Wiki Actu it

February 27, 2010

Santicolo: accoltella la moglie e tenta il suicidio

Santicolo: accoltella la moglie e tenta il suicidio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 27 febbraio 2010

Il paese di Santicolo

Val Camonica
Val Camonica

Stamattina a Santicolo frazione Cortene Golgi, in alta Val Camonica, si è consumato un cruento omicidio. L’imprenditrice tessile di anni 47, Stefania Moranda, è stata uccisa con ripetute ferite di arma da taglio al collo ed al ventre.

Colpevole dell’atto il marito, Stefano Brangi, che ha successivamente ingerito una forte dose di farmici nella speranza che fossero letali. Ora l’uomo è ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Esine.

È stato lo stesso marito, circa alle 10.30 di stamattina, ad avvertire un vicino chiedendo soccorso in quanto la moglie non si sentiva bene. Al suo arrivo però i vicino non ha potuto trovare altro che il corpo eviscerato della donna accanto a quello del compagno privo di sensi.

Secondo le fonti sembra che l’atto omicida sia scaturito da un periodo di grave tensione tra i due coniugi.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 29, 2009

Sebino: incidente in galleria, morta una donna

Filed under: Bienno,Europa,Iseo,Italia,Lombardia,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Sebino: incidente in galleria, morta una donna

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 29 giugno 2009

Il Lago d’Iseo o Sebino

Grave incidente stradale stamane verso le ore 10 nella galleria “Monte Coniolo”, situata tra Iseo e Sulzano, sul Sebino bresciano.

Una vettura proveniente dalla Val Camonica in direzione Brescia, per cause ancora da accertare, si è scontrata con un’automobile che procedeva sul senso opposto di marcia lungo la Strada statale 510 Sebina Orientale.

L’incidente ha causato la morte di Francesca Ferrari 64enne residente a Bienno, apparsa già in gravi condizioni all’arrivo dei primi soccorritori e dell’eliambulanza del 118 di Brescia. Nello scontro, che ha coinvolto in totale tre vetture, sono rimaste ferite in modo non grave altre due persone.

Il traffico lungo tutta la Sebina orientale è stato interrotto per circa due ore, venendo deviato sulla vecchia litoranea e provocando lunghe code e rallentamenti.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

February 21, 2009

Bienno: canonizzata Geltrude Comensoli

Bienno: canonizzata Geltrude Comensoli – Wikinotizie

Bienno: canonizzata Geltrude Comensoli

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 21 febbraio 2009

Val Camonica
Val Camonica

Casa natale di Geltrude Comensoli a Bienno

Dopo san Costanzo e sant’Obizio la Val Camonica dona un terzo santo alla Chiesa cattolica apostolica romana: Geltrude Comensoli da Bienno.

Al secolo Caterina Comensoli, nata nel 1847 sotto il regno Lombardo Veneto, nel 1882 fondò assieme a don Francesco Spinelli la Congregazione delle Sacramentine a Bergamo, che si occupava dell’educazione e della cura della gioventù femminile.

Nel 1889 l’istituto fallì, per poi ricostituirsi nel 1892, mentre Madre Geltrude, malata e minata da sacrifici e privazioni, morì a 56 anni nel 1903.

Il 1° ottobre 1989, papa Giovanni Paolo II beatificò Geltrude Comensoli, mentre papa Benedetto XVI, a seguito del riconoscimento del miracolo della guarigione di Vasco Ricchini di Agnosine nel 2001, l’ha dichiarata santa questa mattina alle ore 11.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

December 30, 2008

Val Camonica: incendi a Cemmo, Galleno e Bienno, un morto

Val Camonica: incendi a Cemmo, Galleno e Bienno, un morto

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 30 dicembre 2008

Val Camonica

Val Camonica
Val Camonica

Nella serata di ieri due incendi sono divampati in Val Camonica: il primo a Bienno, il secondo della frazione di Galleno di Corteno Golgi.

Attorno alle 21.00 nel centro storico di Bienno ha preso fuoco un’antica abitazione, decorata internamente da affreschi cinquecenteschi, nei pressi della Chiesa di Santa Maria Annunciata. L’intervento delle squadre di vigili del fuoco provenienti da Boario Terme, Breno, Sale Marasino, e Brescia hanno impedito alle fiamme di propagarsi alle strutture vicine.

Solo in seguito è stato scoperto all’interno dell’edificio il corpo deceduto di Ermanno Mello, detto Mèlo, di 66 anni, conosciuto in paese per essere uno studioso di celtismo e un collezionista di oggetti antichi con cui decorava vistosamente la sua abitazione.

Verso le 21.30 un altro incendio è divampato nella frazione di Gàlleno di Corteno Golgi. Anche qui sono giunti d’urgenza i vigili del fuoco di Edolo, di Vezza d’Oglio e ancora Boario Terme, che hanno portato in sicurezza la zona dopo un lavoro durato tutta la notte.

Nella casa si trovavano dei ragazzi che sono riusciti a sfuggire alle fiamme, alcuni calandosi dalla finestra. Si registrano due intossicati da fumo ricoverati all’ospedale di Edolo

A mezzogiorno di oggi un altro edificio è stata preda delle fiamme a Cemmo di Capo di Ponte. La coppia di anziani di 85 e 83 anni che vi abitava è riuscita a mettersi in salvo e sul posto sono subito intervenute le squadre dei vigili del fuoco di Edolo e Breno.


Collegamenti esterni[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

October 1, 2008

Val Camonica in vetrina con «del Bene e del Bello» 2008

Val Camonica in vetrina con «del Bene e del Bello» 2008

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 1 ottobre 2008
Inizià venerdì 3, per protrarsi a sabato 4 e domenica 5 ottobre 2008 la terza edizione di «del Bene e del Bello», la manifestazione dedicata alla riscoperta ed alla rivalorizzazione del territorio della Val Camonica.

L’iniziativa, proposta dalla Comunità Montana della Valle Camonica e dal BIM di Valle Camonica, ha portato ad avere in questa edizione un vasto numero di beni culturali visitabili, oltre a numerosi eventi collaterali come convegni, spettacoli e concerti.

Eventi «del Bene e del Bello» 2008[]

La Valle Camonica

  • Angolo Terme: Cappella dei Morti o di San Rocco
  • Artogne: alla riscoperta delle Santelle tra Artogne e Gianico
  • Berzo Demo: percorso della memoria. Camminamenti – Trincee della Grande Guerra
  • Berzo Inferiore: il bianco mangiare. Riscopriamo le nostre origini. Storie di uomini e di mestieri: la caldera
  • Bienno: palazzo Francesconi (Rebaioli, Avanzini)
  • Borno: i parchi comunali di “Villa Guidetti”
  • Breno: il museo d’auto e moto d’epoca Nostalgia Club
  • Capo di Ponte: Capo di Ponte ed il suo centro storico…
  • Cedegolo: Casa Panzerini
  • Cerveno: riscoprire i segni del passato
  • Ceto: rivive l’antico borgo di Nadro
  • Cevo: Chiesetta di S. Sisto a Cevo e Chiesetta dei SS. Nazzaro e Celso nella frazione Andrista
  • Cimbergo: tra religione, cultura e natura
  • Cividate Camuno: la femminilità nel mondo romano e le dimore signorili di età moderna
  • Corteno Golgi: Museo Camillo Golgi e Segheria Veneziana
  • Costa Volpino: Chiesa Santi Bartolomeo e Gottardo di Branico e Chiesa Parrocchiale di S. Stefano a Volpino
  • Darfo Boario Terme: Americo Marazzi, il padre della cupola
  • Edolo: Cortenedolo, Chiesa di S. Sebastiano e San Rocco e Madonna col Bambino
  • Esine: Chiesa Ss. Trinità
  • Gianico: Alla riscoperta delle santelle tra Artogne e Gianico
  • Incudine: Le trincee del Davenino
  • Losine: Ritratti della storia di Losine attraverso le suggestive vie del paese
  • Lovere: Palazzo Bazzini: storia di una famiglia e di un palazzo
  • Lozio: Chiesa di S. Cristina, castello dei Nobili e Casa Museo della Gente di Lozio
  • Malegno: Museo del Lambich e chiesetta di S. Andrea
  • Malonno: Riemergono i Segni della Preistoria
  • Niardo: San Giorgio
  • Ono San Pietro: La Calchera
  • Ossimo: Museo Etnografico di Valcamonica Ossimo Borno. Parco Archeologico di Anvoia
  • Paisco Loveno: Antica via tra la Valle Camonica e la Valtellina
  • Paspardo: Festa della castagna
  • Pian Camuno: La Danza Macabra
  • Ponte di Legno: Il trampolino gigante
  • Prestine: Il Costume Popolare Camuno e il Santuario della Beata Vergine della Consolazione
  • Saviore dell’Adamello: Chiesa parrocchiale di S. Maria Assunta nella frazione Ponte
  • Sellero: Mulino del torrente Re, Chiesa di San Desiderio. Mostra mercato a Novelle
  • Sonico: Le incisioni rupestri del Coren de le Fate
  • Temù: Chiesa di Santa Maria Bambina
  • Vezza d’Oglio: Torre Federici
  • Vione: Museo etnografico ‘l Zuf e chiesa di San Remigio


Fonti[]

Collegamenti esterni[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Val Camonica in vetrina con «del Bene e del Bello» 2008

mercoledì 1 ottobre 2008

Wikinotizie di oggi
1 ottobre
Collabora con noi!
  • Scrivania
  • Portale:Comunità
  • Guida allo stile – come scrivere
  • Guida al contenuto – cosa scrivere

Inizià venerdì 3, per protrarsi a sabato 4 e domenica 5 ottobre 2008 la terza edizione di «del Bene e del Bello», la manifestazione dedicata alla riscoperta ed alla rivalorizzazione del territorio della Val Camonica.

L’iniziativa, proposta dalla Comunità Montana di Valle Camonica e dal BIM di Valle Camonica, ha portato ad avere in questa edizione un vasto numero di beni culturali visitabili, oltre a numerosi eventi collaterali come convegni, spettacoli e concerti.

Eventi «del Bene e del Bello» 2008

Fonti

Collegamenti esterni

  • Sito «del Bene e del Bello»
This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 18, 2008

Presentato il nuovo sito del Sistema Bibliotecario di Valle Camonica

Presentato il nuovo sito del Sistema Bibliotecario di Valle Camonica

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 18 settembre 2008

La Valle Camonica

È stato presentato stamattina, alle ore 09.30, presso il Palazzo della Cultura a Breno, il nuovo sito internet del Sistema Bibliotecario di Valle Camonica.

Promosso dalla Comunità Montana della Valle Camonica e dal consorzio BIM di Valle Camonica, con la collaborazione della Fondazione Cariplo, il nuovo portale si presenta con una grafica rinnovata, nuove funzioni ed una struttura molto simile a quella del sito del Sistema Culturale della Valle Camonica, presentato a maggio 2008.

Sul nuovo sito è possibile consultare online un OPAC elettronico che, tramite il sistema del prestito interbibliotecario, permette di ottenere qualsiasi libro il lista in una qualsivoglia biblioteca del Sistema. Sono inoltre disponibili numerose informazioni che spaziano dal Fondo Tesi Camuno, che comprende numerosissime tesi universitarie con argomento la Valle Camonica, fino ad i servizi ed gli orari di ognuna delle 35 biblioteche comunali.

Le biblioteche del Sistema[]

  • Angolo Terme
  • Artogne
  • Berzo Demo
  • Berzo Inferiore
  • Bienno
  • Borno
  • Breno
  • Capo di Ponte
  • Cedegolo
  • Cerveno
  • Cevo
  • Cividate Camuno
  • Corteno Golgi
  • Darfo Boario Terme
  • Edolo
  • Esine
  • Gianico
  • Incudine
  • Losine
  • Lozio
  • Malegno
  • Malonno
  • Niardo
  • Ono San Pietro
  • Ossimo
  • Paisco Loveno
  • Pian Camuno
  • Ponte di Legno
  • Prestine
  • Saviore dell’Adamello
  • Sellero
  • Sonico
  • Temù
  • Vezza d’Oglio
  • Vione


Fonti[]

Articoli correlati[]

Collegamenti esterni[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 1, 2008

Bienno: conclusione da record per la «Mostra Mercato»

Bienno: conclusione da record per la «Mostra Mercato»

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 1 settembre 2008

Casa in Bienno, Val Camonica

Mulino su Vaso Re, Bienno, Val Camonica

Si è conclusa ieri la 18° «Mostra Mercato» di Bienno, in Val Camonica, uno degli eventi di spicco dell’estate camuna, che ha raggiunto, secondo gli organizzatori, la presenza record di 110.000 visitatori.

Complice anche il clima favorevole, i nove giorni dell’evento, iniziato il 23 agosto, hanno visto la presenza media quotidiana di circa 10 mila visitatori, sostanzialmente raddoppiati nelle due domeniche, i quali hanno invaso il paese alla scoperta di banchetti artigianali e la degustazione di prodotti tipici locali.

Soddisfatto anche il sindaco Aldo Pini: «L’importanza della nostra mostra mercato è cresciuta anche grazie al nuovo riconoscimento della bandiera arancione assegnata dal Touring Club Italiano, diventando uno degli appuntamenti più attesi del nord Italia. Il record di presenze di quest’anno? È innegabilmente un motivo di soddisfazione, ma era una cosa attesa anche alla luce del risultato dello scorso anno, quando nonostante le bizze del tempo la rassegna aveva raggiunto e superato la quota di 100 mila visitatori».

La bandiera del Club, concessa all’amministrazione biennese nel luglio scorso, si è affiancata tra l’altro all’inserimento del paese nell’elenco dei borghi più belli d’Italia e alla certificazione ambientale.

«Il risultato di questa edizione – conclude il sindaco – è un segnale: dobbiamo continuare sulla strada della qualità».


Fonti[]

Collegamenti esterni[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 12, 2008

Valle Camonica: in progetto 3 nuovi ecomusei

Valle Camonica: in progetto 3 nuovi ecomusei

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 12 agosto 2008

Concarena, Val Camonica

Sono tre i progetti di ecomusei in Val Camonica a cui la Giunta regionale e l’assessore alle Culture, Identità ed Autonomie della Lombardia, Massimo Zanello, hanno dato l’approvazione:

  • Ecomuseo della Concarena – Montagna di Luce, che porterà alla valorizzazione del territorio e della cultura dei comuni di Malegno, Losine, Cerveno e Ono San Pietro;
  • Ecomuseo del Vaso Re e della valle dei Magli, tra Bienno e Prestine;
  • Ecomuseo Bosco Alberi del Pane, a Ceto che intende valorizzare la castagna.

«Il riconoscimento degli ecomusei – ha spiegato Zanello – punta alla valorizzazione della cultura e delle tradizioni locali ponendosi come fine ultimo l’ambiente, il paesaggio, lo sviluppo culturale, turistico ed economico. Regione Lombardia riconosce ad ogni ecomuseo una denominazione esclusiva ed originale, un marchio ed un ruolo specifico a tutela del territorio che rappresenta».

Il concetto di ecomuseo è stato introdotto negli anni settanta dai francesi Riviére e de Varine; essi furono pensati come strumenti per tutelare le tracce delle società rurali in un momento in cui l’urbanizzazione, le nuove acquisizioni tecnologiche e i conseguenti cambiamenti sociali.

I soggetti protagonisti non sono solo le istituzioni, poiché il loro ruolo deve essere accompagnato da un coinvolgimento più largo dei cittadini, che devono imparare a conservare ma anche saper utilizzare il proprio patrimonio culturale.

I progetti promossi potranno beneficiare di circa 25.000 € ciascuno, mentre la regione Lombardia ha messo a disposizione 650.000 € euro per altri 31 progetti.


Fonti[]

Collegamenti esterni[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress