Wiki Actu it

July 10, 2009

Darfo Boario Terme: uomo annega nel Lago Moro

Darfo Boario Terme: uomo annega nel Lago Moro

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 10 luglio 2009

Il Lago Moro in Val Camonica

Val Camonica
Val Camonica

Alle ore 20 di ieri sera Celestino Entrade, detto Lino, è morto annegato dopo un tuffo nel Lago Moro, in comune di Darfo Boario Terme, Val Camonica.

L’uomo, 43enne originario di Costa Volpino, era giunto nel pomeriggio nella frazione turistica di Capo di Lago in compagni di tre amici.

Secondo la ricostruzione di un amico che ha assistito alla scena, Celestino dopo essersi gettato in acqua e dato un paio di bracciate, si è immerso senza più riemergere.

Dato subito l’allarme sono giunti sul posto il 118, i vigili del fuoco e i carabinieri. La salma, ormai senza vita, è stata recuperata dai pompieri a circa sette metri di profondità.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

December 15, 2008

Costa Volpino: smottamento danneggia abitazione

Costa Volpino: smottamento danneggia abitazione

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 15 dicembre 2008

Costa Volpino

Sabato mattina, 13 dicembre, a causa del maltempo che da giorni imperversa sul territorio, uno smottamento si è riversato su un’abitazione nel comune di Costa Volpino, in Val Camonica.

Una notevole quantità di detriti, verso le 5.30 di mattina, è caduta sul il tetto dell’edificio all’incrocio tra via Nazionale (la ex-SS 42) e via Macallè, in località Grillo, sfondandone la copertura e la soletta tra il primo ed il secondo piano.

L’intera palazzina è stata immediatamente sgomberata dalle sei persone che vi abitavano, tra le quali è registrato un solo contuso.

L’amministrazione comunale, a seguito di un nuovo distaccamento di materiale nella nottata, ha deciso di effettuare una bonifica urgente della zona e dare il via ad una documentazione dettagliata per decidere se dichiarare o meno la zona completamente inagibile.

La ex Strada Statale 42 del Tonale e della Medonla che attraversa la località Grillo in direzione Lovere rimane invece aperta a senso unico alternato in via precauzionale.

Già nel 2004 dalla stessa parete, successivamente imbragata con reti, si era staccato un grosso masso.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

October 1, 2008

Val Camonica in vetrina con «del Bene e del Bello» 2008

Val Camonica in vetrina con «del Bene e del Bello» 2008

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 1 ottobre 2008
Inizià venerdì 3, per protrarsi a sabato 4 e domenica 5 ottobre 2008 la terza edizione di «del Bene e del Bello», la manifestazione dedicata alla riscoperta ed alla rivalorizzazione del territorio della Val Camonica.

L’iniziativa, proposta dalla Comunità Montana della Valle Camonica e dal BIM di Valle Camonica, ha portato ad avere in questa edizione un vasto numero di beni culturali visitabili, oltre a numerosi eventi collaterali come convegni, spettacoli e concerti.

Eventi «del Bene e del Bello» 2008[]

La Valle Camonica

  • Angolo Terme: Cappella dei Morti o di San Rocco
  • Artogne: alla riscoperta delle Santelle tra Artogne e Gianico
  • Berzo Demo: percorso della memoria. Camminamenti – Trincee della Grande Guerra
  • Berzo Inferiore: il bianco mangiare. Riscopriamo le nostre origini. Storie di uomini e di mestieri: la caldera
  • Bienno: palazzo Francesconi (Rebaioli, Avanzini)
  • Borno: i parchi comunali di “Villa Guidetti”
  • Breno: il museo d’auto e moto d’epoca Nostalgia Club
  • Capo di Ponte: Capo di Ponte ed il suo centro storico…
  • Cedegolo: Casa Panzerini
  • Cerveno: riscoprire i segni del passato
  • Ceto: rivive l’antico borgo di Nadro
  • Cevo: Chiesetta di S. Sisto a Cevo e Chiesetta dei SS. Nazzaro e Celso nella frazione Andrista
  • Cimbergo: tra religione, cultura e natura
  • Cividate Camuno: la femminilità nel mondo romano e le dimore signorili di età moderna
  • Corteno Golgi: Museo Camillo Golgi e Segheria Veneziana
  • Costa Volpino: Chiesa Santi Bartolomeo e Gottardo di Branico e Chiesa Parrocchiale di S. Stefano a Volpino
  • Darfo Boario Terme: Americo Marazzi, il padre della cupola
  • Edolo: Cortenedolo, Chiesa di S. Sebastiano e San Rocco e Madonna col Bambino
  • Esine: Chiesa Ss. Trinità
  • Gianico: Alla riscoperta delle santelle tra Artogne e Gianico
  • Incudine: Le trincee del Davenino
  • Losine: Ritratti della storia di Losine attraverso le suggestive vie del paese
  • Lovere: Palazzo Bazzini: storia di una famiglia e di un palazzo
  • Lozio: Chiesa di S. Cristina, castello dei Nobili e Casa Museo della Gente di Lozio
  • Malegno: Museo del Lambich e chiesetta di S. Andrea
  • Malonno: Riemergono i Segni della Preistoria
  • Niardo: San Giorgio
  • Ono San Pietro: La Calchera
  • Ossimo: Museo Etnografico di Valcamonica Ossimo Borno. Parco Archeologico di Anvoia
  • Paisco Loveno: Antica via tra la Valle Camonica e la Valtellina
  • Paspardo: Festa della castagna
  • Pian Camuno: La Danza Macabra
  • Ponte di Legno: Il trampolino gigante
  • Prestine: Il Costume Popolare Camuno e il Santuario della Beata Vergine della Consolazione
  • Saviore dell’Adamello: Chiesa parrocchiale di S. Maria Assunta nella frazione Ponte
  • Sellero: Mulino del torrente Re, Chiesa di San Desiderio. Mostra mercato a Novelle
  • Sonico: Le incisioni rupestri del Coren de le Fate
  • Temù: Chiesa di Santa Maria Bambina
  • Vezza d’Oglio: Torre Federici
  • Vione: Museo etnografico ‘l Zuf e chiesa di San Remigio


Fonti[]

Collegamenti esterni[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Val Camonica in vetrina con «del Bene e del Bello» 2008

mercoledì 1 ottobre 2008

Wikinotizie di oggi
1 ottobre
Collabora con noi!
  • Scrivania
  • Portale:Comunità
  • Guida allo stile – come scrivere
  • Guida al contenuto – cosa scrivere

Inizià venerdì 3, per protrarsi a sabato 4 e domenica 5 ottobre 2008 la terza edizione di «del Bene e del Bello», la manifestazione dedicata alla riscoperta ed alla rivalorizzazione del territorio della Val Camonica.

L’iniziativa, proposta dalla Comunità Montana di Valle Camonica e dal BIM di Valle Camonica, ha portato ad avere in questa edizione un vasto numero di beni culturali visitabili, oltre a numerosi eventi collaterali come convegni, spettacoli e concerti.

Eventi «del Bene e del Bello» 2008

Fonti

Collegamenti esterni

  • Sito «del Bene e del Bello»
This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 12, 2008

Val Camonica: in arrivo i fondi per i depuratori

Val Camonica: in arrivo i fondi per i depuratori

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 12 settembre 2008

La Valle Camonica

Sono in arrivo da parte dalla provincia di Brescia oltre 14 milioni di € per potenziare la rete di depurazione della Val Camonica, con lo scopo di dimezzare l’apporto di azoto e fosforo nel fiume Oglio, e quindi nel lago d’Iseo.

Con questa cifra, spiega l’assessore dell’Ambiente Enrico Mattinzoli, nel giro di quattro anni «oltre l’80% della popolazione residente avrà i propri scarichi fognari depurati».

Saranno 16 i comuni interessati dai lavori:

  • Bassa Val Camonica: entro luglio 2009 verrà completato il collettamento di Costa Volpino (1,1 milioni di €).
  • Media Val Camonica: entro settembre 2010 verrà realizzato il collettamento tra il depuratore di Breno e il comune di Berzo Demo, e da Esine a Prestine (8,5 milioni di €).
  • Alta Val Camonica: nel gennaio 2012 termineranno i lavori di depurazione e collettamento dei comuni di Edolo, Sonico e Malonno.

In cambio di questi finanziamenti i comuni della Val Camonica dovrannno aderire all’ Aato. Spiega Mattinzoli: «Per garantire gli investimenti i comuni dovranno sottoscrivere la convezione con l’Aato, individuando una società, che potrebbe essere Acque Ovest Bresciano 2, in grado di gestire l’intero ciclo captazione, distribuzione e depurazione delle acque. Lo prevede la legge Galli. E non si dica che così si privatizza l’acqua: pozzi, fognature e depuratori restano pubblici. Si tratta solo di razionalizzare il servizio».

Fonti[]

Articoli correlati[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 12, 2008

Valle Camonica bloccata dal maltempo

Valle Camonica bloccata dal maltempo – Wikinotizie

Valle Camonica bloccata dal maltempo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 12 aprile 2008
I violenti nubifragi che si sono abbattuti sulla Valle Camonica nella notte tra venerdì e sabato hanno causato smottamenti, frane ed esondazioni di torrenti.

Molto colpiti sono stati i territori dal’alto Sebino con l’allagamento delle strade sia a Costa Volpino che a Lovere.

A Pisogne la Strada Statale 510 Sebina Orientale a causa dell’allagamento della galleria Trentapassi è rimasta bloccata a lungo, isolando completamente la Valle Camonica. Anche la rivierasca del lago d’Iseo è stata invasa da terriccio all’altezza di Govine di Pisogne ed a Toline, rovinando anche sopra il tracciato della Ferrovia Brescia-Iseo-Edolo.

Ad Artogne invece è rimasta bloccata la via che porta alla frazione Piazze a causa di uno smottamento, che solo l’intervento, durato fino a notte fonda, dei Vigili del Fuoco e dei volontari ha permesso di riaprire.

Anche i comuni di Ossimo Borno e Lozio sono rimasti isolati dal resto della Valle a causa della chiusura dei tre passaggi a livello situati nel comune di Malegno. La caduta di un fulmine durante un temporale alle ore 20.30 ha colpito gli impianti elettrici causando, secondo le norme di sicurezza, l’abbassamento delle sbarre. Esse sono rimaste bloccate per circa due ore.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress