Wiki Actu it

August 11, 2012

UEFA Champions League 2012-2013: ritorno del terzo turno preliminare

Filed under: Calcio,Europa,Pubblicati,Rotterdam,Sport,UEFA Champions League — admin @ 5:00 am

UEFA Champions League 2012-2013: ritorno del terzo turno preliminare

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Rotterdam, sabato 11 agosto 2012

Tra il 7 e l’8 agosto si sono giocati i 14 incontri di ritorno del terzo turno preliminare di Champions League.

Il 7 agosto a Rotterdam il Feyenoord ha perso in casa contro la Dinamo Kiev (Brown al 96′) uscendo dalla competizione. A Debrecen il BATE sconfigge i padroni di casa per 0-2 estromettendoli dal torneo.

Il Dudelange perde in casa contro il Maribor (0-1) mentre Sørum (tripletta) trascina l’Helsingborgs alla vittoria sullo Śląsk Breslavia. A Baku il Neftchi pareggia contro il Kiryat Shmona (2-2) venendo eliminato dal torneo continentale. Celtic, Cluj e Anderlecht trovano il successo in trasferta eliminando HJK, Slovan LIberec ed Ekranas. Le 11 reti dei belgi nelle due partite contro l’Ekranas sono state realizzate da 9 marcatori diversi (il solo De Sutter ha segnato sia all’andata sia al ritorno). Il Basilea si salva contro il Molde (Degen fa 1-1 al 75′) e il Fenerbahçe vince agevolmente a Vaslui (4-1) con una doppietta di Kuyt. Il Copenaghen rimonta il doppio svantaggio contro il Bruges e ottiene il successo per 2-3 passando il turno. Il Panathinaikos vince in casa (3-0) contro il Motherwell. Dosa Júnior elimina il Partizan dalla Champions League facendo passare il turno all’AEL Limassol e la Dinamo Zagabria travolge lo Sheriff Tiraspol (4-0).

Le squadre che hanno passato il turno (Maribor, BATE Borisov, Cluj, Anderlecht, Helsingborg, Dinamo Zagabria, Celtic, Basilea, Ironi Kiryat Shmona, AEL Limassol, Fenerbahçe, Panathinaikos, Copenaghen e Dinamo Kiev) accedono ad un ulteriore turno di Play-off, una sorta di spareggio per decretare chi accederà alla fase a gironi.

Basilea-Cluj, Helsingborg-Celtic, BATE-Ironi Kiryat Shmona, AEL Limassol-Anderlecht e Dinamo Zagabria-Maribor si affronteranno nel “gruppo Campioni”. Sporting Braga-Udinese, Spartak Mosca-Fenerbahçe, Málaga-Panathinaikos, Borussia Mönchengladbach-Dinamo Kiev e Lille-Copenaghen si affronteranno nel “gruppo Piazzati”.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 4, 2010

Tour de France 2010: Alessandro Petacchi vince in volata la prima tappa

Tour de France 2010: Alessandro Petacchi vince in volata la prima tappa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Alessandro Petacchi detto “Ale-Jet” ha vinto la prima tappa in linea del 97º Tour de France

Bruxelles, domenica 4 luglio 2010
Dopo ben sei anni di digiuno il velocista spezzino Alessandro Petacchi è tornato oggi alla vittoria in una tappa del . Con una volata poderosa è andato a precedere, nell’ordine, Mark Renshaw, Thor Hushovd e Robbie McEwen, aggiudicandosi così la prima frazione in linea della 97ª edizione della Grande Boucle. Tante però le cadute – tre delle quali negli ultimi due chilometri – che hanno coinvolto fra gli altri Ivan Basso, la maglia gialla Fabian Cancellara, Óscar Freire e Mark Cavendish, giunti comunque al traguardo.

Resoconto

Frazione completamente pianeggiante, senza Gran Premi della Montagna: la partenza era fissata a Rotterdam, dopo 223,5 chilometri di corsa sulle strade di Paesi Bassi e Belgio si arrivava a Bruxelles, per onorare il “cannibale” Eddy Merckx.

Non hanno preso il via Mathias Frank e Manuel Cardoso, caduti ieri durante il prologo. Dopo solo un chilometro di corsa vanno in fuga in tre, il belga Maarten Wynants della Quick Step, lo spagnolo Alan Pérez dell’Euskaltel-Euskadi e l’olandese Lars Boom della Rabobank (campione del mondo di ciclocross nel 2008). Intorno al cinquantesimo chilometro i tre raggiungono un vantaggio massimo di 7 minuti e mezzo circa, gap che va quindi inesorabilmente a ridursi nel resto della tappa. Al chilometro 60 circa un cane, sfuggito presumibilmente a qualche tifoso sul bordo strada, entra in strada proprio nel momento in cui sta transitando il gruppo: cadono tra gli altri Ivan Basso e David Millar, oggi in maglia verde, senza però gravi conseguenze.

Ai meno 25 il campione nazionale moldavo Alexandr Pliuschin del Team Katusha stacca il peloton e raggiunge Wynants (Pérez e Boom erano stati nel frattempo già riassorbiti), che sta conducendo da solo la corsa con un margine sul gruppo di 30 secondi circa. I due – anche se è quasi sempre il moldavo a tirare – resistono fino ai meno 8,7 chilometri, quando vengono ripresi definitivamente. Si profila così, come previsto, il classico arrivo in volata.

Tempi neutralizzati negli ultimi tre chilometri. Nell’ultima curva a gomito, qualche centinaio di metri prima dell’arco dell’ultimo chilometro, il britannico Jeremy Hunt sbaglia la traiettoria causando la caduta di alcuni corridori, tra cui Óscar Freire, Mirco Lorenzetto e Mark Cavendish. Nell’ultimo chilometro, quando i treni dei velocisti sono già partiti, ecco altre due cadute: la prima, ai 700 metri circa, spezza in due tronconi il gruppo, lasciando indietro (caduti o rallentati) anche nomi importanti come Ivan Basso e la maglia gialla Fabian Cancellara; la seconda vede coinvolto un ciclista dell’AG2R, Lloyd Mondory, probabilmente urtato da un altro corridore. Lo stesso Mondory va peraltro a rallentare un favorito per la volata, lo statunitense Tyler Farrar.

Ai 400 parte l’australiano Brett Lancaster; proprio durante la caduta di Mondory parte quindi Alessandro Petacchi. Ale-Jet, questo il soprannome, nonostante il lavoro dei compagni della Lampre-Farnese Vini rimane al vento già ai meno 300 metri, ma riesce comunque a vincere in volata solitaria sul rettilineo finale (in leggerissima salita). Secondo è Mark Renshaw del Team HTC-Columbia, terzo Thor Hushovd del Cervélo TestTeam, quarto Robbie McEwen del Team Katusha, quinto Matthieu Ladagnous della FDJ.

In virtù delle neutralizzazioni dei tempi la classifica generale rimane invariata; la maglia verde della classifica a punti passa invece sulle spalle di Petacchi. Domani tappa da Bruxelles a Spa: si affrontano diverse côtes caratteristiche della Liegi-Bastogne-Liegi.

Risultati

Classifica di tappa

Rotterdam Bruxelles – 223,5 km
# Corridore Squadra Tempo
1 Flag of Italy.svg Alessandro Petacchi Flag of Italy.svg Lampre 5.09’38”
2 Flag of Australia.svg Mark Renshaw Flag of the United States.svg HTC-Columbia s.t.
3 Flag of Norway.svg Thor Hushovd Flag of Switzerland.svg Cervélo s.t.
4 Flag of Australia.svg Robbie McEwen Flag of Russia.svg Katusha s.t.
5 Flag of France.svg Matthieu Ladagnous Flag of France.svg FDJ s.t.
6 Flag of Italy.svg Daniel Oss Flag of Italy.svg Liquigas s.t.
7 Flag of Spain.svg José Joaquín Rojas Flag of Spain.svg Caisse d’Ep. s.t.
8 Flag of Germany.svg Christian Knees Flag of Germany.svg Milram s.t.
9 Flag of Spain.svg Rubén Pérez Flag of Spain.svg Euskaltel s.t.
10 Flag of Belgium (civil).svg Jürgen Roelandts Flag of Belgium (civil).svg Omega Pharma s.t.

Classifica generale – Maglia gialla

Fabian Cancellara (fotografato alla partenza della tappa odierna) ha conservato il primato in classifica generale

# Corridore Squadra Tempo
1 Flag of Switzerland.svg Fabian Cancellara Flag of Denmark.svg Saxo Bank 5.19’38”
2 Flag of Germany.svg Tony Martin Flag of the United States.svg HTC-Columbia a 10″
3 Flag of the United Kingdom.svg David Millar Flag of the United States.svg Garmin a 20″
4 Flag of the United States.svg Lance Armstrong Flag of the United States.svg RadioShack a 22″
5 Flag of the United Kingdom.svg Geraint Thomas Flag of the United Kingdom.svg Sky a 23″
6 Flag of Spain.svg Alberto Contador Flag of Kazakhstan.svg Astana a 27″
7 Flag of the United States.svg Levi Leipheimer Flag of the United States.svg RadioShack a 28″
8 Flag of the United States.svg Tyler Farrar Flag of the United States.svg Garmin a 28″
9 Flag of Norway.svg Edvald Boasson Hagen Flag of the United Kingdom.svg Sky a 32″
10 Flag of Germany.svg Linus Gerdemann Flag of Germany.svg Milram a 35″

Classifica a punti – Maglia verde

# Corridore Squadra Punti
1 Flag of Italy.svg Alessandro Petacchi Flag of Italy.svg Lampre 35
2 Flag of Australia.svg Mark Renshaw Flag of the United States.svg HTC-Columbia 30
3 Flag of Norway.svg Thor Hushovd Flag of Switzerland.svg Cervélo 26
4 Flag of Australia.svg Robbie McEwen Flag of Russia.svg Katusha 24
5 Flag of France.svg Matthieu Ladagnous Flag of France.svg FDJ 22

Classifica squadre – Numero giallo

# Squadra Tempo
1 Flag of the United States.svg Team RadioShack 16.00’19”
2 Flag of the United States.svg Team HTC-Columbia a 1″
3 Flag of the United States.svg Garmin-Transitions a 2″
4 Flag of the United Kingdom.svg Team Sky a 16″
5 Flag of Kazakhstan.svg Astana a 20″

Classifica giovani – Maglia bianca

# Corridore Squadra Tempo
1 Flag of Germany.svg Tony Martin Flag of the United States.svg HTC-Columbia 5.19’48”
2 Flag of the United Kingdom.svg Geraint Thomas Flag of the United Kingdom.svg Sky a 13″
3 Flag of Norway.svg Edvald Boasson Hagen Flag of the United Kingdom.svg Sky a 22″
4 Flag of Italy.svg Adriano Malori Flag of Italy.svg Lampre a 25″
5 Flag of the Czech Republic.svg Roman Kreuziger Flag of Italy.svg Liquigas a 28″

Premio combattività – Numero rosso

# Corridore Squadra Tempo
1 Flag of Belgium (civil).svg Maarten Wynants Flag of Belgium (civil).svg Quick Step


Fonti

Commons

Commons contiene immagini e file multimediali su Tour de France 2010: Alessandro Petacchi vince in volata la prima tappa.


Le tappe del Tour de France 2010

Scegli la tappa: prol ·   ·  2ª ·  3ª ·  4ª ·   ·   ·  7ª ·   ·  9ª ·  10ª ·  11ª ·  12ª ·  13ª ·  14ª ·  15ª ·  16ª ·  17ª ·  18ª ·  19ª ·  20ª

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 3, 2010

Tour de France 2010: a Cancellara il prologo e la prima maglia gialla

Tour de France 2010: a Cancellara il prologo e la prima maglia gialla

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Rotterdam, sabato 3 luglio 2010

Cancellara ha vinto, come da pronostico, il prologo di apertura del 97º Tour de France (in foto lo si vede impegnato nella prova)

Lo svizzero Fabian Cancellara si è aggiudicato il prologo del Tour de France 2010, una cronometro di 8,9 chilometri sulle strade di Rotterdam, nei Paesi Bassi. Il tre volte campione del mondo va a vestire anche la prima maglia gialla. Secondo si è classificato il tedesco Tony Martin, già vincitore dell’ultima crono del Giro di Svizzera 2010, terzo l’altro specialista David Millar.

Resoconto

Tappa a lungo corsa sotto la pioggia. Alle ore 16:15 locali è sceso in pista il primo ciclista, Iban Mayoz della Footon-Servetto; un altro spagnolo, Xavier Florencio della Cervélo, era stato intanto escluso dalla sua stessa squadra poco prima del via per aver assunto efedrina come antidolorifico senza autorizzazione.

Tony Martin prende la leadership virtuale già dopo meno di un’ora concludendo in 10’10”: la terrà per più di due ore. Brutte cadute poco dopo per Mathias Frank della BMC e Manuel Cardoso della Footon; quest’ultimo viene portato in ospedale per cure mediche ad una ferita alla testa. Alle ore 19:02 taglia il traguardo David Millar, secondo provvisoriamente in 10’20”, a 10″ da Martin. I favoriti sono in strada nei quaranta minuti seguenti.

Il lussemburghese Andy Schleck, secondo nella generale finale al Tour 2009, chiude in 11’08”, a 58″ da Martin; Damiano Cunego in 11’13”, a 1’03”. Entrambi non hanno voluto rischiare sull’asfalto bagnato. Il campione del mondo in linea Cadel Evans taglia il traguardo alle ore 19:30″, a 29″ da Martin, il vincitore del Giro d’Italia 2010 Ivan Basso a 45″ dal tedesco. Gli ultimi tre in strada sono, nell’ordine, Lance Armstrong del Team RadioShack, Fabian Cancellara del Team Saxo Bank e Alberto Contador dell’Astana: partono ad un minuto l’uno dall’altro.

Il texano già sette volte vincitore del Tour chiude terzo a 12 secondi dal leader provvisorio (era staccato di 5″ al traguardo intermedio posto ai 4,2 km); poco dopo Fabian Cancellara, già primo all’intermedio, dimostra ancora una volta il proprio strapotere nelle prove contro il tempo e sorpassa tutti concludendo in 10 minuti netti, 10″ in meno di Martin, ad una media di 53,400 chilometri l’ora su un asfalto oramai quasi asciutto. L’ultimo a giungere è Contador, staccato di 27 secondi dallo svizzero ma anche, e soprattutto, di cinque dal rivale Armstrong.

Fabian Cancellara va così a vincere la suo quarta cronometro iniziale al Tour de France, dopo i successi nei prologhi del Tour de France 2004 e del Tour de France 2007 e quello nella prima tappa dell’edizione dello scorso anno. Va inoltre a vestire la sua sedicesima maglia gialla complessiva.

Risultati

Classifica di tappa

Rotterdam Rotterdam – Cronometro individuale – 8,9 km
# Corridore Squadra Tempo
1 Flag of Switzerland.svg Fabian Cancellara Flag of Denmark.svg Saxo Bank 10’00”
2 Flag of Germany.svg Tony Martin Flag of the United States.svg HTC-Columbia a 10″
3 Flag of the United Kingdom.svg David Millar Flag of the United States.svg Garmin a 20″
4 Flag of the United States.svg Lance Armstrong Flag of the United States.svg RadioShack a 22″
5 Flag of the United Kingdom.svg Geraint Thomas Flag of the United Kingdom.svg Sky a 23″
6 Flag of Spain.svg Alberto Contador Flag of Kazakhstan.svg Astana a 27″
7 Flag of the United States.svg Levi Leipheimer Flag of the United States.svg RadioShack a 28″
8 Flag of the United States.svg Tyler Farrar Flag of the United States.svg Garmin a 28″
9 Flag of Norway.svg Edvald Boasson Hagen Flag of the United Kingdom.svg Sky a 32″
10 Flag of Germany.svg Linus Gerdemann Flag of Germany.svg Milram a 35″

Classifica generale – Maglia gialla

# Corridore Squadra Tempo
1 Flag of Switzerland.svg Fabian Cancellara Flag of Denmark.svg Saxo Bank 10’00”
2 Flag of Germany.svg Tony Martin Flag of the United States.svg HTC-Columbia a 10″
3 Flag of the United Kingdom.svg David Millar Flag of the United States.svg Garmin a 20″
4 Flag of the United States.svg Lance Armstrong Flag of the United States.svg RadioShack a 22″
5 Flag of the United Kingdom.svg Geraint Thomas Flag of the United Kingdom.svg Sky a 23″
6 Flag of Spain.svg Alberto Contador Flag of Kazakhstan.svg Astana a 27″
7 Flag of the United States.svg Levi Leipheimer Flag of the United States.svg RadioShack a 28″
8 Flag of the United States.svg Tyler Farrar Flag of the United States.svg Garmin a 28″
9 Flag of Norway.svg Edvald Boasson Hagen Flag of the United Kingdom.svg Sky a 32″
10 Flag of Germany.svg Linus Gerdemann Flag of Germany.svg Milram a 35″

Classifica a punti – Maglia verde

# Corridore Squadra Punti
1 Flag of Switzerland.svg Fabian Cancellara Flag of Denmark.svg Saxo Bank 15
2 Flag of Germany.svg Tony Martin Flag of the United States.svg HTC-Columbia 12
3 Flag of the United Kingdom.svg David Millar Flag of the United States.svg Garmin 10
4 Flag of the United States.svg Lance Armstrong Flag of the United States.svg RadioShack 8
5 Flag of the United Kingdom.svg Geraint Thomas Flag of the United Kingdom.svg Sky 6

Classifica squadre – Numero giallo

# Squadra Tempo
1 Flag of the United States.svg Team RadioShack 31’25”
2 Flag of the United States.svg Team HTC-Columbia a 1″
3 Flag of the United States.svg Garmin-Transitions a 2″
4 Flag of the United Kingdom.svg Team Sky a 16″
5 Flag of Kazakhstan.svg Astana a 20″

Classifica giovani – Maglia bianca

# Corridore Squadra Tempo
1 Flag of Germany.svg Tony Martin Flag of the United States.svg HTC-Columbia 10’10”
2 Flag of the United Kingdom.svg Geraint Thomas Flag of the United Kingdom.svg Sky a 13″
3 Flag of Norway.svg Edvald Boasson Hagen Flag of the United Kingdom.svg Sky a 22″
4 Flag of Italy.svg Adriano Malori Flag of Italy.svg Lampre a 25″
5 Flag of the Czech Republic.svg Roman Kreuziger Flag of Italy.svg Liquigas a 28″


Fonti

Commons

Commons contiene immagini e file multimediali su Tour de France 2010: a Cancellara il prologo e la prima maglia gialla.


Le tappe del Tour de France 2010

Scegli la tappa: prol ·   ·  2ª ·  3ª ·  4ª ·   ·   ·  7ª ·   ·  9ª ·  10ª ·  11ª ·  12ª ·  13ª ·  14ª ·  15ª ·  16ª ·  17ª ·  18ª ·  19ª ·  20ª

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 13, 2006

In Olanda trovato un uccello contagiato dall\’influenza aviaria

In Olanda trovato un uccello contagiato dall’influenza aviaria

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

13 agosto 2006
Il governo olandese ha confermato la presenza del primo uccello contagiato dal virus H5N1, responsabile dell’influenza aviaria. L’uccello era stato trovato due giorni prima in uno zoo di Rotterdam. Un laboratorio di Lelystad ha confermato che l’uccello infettato era stato scoperto durante uno dei controlli di routine dal Wild Life Health Centre, che ha trovato tracce di H5N1. Altri test verranno effettuati e i risultati verranno resi noti a giorni.

Wikinews

Questo articolo, o parte di esso, deriva da una traduzione di H5N1 bird flu confirmed in the Netherlands, pubblicato su Wikinews in lingua inglese.

I Paesi Bassi non avevano mai avuto alcun caso di influenza aviaria, prima d’ora. Lo zoo rimarrà aperto, poiché l’influenza si può diffondere solo con uno stretto contatto con i contagiati, ma verranno messe in atto opportune restrizioni per proteggere la salute dei visitatori, dello staff e degli altri animali.

Non si sa come l’uccello abbia contratto il virus: in ogni caso, a tutto lo staff dello zoo sono state somministrate adeguate misure profilattiche.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress