Wiki Actu it

September 21, 2018

Il decreto Milleproroghe è legge

Il decreto Milleproroghe è legge – Wikinotizie

Il decreto Milleproroghe è legge

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

venerdì 21 settembre 2018

Il Senato, con 151 sì e 93 no, ha approvato definitivamente il decreto legge Milleproroghe, nel testo che era stato emendato dalla Camera. Ora con la firma del Presidente della Repubblica e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale si completerà l’iter. Negli anni precedenti il governo ricorreva ad un decreto legge contenente tutte le proroghe nel mese di dicembre, mentre quest’anno si sono anticipati i tempi. Le norme per cui l’opposizione ha espresso più vivacemente la sua contrarietà sono state la proroga dell’autocertificazione delle vaccinazioni per i bambini che frequentano le scuole e la soppressione degli stanziamenti per le periferie.

logo Wikisource

Su Wikisource puoi trovare D.L. 25 luglio 2018, n. 91 – Proroga di termini previsti da disposizioni legislative.

logo Wikisource

Su Wikisource puoi trovare D.L. 25 luglio 2018, n. 91 – Conversione in legge: testo approvato.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 23, 2018

Aumentano i giovani fumatori in Europa

Filed under: Europa,Italia,Pubblicati,Salute,Società,Veneto,Verona — admin @ 5:00 am

Aumentano i giovani fumatori in Europa – Wikinotizie

Aumentano i giovani fumatori in Europa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

giovedì 23 agosto 2018

Un uomo che fuma una sigaretta

Secondo i risultati del progetto Alec dell’Università di Verona è stata riscontrato un aumento del 50% a partire dal 1990 tra i fumatori nella fascia 11-15 anni (40 fumatori su 1.000). Il fenomeno è presente soprattutto nei Paesi dell’Europa meridionale. Secondo il professor Alessandro Marcon cio è dovuto all’alto costo delle sigarette nella parte settentrionale del continente, più che ad educazione e prevenzione. La fascia fumatori 16-20 è quella che è ha riscontrato maggiori diminuizioni nel nord Europa.Il campione preso in esame è costituito da 120.000 abitanti in 17 Paesi europei, valutando le variazioni temporali in 40 anni.

Il fumo è una delle principali cause di mortalità evitabili.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 12, 2018

Madre falsifica certificato vaccinale e si vanta su Facebook: la scuola la denuncia

Madre falsifica certificato vaccinale e si vanta su Facebook: la scuola la denuncia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

domenica 12 agosto 2018

Wikinotizie di oggi
12 agosto

Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità

Una madre contro i vaccini appartenente al movimento no-vax ha falsificato l’autocertificazione vaccinale da inviare alla scuola, prevista dalla legge italiana ed obbligatoria per frequentare le scuole del Paese, scrivendo su Facebook: «Io mi sono fatta furba!! Andato tutto bene!!» e che sarebbe bastato modificare la data ad un foglio dell’Azienda Sanitaria Locale.

La scuola, la paritaria Maria Bambina ad Esine, ha ricevuto numerose segnalazioni rispondendo che avrebbe preso provvedimenti ed infine ha denunciato la donna.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 4, 2016

Virus Zika: zanzara vettore resiste a potenti insetticidi e nuovi casi sospetti a Miami

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Virus Zika: zanzara vettore resiste a potenti insetticidi e nuovi casi sospetti a Miami

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 4 agosto 2016

Mappa globale aggiornata al 30 luglio 2016 con evidenziati gli stati con infezioni da Zika

Il virus Zika continua a diffondersi negli Stati Uniti e ormai i casi accertati totali sono 1.657, tra i quali 1.641 che hanno viaggiato in paesi dove il virus è endemico, 15 che sono stati contagiati per via sessuale, infine un contagiato in laboratorio. Fra i contagiati vi sono 40 persone dell’esercito che hanno operato in ambienti a rischio, di questi una donna che era in gravidanza.

In particolare a Miami sono stati accertati 15 nuovi casi certi di contagio su oltre 400 persone osservate, tra le quali 55 donne gravide.

La diffusione del virus attualmente è a carico di zanzare appartenenti al genere Aedes, in particolare Aedes aegypti, che però riescono a resistere anche ai potenti insetticidi finora impiegati. Vista quest’altra difficoltà, le autorità sanitarie statunitensi hanno perciò dichiarato off-limits la zona di Miami per le donne gravide o che abbiano in programma una gravidanza.

Il virus è spesso la causa di microcefalia fetale.

La questione politica[]

Marco Rubio, nato a Miami ed attuale senatore della Florida, cerca di far porre l’attenzione politica degli Stati Uniti verso il problema di questo virus che, a detta sua, viene visto come un problema lontano e che non riguarda direttamente la nazione; difatti il mancato accordo su tal problema al Congresso è un esempio di questo disinteresse.

Tre giorni fa sono stati chiesti da Rubio almeno 300 milioni di dollari al fondo federale per fronteggiare la crisi.

Il vaccino è lontano[]

Mercoledì scorso i ricercatori del Governo hanno annunciato l’avvio della prima sperimentazione di un vaccino contro il virus Zika, e in parallelo anche altri gruppi di ricercatori procedono a tal scopo, tuttavia non ci si aspetta di ottenerlo prima di almeno un paio d’anni.

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Virus Zika.

Fonti[]

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Miami.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 2, 2016

Russia: decine di persone controllate per sospetta infezione da antrace

Filed under: Cultura e società,Europa,Pubblicati,Russia,Salute — admin @ 5:00 am

Russia: decine di persone controllate per sospetta infezione da antrace

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 2 agosto 2016

Wikinotizie di oggi
2 agosto
Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità

La regione Yamalo Nenets evidenziata nella cartina della Russia

Nel circondario autonomo Jamalo-Nenec nel nord della Russia, decine di persone sono state invitate a farsi controllare dopo che lunedì un ragazzo dodicenne è morto a causa di un’infezione da antrace. Già otto persone su almeno 72 osservate sono state diagnosticate come infette. Altre 200 persone circa hanno ricevuto delle cure preventive.

Le autorità ritengono che l’infezione, causata dal batterio Bacillus anthracis, sia stata passata all’uomo dopo la morte di più di 2300 renne. Nella regione, tutte le famiglie che vivono grazie agli allevamenti di questi animali sono state invitate a farsi controllare e ad allontanarsi dal bestiame.

La propagazione del batterio è stata accentuata dall’ondata di calore, con temperature arrivate intorno ai 35 °C, che ha colpito la regione, posta ora in quarantena. Secondo i media locali si verificano meno di 10 casi annui in Russia, e l’ultimo caso registrato di infezione da antrace nella zona risaliva al 1941.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 24, 2016

Nuova Zelanda: trovata correlazione tra consumo di alcol e cancro

Nuova Zelanda: trovata correlazione tra consumo di alcol e cancro

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 24 luglio 2016

Un team di ricerca del Dipartimento di medicina preventiva e sociale alla Università di Otago, in Nuova Zelanda, guidato dalla dottoressa Jennie Connor, analizzando precedenti studi biologici ed epidemiologici ha riscontrato forti evidenze per una correlazione tra il consumo di alcol e lo sviluppo di tumori in sette diverse zone del corpo: orofaringe, laringe, esofago, fegato, colon, retto e alla mammella.

Secondo lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Addiction, non sarebbero solo gli assidui consumatori a essere a rischio, ma anche chi consuma alcol moderatamente. Infatti, anche se non si comprendono ancora completamente i meccanismi di correlazione, l’epidemiologia mostra una relazione tra i due fattori.

Le prove sono state trovate nei dati raccolti e censiti negli ultimi dieci anni dal World Cancer Research Fund, dall’American Institute for Cancer Research e altre istituzioni, e nella meta-analisi effettuata dal team di Vincenzo Bagnardi sugli effetti dell’alcol e singoli tumori.[1]

La ricerca della Connor ha raccolto prove per cui l’alcol ha causato quasi mezzo milione di morti nel 2012, pari al 5,8% delle morti globali. La ricerca ha anche rivelato che la teoria secondo cui un’assunzione moderata di alcol fornisca protezione contro le malattie cardiovascolari potrebbe essere sbagliata.


Note[]

  1. Bagnardi V. e al. (3 febbraio 2015). Alcohol consumption and site-specific cancer risk: a comprehensive dose-response meta-analysis.. DOI:10.1038. URL consultato il 24 luglio 2016.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

November 4, 2014

Ebola: italiano multato in aereo per uno scherzo

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Ebola: italiano multato in aereo per uno scherzo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

4 novembre 2014
Roberto Binaschi, italiano di Vigevano, in provincia di Pavia, è stato condannato a pagare pena pecuniaria pari a 2.500€ per aver scritto per scherzo sul bicchiere di plastica della figlia “Attenzione, Ebola”.

L’episodio è accaduto in areo durante un volo della compagnia area irlandese Air Lingus alla volta di Dublino. Il motivo alla base di tale sanzione sta nel fatto che quello scherzo, considerato dal giudice di dubbio gusto, è paragonabile ad un allarme bomba e che in entrambi i casi si tratta di procurato allarme portando alla mobilitazione di tutte le preposte procedure di emergenza. Nel caso specifico, tutti i passeggeri sono stati sottoposti a test medici precauzionali.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

October 13, 2014

Ebola: in Texas il primo contagio avvenuto negli Stati Uniti, è un\’infermiera

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Ebola: in Texas il primo contagio avvenuto negli Stati Uniti, è un’infermiera

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 13 ottobre 2014

Anche negli Stati Uniti, in Texas, è avvenuto un contagio di ebola fuori dai confini dell’Africa. Era già successo qualche giorno fa in Europa, in un ospedale spagnolo. Anche in questo caso si tratta di un’infermiera che è entrata in contatto con un paziente contagiato dal virus ebola, tornato dall’Africa a fine settembre quando ancora non manifestava i sintomi, e che poi è morto dopo il ricovero nell’ospedale dove lavora questa infermiera. Sembra che l’infermiera non abbia rispettato in toto le procedure di sicurezza. È dunque possibile che nei prossimi giorni ci saranno altri casi di ebola negli Stati Uniti tra le persone che sono entrate in contatto con questa infermiera.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

October 7, 2014

Ebola. Infermiera spagnola la prima contagiata in Europa

Questa notizia contiene informazioni turistiche

Ebola. Infermiera spagnola la prima contagiata in Europa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 7 ottobre 2014

L’infermiera di 44 anni che è risultata contagiata dal virus Ebola, lavorava nell’ospedale durante la breve degenza di Manuel García Viejo, il volontario spagnolo contagiato in Sierra Leone poi morto il 26 settembre scorso, entrando in contatto con il paziente solo un paio di volte. L’infermiera è ricoverata e trattata con sieri di sangue di una suora sopravvissuta al virus, le sue condizioni sono apparentemente stabili. Oltre a lei sono sotto osservazione altre tre persone, tra queste c’è il marito della donna che anche se attualmente non presenta sintomi, per come funziona la trasmissione del virus, è più probabile sia stato contagiato.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

March 4, 2014

Sanità, in arrivo il \”Tripadvisor\” sulla qualità degli ospedali

Sanità, in arrivo il “Tripadvisor” sulla qualità degli ospedali

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

4 marzo 2014

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin

Il progetto, presentato qualche tempo fa dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin, per il momento consente soltanto di reperire informazioni su un numero limitato di strutture, ma è in fase di completamento e gradualmente dovrebbe anche passare a raccogliere le valutazioni degli utenti.

I pazienti potranno scrivere commenti e dare giudizi positivi o negativi in base alle cure e all’assistenza ricevute nella struttura sanitaria. Il sito (ora parzialmente operativo) si può trovare al link www.dovesalute.gov.it[1]. Offrirà una homepage dove il cittadino potrà trovare informazioni sulla struttura di cui pensa di servirsi, trovandola per area geografica oppure inserendone direttamente il nome. Nella raccolta non ci saranno solo ospedali ma anche farmacie, centri di riabilitazione, guardie mediche e altri.

Una volta completate le procedure in un determinato centro, il paziente potrà visitare il sito web e dare alla struttura un voto da una stella (molto negativo) a cinque stelle (molto positivo), tenendo conto di più fattori come pulizia, manutenzione degli impianti, modernità delle attrezzature e della struttura, qualità dei cibi, rispetto della privacy, disponibilità del personale.


Fonti[]

Note[]

  1. www.dovesalute.gov.it. Il sito, tra l’altro, ha una licenza Creative Commons, la CC BY-NC-ND 4.0 (vedi Note legali).

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress