Naufraga peschereccio di Mazara del Vallo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Mazara del Vallo, mercoledì 6 dicembre 2006

Un peschereccio battente bandiera italiana è stato speronato al largo delle coste tunisine da una nave da carico, la Royal Coler. L’imbarcazione è affondata con gli otto membri dell’equipaggio, sei italiani e due tunisini; due di loro, Antonio Cangitano di 48 anni e Bartolomeo Rubino di 57 sono stati ritrovati cadaveri, mentre i tunisini Rida Rizza e Yosi Zefeni sono stati dati per dispersi.

Scattato il sistema di allarme satellitare, la Guardia costiera italiana ha immediatamente avvisato le autorità del Paese africano che ha organizzato le prime spedizioni di soccorso.

Fonti