Wiki Actu it

October 12, 2011

Viterbo: sfruttamento della prostituzione a \”conduzione familiare\”, sei arresti

Filed under: Europa,Giustizia e criminalità,Italia,Lazio,Pubblicati,Viterbo — admin @ 5:00 am

Viterbo: sfruttamento della prostituzione a “conduzione familiare”, sei arresti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 12 ottobre 2011

Avrebbero gestito un giro di prostitute in provincia di Viterbo, le sei persone arrestate, quattro delle quali uomini (in carcere) e due donne (ai domiciliari), appartenenti tutte alla medesima famiglia. L’operazione era iniziata nel 2010, in seguito a una soffiata, ed è proseguita con pedinamenti e intercettazioni svolti dai Carabinieri. A capo dell’organizzazione, un 41enne di Collescipoli (frazione del comune di Terni), coadiuvato nell’attività dalla moglie e da tre nipoti della coppia, con età comprese tra i 22 e i 27 anni, oltre che dalla compagna di uno di questi ultimi. A carico di una settima persona, una prostituta utilizzata per il reclutamento di altre lucciole, è stato disposto l’obbligo di firma.

Nel corso delle perquisizioni, svolte nelle dimore degli appartenenti alla banda, sono state trovate somme in contanti per circa 5mila euro: ritenuto il provento dell’attività illecita, il denaro è stato sequestrato. Il gruppo avrebbe incamerato il 50% di quanto ricavato dalle prostitute, che lavoravano in camper di proprietà della famiglia. Le ordinanze di custodia sono state emesse dal gip di Terni Pierluigi Panariello su richiesta della PM Elisabetta Massini.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

March 3, 2011

Viterbo: operazione antidroga. Arrestate quattro persone

Filed under: Giustizia e criminalità,Italia,Pubblicati,Viterbo — admin @ 5:00 am

Viterbo: operazione antidroga. Arrestate quattro persone

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Viterbo, giovedì 3 marzo 2011

Quattro arresti e due etti di droga sequestrata, tra cocaina, eroina e hashish. Questo il bilancio dell’operazione Cooper condotta dalla sezione narcotici della squadra mobile di Viterbo. Gli agenti di polizia coordinati da Fabio Zampaglione hanno perquisito, alle prime luci dell’alba, diverse abitazioni tra cui quelle degli arrestati: tre uomini tra i 23 e i 26 anni, che sono finiti in carcere, e una 26enne che invece è stata messa agli arresti domiciliari.

Le indagini sono partiti nell’estate scorsa, ma solo oggi hanno portato all’esecuzione delle misure cautelari richieste dal pm Paola Conti.

Il gruppo era dedito principalmente allo spaccio di cocaina, ma si occupava anche dello smercio di hashish e eroina; l’attività era per lo più concentrata a Montefiascone e dintorni.

Oltre a 200 grammi di stupefacente, sono finiti in mano agli agenti anche un computer, dei bilancini di precisione, i cellulari usati dai quattro per tenersi in contatto e un’agenda in cui i giovani annotavano entrate e uscite. Sequestrate anche le automobili usate dagli arrestati: una Audi A3, una Fiat Stilo e una Mini Cooper. Da quest’ultima prende il nome l’operazione.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 12, 2010

Donna travolta e uccisa da auto del marito

Filed under: Civitavecchia,Cronaca,Europa,Italia,Lazio,Pubblicati,Viterbo — admin @ 5:00 am

Donna travolta e uccisa da auto del marito

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 12 settembre 2010
A Civitavecchia nel viterbese, una donna è stata travolta e uccisa dall’auto del marito.

La donna di 69 anni è stata investita dal marito disabile che stava uscendo dal proprio garage in retromarcia. L’uomo ha perso accidentalmente il controllo dell’utilitaria travolgendo e schiacciando inevitabilmente la moglie. Il pensionato ha dato subito l’allarme della tragedia alle forze dell’ordine.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 17, 2008

Gravissimo incidente stradale sulla Superstrada Terni-Orte, muore un 31enne di Rocca di Papa

Gravissimo incidente stradale sulla Superstrada Terni-Orte, muore un 31enne di Rocca di Papa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca
Emblem-important.svg
Emblem-important.svg

Nota: alcuni dei contenuti di questa pagina potrebbero essere considerati scabrosi o turbare la sensibilità personale – Leggi il disclaimer

giovedì 17 luglio 2008

Un giovane operaio di 31 anni, Prisco Gatta, residente a Rocca di Papa (provincia di Roma) è morto in un gravissimo incidente stradale sulla superstrada che collega le città di Terni ed Orte, al confine tra Lazio ed Umbria.

La tragedia si è consumata nel pomeriggio di ieri: Prisco Gatta, e il suo collega Adalgiso G., di 18 anni, si trovavano a bordo del loro Fiat Fiorino a poca distanza da Orte, quando un camion, che secondo i primi rilevamenti giungeva a forte velocità, ha urtato il piccolo Fiorino, schiacciandolo contro un altro camion che era davanti.

Il 31enne, è morto sul colpo, mentre l’altro ragazzo è rimasto ferito in modo grave, e, con l’ausilio dell’eliambulanza, è stato trasportato al Policlino Agostino Gemelli di Roma. Le condizioni del 18enne sono disperate, e i medici hanno lasciato poche speranze circa la sua sopravvivenza: l’urto, oltre che provocargli un trauma da schiacciamento, avrebbe squarciato il petto e parte della gamba destra.

Le operazioni di rimozione dei mezzi incidentati, che si sono protratte a lungo per consentire ai Vigili del Fuoco di estrarre i corpi dalle lamiere, hanno provocato una coda di quattro chilometri nella zona dell’incidente.


Fonti


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 7, 2008

La Curia di Viterbo nega il matrimonio a un paraplegico

Filed under: Cultura e società,Europa,Italia,Lazio,Pubblicati,Roma,Viterbo — admin @ 5:00 am

La Curia di Viterbo nega il matrimonio a un paraplegico

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 7 giugno 2008

Il vescovo di Viterbo Lorenzo Chiarinelli ha negato il matrimonio religioso a una coppia di venticinquenni per «impotenza copulativa» del ragazzo, divenuto paraplegico in un incidente. La vicenda ha inizio quando i due giovani viterbesi, dopo qualche anno di fidanzamento, decidono di sposarsi, ma lui, a due mesi dalle nozze, è coinvolto in un incidente stradale, riportando un danno alla spina dorsale e perdendo l’uso degli arti inferiori.

I due decidono nonostante tutto di rispettare l’impegno preso, e comunicano al loro parroco l’intenzione di convolare a nozze nella data prestabilita. In risposta, il prete richiede loro una dichiarazione scritta di consapevolezza dei rischi a cui potrebbero andare incontro, che i due accettano di compilare. Tale documento viene poi sottoposto all’attenzione del vescovo Chiarinelli; in risposta, secondo quanto sostengono i familiari dei giovani, la Curia nega loro il matrimonio poiché probabilmente compromessa la capacità di procreazione di lui.

I due si sono comunque sposati con rito civile; la cerimonia si è svolta questa mattina nell’ospedale Cto di Roma, dov’è ricoverato l’uomo, ed è stata celebrata da Ugo Sposetti, deputato e consigliere Ds di Viterbo, su delega del sindaco Giulio Marini. Presente anche il parroco dei due; è stata poi organizzata una festa di nozze, alla quale sono stati invitati i pazienti e il personale sanitario dell’ospedale.

La Curia di Viterbo fa comunque sapere, in una nota, che “i termini della questione non sono quelli raccontati: a chi di dovere sono state offerte tutte le motivazioni di una realtà che non dipende né da discrezionalità né dall’intenzionalità dei soggetti” e che “tutto è stato fatto nella condivisione sincera della situazione e con ogni attenzione umana e cristiana. Il precetto d’amore di Cristo è per noi, sempre, norma di vita, nell’ordinario e nello straordinario”.

La Curia non smentisce il no al sacramento, ma definisce tale rifiuto “condiviso” e “non soggetto a discrezionalità o intenzionalità”, in quanto imposto dal diritto canonico; Chiarinelli non avrebbe quindi potuto agire in modo differente. “L’amarezza per il modo inadeguato e pretestuoso in cui è stata presentata la vicenda – conclude il vescovo – non fa che aumentare la solidarietà affettuosa per chi è in sofferenza e ricordare che la verità vi farà liberi”.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 3, 2007

Tenta di abbattere casa del sindaco con una ruspa

Tenta di abbattere casa del sindaco con una ruspa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 3 settembre 2007

A Lubriano, in provincia di Viterbo, S.D., ristoratore quarantacinquenne ha tentato di demolire la casa del sindaco del suo comune usando un caterpillar, per poi nascondersi in casa di un amico.

L’uomo ha causato danni per circa 100 000 euro, distruggendo, oltre parte dell’edificio, anche il cancello della villa e l’Alfa Romeo del primo cittadino.

Agli inquirenti che l’hanno prelevato e portato in caserma ha spiegato che il movente del suo gesto è riconducibile ad una licenza edilizia negata oltre che ad attriti personali precedenti.

S.D. ha assicurato ai carabinieri di provvedere al risarcimento dei danni. Prima di essere rimesso in libertà è stato denunciato per danneggiamento aggravato.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

May 22, 2007

Viterbo, ragazza violentata sessualmente da branco

Viterbo, ragazza violentata sessualmente da branco

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 22 maggio 2007
Sono otto i minorenni destinatari di ordinanze di custodia cautelare in relazione ad episodi di stupro ai danni di una loro coetanea. Le residenze delle persone componenti del branco erano tutte a Montalto di Castro, (provincia di Viterbo).

I ragazzi, di età compresa tra i 16 e i 17 anni, sono stati tutti arrestati dalla squadra mobile della città di Viterbo, coordinata da Salvatore Gava.

Il gip del Tribunale dei minori di Roma ha ammesso i giovani agli arresti domiciliari.

Secondo gli inquirenti gli atti di violenza sessuale, eseguiti a turno, sarebbero avvenuti tra la fine di marzo e l’inizio di aprile 2007. La vittima sarebbe stata minacciata affinché non rivelasse ad alcuno quanto subìto.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress