Wiki Actu it

September 28, 2008

Motomondiale: ottavo titolo iridato per Valentino Rossi

Motomondiale: ottavo titolo iridato per Valentino Rossi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 28 settembre 2008

È per Rossi l’ottavo mondiale, il quinto in MotoGP.

Vincendo il Gran Premio del Giappone sul circuito di Motegi, proprio questa mattina Valentino Rossi ha conquistato il suo ottavo titolo iridato, il sesto nella massima categoria, in tredici anni di carriera sui tracciati del Motomondiale.

Casey Stoner su Ducati ha tagliato il traguardo in seconda posizione davanti a Daniel Pedrosa, terzo. Il distacco tra il pilota della Yamaha e l’australiano ha raggiunto i 92 punti, scarto incolmabile a sole tre gare dalla chiusura del campionato, visto che i punti disponibili sono al massimo 75. Il centauro di Tavullia ha vinto per la 96a volta su 207 gran premi disputati nelle tre classi.

“Scusate il ritardo” recitava la maglietta indossata da Rossi durante il giro d’onore. Il senso della scritta è chiaro: dopo aver perso il mondiale 2006, conquistato da Nicky Hayden, e quello del 2007, vinto da Casey Stoner, è arrivato per lui il momento della rivalsa.

«Sono molto contento, è stato un grande anno per me. Devo ringraziare tutti quelli che mi hanno aiutato, la Yamaha, la Bridgestone. Penso che me lo merito proprio questo Mondiale» ha dichiarato dopo la premiazione sul podio di Motegi. Riferendosi alla gara vinta, ha affermato inoltre: «Questa è la rivincita degli ultimi due anni, in cui ho avuto molti problemi nel Gran Premio del Giappone».

Con i cinque titoli in MotoGP, da aggiungere ad uno in 500, uno in 250 e uno in 125, Rossi sale al quinto posto nella speciale classifica dei piloti più vittoriosi nelle tre classi, dietro ad Agostini (15), Á. Nieto (13), Ubbiali e Hailwood (9). Rispetto al computo dei titoli mondiali in massima serie (500 e MotoGP), è invece secondo preceduto dal solito Agostini (8).

Nella classe 250 Rossi ha vinto Marco Simoncelli su Aprilia davanti agli spagnoli Álvaro Bautista e Alex Debon. Il vantaggio del marchigiano è adesso di 32 lunghezze su Bautista e di 39 su Mika Kallio, oggi quinto al traguardo.

Nella classe 125 ha trionfato il giovane tedesco Stefan Bradl, sempre su Aprilia, davanti al francese Mike Di Meglio e all’ungherese Gábor Talmácsi. Di Meglio, visto il settimo posto di Simone Corsi al traguardo, ha potuto incrementare il proprio vantaggio sul romano, secondo in classifica: adesso 36 punti distanziano i due.


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 17, 2008

MotoGP 2008, Gran Premio della Repubblica Ceca: Rossi vince, Stoner cade

MotoGP 2008, Gran Premio della Repubblica Ceca: Rossi vince, Stoner cade

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 17 agosto 2008
Valentino Rossi vince a Brno. Casey Stoner parte dalla pole e mantiene la testa, seguito da John Hopkins, ma subito ripassato da Rossi. Dopo quattro giri Stoner e Rossi hanno 8 secondi di vantaggio su Hopkins, Chris Vermeulen e Loris Capirossi, mentre tra di loro c’è poco meno di un secondo e mezzo. Al 6° giro Stoner cade, riesce a ripartire ma è costretto al ritiro.

Dopo 10 giri Rossi ha 15 secondi di vantaggio su Toni Elías, autore di una buona rimonta.

Rossi va quindi a vincere davanti a Elías e Capirossi. Quarto Shinya Nakano, che negli ultimi giri ha sopravanzato Anthony West. Poi Vermeulen, Marco Melandri, Alex De Angelis, Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo. Rossi allunga nel mondiale.

Alex Debón vince in 250 davanti a Álvaro Bautista e Marco Simoncelli. L’italiano, dopo essere partito dalla pole, è in testa prima della staccata dell’ultimo giro, prova a resistere a Debón, ma non ci riesce e viene scavalcato anche da Bautista. Ora Simoncelli è in testa al mondiale con 180 punti, con 16 lunghezze su Mika Kallio, quinto in gara.

In 125 Stefan Bradl ottiene il suo primo successo, davanti a Mike Di Meglio e Joan Olivé, che ha superato in volata Gábor Talmácsi. Perde terreno nel mondiale Simone Corsi, solo 10° in gara.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 21, 2008

Moto GP, Gran Premio degli Stati Uniti: Rossi ottiene la sua prima vittoria a Laguna Seca

Moto GP, Gran Premio degli Stati Uniti: Rossi ottiene la sua prima vittoria a Laguna Seca

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 21 luglio 2008

Valentino Rossi

Sul circuito di Laguna Seca Valentino Rossi va a vincere il Gran Premio degli Stati Uniti approfittando di un errore di Casey Stoner, giunto secondo. A quanto pare ora il mondiale si decide tra loro due, anche perché Daniel Pedrosa non ha corso per l’infortunio della scorsa gara. I due partono meglio degli altri e passano in testa. Per gli altri è impossibile sostenere il loro ritmo. Tra questi, Jorge Lorenzo, che dopo aver superato Andrea Dovizioso, cade, fratturandosi il terzo metatarso del piede sinistro.

Intanto davanti Rossi supera Stoner al primo Cavatappi. Per due giri la situazione resta questa, ma dopo Stoner risupera Rossi, il Dottore fa lo stesso, ma poi viene superato in rettilineo. I due guadagnano molto terreno sugli avversari. I loro più diretti inseguitori sono Chris Vermeulen, Nicky Hayden e Dovizioso, che infine riuscirà a concludere quarto. Al decimo giro Marco Melandri fa un “lungo”: concluderà sedicesimo, dietro a Loris Capirossi e davanti a Anthony West. Alex De Angelis chiude tredicesimo, nonostante la frattura del sabato.

Il Cavatappi

I due di testa hanno quasi sempre duellato. Al quattordicesimo giro Stoner pare effettuare l’attacco decisivo, superando Rossi sul rettilineo, ma sbaglia la staccata e Rossi ripassa, guadagnando anche qualcosa. Dopo un paio di giri però Stoner ritorna. Tutto si decide al venticinquesimo giro: Stoner prova un sorpasso in staccata, ma forza troppo, esce di pista e cade. Rossi va quindi a vincere. Ora il pesarese è a quota 212 punti, contro i 187 dell’australiano.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

February 9, 2008

Valentino Rossi: il 12 febbraio incontro con il Fisco

Valentino Rossi: il 12 febbraio incontro con il Fisco

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 9 febbraio 2008

Valentino Rossi

Si svolgerà il prossimo 12 febbraio l’incontro tra l’ex campione di MotoGp, Valentino Rossi, ed i funzionari dell’Agenzia delle Entrate di Pesaro, con il quale lo sportivo tenterà di raggiungere un accordo con il Fisco, che gli contesta imposte evase, oltre a sanzioni ed interessi, per circa 112 milioni di euro. Per il Fisco saranno presenti il Direttore generale, Massimo Franco, ed il Dirigente dell’Ufficio accertamenti, William Rossi, che pure non è imparentato con il motociclista.

Rossi non avrebbe dichiarato – tra il 2000 ed il 2004 – guadagni per 60 milioni di euro, a motivo della residenza anagrafica, che Valentino aveva fissato a Londra, in Gran Bretagna. Ma, secondo gli accertatori del Ministero dell’Economia, quei redditi dovevano essere tassati in Italia, e su quei proventi Rossi avrebbe dovuto versare quasi 44 milioni di euro tra Irpef, Irap ed Iva.

Secondo alcune indiscrezioni, Rossi avrebbe già concordato un pagamento di 20 milioni di euro, con soddisfazione per il Fisco. Non mancano però rumors che attribuiscono al padre del pilota, Graziano, dichiarazioni secondo cui la trattativa non sarebbe ancora chiusa.

Per convincere lo sportivo a proporre un “patteggiamento”, un ruolo è stato giocato da Stefania Palma, madre di Rossi: «Gli ho detto una cosa sola: ricordati che noi siamo partiti da una Panda rossa. Era una domenica mattina, alle 4. Siamo andati a Siena per una gara di go kart. Che poi Vale ha vinto. Eravamo io, mio figlio che aveva meno di 10 anni e la sua cuginetta. Noi siamo quelli. Noi siamo gente marchigiana, non dei londinesi. Lassù ci andiamo in vacanza ma la nostra casa è qui, a Tavullia dove tornerà ad abitare prestissimo. Ovviamente con me», ha dichiarato la donna.

Notizie correlate[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 8, 2007

Italia: Valentino Rossi riconosciuto debitore di 60 milioni di euro al Fisco

Italia: Valentino Rossi riconosciuto debitore di 60 milioni di euro al Fisco

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 8 agosto 2007

Valentino Rossi

Il corridore motociclistico italiano Valentino Rossi, vincitore di sette campionati del mondo in varie cilindrate, è stato riconosciuto debitore del Fisco per 60 milioni di euro, secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa AdnKronos.

La contestazione di tale cifra viene mossa dall’Agenzia delle Entrate di Pesaro i cui accertamenti riguardano gli anni d’imposta che vanno dal 2000 al 2004. Visto l’ingente importo reclamato dall’amministrazione, è verosimile l’avvio anche di un’inchiesta penale a carico di Rossi per omessa dichiarazione.

Alla base degli accertamenti dell’Agenzia delle Entrate, la dichiarazione fatta all’amministrazione fiscale nel marzo del 2000 da Valentino Rossi, con la quale comunicava lo spostamento di residenza, e della sede dei propri affari, nel Regno Unito. In quel Paese, Rossi ha usufruito dell’istituto giuridico della residenza senza domicilio, che permette di dichiarare al Fisco britannico solo i redditi ivi prodotti. Al Fisco italiano, invece, sono stati dichiarati solo i redditi dei fabbricati. Quindi, sarebbero rimasti fuori da qualsiasi dichiarazione fiscale, sia in Italia che Oltremanica, tutti i redditi legati direttamente all’attività sportiva del motociclista (contratti di sponsorizzazione, premi e ingaggi). Le cifre relative a tali introiti sono state versate a società varie facenti capo a Rossi, e con sedi a Londra, Dublino o altri Paesi.

L’Agenzia delle Entrate ha contestato a Valentino Rossi il fatto che il centro dei suoi affari fosse il Regno Unito: secondo l’amministrazione, infatti, Rossi non ha interrotto in maniera significativa i suoi legami sociali e familiari con il suo Paese d’origine, quindi – essendo considerata tuttora l’Italia il centro dei suoi affari – è al Fisco italiano che egli deve pagare le imposte sui suoi ingenti redditi; il 3 agosto l’Agenzia ha notificato a Rossi l’accertamento del quinquennio in esame presso la sua abitazione a Tavullia (città natale del motociclista), in provincia di Pesaro e Urbino.

Notizie correlate

  • Valentino Rossi: il 12 febbraio incontro con il Fisco, 9 febbraio 2008

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 30, 2007

Gran Premio d\’Olanda: dominio di Valentino Rossi

Gran Premio d’Olanda: dominio di Valentino Rossi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Assen, sabato 30 giugno 2007

Valentino Rossi sfoggia un’inedita colorazione ad Assen

Valentino Rossi domina il Gran Premio d’Olanda ad Assen. Il centauro pesarese, partito dall’undicesima posizione dopo delle qualifiche sfavorevoli, è stato il vero mattatore della corsa, realizzando una rimonta impressionante che lo ha portato a soli tre giri dalla fine, in testa alla gara.

Una rimonta costante e determinata che ha permesso al campione di Tavullia di scavalcare posizione in posizione ogni avversario fino a raggiungere l’unico vero avversario della stagione, l’australiano Casey Stoner. Rossi, che sfoggiava un’inedita colorazione della moto in onore del lancio della Fiat 500, è apparso esaltato alla fine della gara, incredulo di un’impresa tanto sofferta ma guadagnata fino in fondo.

In 250 vince lo spagnolo Jorge Lorenzo; in 125 la vittoria va invece a Mattia Pasini.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress