provocato la sciagura è stata causata dalla rottura di un impianto di irrigazione, che ha reso friabile il terreno. Ulteriori ragguagli potrebbe darli – anche se molto danneggiata – la scatola nera, recuperata dai tecnici delle ferrovie locali.

Impressionanti le testimonianze dei soccorritori, che hanno parlato di feriti che venivano loro incontro tutti coperti di fango.

Nel pomeriggio sono stati diffusi i nomi delle nove vittime ufficialmente accertate, la maggior parte delle quali sono morte per soffocamento.
La più giovane, una ragazza di 18 anni, si stava recando a Merano per sostenere un esame per la patente di guida. Tra le vittime, anche una neo-mamma che stava proprio andando in ospedale a trovare il suo bambino e uno studente universitario che si stava recando a Verona.

Cordoglio per la sciagura è stato espresso dalle massime cariche dello Stato. Sul luogo della sciagura si è recato anche il Ministro dei Trasporti Matteoli, che ha parlato di “casualità incredibile”.

Nel frattempo, otto persone sono state iscritte nel registro degli indagati con l’ipotesi accusatoria di omicidio colposo plurimo, disastro ferroviario e procurata frana, mentre in tutto l’Alto Adige è stata proclamata una giornata di lutto per martedì 13 aprile.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

February 15, 2010

Sciagura ferroviaria in Belgio: almeno 25 i morti

Sciagura ferroviaria in Belgio: almeno 25 i morti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 15 febbraio 2010

Mappa con il luogo dell’incidente

Buizingen (Belgio) – È di una ventina di morti (18 accertati, ma si parla di almeno 25-28) e di oltre 150 feriti (di cui almeno una decina in gravissime condizioni) il bilancio provvisorio di uno scontro fra treni di pendolari verificatosi alla porte di Bruxelles.

L’incidente è avvenuto intorno alle 8.30 del mattino, quando, all’altezza della località di Buizingen, nei pressi della stazione di Halle (a circa 20 km dalla capitale), un treno proveniente da Quiévrain e diretto a Liegi, che viaggiava con circa dieci minuti di ritardo, ha impattato frontalmente con un altro treno, proveniente da Lovanio e diretto a Gravenbrakel. A bordo dei due convogli, viaggiavano tra le 250 e le 300 persone, per lo più pendolari che si stavano recando al lavoro e molti dei quali avevano scelto il treno al posto dei mezzi propri per via del maltempo.

Al momento dello schianto, nella zona si stava infatti abbattendo una fitta nevicata. L’incidente pare tuttavia non sia da mettere in relazione con le avverse condizioni meteorologiche.

I soccorritori hanno dovuto provvedere anche a delle amputazioni sul posto per estrarre alcuni dei feriti dalle lamiere contorte. Per le prime cure, si sono mobilitati 14 ospedali della zona.

L’incidente ha interrotto i collegamenti ferroviari internazionali con Bruxelles.

Secondo il governatore del Brabante Fiammingo Lodewijk de Witte, l’incidente sarebbe da imputare al macchinista del treno proveniente da Lovanio, che non avrebbe rispettato il segnale di stop.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

December 25, 2009

Sonico: deraglia treno sulla Brescia-Iseo-Edolo

Sonico: deraglia treno sulla Brescia-Iseo-Edolo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Sonico, venerdì 25 dicembre 2009

Un’automotrice ALn 668 di LeNord dello stesso tipo coinvolto nell’incidente

Val Camonica
Val Camonica

A poco più di un mese dallo scontro frontale che ha visto coinvolti un treno passeggeri ed una motrice abbandonata, un nuovo incidente colpisce la linea linea Brescia-Iseo-Edolo gestita dal Gruppo FNM.

Giovedì 24 dicembre 2009, poco dopo le 18, all’altezza del comune di Sonico nei pressi del ponte della Dazza, che recentemente ha subito il rifacimento, un convoglio che si dirigeva a Brescia ha impattato contro un ammasso di detriti franato sui binari.

Secondo quanto riferito dai Carabinieri sul mezzo viaggiavano il macchinista e cinque passeggeri, tutti quanti riportanti ferite di lievi entità. Una ragazza è però stata condotta all’ospedale di Esine in stato di shock.

Attualmente è sotto osservazione l’intero versante della montagna sotto la quale scorre, oltre alla ferrovia, anche la strada statale 42 del Tonale e della Mendola. In tutto il territorio camuno si registrano numerose frane causate dalle insistenti piogge che da ore interessano l’area.


Articoli correlati[]

Fonti[]

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Brescia.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

November 5, 2009

Vello di Marone: scontro frontale fra due treni sulla Brescia-Edolo

Vello di Marone: scontro frontale fra due treni sulla Brescia-Edolo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Marone, giovedì 5 novembre 2009

Un’automotrice ALn 668 di LeNord dello stesso tipo coinvolto nell’incidente

Il 5 novembre presso Vello di Marone è avvenuto uno scontro frontale fra un treno regionale passeggeri e la motrice di un treno merci della linea Brescia-Iseo-Edolo.

Attorno alle 7.44, il treno passeggeri n. 19 proveniente da Breno e diretto verso Brescia si è scontrato con una motrice D.343 proveniente dalla direzione contraria.

Stando ai risultati dell’inchiesta condotta dalle Ferrovie Nord Milano, responsabili dell’esercizio della linea ferroviaria, il secondo treno era privo del macchinista conducente. La motrice era ferma presso la stazione di Marone in attesa di incrociare il treno regionale proveniente da Breno che impegnava il tracciato in direzione di Pisogne. Lasciata incustodita e senza gli adeguati apparati di sicurezza attivati, la locomotiva sarebbe quindi scivolata per inerzia lungo il tracciato verso Pisogne scontrandosi con il treno passeggeri che sopraggiungeva in direzione contraria.

Sono state inoltre confermate le prime testimonianze, secondo le quali il personale di macchina del treno passeggeri aveva avvistato la motrice proveniente dalla direzione opposta e quindi aveva fermato il convoglio, avvertendo i passeggeri della prima carrozza dell’impatto imminente.

Il bilancio provvisorio parla di dodici persone ferite, compreso il macchinista del regionale, le quali risultano ricoverate presso gli ospedali di Lovere, Ome e Iseo. Alcuni passeggeri sono stati ospitati in mattinata presso la sala consiliare del comune di Marone.

Il servizio è stato sospeso e sostituito da autobus sul tronco Pisogne-Marone fino al tardo pomeriggio. Sulle restanti direttrici (Edolo-Pisogne e Marone-Brescia) il funzionamento della linea è rimasto regolare per tutta la giornata.


Articoli correlati[]

Fonti[]

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Brescia.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 21, 2009

Milano: deragliato treno vuoto

Milano: deragliato treno vuoto – Wikinotizie

Milano: deragliato treno vuoto

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 21 settembre 2009

Stazione Centrale di Milano

È deragliato un treno vuoto, ieri sera, nella Stazione Centrale di Milano.

Secondo le prime ricostruzioni il treno, un passeggeri vuoto che stava percorrendo i binari che dalla Stazione Centrale portano in deposito, per cause ancora da accertare si sarebbe trovato in difficoltà nei pressi della massicciata sopraelevata esattamente dietro i civici 90 e 101 di viale Monza. Fortunatamente un secondo treno in transito, in questo caso carico di passeggeri, si è fermato al segnale di stop durante il deragliamento del primo.

I residenti del vicino Condominio spaventati e svegliati alle 23:00, in un primo momento hanno pensato ad un terremoto, poi, guardando dalle finestre, hanno avuto la sorpresa di vedere due vagoni fumanti e completamente accartocciati nel loro cortile condominiale.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

March 9, 2008

Sciagura ferroviaria in Argentina, 18 morti nello scontro tra un treno ed un bus

Sciagura ferroviaria in Argentina, 18 morti nello scontro tra un treno ed un bus

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 9 marzo 2008

Un treno alla stazione di Dolores

Tragico incidente ferroviario nella cittadina di Dolores, in Argentina, dove un treno in corsa si è scontrato con un bus che ha attraversato il passaggio a livello con le sbarre in fase di chiusura. Nonostante il suono dell’allarme, l’arrivo del convoglio e il movimento delle sbarre, l’autista ha cercato ugualmente di passare l’incrocio.

Inevitabile quindi la collisione che ha sventrato il pullman turistico; il bilancio della tragedia è molto pesante: 18 morti e almeno 50 feriti, alcuni dei quali verserebbero in gravissime condizioni. Quindici persone, che si trovavano sul secondo piano dell’autobus, sono morte sul colpo, mentre nei vari nosocomi dove erano stati portati i feriti sono decedute altre tre persone. Tra queste, una ragazza che aspettava il passaggio del treno mentre era in sella alla sua moto. Dei feriti, alcuni sono stati portati nella capitale Buenos Aires per la gravità delle loro condizioni.

Un uomo, che viaggiava sul bus, ha detto: «Di colpo c’è stato un urto violentissimo, ho sentito urla e gemiti, e poi tutto è diventato buio». Quelli che viaggiavano sul mezzo, come lui, erano di ritorno da un periodo di vacanze nella località di Mar de Ajo nel partido (dipartimento) di La Costa.

Per permettere di rimuovere i resti dei mezzi incidentati è stato stabilito che la linea ferroviaria rimanga chiusa per almeno 3 giorni, ovvero fino a martedì.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress