Wiki Actu it

February 18, 2012

A Newark l\’ultimo saluto a Whitney Houston

A Newark l’ultimo saluto a Whitney Houston

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 18 febbraio 2012

Newark (New Jersey) – Si sono svolti nel primo pomeriggio di oggi (stasera in Italia) nella sua città natale i funerali della cantante Whitney Houston, improvvisamente scomparsa sabato scorso a Los Angeles a soli 48 anni.

Alla funzione, che ha avuto luogo nella New Hope Baptist Church, la stessa chiesa battista dove la Houston mosse in primi passi nel mondo della musica, cantando in un coro gospel all’età di 11 anni, hanno partecipato 1.500 persone, tra cui varie star della musica e del cinema, quali Bobby Brown (ex-marito di Whitney Houston, la cui participazione sembrava inizialmente non essere gradita ai parenti stretti della cantante), Kevin Costner (partner della Houston nel film del 1992 La guardia del corpo), Dionne Warwick (cugina della Houston), Mariah Carey, Stevie Wonder, Oprah Winfrey, Beyoncé, Mary J. Blige, Alicia Keys, Jennifer Hudson, ecc. Non ha invece potuto essere presente, per motivi di salute, Aretha Franklin, che avrebbe dovuto cantare uno dei brani più celebri di Whitney Houston, Greatest Love of All.

È stato consentito l’ingresso in chiesa alle sole persone provviste di invito. I numerosi fans invece hanno potuto stazionare solo dietro a delle transenne.

La funzione, officiata dal pastore Joe A. Carter, ha avuto inizio intorno alle ore 12.20 locali (le 18.20 in Italia) e si è conclusa intorno alle 15.45 (le 21.45 in Italia).

Tra le testimonianze, quella di Kevin Costner, tra i primi a prendere la parola: l’attore ha raccontato un aneddoto riguardante la partecipazione di Whitney Houston al film Guardia del corpo, e, in particolare, i timori della cantante di non essere sufficientemente all’altezza nel suo lavoro di attrice. Ai dubbi della Houston, Costner ha risposto durante il suo intervento odierno con queste parole: “Tu non eri solo brava, eri grande”.

Commovente l’intervento della madre di Whitney Houston, l’ex-cantante gospel Cissy Houston, che ha letto una lettera “indirizzata” alla figlia: durante la sua lettura, ha ricordato una premonizione che le diceva la figlia non sarebbe vissuta a lungo. Bobby Brown ha invece solo accarezzato la bara dell’ex-moglie, prima di andarsene.

Alcuni dei cantanti presenti alla cerimonia hanno intonato alcuni brani: Alicia Keys ha cantato tra le lacrime Send Me an Angel, mentre Stevie Wonder ha eseguito il brano Ribbon in the Sky, riadattando il testo con riferimento a Whitney Houston. Toccante anche l’interpretazione di Greatest Love of All da parte di un coro di bambini, i quali, al termine dell’esecuzione, hanno pronunciato le parole “We love you, Whitney”, ovvero “Ti amiamo Whitney”.


Articoli correlati[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 15, 2009

Stati Uniti: Bob Dylan fermato dalla polizia perché scambiato per un \”vecchio eccentrico\”

Stati Uniti: Bob Dylan fermato dalla polizia perché scambiato per un “vecchio eccentrico”

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 15 agosto 2009

Bob Dylan in concerto a Barcellona nel 1984

Il popolare cantautore statunitense Bob Dylan è stato fermato dalla polizia per un comportamento considerato “sospetto”, ossia mentre passeggiava sotto la pioggia a Long Branch, nel New Jersey, si è fermato davanti ad una casa in vendita, guardando attraverso le finestre. I vicini hanno subito avvertito la polizia, che ha fermato Dylan. L’agente Kristie Buble, 24 anni, chiede le generalità all’uomo che ha di fronte (Dylan non aveva documenti con sé) che le risponde: Bob Dylan. La poliziotta non è convinta e accompagna l’uomo all’hotel dove alloggia, e qui scopre che si trova davanti realmente al cantautore.

L’episodio, avvenuto nello scorso mese di luglio, non ha turbato più di tanto Dylan, tanto che quando gli è stato domandato perché camminasse sotto la pioggia ha risposto: “volevo fare una passeggiata”.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 9, 2009

New York: scontro tra elicottero ed aereo, cinque vittime italiane

New York: scontro tra elicottero ed aereo, cinque vittime italiane

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 9 agosto 2009

Un Piper-PA-32-300, simile a quello coinvolto nell’incidente. Immagine: Adrian Pingstone.

Un Eurocopter AS350, simile a quello coinvolto nell’incidente. Immagine: Fabien1309

Cinque vittime italiane nello scontro in volo tra un elicottero ed un piccolo aereo, un piper avvenuto sabato 8 agosto alle ore 18:00 (ora italiana), sopra il fiume Hudson, dove poi si sono inabissati i due velivoli, a New York. Il bilancio totale dell’incidente è di nove morti. I cinque italiani sono: Tiziana Pedrone, Fabio e Giacomo Gallazzi (madre, padre e figlio di 45, 49 e 16 anni), Michele e Filippo Norelli (padre e figlio, di 52 e 16 anni), e si trovavano a bordo dell’elicottero. Sul piper viaggiavano due adulti e un adolescente. Al momento sono strati recuperati cinque corpi, oltre al relitto dell’elicottero, mentre i resti del piper sono stati localizzati. I corpi sono irriconoscibili e servirà l’esame del DNA per la loro identificazione. Gli occupanti del piper si chiamavano Steven Altman, pilota, mentre gli altri occupanti erano il padre, Steven Altman, il fratello di Steven, Daniel, ed il figlio di quest’ultimo, Doug. Il piper era partito dal New Jersey poco prima dello scontro. Un caso fortuito, ossia l’arrivo in ritardo all’eliporto, ha fatto si che la tragedia non assumesse proporzioni più grandi: Paola Casali, romana di 42 anni, doveva essere sull’elicottero insieme al figlio Lorenzo di 13 anni, ma è arrivata tardi all’eliporto. Invece la moglie di Michele Norelli, Silvia Rigamonti, non ha preso il volo perché lo temeva.

Il Piper Cherokee Six era partito dal piccolo aeroporto di Teterboro, in New Jersey, diretto a Ocean City, sempre nel New Jersey. L’elicottero, un Eurocopter AS 350 di proprietà della Liberty Tours, aveva da poco preso quota da un eliporto localizzato nella West Side di Manhattan. Secondo alcune testimonianze, l’elicottero “è precipitato come un sasso”, invece l’aereo ha perso un’ala.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 22, 2007

L\’attore George Clooney ferito in un incidente in moto

L’attore George Clooney ferito in un incidente in moto

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 22 settembre 2007

Clooney nel luglio 2004 in Winnetka (Illinois) all’anteprima di Oceans 12.

Secondo un portavoce dell’attore, George Clooney, 46 anni, insieme alla sua compagna Sarah Larson, 28, sono rimasti feriti in un incidente moto nel New Jersey dopo che il mezzo era stato toccato in corsa da un altro veicolo.

«George Clooney è rimasto coinvolto in un incidente motociclistico questo pomeriggio, dopo che la sua moto è stata colpita da un auto. L’attore non è rimasto ferito in modo grave: ha una costola rotta, è molto dolorante e ci vorrà molto tempo per guarire» ha detto Stan Rosenfield, un portavoce di Clooney in un comunicato.

Wikinews

Questo articolo, o parte di esso, deriva da una traduzione di Actor George Clooney injured in motorcycle accident, pubblicato su Wikinews in lingua inglese.

Clooney ha subito la frattura di una costola e ferite causate dalla caduta sull’asfalto, mentre la Larson si è rotta un piede. Entrambi sono stati ricoverati e quindi dimessi dal Palisades Medical Center a North Bergen, New Jersey.

Clooney è atteso per la prima del suo nuovo film Michael Clayton, che avrà luogo lunedì a New York.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

November 27, 2006

Morto il musicista Don Butterfield

Morto il musicista Don Butterfield – Wikinotizie

Morto il musicista Don Butterfield

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

27 novembre 2006

È morto oggi nel New Jersey il musicista jazz Don Butterfield. Aveva 83 anni e la morte è stata causata da un infarto.

Virtuoso del basso tuba, si esibi con le più grandi star del jazz, da Dizzy Gillespie a Charles Mingus. Suonò anche per Arturo Toscanini e Bernstein e fu solista della Radio City Music Hall Orchestra.


Fonti

  • «Addio a Butterfield basso tuba del jazz»Corriere della Sera, 7 dicembre 2006, pag. 52

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress