Wiki Actu it

September 28, 2008

Imperia: l\’amianto continua a colpire

Imperia: l’amianto continua a colpire – Wikinotizie

Imperia: l’amianto continua a colpire

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 28 settembre 2008

Sono state molte le navi che in passato avevano gli interni, i tubi, le caldaie ed altre parti coibentate con l’amianto. È risaputo che l’inalazione di particelle di amianto, in una certa percentuale, può causare una malattia, l’asbestosi, che predispone all’insorgenza di tumori bronchiali e pleurici.

Ad Imperia, nel mese di febbraio di quest’anno, è morto un marittimo, Antonino Romano, a causa di un tumore polmonare. L’uomo aveva navigato per circa 40 anni, con le qualifiche di ufficiale e direttore di macchina, su navi su cui era presente la sostanza killer.

La moglie, Antonella Miceli, è pronta a chiedere tramite il suo avvocato, alla procura imperiese, di indagare sulle cause che hanno portato alla morte del marito.

In Italia sono già in corso diverse indagini sulle cause di morte di marinai della marina militare e di marittimi della mercantile, che si suppongono collegate all’inalazione delle polveri di amianto.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 20, 2008

Bagnino si allontana e si fa \”sostituire\” con una bambola gonfiabile

Filed under: Cronaca,Europa,Imperia,Italia,Liguria,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Bagnino si allontana e si fa “sostituire” con una bambola gonfiabile

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

20 giugno 2008

Una bambola gonfiabile in spiaggia, seduta sulla sedia sotto un ombrellone con tanto di fischietto in bocca e una maglietta rossa. A fianco il kit del bagnino: un binocolo per gli avvistamenti del pericolo e la cima da srotolare nel caso si verificasse un’operazione di salvataggio. È questo lo scenario che ha osservato stamattina, a Imperia, la Capitaneria di Porto durante i controlli delle spiagge della provincia. Non distante dal posto di guardia è stato rintracciato il vero bagnino. Danilo Manconi, il vicecomandante della Capitaneria del Porto ha spiegato che il colpevole ha violato l’ordinanza balneare allontanandosi dalla postazione e non indossando la maglietta con scritta “Salvataggio” (indispensabile secondo le leggi italiane). Immancabile la multa pari a 1.032 €. Nei prossimi giorni continueranno i controlli sulla costa della provincia.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 16, 2007

A 76 anni tenta di rubare della cioccolata: patteggia 1 anno e 2 mesi

A 76 anni tenta di rubare della cioccolata: patteggia 1 anno e 2 mesi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 16 agosto 2007

Ha 76 anni la donna che, a San Bartolomeo al Mare (IM), è stata sorpresa, all’interno di un supermercato, nel tentativo di rubare due stecche di cioccolata. Scoperta da un’impiegata, l’anziana ha reagito violentemente, aggredendo la giovane donna con calci e graffi.

L’improvvisata ladra, residente a Bollate (MI), è stata condotta dai carabinieri in carcere e stamani, per direttissima, è comparsa davanti al giudice Domenico Varalli, optando per un patteggiamento ad un anno e due mesi, per tentativo di rapina impropria e lesioni. Incensurata, l’anziana è stata ammessa alla sospensione condizionale della pena.

L’impiegata guarirà in dieci giorni.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Roma, Palermo ed Imperia: ubriachi alla guida, tre morti

Roma, Palermo ed Imperia: ubriachi alla guida, tre morti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 16 agosto 2007

Tre differenti incidenti stradali hanno causato la morte di tre persone. I tre sinistri, avvenuti nelle provincie di Roma, Imperia e Salerno, sono imputabili allo stato di alterazione psicofisica dei conducenti delle vetture coinvolte, causata da un’elevata assunzione di sostanze alcoliche.

Ad Ostia (RM) ha perso la vita una giovane sedicenne. L’incidente ha avuto luogo nella notte, in lungomare Amerigo Vespucci. La giovane vittima, in sella ad uno scooter, è stata tamponata da una Bmw: a causa dell’urto, il ciclomotore è stato scagliato contro delle auto in sosta. La ragazza è morta sul colpo. Il conducente dell’auto è risultato positivo al test dell’etilometro (con un tasso pari all’1,2%, oltre due volte il limite consentito dello 0,5%) ed è attualmente indagato per omicidio preterintenzionale e guida in stato di ebbrezza.

A Misilmeri (PA), invece, ha trovato la morte un uomo di 45 anni, che si trovava in auto con la famiglia. In questo caso, l’incidente è stato causato da una Fiat Croma, condotta da Milovan Radosavljevic, un cittadino slavo di 37 anni. Il responsabile del sinistro, allontanatosi dalla strada, è stato comunque arrestato dalle forze di polizia. Il test clinici hanno rilevato un tasso alcolemico pari all’1,32%. Il serbo era sprovvisto di patente e contro di lui era già stato emesso un decreto di espulsione dall’Italia.

Infine, a Santo Stefano al Mare (IM), è morto un motociclista 40enne, travolto da una Fiat Punto guidata da un 27enne originario della provincia di Torino, risultato anch’egli positivo all’etilometro. Il sinistro ha avuto luogo lungo la via Aurelia Levante.

Altri due incidenti, per fortuna senza vittime, hanno avuto luogo a causa della guida in stato di ebbrezza degli automobilisti coinvolti. Nel primo, a Torino, un senegalese ubriaco ha investito, ferendole, quattro persone. Nel secondo, invece, avvenuto a Termoli (CB), è rimasto ferito solo il conducente che guidava in stato di alterazione psicofisica da alcol.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress