Wiki Actu it

September 6, 2011

Tennis, US Open 2011: Schiavone battuta, Federer passeggia

Tennis, US Open 2011: Schiavone battuta, Federer passeggia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 6 settembre 2011

Roger Federer

La giornata degli US Open appena terminata non porta con sé sorprese particolari, ma risultati sostanzialmente attesi, che completano il quadro degli ottavi di finale.

Delusione per la sconfitta di Francesca Schiavone, finalista del Roland Garros, che in una partita pur molto combattuta cede sotto i colpi della nº 17 del seeding, Anastasija Pavljučenkova, con il risultato finale di 5–7, 6–3, 6–4. Nel campo femminile, maratona della numero 1 del mondo, Caroline Wozniacki, che batte la russa Svetlana Kuznecova per 6-7, 7-5, 6-1.

Proprio il protrarsi del match della Wozniacki ha costretto lo svizzero Roger Federer, attuale nº 3 del mondo e vincitore del quarto Slam dell’anno ininterrottamente dal 2004 al 2008, a scendere in campo a pochi minuti dalla mezzanotte.

Per nulla turbato dall’orario tardo, Federer ha letteralmente travolto l’argentino Juan Mónaco con il risultato di 6-1 6-2 6-0 in poco più di 80 minuti di gioco, offrendo una prestazione stratosferica, e portandosi così ai quarti di finale per la trentesima volta consecutiva nelle prove dello Slam, dove tenterà la rivincita contro il francese Jo-Wilfried Tsonga, che l’ha recentemente estromesso dal Torneo di Wimbledon proprio ai quarti per la seconda volta in due anni (nel 2010 a batterlo fu Tomas Berdych).

Tsonga, dal canto suo, arriverà alla sfida contro il campionissimo svizzero sicuramente più stanco, poiché per avere ragione dell’americano Mardy Fish ha dovuto giocare per ben cinque set, chiudendo con lo score di 6-4, 6-7, 3-6, 6-4, 6-2.

Quest’oggi, Flavia Pennetta (unica italiana rimasta in gara nel singolare) tenterà per la prima volta in carriera di accedere alla semifinale del prestigioso torneo newyorchese, sfidando la modesta tennista tedesca Angelique Kerber, che naviga intorno all’ottantesima posizione del ranking.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 12, 2009

Tennis, Rogers Cup: esordio senza problemi per Federer

Tennis, Rogers Cup: esordio senza problemi per Federer

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 12 agosto 2009

Roger Federer

Esordio senza problemi per il numero uno del mondo Roger Federer sul cemento di Montréal, dove si gioca la Rogers Cup, prova valida come ATP World Tour Masters 1000.

Il tennista elvetico ha sconfitto con i parziali di 7-6 6-4 il 33enne canadese Frederic Niemeyer, alla sua dodicesima (e presumibilmente ultima, dato che ha annunciato il ritiro dalle competizioni per la fine dell’anno) partecipazione alla Rogers Cup.

Una partita che ha visto un primo set piuttosto equilibrato, senza break, conclusosi al tie-break conquistato da Federer per 7-3. Il secondo set, invece, è finito 6-4 dopo che sul 3 pari servizio di Niemeyer lo svizzero aveva conquistato con successo una palla break. Sul 5-3, poi, Federer ha sprecato tre match point, il quarto dei quali concretizzato poi sul 5-4.

Per quanto riguarda gli altri match, sconfitta di Ivo Karlovic da parte del tedesco Tommy Haas, già semifinalista quest’anno a Wimbledon (dove è stato battuto in cinque set proprio da Roger Federer) in 3 set (4-6 7-6 6-4), vittoria un po’ più complessa per la testa di serie numero 4, Novak Djokovic, che ha avuto ragione del canadese Peter Polanski in più di due ore di gioco, mostrando un gioco non eccezionale, a tratti spento.

Facile vittoria di Andy Murray, che con il punteggio di 6-4 6-2 ha sconfitto il francese Jeremy Chardy.

Quest’oggi debutterà l’ex numero 1 del ranking ATP Rafael Nadal, reduce da un periodo di rieducazione muscolare in seguito al riacutizzarsi dei problemi al ginocchio che l’avevano costretto a dare forfait a Wimbledon, dove avrebbe difeso la vittoria del titolo. Proprio la sua rinuncia, e lo scarso risultato al Roland Garros (sconfitto agli ottavi dallo svedese Robin Soderling) hanno causato la perdita del primo posto, nuovamente appannaggio di Federer che ha messo a segno tre successi consecutivi, al Mutua Madrileña Madrid Open, Roland Garros e Wimbledon.


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 5, 2009

Tennis, Roger Federer vince il suo sesto Wimbledon e batte il record di Slam di Pete Sampras

Filed under: Europa,Gran Bretagna,Pubblicati,Roger Federer,Sport,Tennis — admin @ 5:00 am

domenica 5 luglio 2009

Wikinotizie di oggi
Collabora con noi!

L’esacampione di Wimbledon, Roger Federer, con la vittoria odierna raggiunge il record di 15 vittorie negli Slam (superando Pete Sampras a quota 14), si avvicina ai 7 Championships vinti proprio da Sampras e da lunedì 6 luglio torna al primo posto nel Ranking ATP

La 123esima edizione del Torneo di Wimbledon si è conclusa con la vittoria del già pentacampione Roger Federer. Lo svizzero ha battuto in finale lo statunitense Andy Roddick, dopo 4 ore e 14 minuti, con il punteggio di 5-7 7-6(6) 7-6(5) 3-6 16-14. Per Federer è la sesta vittoria nell’erba inglese che porta a 15 il numero di Slam totali vinti. Con la vittoria odierna a Wimbledon, Federer supera il record di Slam di Pete Sampras, che aveva eguagliato con la storica vittoria al Roland Garros nello scorso giugno contro Robin Söderling, giustiziere del quattro volte campione Rafael Nadal agli ottavi di finale.

Il primo set della gara è stato sostanzialmente equilibrato, fino al 5-5 servizio Roddick, durante il quale Federer ha avuto diverse palle break. Lo statunitense è riuscito a tenere il servizio e a strapparlo all’avversario nel game successivo: 7-5 il primo set a favore di Roddick.

Il secondo set è stata la fotocopia del primo: pochi scambi, giocatori molto solidi al servizio. Questa volta, tuttavia, Federer ha tenuto il servizio per tentare il tutto per tutto al tie-break. Roddick scappa subito e ottiene 4 set point sul 6-2, ma li spreca tutti e 4, e alla fine cede il set per 8 punti a 6.

Anche il terzo set non ha visto l’ombra di break, e si è ovviamente concluso al tie-break. Qui Federer ha giocato bene i punti importanti e si è aggiudicato il terzo set per 7 punti a 5.

Nel quarto set si è rivisto Roddick, che riesce a strappare il servizio nei primi giochi e in seguito a tenere agevolmente la battuta e protraendo il match al quinto set: 6-3 il punteggio del quarto set a favore dello statunitense.

Il quinto set è stata una vera e propria bagarre che ha visto il servizio dominare. Si è andati avanti fino a al 15-14 per Federer, con Roddick al servizio. Qui, Federer riesce a concretizzare il primo match point della gara, grazie a un diritto fuori misura di Roddick.

Federer, grazie a tre tornei vinti consecutivamente (Madrid, Roland Garros e Wimbledon), tornerà domani 6 luglio 2009 in vetta alla classifica ATP, dopo 46 settimane di dominio Nadal.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Tennis, Wimbledon 2009: Federer torna vincitore

Filed under: Europa,Gran Bretagna,Pubblicati,Roger Federer,Sport,Tennis — admin @ 5:00 am

domenica 5 luglio 2009

Wikinotizie di oggi
Collabora con noi!

La 123esima edizione del Torneo di Wimbledon si è conclusa con la vittoria del già pentacampione Roger Federer. Lo svizzero ha battuto in finale lo statunitense Andy Roddick, dopo 4 ore e 14 minuti, con il punteggio di 5-7 7-6(6) 7-6(5) 3-6 16-14. Per Federer è la sesta vittoria nell’erba inglese che porta a 15 il numero di Slam totali vinti. Con la vittoria odierna a Wimbledon, Federer supera il record di Slam di Pete Sampras, che aveva eguagliato con la storica vittoria al Roland Garros nello scorso giugno contro Robin Söderling, giustiziere del quattro volte campione Rafael Nadal agli ottavi di finale.

Il primo set della gara è stato sostanzialmente equilibrato, fino al 5-5 servizio Roddick, durante il quale Federer ha avuto diverse palle break. Lo statunitense è riuscito a tenere il servizio e a strapparlo all’avversario nel game successivo: 7-5 il primo set a favore di Roddick.

Il secondo set è stata la fotocopia del primo: pochi scambi, giocatori molto solidi al servizio. Questa volta, tuttavia, Federer ha tenuto il servizio per tentare il tutto per tutto al tie-break. Roddick scappa subito e ottiene 4 set point sul 6-2, ma li spreca tutti e 4, e alla fine cede il set per 8 punti a 6.

Anche il terzo set non ha visto l’ombra di break, e si è ovviamente concluso al tie-break. Qui Federer ha giocato bene i punti importanti e si è aggiudicato il terzo set per 7 punti a 5.

Nel quarto set si è rivisto Roddick, che riesce a strappare il servizio nei primi giochi e in seguito a tenere agevolmente la battuta e protraendo il match al quinto set: 6-3 il punteggio del quarto set a favore dello statunitense.

Il quinto set è stata una vera e propria bagarre che ha visto il servizio dominare. Si è andati avanti fino a al 15-14 per Federer, con Roddick al servizio. Qui, Federer riesce a concretizzare il primo match point della gara, grazie a un diritto fuori misura di Roddick.

Federer, grazie a tre tornei vinti consecutivamente (Madrid, Roland Garros e Wimbledon), tornerà domani 6 luglio 2009 in vetta alla classifica ATP, dopo 46 settimane di dominio Nadal.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Tennis, Roger Federer vince il suo sesto Wimbledon e batte il record di Slam di Pete Sampras

Tennis, Roger Federer vince il suo sesto Wimbledon e batte il record di Slam di Pete Sampras

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 5 luglio 2009

L’esacampione di Wimbledon, Roger Federer, con la vittoria odierna raggiunge il record di 15 vittorie negli Slam (superando Pete Sampras a quota 14), si avvicina ai 7 Championships vinti proprio da Sampras e da lunedì 6 luglio torna al primo posto nel Ranking ATP.

La 123ª edizione del Torneo di Wimbledon si è conclusa con la vittoria del già pentacampione Roger Federer. Lo svizzero ha battuto in finale lo statunitense Andy Roddick, dopo 4 ore e 14 minuti, con il punteggio di 5-7 7-6(6) 7-6(5) 3-6 16-14.

Per Federer è la sesta vittoria nell’erba inglese che porta a 15 il numero di Slam totali vinti. Con la vittoria odierna a Wimbledon, Federer supera il record di Slam di Pete Sampras, già eguagliato con la storica vittoria al Roland Garros nello scorso giugno contro Robin Söderling, giustiziere del quattro volte campione Rafael Nadal agli ottavi di finale.

Il primo set della gara è stato sostanzialmente equilibrato, fino al 5-5 servizio Roddick, durante il quale Federer ha avuto diverse palle break. Lo statunitense è riuscito a tenere il servizio e a strapparlo all’avversario nel game successivo: 7-5 il primo set a favore di Roddick. Il secondo set è stata la fotocopia del primo: pochi scambi, giocatori molto solidi al servizio. Questa volta, tuttavia, Federer ha tenuto il servizio per tentare il tutto per tutto al tie-break. Roddick scappa subito e ottiene 4 set point sul 6-2, ma li spreca tutti e 4, e alla fine cede il set per 8 punti a 6. Anche il terzo set non ha visto l’ombra di break, e si è ovviamente concluso al tie-break. Qui Federer ha giocato bene i punti importanti e si è aggiudicato il terzo set per 7 punti a 5.

Nel quarto set si è rivisto Roddick, che riesce a strappare il servizio nei primi giochi e in seguito a tenere agevolmente la battuta e protraendo il match al quinto set: 6-3 il punteggio del quarto set a favore dello statunitense. Il quinto set è stata una vera e propria bagarre che ha visto il servizio dominare. Si è andati avanti fino a al 15-14 per Federer, con Roddick al servizio. Qui, Federer riesce a concretizzare il primo match point della gara, grazie a un diritto fuori misura di Roddick.

Federer, grazie a tre tornei vinti consecutivamente (Madrid, Roland Garros e Wimbledon), tornerà domani 6 luglio 2009 in vetta alla classifica ATP, dopo 46 settimane di dominio Nadal.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Tennis, Roger Federer vince il suo sesto Wimbledon e batte il record di Slam di Pete Sampras

Filed under: Europa,Gran Bretagna,Pubblicati,Roger Federer,Sport,Tennis — admin @ 5:00 am

domenica 5 luglio 2009

Wikinotizie di oggi
Collabora con noi!

La 123esima edizione del Torneo di Wimbledon si è conclusa con la vittoria del già pentacampione Roger Federer. Lo svizzero ha battuto in finale lo statunitense Andy Roddick, dopo 4 ore e 14 minuti, con il punteggio di 5-7 7-6(6) 7-6(5) 3-6 16-14. Per Federer è la sesta vittoria nell’erba inglese che porta a 15 il numero di Slam totali vinti. Con la vittoria odierna a Wimbledon, Federer supera il record di Slam di Pete Sampras, che aveva eguagliato con la storica vittoria al Roland Garros nello scorso giugno contro Robin Söderling, giustiziere del quattro volte campione Rafael Nadal agli ottavi di finale.

Il primo set della gara è stato sostanzialmente equilibrato, fino al 5-5 servizio Roddick, durante il quale Federer ha avuto diverse palle break. Lo statunitense è riuscito a tenere il servizio e a strapparlo all’avversario nel game successivo: 7-5 il primo set a favore di Roddick.

Il secondo set è stata la fotocopia del primo: pochi scambi, giocatori molto solidi al servizio. Questa volta, tuttavia, Federer ha tenuto il servizio per tentare il tutto per tutto al tie-break. Roddick scappa subito e ottiene 4 set point sul 6-2, ma li spreca tutti e 4, e alla fine cede il set per 8 punti a 6.

Anche il terzo set non ha visto l’ombra di break, e si è ovviamente concluso al tie-break. Qui Federer ha giocato bene i punti importanti e si è aggiudicato il terzo set per 7 punti a 5.

Nel quarto set si è rivisto Roddick, che riesce a strappare il servizio nei primi giochi e in seguito a tenere agevolmente la battuta e protraendo il match al quinto set: 6-3 il punteggio del quarto set a favore dello statunitense.

Il quinto set è stata una vera e propria bagarre che ha visto il servizio dominare. Si è andati avanti fino a al 15-14 per Federer, con Roddick al servizio. Qui, Federer riesce a concretizzare il primo match point della gara, grazie a un diritto fuori misura di Roddick.

Federer, grazie a tre tornei vinti consecutivamente (Madrid, Roland Garros e Wimbledon), tornerà domani 6 luglio 2009 in vetta alla classifica ATP, dopo 46 settimane di dominio Nadal.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

December 31, 2008

Il 2008 che se ne va: dodici mesi di eventi

Il 2008 che se ne va: dodici mesi di eventi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 31 dicembre 2008

Il 2008 è giunto al termine.

L’anno che se ne va è stato sicuramente molto intenso dal punto di vista degli eventi mondiali: dall’economia, con la crisi economica; alla politica, con l’elezione di Barack Obama a nuovo presidente degli Stati Uniti d’America; alle fastose Olimpiadi di Pechino, durante le quali si consumava però una guerra lampo tra Russia e Georgia.

Si ripercorre, con gli articoli pubblicati in questi dodici mesi, gli eventi più rilevanti.

Gennaio[]

  • 16 gennaio: Clemente Mastella si dimette da Ministro della Giustizia e ritira la fiducia al Governo Prodi II. Il premier si rivolge al Parlamento chiedendo il voto di fiducia: alla Camera dei Deputati, grazie all’ampio margine di maggioranza, la ottiene agevolmente; ma viene sfiduciato dal Senato della Repubblica con 161 voti contro 156. Il mandato esplorativo che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano affida a Franco Marini si conclude in un nulla di fatto, e così Napolitano scioglie le Camere, dopo poco più di 2 anni, e indice elezioni anticipate.
  • Speciale Crisi Governo Prodi II 2008

Febbraio[]

Marzo[]

  • 2 marzo:
    • Prosegue senza soste la campagna elettorale: consumate le scissioni tra il neonato PdL e l’UDC, nonché quella tra il PD di Walter Veltroni e la sinistra che fa capo a Rifondazione Comunista dell’ex presidente della Camera dei Deputati Fausto Bertinotti, si prosegue con i comizi e le arringhe per indurre gli elettori a votare per l’uno o l’altro schieramento.
    • Lola Ponce e Giò di Tonno vincono il 58° festival di Sanremo con la canzone Colpo di Fulmine.
  • 5 marzo: Muoiono 5 operai a Molfetta, in Puglia, a causa delle esalazioni tossiche emanate da un’autocisterna che gli operai dovevano pulire. Il presidente dimissionario Romano Prodi si reca in Puglia per portare solidarietà alle famiglie colpite.

Aprile[]

  • 14 aprile: Silvio Berlusconi diviene per la quarta volta presidente del Consiglio dei Ministri. La schiacciante vittoria del già tre volte premier è favorita da un ottimo risultato della Lega Nord. Per la prima volta, scompare dall’arco parlamentare la sinistra “estrema” di RC e PDCI nonché il PSI, ma a non trovare rappresentanza è anche La Destra che aveva indicato come candidato premier Daniela Santanchè.

Maggio[]

Giugno[]

  • 1° giugno: Alberto Contador vince il 91° Giro d’Italia. Ultimo corridore d’oltralpe ad aggiudicarsi la corsa rosa fu Pavel Tonkov nel 1996.
  • 29 giugno: La nazionale spagnola di calcio vince gli Europei organizzati in Svizzera e Austria. Era da 44 anni (1964) che la nazionale giallo-rossa non portava a casa il trionfo nella competizione continentale.

Luglio[]

  • 2 luglio: Ingrid Betancourt è stata liberata: dopo quasi sette anni di prigionia, l’ex candidata alla presidenza della Colombia viene liberata, con un blitz delle forze armate, dalla prigionia in mano ai guerriglieri delle FARC. Grande gioia nella famiglia e viva soddisfazione espressa da tutti i capi di stato.

Agosto[]

  • 8 agosto:
    • Il sacro fuoco di Olimpia arde nel cielo di Pechino: sono iniziate le Olimpiadi 2008: una Pechino inchinatasi al lustro dei Giochi Olimpici apre le porte al mondo e inaugura i XXIX giochi estivi dell’era moderna in uno Stadio Nazionale meraviglioso, cornice per ore di uno spettacolo che vede la glorificazione della storia cinese e le sfilate delle quasi duecento nazioni che partecipano ai giochi.
    • Guerra tra Russia e Georgia: la Georgia e la Russia iniziano un conflitto armato che durerà decine di giorni per risolvere, non certo pacificamente, la questione dell’Ossezia del Sud, il territorio autoproclamatosi indipendente dallo stato georgiano, e appoggiato nell’indipendenza dalla Russia. Nella guerra, perderanno la vita duemila persone, in gran parte civili.

Settembre[]

  • 8 settembre: Roger Federer vince gli US Open 2008: sul campo di Flushing Meadows, il tennista svizzero riscatta parzialmente una stagione non proprio ai suoi livelli (persa la finale di Wimbledon contro Rafael Nadal, perso il primo posto nel ranking ATP – conquistato proprio da Nadal – e persa l’occasione di vincere l’oro nel singolo alle Olimpiadi di Pechino – vincendo però l’oro nel doppio con Stanislaw Wawrinka), battendo nettamente lo scozzese Andy Murray 6-2 7-5 6-2. Si tratta del quarto successo di fila per il Mozart della racchetta.
  • 12 settembre: Papa Benedetto XVI parte per la Francia: il pontefice si reca per due giorni in viaggio apostolico in Francia; prima a Parigi, dove riceverà una calorosa – quanto inaspettata – accoglienza da parte dei fedeli d’oltralpe, e poi a Lourdes, per fare visita al santuario della Vergine Maria.
  • 23 settembre: Finlandia: studente spara e uccide dieci persone, poi si suicida: la Finlandia ripiomba nel terrore, a meno di un anno dalla strage di Tuusula. Uno studente fa irruzione armato in una scuola a Kauhajoki e uccide dieci persone, per poi suicidarsi.

Ottobre[]

Novembre[]

  • 5 novembre: USA: Barack Obama è il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America: Barack Obama è il primo afro-americano della storia a divenire presidente degli Stati Uniti d’America, battendo nettamente (sia in termini di voto popolare che di grandi elettori) il 72enne repubblicano, veterano della Guerra del Vietnam, John McCain. Tutto il mondo festeggia l’elezione del 47enne senatore dell’Illinois, uno dei più giovani presidenti della storia a stelle e strisce.
  • 26 novembre: Attentati terroristici a Mumbai: la città indiana di Mumbai (Bombay) è sconvolta da una serie di attentati nei principali hotel turistici della città, che per quaranta ore tengono il mondo col fiato sospeso. Quasi 200 i morti, tra i quali moltissimi occidentali e un italiano.

Dicembre[]

  • 27 dicembre: Israele bombarda Gaza: sono centinaia le vittime dei bombardamenti a tappeto che Israele attua sulla Striscia di Gaza, con l’obiettivo di distruggere le infrastrutture di Hamas e uccidere quanti più esponenti possibile dell’organizzazione islamica.
  • 31 dicembre: Economia: l’annus horribilis di Piazza Affari dimezza la capitalizzazione: Piazza Affari chiude il 2008 con un calo di quasi il 50%, in linea con i crolli registrati durante tutto il 2008 – a causa della crisi economica – dalle principali piazze azionarie mondiali.


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 8, 2008

Tennis, US Open 2008: è ancora Federer il Re

Tennis, US Open 2008: è ancora Federer il Re

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 8 settembre 2008

Roger Federer agli US Open 2007

Roger Federer ha vinto per la quinta volta consecutiva gli US Open battendo in finale lo scozzese Andy Murray con il punteggio 6-2 7-5 6-2. Federer è ora a un solo passo dal record di slam vinti di Pete Sampras, 14. Grande partita disputata dall’ex numero 1 del mondo, che letteralmente demolisce l’avversario con un gioco aggressivo ed efficace.

Il primo set si apre subito nel segno di Roger Federer. Sulla falsa riga di quanto aveva fatto contro Novak Đoković nelle semifinali, Federer mostra un gioco scintillante, che mette in seria difficoltà l’avversario. Lo svizzero strappa subito il servizio all’avversario, e si ripete nell’ottavo gioco: 6-2 il punteggio del primo set, e prima frazione della partita archiviata.

Il secondo set si apre nuovamente con un break da parte dell’elvetico: Murray però non ci sta a perdere così, e riesce a strappare il servizio a Federer, riportando in equilibrio il set. Si va avanti secondo la regola del servizio, con un Federer in leggero calo. Nell’ultimo e decisivo game del set, tuttavia, si rivede il Federer del primo set che letteralmente spazza via il servizio a Murray e si porta a casa anche questo set: 7-5.

Il terzo set si apre sulla falsariga del primo: un Roger Federer stratosferico strappa per ben 2 volte il servizio all’avversario e si porta sul 5-0. Murray riesce però, con un ultimo sforzo d’orgoglio, a evitare il pesante parziale e a strappare il servizio all’avversario. Federer però non ci sta a riaprire la gara, e chiude tutti i giochi con uno splendido ultimo game: 6-2 il punteggio finale, e coppa in bacheca per Roger Federer.

Federer spazza via i fantasmi che lo avevano colpito dalla finale di Wimbledon, e riesce a portare a casa un successo molto importante che di fatto risolleva la stagione. Murray, d’altro canto, torna a casa con un’ottima prestazione in questo torneo e un quarto posto assicurato nel ranking.

Albo d’oro recente

  • 1999 Flag of the United States.svg Andre Agassi
  • 2000 Flag of Russia.svg Marat Safin
  • 2001 Flag of Australia.svg Lleyton Hewitt
  • 2002 Flag of the United States.svg Pete Sampras
  • 2003 Flag of the United States.svg Andy Roddick
  • 2004 Flag of Switzerland.svg Roger Federer
  • 2005 Flag of Switzerland.svg Roger Federer
  • 2006 Flag of Switzerland.svg Roger Federer
  • 2007 Flag of Switzerland.svg Roger Federer
  • 2008 Flag of Switzerland.svg Roger Federer

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 7, 2008

Tennis, Semifinali US Open 2008: Nadal fuori, Federer in finale

Tennis, Semifinali US Open 2008: Nadal fuori, Federer in finale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 7 settembre 2008

Rafael Nadal, il grande eliminato di questi US Open 2008

Grande sorpresa nelle semifinali degli US Open 2008. Il numero 1 del ranking, Rafael Nadal è stato battuto in modo abbastanza netto dal numero 6 del ranking (ma numero 4 a partire da lunedì prossimo) Andy Murray. Nell’altra semifinale del torneo, partita strepitosa di Roger Federer, che batte la testa di serie numero 3 Novak Đoković in 4 set.

La prima partita del tabellone è proprio quella dell’ex Re: Roger Federer. Il primo set parte subito per la tangente ed è Federer a strappare il servizio all’avversario, imponendo il ritmo con alcune sue giocate di straordinaria eleganza e competenza. Il set si chiude subito in circa 20 minuti, con il punteggio di 6-3 a favore dello svizzero. Il secondo set si gioca con ritmi leggermente più blandi, e in modo leggermente più combattuto. Inizialmente si segue la regola del servizio, ma nel penultimo game del set Đoković riesce a breaccare l’avversario con un diritto d’altri tempi: portato a casa anche il servizio, pareggia la partita. 7-5 per Đoković il punteggio del secondo set.

Il terzo set è la copia carbone del secondo, ma a parti invertite: è Federer, infatti, a strappare il servizio all’avversario nel penultimo game e a vincere il set: 7-5 a favore dello svizzero. Il quarto set dona agli amanti del tennis alcune perle di assoluta rarità: Federer è protagonista di alcune giocate di prim’ordine che, oltre a mandare in visibilio il pubblico schierato quasi totalmente a suo favore, mandano letteralmente K.O. l’avversario: il match si conclude con il 6-2 a favore dello svizzero. 6-3, 5-7, 7-5, 6-2 il risultato finale.

La seconda partita di queste semifinali inizia poco dopo la prima, causa alcuni problemi legati alle condizioni meteo. Nel primo set, Murray con sorprendente facilità porta a casa break e risultato, imponendosi per 6-2 nei confronti del maiorchino n°1 al mondo. Il secondo set è decisamente più equilibrato, e termina difatti al tie-break: è ancora Murray tuttavia a spuntarla; 7-6 (7-5) il punteggio del secondo set. Il terzo set si apre con un break a favore di Nadal, che vuole provare a dare un senso alla partita. Durante il 5° game del set, tuttavia, arriva la pioggia e gli organizzatori del torneo sono costretti a rinviare la partita.

Il giorno seguente la partita riprende da dove era stata sospesa: Murray non riesce a contro-breaccare l’avversario, e dunque il terzo set si conclude per 6-4 a favore di Nadal. Il quarto set si apre nuovamente con un break di Nadal, che vuole a tutti i costi portare il match al quinto set. Murray però non ci sta, riuscendo dapprima a contro-breaccare l’avversario e successivamente a strappare il servizio, vincendo il match. Grande smacco per il numero 1 al mondo, che non riesce a conquistare la sua prima finale a Flushing Meadows.

La finale vedrà dunque scontrarsi Roger Federer, che vuole a tutti i costi portare a casa il suo 5° titolo consecutivo all’US Open, e Andy Murray, giovane decisamente promettente che vuole vincere il suo primo slam.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 5, 2008

Tennis, Quarti di finale US Open 2008: Nadal, Federer e Đoković avanti

Tennis, Quarti di finale US Open 2008: Nadal, Federer e Đoković avanti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 5 settembre 2008
Le prime 3 teste di serie degli US Open 2008 accedono alle semifinali del torneo, insieme al britannico Andy Murray.

Nella prima partita di questi quarti di finale vi erano contrapposti il britannico Andy Murray e l’argentino Juan Martin del Potro. Partita molto equilibrata, decisa dagli episodi: nel primo set del Potro aveva rubato il servizio all’avversario e si era apprestato a servire per il set, tuttavia si è fatto rimontare e Murray ha portato il set in parità. Al tie-break, dunque, è il britannico a spuntarla con il punteggio di 7-2. 7-6(7-2) il punteggio del primo set dunque. Nel secondo set, break di Murray che serve per il set sul 6-5; del Potro riesce a riprendersi il servizio e a portare il set al tie-break, dove è tuttavia sempre Murray a vincere: 7-6(7-1) il punteggio del secondo set a favore del britannico. Durante il terzo set, del Potro non si dà per vinto e riesce a breaccare 2 volte l’avversario e a portarsi a casa il set con il punteggio di 6-4. Il set successivo, caratterizzato da un certo nervosismo e da numerosi errori da entrambe le parti, vede Murray vincere con un break finale e il punteggio di 7-5. Murray raggiunge la prima semifinale in un grande slam della sua carriera. 7-6 7-6 4-6 7-5 il punteggio finale del match.

Il numero 1 del mondo Rafael Nadal ha incontrato lo statunitense Mardy Fish, rivelazione del torneo, nella seconda partita della giornata. Grazie a un serve&volley pregevole, Fish riesce subito a imporre il ritmo e a portarsi a casa il primo set: 6-3. L’intraprendenza dello statunitense però finisce qui: Nadal inizia ad aumentare il ritmo e da qui in poi la partita non ha più storia. Il numero 1 del mondo si porta a casa i successivi 3 set senza troppi problemi: 3-6 6-1 6-4 6-2 il punteggio finale a favore dello spagnolo.

Murray e Nadal si incontreranno nella prima semifinale del torneo.

Roger Federer, numero 2 del mondo, non ha dovuto faticare più di tanto per avere ragione di Gilles Muller nella terza partita di questi quarti di finale. Il primo set segue la regola del servizio, concludendosi al tie-break: Federer gioca bene i punti importanti di questa frazione di gioco e riesce a portare a casa il set. Tutto più facile nel secondo set: subito break per Federer e set portato a casa: 6-4. Il terzo set prosegue sulla falsa riga del primo, con Muller che fa valere il suo servizio e Federer che non fatica troppo a mantenere il ritmo. Tie-break, nel quale è ancora lo svizzero a uscirne vincitore: 7-6 (5) 6-4 7-6 (5) il punteggio finale del match.

Quarta partita serale dei quarti di finale che ha visto contrapposti le due teste di serie Novak Đoković e Andy Roddick. Grande attesa per il match, che subito pende dalla parte del numero 3 del mondo: Roddick commette diversi errori e il suo servizio non riesce a salvarlo: 6-2 6-3 a favore del serbo il risultato dei primi 2 set. Il terzo set inizia subito diversamente: Đoković perde il servizio ed è Roddick a condurre la frazione di gioco, concludendola con i soliti ace al fulmicotone: 6-3 per lo statunitense. Il quarto set è molto più equilibrato e si apre con un break dello statunitense, seguito da un controbreak da parte di Đoković. Il set si protrae fino al tie-break, dove è Đoković a spuntarla: 6-2 6-3 3-6 7-6 il punteggio finale.

Federer e Đoković si daranno battaglia nella seconda semifinale del torneo.


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress