Scotty Nguyen campione di H.O.R.S.E.

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 30 giugno 2008

« Il $50K H.O.R.S.E. event premia il miglior giocatore in assoluto…il numero uno al mondo. Nessuno può venirmi a dire, Scotty, tu sei il secondo, baby »
(Scotty Nguyen nell’intervista finale)

Scotty Nguyen al World Series of Poker del 2006

Dopo 5 giorni per un totale di 13 ore e 314 mani, Scotty Nguyen ha vinto il 50 000 H.O.R.S.E. Event battendo 148 avversari: questa vittoria gli consegna il braccialetto d’oro e 1 989 120 dollari.

L’ambito trofeo aveva anche un carattere particolare quest’anno: era dedicato alla memoria di Chip Reese, giocatore prematuramente morto ed ex titolare del titolo conquistato oggi da Nguyen.

Il vincitore, riferendosi al secondo classificato, ha poi detto: “Lui [Michael DeMichele] è un gran giocatore emergente. Tutti mi hanno detto di starci attento.” Nonostante la sconfitta DeMichele non può certo rimpiangere questo secondo posto e i suoi 1 243 200 dollari di premio.

La vittoria di Ngueyn è nell’ambito della trentanovesima edizione delle World Series of Poker: i mondiali di poker sportivo organizzato dalla Harrah’s Entertainment. I titoli mondiali in palio sono molteplici come molteplici sono le specialità del poker. Sebbene il torneo mondiale di H.O.R.S.E. sia meno conosciuto e seguito rispetto a quello di Texas Hold’em senza limiti (il c.d. Main Event, vinto tra l’altro dallo stesso Nguyen nel 1998), è ritenuto dai professionisti il torneo più importante. L’H.O.R.S.E., infatti, è una specialità che consiste, in effetti, in un susseguirsi di cinque specialità tutte a limite fisso, il che lo rende davvero difficile: inoltre il buy-in (quota d’iscrizione) di 50 000 dollari (contro i 10 000 degli altri tornei mondiali) scoraggia i profani e i principianti.