Wiki Actu it

May 7, 2012

Calcio: la Juventus è campione d\’Italia 2012

Calcio: la Juventus è campione d’Italia 2012

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Trieste, lunedì 7 maggio 2012

Antonio Conte è riuscito a vincere lo scudetto con la Juventus senza mai perdere un incontro in 37 partite di campionato

In seguito alla vittoria per 2-0 inflitta ieri al Cagliari sul campo neutro di Trieste, la Juventus si laurea campione d’Italia per la ventottesima volta nella sua storia. Staccato di 4 punti, a una giornata dal termine del campionato, il Milan, detentore del titolo e sconfitto ieri in rimonta per 4-2 dall’Inter nel derby di Milano.

Le due gare iniziano entrambe alle 20:45 locali. Al “Nereo Rocco” la Juventus passa subito in vantaggio al 6′ di gioco con una marcatura di Mirko Vučinić. A Milano invece è l’Inter a portarsi avanti per 1-0 grazie ad una rete di Milito al 14′, prima che Zlatan Ibrahimović, capocannoniere del torneo, pareggi le marcature su calcio di rigore. A Trieste intanto si rimane sullo 0-1 per la Juventus, un punteggio che dà ancora qualche speranza al Milan di potersi giocare il titolo all’ultima giornata.

Nel secondo tempo della stracittadina milanese è ancora Ibrahimović ad andare in rete e a portare i suoi in vantaggio e, almeno virtualmente, a 80 punti in classifica; pochi minuti più tardi, segnando su calcio di rigore, Milito ristabilisce però la parità. Al Nereo Rocco un’autorete di Michele Canini al 74′ consente alla Juventus di portarsi sullo 0-2 e di chiudere la partita. Al “Meazza” intanto si spengono le velleità di successo del Milan: Milito realizza un secondo rigore all’80’ (tripletta per lui) e Maicon sette minuti dopo mette a segno la rete del 4-2 finale.

Il campionato è deciso. Grazie a questo duplice risultato i bianconeri torinesi, guidati in panchina da Antonio Conte, possono festeggiare il ventottesimo scudetto della loro storia, a nove anni dall’ultimo, vinto nel campionato 2002-2003 (escludendo, quindi, i due titoli delle stagioni 2004-2005 e 2005-2006, il primo revocato, l’altro assegnato all’Inter per i fatti di Calciopoli), e a cinque anni dall’ultimo trofeo, la Coppa Ali della Vittoria, per il primo posto nel campionato di Serie B 2006-2007.

Dal punto di vista statistico, la Juventus è riuscita a rimanere in testa alla graduatoria dalla 9ª alla 22ª giornata, cedendo la testa della classifica al Milan tra la 26ª e la 30ª giornata e ritornando sola davanti ai rossoneri dalla 31ª. I bianconeri hanno conquistato 81 punti, frutto di 22 vittorie, 15 pareggi e nessuna sconfitta, potendo vantare inoltre la miglior difesa, solamente 19 reti subite, e, con 65 reti realizzate, il secondo miglior attacco dopo quello del Milan. Per la Juventus rimane ora l’ultima partita di campionato contro l’Atalanta – l’obiettivo sarà quello di concludere la stagione imbattiuti – e poi l’importantissima finale di Coppa Italia contro il Napoli per centrare il double.

Dopo la vittoria del titolo si scatenano comunque le polemiche che ruotano intorno all’opportunità o meno, per la squadra juventina, di esibire sulla maglia la terza stella a indicare 30 scudetti vinti (i 28 ufficiali più i due tolti). Il presidente della società bianconera Andrea Agnelli, affermando che gli scudetti vinti sul campo sono proprio 30, ha annunciato che dalla prossima stagione «i tifosi sulla maglia avranno una novità». Giancarlo Abete, presidente della FIGC, ha dal canto suo sottolineato la necessità del rispetto delle regole, aggiungendo: «Se è una sorpresa, attendiamo di conoscerne il contenuto. Con grande serenità, qualora venisse posto il problema, sarà data risposta da una Federazione che ha grande rispetto per la storia di tutti i club e per le regole del mondo del calcio».


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

December 29, 2009

Qualità della vita: la classifica 2009 de Il Sole 24 Ore

Qualità della vita: la classifica 2009 de Il Sole 24 Ore

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 29 dicembre 2009

Trieste, la provincia dove la qualità di vita nel 2009 è stata maggiore…

…e Agrigento (qui in una veduta della Valle dei Templi), la cui provincia detiene il triste primato negativo.

Anche quest’anno il Sole 24 Ore ha diffuso la classifica che evidenzia la qualità della vita nelle province italiane.

Quest’anno il primo premio è andato a Trieste, capoluogo del Friuli-Venezia Giulia, che ha sottratto la corona d’alloro ad Aosta, che era risultata la provincia più vivibile d’Italia per il 2008.

Trieste, per la seconda volta vincitrice dopo il 2005, è seguita in vetta alla classifica da altre province situate nel centro-nord taliano: Belluno e Sondrio. Il quarto posto tocca a una città del centro della penisola, Macerata, per poi risalire al nord con Trento e Aosta.

La parte bassa è invece è caratterizzata dalla presenza di province del mezzogiorno, con Agrigento in ultima posizione (gradino che già aveva occupato nel 2007).

Variazioni rispetto al passato[]

Tra le province che guadagnano più posti rispetto all’anno passato ci sono Nuoro (+32), Campobasso (+30) e Rimini (+29). Quelle che hanno perso di più sono invece Asti (-34), Biella (-31) e Isernia (-31). Le grandi come Milano e Roma guadagnano posizioni: risale al 19º posto il capoluogo lombardo, mentre la capitale sale al 24º.

Top ten e Last ten delle province più vivibili[]

Come accade di consueto in simili classifiche, i primi posti della sono occupati da città del Centro-Nord mentre le posizioni più basse della classifica sono affollate da centri urbani del Meridione, con un primato negativo della Regione Sicilia, a cui appartiene ben la metà dei 10 centri urbani con il più basso tenore di vita. Nelle seguenti tabelle sono riepilogate le migliori e le peggiori dieci performance, secondo i parametri del Sole 24 Ore:

Pos. Città Punti Dif. 2008
1 Trieste 641 +5
2 Belluno 621 =
3 Sondrio 609 +2
4 Macerata 608 +10
5 Trento 606 -2
6 Aosta 601 -5
7 Grosseto 599 9
8 Bolzano 595 -5
9 Siena 593 -2
10 Piacenza 592 -1
10 Rimini 592 +29
Pos. Città Punti Dif. 2008
98 Lecce 482 -10
99 Foggia 469 =
99 Trapani 469 +1
101 Taranto 465 -6
102 Palermo 463 -1
103 Caserta 461 -9
104 Catania 460 -8
105 Caltanissetta 459 -2
106 Napoli 456 -9
107 Agrigento 450 -6

La media delle province è 514

Criteri di valutazione[]

Come di consueto, la classifica del Sole 24 Ore si basa su sei criteri di valutazione:

Tenore di vita Affari e lavoro Ordine pubblico Servizi e ambiente Popolazione Tempo libero
1. Trend Pil 1. Imprese 1. Scippi 1. Infrastrutture 1. Abitanti 1. Lettura di libri
2. Conti in banca 2. Nuove imprese 2. Furti in casa 2. Ecosistema 2. Trasferimenti 2. Spettacoli
3. Pensioni 3. Fallimenti 3. Rapine 3. Clima 3. Trend natalità 3. Cinema
4. Consumi 4. Protesti 4. Truffe 4. Decessi 4. Giovani 4. Ristorazione
5. Inflazione 5. Donne occupate 5. Minori arrestati 5. Scuole 5. Laureati 5. Volontariato
6. Costo casa 6. Disoccupati 6. Trend delitti 6. Cause civili 6. Stranieri 6. Attività sportiva


Articoli correlati[]

  • «Qualità della vita: la classifica 2008 de Il Sole 24 Ore» – Wikinotizie, 29 dicembre 2008

Collegamenti esterni[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 25, 2006

All\’Unione le province del Friuli, alla CdL la città di Trieste

All’Unione le province del Friuli, alla CdL la città di Trieste

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

25 aprile 2006
Si conclude con un 3-1 a favore del centro-sinistra la sfida politica in Friuli Venezia Giulia. La Casa delle Libertà, infatti, è riuscita a difendersi nel Comune di Trieste, dove il candidato Roberto Dipiazza, sindaco uscente, ha battuto l’esponente dell’Unione, Rosato, con il 51% dei consensi.
All’Unione, invece, è andata la città di Pordenone, dove Carlo Mucignat ha ottenuto il 59,12% dei consensi.
L’Unione ha vinto anche nelle due province del Friuli in cui si sceglievano i consigli provinciali: a Gorizia Enrico Gherghetta, candidato dell’Unione, ha battuto Leonardo Zappalá con il 58,86%. Un po’ più eclatante il successo dell’Unione nella provincia di Trieste, che viene strappata all’amministrazione uscente di centrodestra: Maria Teresa Bassa Poropat ha vinto di misura (con il 50,89%) su Fabio Scoccimaro della CdL.
L’affluenza registrata è in calo rispetto alle scorse consultazioni del 9 e 10 aprile (durante le quali si votava anche per le politiche) e si è fermata al 57,42% rispetto al 78,93% del primo turno.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

March 8, 2006

È morto l\’ex ciclista Giordano Cottur

È morto l’ex ciclista Giordano Cottur – Wikinotizie

È morto l’ex ciclista Giordano Cottur

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

8 marzo 2006

Si è spento a Trieste, all’età di 91 anni, l’ex campione ciclista Giordano Cottur.

È stato un grande avversario di Coppi e Bartali. Nel 1946 vinse la tappa del Giro d’Italia che arrivava a Trieste, la sua città, allora separata dall’Italia.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

January 8, 2006

Mostra Histria. Opere d\’arte restaurate: da Paolo Veneziano a Tiepolo 2005

Mostra Histria. Opere d’arte restaurate: da Paolo Veneziano a Tiepolo 2005

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

8 gennaio 2006

Histria. Opere d’arte restaurate: da Paolo Veneziano a Tiepolo[]

Dopo un restauro durato cinquant’anni, 21 opere di maestri della pittura vengono esposte al Museo Revoltella di Trieste. La mostra Histria. Opere d’arte restaurate: da Paolo Veneziano a Tiepolo rimarrà aperta fino all’8 gennaio 2006.

Sono esposte opere di Alessandro Algardi, Vittore Carpaccio, Giambattista Tiepolo, Paolo Veneziano e Alvise Vivarini, rimosse nel 1940 da chiese e musei dell’Istria per toglierli dai pericoli della guerra. La mostra è organizzata dal Ministero per i beni e le attività culturali in collaborazione con la Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Friuli Venezia Giulia.

Fonti[]

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Trieste.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress