Wiki Actu it

September 24, 2018

S-300 in arrivo in Siria: regalo di Mosca

S-300 in arrivo in Siria: regalo di Mosca

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

24 settembre 2018

Gli S-300 durante una parata militare

2 settimane: quanto dovrà aspettare Damasco per ricevere gli S-300 russi.

Lo conferma il Ministro della Difesa della Federazione Russa Sergej Kužugetovič Šojgu, aggiungendo: “Nel 2013, su richiesta israeliana, abbiamo fermato la fornitura alla Siria del sistema S-300, pronto alla spedizione e per il quale erano già state addestrate le truppe siriane. Oggi la situazione è cambiata e non per colpa nostra. […] È in grado di intercettare aerei su un raggio di oltre 250 chilometri e colpire contemporaneamente diversi bersagli aerei. […] Ciò garantirà la gestione centralizzata di tutte le forze militari siriane, il monitoraggio della situazione aerea e la distruzione assicurata degli obiettivi. Il fine principale sarà garantire l’identificazione di tutti gli aerei russi con i sistemi di difesa aerea siriani.”

Il Cremlino precisa che la consegna dei sistemi missilistici è dovuta solo ed esclusivamente alla volontà di proteggere l’esercito russo in Siria (dopo il recente abbattimento dell’aereo russo IL-20 nel corso di un raid israeliano nel paese).

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 22, 2018

Bari: alcuni manifestanti contro Salvini vengono aggrediti da CasaPound

Filed under: Europa,Italia,Manifestazioni,Politica e conflitti,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Bari: alcuni manifestanti contro Salvini vengono aggrediti da CasaPound

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

22 settembre 2018
Stavano tornando a casa dopo aver partecipato ad un corteo anti-razzista quando sono stati aggrediti con cinghie, mazze e tirapugni.

Questa la denuncia portata avanti da 5 persone (tra cui Eleonora Forenza, europarlamentare). Tra i feriti Antonio Perillo (assistente di Forenza) e Claudio Riccio (appartenente a Sinistra Italiana).

Secondo le ricostruzioni, i neofascisti di CasaPound (che hanno una sede proprio vicino al luogo dove si stava svolgendo la manifestazione) sarebbero stati istigati alla violenza da una frase (“fascisti di merda”) pronunciata da un gruppo di manifestanti. Ad essere attaccate, però, sono state altre persone (che nel frattempo si stavano dirigendo nelle proprie abitazioni).

Reazioni[]

CasaPound Italia non è d’accordo con la ricostruzione dei fatti degli investigatori: «Dopo le promesse di assalto già preannunciate nel corso della settimana sui vari social network, un gruppo sostenuto di persone che avevano preso parte alla manifestazione, a corteo terminato da tempo ha aggirato i controlli delle forze dell’ordine sbucando nella via dove è ubicata la sede di Casapound Italia Bari, con il chiaro intento di assaltare la sede ed i suoi militanti. Fortunatamente sono stati respinti dai nostri militanti, che presidiavano per evitare vandalismi. Dopo le aggressioni recenti a Lega e Fdi continua il clima di violenza di questi impuniti dei centri sociali.» Un’altra nota diffusa recita: «A Bari non c’è stata nessuna aggressione squadrista, ma un tentativo di assalto alla nostra sede da parte dei manifestanti anti-Salvini». dichiara ancora Casapound Italia in una nota. «Come mostrano chiaramente le foto che abbiamo diffuso, il corteo era finito da tempo in un’altra zona della città, ma gli antifascisti invece di disperdersi hanno cercato di arrivare in via Eritrea, dov’è la nostra sede, per assaltarla. Non stupisce che in mezzo a loro ci fosse l’europarlamentare di Potere al Popolo Eleonora Forenza, da sempre vicina ai centri sociali, come esponenti dei centri sociali sono i suoi collaboratori. Quello di cui possono accusarci è solo di aver difeso il nostro diritto a esistere di fronte a chi ci vorrebbe cancellare dalla faccia della terra.»

Il Ministro degli Interni Matteo Salvini commenta prudentemente: «Da ministro degli Interni ho il diritto-dovere di andare oltre la notizia dei giornali, quindi per capire bene mi baso solo sulle fonti dirette della polizia, altrimenti quest’estate avrei dovuto inseguire dei lanciatori di uova, che lanciavano uova a caso, anzi a cazzo. Se uno pesta un altro essere umano, può essere giallo, rosso o verde, il suo posto è la galera. Poi da ministro dell’Interno devo andare oltre la notizia.»

Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, condanna il pestaggio su Facebook: «L’aggressione di ieri sera a un gruppo di manifestanti al termine di un corteo pacifico antirazzista è un fatto gravissimo. Spero che i responsabili siano puniti. Ma noi tutti sappiamo che esistono dei mandanti morali. Sono tutti quelli che ogni giorno, subdolamente, con parole di finto buonsenso, alimentano un clima di odio, di pregiudizio, di violenza.Soffiare sul fuoco della paura rischia di generare incendi che travolgono tutto e tutti. Ce lo insegna la storia. Una storia che Bari ha già vissuto. Una storia che non può e non deve tornare mai più.Bari è una città libera dove le manifestazioni sono un diritto. Un diritto di tutti.»


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Terrore in Iran: almeno 24 morti

Filed under: Asia,Attentati,Conflitti,Iran,Politica e conflitti,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Terrore in Iran: almeno 24 morti – Wikinotizie

Terrore in Iran: almeno 24 morti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

22 settembre 2018
Almeno 24 sono i morti causati dall’attacco terroristico avuto luogo durante una parata militare ad Ahvaz, nella provincia iraniana del Khūzestān. 54 sono invece i feriti. Due degli assalitori sono rimasti uccisi, altri due sono stati arrestati. L’Agenzia di stampa della Repubblica Islamica ha riferito come i terroristi fossero vestiti con divise militari. Tra le vittime un giornalista e 8 Guardiani della rivoluzione.

Rivendicazioni[]

Sono arrivate due rivendicazioni: una dal Movimento arabo di lotta per la liberazione di Al-Ahwaz, l’altro dallo Stato Islamico (attraverso l’agenzia di stampa Amaq).

Reazioni[]

Mohammad Javad Zarif, Ministro degli affari esteri dell’Iran, ha commentato: “Terroristi reclutati, addestrati e pagati da un governo straniero hanno attaccato Ahvaz […] L’Iran ritiene gli sponsor dei terroristi regionali e i loro padroni statunitensi responsabili di tali attacchi. […] Il governo risponderà velocemente e decisamente a difesa delle vite iraniane.”


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 21, 2018

Il decreto Milleproroghe è legge

Il decreto Milleproroghe è legge – Wikinotizie

Il decreto Milleproroghe è legge

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

venerdì 21 settembre 2018

Il Senato, con 151 sì e 93 no, ha approvato definitivamente il decreto legge Milleproroghe, nel testo che era stato emendato dalla Camera. Ora con la firma del Presidente della Repubblica e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale si completerà l’iter. Negli anni precedenti il governo ricorreva ad un decreto legge contenente tutte le proroghe nel mese di dicembre, mentre quest’anno si sono anticipati i tempi. Le norme per cui l’opposizione ha espresso più vivacemente la sua contrarietà sono state la proroga dell’autocertificazione delle vaccinazioni per i bambini che frequentano le scuole e la soppressione degli stanziamenti per le periferie.

logo Wikisource

Su Wikisource puoi trovare D.L. 25 luglio 2018, n. 91 – Proroga di termini previsti da disposizioni legislative.

logo Wikisource

Su Wikisource puoi trovare D.L. 25 luglio 2018, n. 91 – Conversione in legge: testo approvato.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 19, 2018

Corea del Nord: via “in maniera permanente” le postazioni missilistiche se Stati Uniti adotteranno “misure simili”

Corea del Nord: via “in maniera permanente” le postazioni missilistiche se Stati Uniti adotteranno “misure simili”

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

19 settembre 2018

Wikinotizie di oggi
19 settembre
  • Formigoni condannato in appello
  • Di Maio: nessuno scontro nel governo e piena fiducia a Tria. Stringere i tempi sulle promesse fatte.
  • Corea del Nord: via “in maniera permanente” le postazioni missilistiche se Stati Uniti adotteranno “misure simili”
  • Forti dati sulle immatricolazioni in Europa tra luglio e agosto
  • La nuova normativa sul trattamento dati personali trova applicazione in modo integrale a partire dal 19 settembre
Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità
Kim and Trump shaking hands at the red carpet during the DPRK–USA Singapore Summit.jpg

Dalla città di Pyongyang arrivano dichiarazioni incoraggianti volte a trasformare la penisola coreana in una “terra di pace, senza armamenti nucleari né minacce nucleari”. Le parole pronunciate durante la conferenza stampa congiunta tra il presidente della Corea del Sud Moon Jae-in e il leader della Corea del Nord Kim Jong Un, concludono il terzo vertice di quest’anno tra i due capi di Stato.

Rimarcati due importanti obiettivi: sancire la fine del conflitto coreano e le rimozione delle dure sanzioni internazionali verso la Corea del Nord, riaprendo il negoziato sul nucleare sotto la guida di Washington.

Seul infine potrebbe accogliere Kim Jong Un entro la fine del 2018 dando un nuovo forte segnale al processo di pace tra i due paesi. Nessun leader del Nord ha mai visitato la città del Sud e questo si tratterebbe dunque del primo viaggio nell’intera storia coreana.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Di Maio: nessuno scontro nel governo e piena fiducia a Tria. Stringere i tempi sulle promesse fatte.

Filed under: Asia,Cina,Politica,Politica e conflitti,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Di Maio: nessuno scontro nel governo e piena fiducia a Tria. Stringere i tempi sulle promesse fatte.

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

19 settembre 2018

Wikinotizie di oggi
19 settembre
  • Formigoni condannato in appello
  • Di Maio: nessuno scontro nel governo e piena fiducia a Tria. Stringere i tempi sulle promesse fatte.
  • Corea del Nord: via “in maniera permanente” le postazioni missilistiche se Stati Uniti adotteranno “misure simili”
  • Forti dati sulle immatricolazioni in Europa tra luglio e agosto
  • La nuova normativa sul trattamento dati personali trova applicazione in modo integrale a partire dal 19 settembre
Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità
Di Maio 2018.jpg

Mantenere le promesse oppure andare a casa. Ecco la linea ribadita da Luigi di Maio giunto oggi nella città di Chengdu situata nel sud-ovest della Cina, uno dei più importanti centri economici in quanto punto nevralgico nei trasporti e nelle comunicazioni del Paese.

“Ho piena fiducia nel ministro dell’Economia Giovanni Tria e nel lavoro che sta facendo… Ma arrivare alla fine dell’anno e dire agli italiani: ci siamo sbagliati, le promesse non erano realizzabili non è nostra intenzione, non è intenzione del governo”.

Un governo che, ha ribadito il vice premier, sta lavorando sulle coperture alla legge di bilancio in sintonia e senza scontri all’interno della coalizione Movimento 5 Stelle-Lega focalizzandosi sul “migliorare la qualità della vita dei cittadini” tenendo i conti in ordine.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 17, 2018

Decreto dignità: è tempo di incontri e dibattiti

Decreto dignità: è tempo di incontri e dibattiti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

lunedì 17 settembre 2018
Ad un mese dall’entrata in vigore del decreto dignità, nel testo modificato in sede di conversione in legge degli incontri e dei dibattiti, promossi dalle più diverse organizzazioni sindacali dei lavoratori e degli imprenditori, con la partecipazione dei più rinomati studi legali. Il decreto si occupa di una pluralità di argomenti:

  • Assunzioni under 35
  • Nuova disciplina dei voucher
  • Contratti a termine
  • Contratti in somministrazione
  • Indennità di licenziamento
  • Centri per l’impiego
  • Contrasto alle delocalizzazioni
  • Tutela occupazione con aiuti di Stato
  • Contrasto alla ludopatia
  • Occupazione nell’istruzione pubblica
  • Redditometro e split payment
  • Compensazione debiti/crediti della pubblica amministrazione
  • Cancellazione normativa sulle SSDL
  • Obblighi ministeriali

Su temi così disparati e controversi le posizioni di governo, maggioranza e minoranza parlamentare, associazioni e giuristi sono spesso molto differenziate.


Fonti[]

logo Wikisource

Su Wikisource puoi trovare D.L. 12 luglio 2018, n. 87 – Disposizioni urgenti per la dignita’ dei lavoratori e delle imprese.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 12, 2018

Angela Merkel condanna gli attacchi xenofobi

Angela Merkel condanna gli attacchi xenofobi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

12 settembre 2018

Wikinotizie di oggi
12 settembre
  • L’avvertimento del ministro dell’energia russo: il mercato del petrolio non si è ancora bilanciato
  • Angela Merkel condanna gli attacchi xenofobi
  • Afghanistan, sale a 68 il bilancio delle vittime
  • Il sottosegretario del MIBAC: Copyright. Riforma sbagliata nel metodo
Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità
Reichstag Plenarsaal des Bundestags.jpg

«Non ci sono scuse o motivi per cacciare le persone, usare la violenza e gli slogan nazisti, mostrare ostilità a persone che sembrano diverse, che hanno un ristorante ebraico e per gli attacchi contro gli agenti di polizia». Queste le parole pronunciate mercoledì dalla cancelliera tedesca Angela Merkel al Bundestag in riferimento alla violenta manifestazione di estrema destra nella città di Chemnitz di due settimane fa.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 8, 2018

Salvini: Il tribunale dei ministri deve decidere sulla competenza territoriale

Filed under: Europa,Giustizia,Italia,Politica e conflitti,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Salvini: Il tribunale dei ministri deve decidere sulla competenza territoriale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

sabato 8 settembre 2018

Wikinotizie di oggi
8 settembre
  • Salvini: Il tribunale dei ministri deve decidere sulla competenza territoriale
Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità

Matteo Salvini, ministro degli interni

La procura di Palermo ha confermato che procede per uno dei reati per cui il ministro Matteo Salvini è stato iscritto sul registro degli indagati: sequestro di persona aggravato, commesso da pubblico ufficiale in danno anche di minorenni. Gli ulteriori atti devono essere ora compiuti dal Tribunale dei Ministri. Il primo problema è costituito dalla competenza territoriale. La procura di Agrigento ha ritenuto che il reato è iniziato con il diniego all’approdo a Lampedusa, ein tal caso la competenza è del Tribunale dei Ministri di Palermo. Il contestato indebito prolungato trattenimento a bordo della nave Diciotti è avvenuto però a Catania e se è questo il locus commissi delicti il tribunale competente sarebbe quello dei ministri della città etnea.


Articoli correlati[]

  • Salvini: atti al tribunale dei ministri
  • Sbarcati a Catania i 137 migranti della ”Diciotti”

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 28, 2018

In 15 mila a Milano contro Salvini

In 15 mila a Milano contro Salvini – Wikinotizie

In 15 mila a Milano contro Salvini

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

28 agosto 2018

A Milano, in risposta all’incontro tra il ministro dell’Interno Matteo Salvini e il primo ministro ungherese Viktor Orbán, è stato organizzato un presidio partecipato da più di 15 mila persone (secondo gli organizzatori, ovvero “Europa senza muri” e “I Sentinelli di Milano”).

Tra gli aderenti troviamo il Partito Democratico, Liberi e Uguali, Possibile, Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, Confederazione Generale Italiana del Lavoro, ActionAid etc.

Tra le figure della politica troviamo invece il sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano e l’assessore alle Politiche sociali, alla Salute ed ai Diritti Pierfrancesco Majorino.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress