Wiki Actu it

August 7, 2016

Tempesta a Skopje provoca decine di morti e feriti

Tempesta a Skopje provoca decine di morti e feriti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 7 agosto 2016

Wikinotizie di oggi
7 agosto
Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità

Skopje, capitale della Repubblica di Macedonia, è stata fortemente tempestata da ieri pomeriggio fino a stamattina con piogge, venti e fulmini, provocando almeno 20 morti, 22 feriti ed almeno 6 dispersi; tra i morti anche un bambino di 8 anni. Il meteo prevede ancora tempo instabile, con probabili precipitazioni in serata. La maggior parte delle vittime viveva nella periferia della città.

Ogni componente della tempesta è stato intenso: stati registrati più di 800 fulmini, venti fino a 70 km/h ed un diluvio che ha portato circa 93 l/m² d’acqua in due ore.

L’acqua è stata talmente concentrata che ha causato inondazioni alte fino a 1,5 m, unite a relativi fango e detriti.

I trasporti sono al momento interrotti ed il ponte che collega la capitale croata (Zagabria) alla costa meridionale è stato chiuso al transito per camion ed autobus di grandi dimensioni.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 5, 2009

Macedonia: naufragio, 15 i morti accertati

Filed under: Disastri e incidenti,Europa,Macedonia,Naufragi,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Macedonia: naufragio, 15 i morti accertati

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

5 settembre 2009

Gli ufficiali di polizia dichiarano che almeno 15 persone sono morte in seguito al naufragio del battello Iliden, con 50 turisti bulgari a bordo, in un lago della Macedonia occidentale.

Lago Ohrid

Il battello è naufragato nel Lago Ohrid, uno dei più profondi laghi dei Balcani. Non è chiara la dinamica dell’incidente. Cinquantatre tra passeggeri e uomini dell’equipaggio sono stati tratti in salvo dai soccorritori accorsi sul luogo del disastro, verificatosi circa alle 11:00 (ora locale) a soli 200 metri dalla riva.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 23, 2008

È morto in carcere il giornalista serial killer: forse suicidio

È morto in carcere il giornalista serial killer: forse suicidio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 23 giugno 2008

Il giornalista Vlado Tanevski è stato trovato morto nella sua cella a Skopje (Macedonia). L’uomo si trovava in carcere, con l’accusa dell’omicidio di tre anziane signore. Dopo i delitti, descriveva questi assassinii sul giornale presso il quale lavorava. Sono stati questi articoli a tradirlo perché contenevano dei particolari che solo l’assassino poteva conoscere. Successivamente anche l’esame del DNA ha dimostrato la colpevolezza dell’uomo.

A diffondere la notizia è una TV privata del paese che cita nel suo servizio un comunicato del ministero della giustizia macedone. La polizia, tramite la persona di Ivo Kotevski, parla di “suicidio” avvenuto per annegamento in un “secchio pieno d’acqua”. Agli inquirenti sembra comunque strano che né gli altri carcerati né i secondini abbiano notato l’estremo gesto di Vlado.

Secondi gli inquirenti è possibile che uccidesse le donne solo perché gli ricordavano fisicamente sua madre e per il lavoro che svolgevano. Il motivo di tale odio proviene dall’eccessiva pressione della madre che aveva su di lui, che perfino da morta, a detta sua, lo tormentava. Suo padre si è suicidato quando era ancora un ragazzino. Divorziato con due figli, nessuna relazione sentimentale in corso, pochi amici e viveva da solo: era questo lo stato sociale del giornalista.

Due uomini, sospettati per i suoi omicidi, sono stati scagionati con l’arresto di Vlado, dopo che da tre anni erano rinchiusi ingiustamente nelle celle, scontando la pena dell’ergastolo.


Articoli correlati

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 21, 2008

Arrestato un giornalista di cronaca: a tradire sono i suoi articoli

Arrestato un giornalista di cronaca: a tradire sono i suoi articoli

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

21 giugno 2008

Vlado Tanevski, un corrispondente macedone cinquantenne dell’Utrinski vesnik, è stato arrestato a Skopje (Macedonia) con accusa di pluriomicidio. Sembra che a tradire sono stati i suoi stessi articoli di cronaca nera. In quei articoli descriveva i più piccoli particolari degli omicidi che neanche la polizia conosceva, e per questo che è stato sospettato e successivamente arrestato dopo aver fatto l’esame del DNA sui cadaveri che hanno confermato che era lui l’omicida.

Il serial killer ha ucciso almeno tre persone nella cittadina: una donna di 60 anni, Zivana Temelkovska; Ljubica Licovska, 65 anni, trovata morta a febbraio; Mitra Siljanovska, il cadavere della quale fu ritrovato nel novembre del 2004. È sospettato anche dell’omicidio di un’altra donna, a lungo termine data per dispersa.

Le donne sono state uccise tutte con la stessa tecnica: strangolate con un filo di telefono e dopo buttate nei cassonetti della spazzatura nelle buste per l’immondizia. Dopo descriveva questi fatti nei suoi articoli, per uno dei giornali più influenti della Macedonia, seguiva perfino i processi dei sospettati che, ovviamente, si dichiaravano innocenti. Essi sono stati condannati all’ergastolo, ma adesso stanno per essere prosciolti e risarciti per il tempo trascorso in carcere. Adesso è Vlado a rischiare l’ergastolo.


Articoli correlati

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

January 1, 1970

Macedonia: si è suicidato in cella il giornalista-killer

Filed under: Cronaca,Europa,Macedonia,Pubblicati — admin @ 1:00 am

lunedì 23 giugno 2080

Macedonia: Vlado Tanevski, 56 anni, il giornalista di cronaca arrestato nei giorni scorsi con accusa di omicidio e sospettato per le scomparse delle altre persone, si è suicidato oggi in cella dov’era rinchiuso.

A diffondere la notizia è una TV privata del paese che cita nel suo servizio un comunicato del ministero della giustizia del ministero.

Per suicidarsi sembra che ha usato un secchio pieno d’acqua ed è morto affogato. Anche se per Ivo Kotevski, il portavoce della polizia, sembra inspiegabile come nessuno si sia accorto dell’accaduto. Né i compagni di cella né le guardie non hanno visto niente.

E’ stato accusato per omicidio di alcune donne per descrivere, dopo, questi eventi sul giornale dove lavorava. Sono stati questi articoli a tradirlo perché contenevano dei particolari che solo l’assassino poteva conoscere. Successivamente anche l’esame del DNA ha dimostrato la colpevolezza dell’uomo.

Secondi gli inquirenti è possibile che uccideva le donne solo perché gli ricordavano sua madre fisicamente e per il lavoro che svolgevano. Il motivo di tale odio proviene dalla eccessiva pressione della madre che aveva su di lui, che perfino da morta lo tormentava. Il suo padre si è suicidato quando era ancora un ragazzino. Divorziato con due figli, nessuna relazione sentimentale in corso e con pochi amici: era questo lo stato sociale del giornalista.

Due uomini, sospettati per i suoi omicidi, sono stati scagionati con l’arresto di Vlado, da tre anni rinchiusi ingiustamente nelle celle e che scontavano la penda d’ergastolo.


Articoli correlati

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress