Wiki Actu it

March 11, 2016

Morto l\’ex calciatore argentino Roberto Perfumo

Morto l’ex calciatore argentino Roberto Perfumo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

11 marzo 2016

Non è sopravvissuto al grave trauma cranico che si era procurato nelle prime ore della giornata l’ex calciatore argentino Roberto Perfumo.

Perfumo nel 1969

Nella notte tra il 9 e il 10 marzo Perfumo si trovava in un ristorante italiano nel barrio bonaerense di Puerto Madero: intorno alle 2 del mattino del 10 marzo è caduto da una scala nel ristorante e ha battuto il capo. Subito ricoverato, i sanitari hanno riscontrato una frattura cranica e un’emorragia che non è stato possibile tamponare. La morte è sopraggiunta poche ore più tardi.

Roberto Perfumo, classe 1942, aveva militato nel Racing di Avellaneda e nel River Plate, e aveva avuto anche un’esperienza in Brasile nel Cruzeiro. Soprannominato El Mariscal (Il Maresciallo), a livello internazionale aveva fatto parte della Nazionale olimpica argentina a Tokyo nel 1964 e aveva preso parte ai campionati mondiali del 1966 in Inghilterra e del 1974 in Germania. Proprio a seguito della sua partecipazione a tale ultima manifestazione era entrato nella cultura di massa italiana perché un suo autogoal a favore della Nazionale azzurra era stato narrato nel libro di Giovanni Arpino Azzurro tenebra e Perfumo era stato citato come «argentino di Cuneo» in ragione delle sue ascendenze piemontesi.

Terminato di giocare Perfumo passò alla carriera tecnica e, successivamente, a quella giornalistica: fu collaboratore di varie testate e trasmissioni televisive.

L’AFA, la federcalcio argentina, ha annunciato un minuto di silenzio in omaggio a Perfumo sui campi di tutte le categorie nazionali in occasione degli incontri del prossimo fine settimana.

Articoli correlati[]

  • «Calcio, Argentina: l’ex calciatore Perfumo grave dopo una caduta» – Wikinotizie, 10 marzo 2016

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 25, 2014

È morto Ciro Esposito, il tifoso napoletano ferito prima della finale di Coppa Italia

È morto Ciro Esposito, il tifoso napoletano ferito prima della finale di Coppa Italia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 25 giugno 2014
Non ce l’ha fatta Ciro Esposito, il trentenne tifoso napoletano ferito da un colpo d’arma da fuoco la sera di sabato 3 maggio durante gli scontri tra ultras avvenuti al di fuori dello Stadio Olimpico di Roma, che hanno preceduto la partita di calcio tra Fiorentina e Napoli, gara valida come finale di Coppa Italia. Il giovane è deceduto in mattinata al Policlinico “Gemelli” per un’insufficienza multiorganica.

Il comunicato ufficiale sul decesso di Eposito, le cui condizioni si erano improvvisamente aggravate nella giornata di ieri (tanto che alcune fonti d’informazione nel pomeriggio avevano già diffuso erroneamente la notizia della morte), è stato diramato alle ore 7 dal Prof. Antonelli, che ha anche rivolto un messaggio di condoglianze alla famiglia.

Per la morte di Ciro Esposito, il sindaco di Napoli ha proclamato il lutto cittadino. La Procura di Roma ha invece disposto l’autopsia sul corpo dello sfortunato tifoso, per la morte del quale è già da oltre un mese a mezzo agli arresti il presunto responsabile, un ultras romanista, per cui ora si prospetta l’accusa di omicidio volontario.

La famiglia di Eposito ha chiesto provvedimenti drastici nei confronti di coloro che in quella maledetta sera del 3 maggio si sia macchiato di errori ed omissioni. Lo zio del tifoso ha invece invocato la calma rivolgendosi ai tifosi affinché non sfoghino la propria rabbia nella violenza in nome di suo nipote.

La camera ardente verrà allestita nel Palazzetto dello Sport di Scampia, mentre i funerali non si terranno prima di venerdì.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 25, 2014

Calcio: è morto Tito Vilanova

Calcio: è morto Tito Vilanova – Wikinotizie

Calcio: è morto Tito Vilanova

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Barcellona, venerdì 25 aprile 2014

Tito Vilanova

Il mondo del calcio è in lutto per la scomparsa di Tito Vilanova.

L’ex-allenatore del Barcellona, dimessosi dall’incarico nel luglio scorso per problemi di salute, è morto oggi pomeriggio all’età di 45 anni. Ieri è stato operato d’urgenza per una complicazione di un tumore alla ghiandola parotide contro cui lottava dal 2011, ma l’intervento è risultato vano. L’intero mondo calcistico rimpiange la perdita dell’allenatore catalano, uno dei più apprezzati nonostante la breve carriera sportiva.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

November 24, 2013

Calcio in lutto, si spegne Amedeo Amadei

Calcio in lutto, si spegne Amedeo Amadei

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 24 novembre 2013
È morto questa mattina nella sua casa di Frascati Amedeo Amadei, storico centravanti e bandiera della Roma, con la quale ha vinto il primo scudetto nel 1942.

Oltre a quella della squadra capitolina, Amadei ha vestito anche le maglie di Atalanta, Inter, Napoli e della Nazionale Italiana, con la partecipazione ai Mondiali del 1950.

Come allenatore, vanta le panchine del Napoli e della Nazionale femminile.

Soprannominato Fornaretto, per via del lavoro di fornai dei suoi genitori, nel 2011 è stato inserito nella Hall of fame della Roma.

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Amedeo Amadei.


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 30, 2013

Trovato morto l\’ex calciatore Gaetano Musella

Filed under: Calcio,Europa,Italia,Necrologi,Necrologi (calcio),Pubblicati,Sport — admin @ 5:00 am

Trovato morto l’ex calciatore Gaetano Musella

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 30 settembre 2013

Poco l’ora di pranzo, il cadavere dell’ex calciatore Gaetano Musella è stato trovato da un turista tedesco in una scogliera in località Caprazoppa, a Finale Ligure. L’uomo, il cui corpo sarà sottoposto ad autopsia, vestiva una maglietta e delle ciabatte, ma senza pantaloni.

Musella era cresciuto nelle giovanili del Napoli, con cui esordì in Serie A, vestendo in massima serie anche la maglia del Catanzaro. Giocò in Nazionale Under-21 dal 1980 al 1982. Chiusa l’attività agonistica, intraprese la carriera di allenatore e in particolare, alla Sanremese nel 2005-2006, allenò il figlio.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 18, 2012

Morto l\’ex allenatore di calcio Carmelo Del Noce

Filed under: Calcio,Europa,Italia,Necrologi,Necrologi (calcio),Pubblicati,Sport — admin @ 5:00 am

Morto l’ex allenatore di calcio Carmelo Del Noce

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 18 aprile 2012

Altra morte nel mondo del calcio italiano. Questa volta è venuto a mancare Carmelo Del Noce, ex calciatore e allenatore. Soprannominato il Maestro, ha legato la carriera principalmente alla Sicilia, sia da giocatore, che da allenatore.

Tra i risultati più rilevanti ci sono le storiche promozioni in Serie D con Termitana e Fincantieri. Se non fosse stato per la malasorte di una moneta, quest’ultima squadra sarebbe stata poi promossa in Serie C per la prima volta nella storia.

Nella stagione 1982-1983, dopo essere stato vice allenatore di Antonio Renna in Serie B col Palermo, guidò la squadra dalla 22ª alla 26ª giornata.

I funerali sono stati celebrati oggi alle 11 presso la Chiesa di Sant’Erasmo in via Campolo, a Palermo. Avrebbe compiuto 80 anni ad agosto, in quanto nacque il 6 agosto 1932.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 16, 2012

Morto l\’ex calciatore Carlo Petrini

Filed under: Calcio,Europa,Italia,Necrologi,Necrologi (calcio),Pubblicati,Sport — admin @ 5:00 am

Morto l’ex calciatore Carlo Petrini – Wikinotizie

Morto l’ex calciatore Carlo Petrini

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 16 aprile 2012

Un’altra morte nel mondo del calcio italiano. Oggi è infatti venuto a mancare, all’età di 64 anni, Carlo Petrini, ex calciatore attivo fra gli anni sessanta e i primi anni ottanta.

In carriera vinse la Coppa dei Campioni 1968-1969 con il Milan e la Coppa Italia 1970-1971 con il Torino; la sua attuale notorietà però non è dovuta tanto ai successi sportivi quanto alla pubblicazione, nel 2000, del libro autobiografico Nel fango del dio pallone, in cui denunciò l’uso del doping nel calcio. In seguito pubblicò altri otto libri.

A causa di una grave forma di glaucoma, che gli ha fatto quasi perdere l’occhio sinistro e compromesso quello destro, è stato sottoposto a cinque interventi chirurgici. Si sospetta che la malattia potesse essere correlata all’abuso di farmaci, forse anche dopanti, avvenuto durante la carriera agonistica.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Morto l\’ex calciatore Rino Bon

Filed under: Calcio,Europa,Italia,Necrologi,Necrologi (calcio),Pubblicati,Sport — admin @ 5:00 am

Morto l’ex calciatore Rino Bon – Wikinotizie

Morto l’ex calciatore Rino Bon

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 16 aprile 2012

Altra morte nel mondo del calcio italiano. Questa volta è venuto a mancare Rino Bon, ex calciatore di Mestrina, Padova (con cui ha collezionato 9 presenze e un gol in Serie A), Reggiana e Palermo, attivo negli anni sessanta e successivamente allenatore, morto l’altro ieri all’età di 72 anni.

I funerali saranno celebrati martedì alle ore 11, nella Basilica dei SS. Giovanni e Paolo a Venezia. Risiedeva nel centro storico di Mestre.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 14, 2012

Calcio: dramma in campo, muore Piermario Morosini

Calcio: dramma in campo, muore Piermario Morosini

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Pescara, sabato 14 aprile 2012
Altro dramma in campo nel mondo del calcio: il centrocampista del Livorno Piermario Morosini è stato infatti stroncato da un arresto cardiaco durante la partita di Serie B contro il Pescara. Trasportato subito in ospedale, si è spento senza aver mai ripreso conoscenza. Aveva venticinque anni.

Succede tutto allo Stadio Adriatico di Pescara, nel corso del primo tempo della gara valida per il 35º turno del campionato cadetto. Al 31′ minuto di gioco, Morosini si accascia a terra per un malore, colpito da arresto cardiaco. I soccorritori intervengono subito, prima provando a rianimare il giocatore con il defibrillatore, poi trasferendolo all’ospedale di Pescara, dove lo inducono al coma farmacologico. Ma il cuore non riprende a battere. Il venticinquenne calciatore non si risveglierà più: l’annuncio del decesso viene dato, meno di due ore dopo, dai medici dello stesso nosocomio. Una volta giunta la notizia della morte, la Federcalcio italiana ha sospeso immediatamente lo svolgimento delle partite di tutti i campionati, comprese quelle della 33ª giornata di Serie A.

Il nome di Morosini si aggiunge alla lista dei giocatori morti nel campo di gioco, un tragico elenco che include tra gli altri il camerunese Marc-Vivien Foé, l’ungherese Miklós Fehér, il brasiliano Serginho, lo spagnolo Antonio Puerta. Quella di Morosini non era stata un’esistenza facile, perché condizionata dalla morte di alcuni dei più stretti parenti: aveva infatti perso la madre Camilla nel 2001, e il padre Aldo, causa infarto, nel 2003, rimanendo orfano a soli 17 anni. L’anno dopo il fratello disabile si era suicidato, lasciando Piermario da solo con la sorella, pure lei disabile.

Per la morte del giovane calciatore è stata aperta un’indagine: l’ambulanza avrebbe infatti ritardato i soccorsi a causa di un’auto della polizia municipale, una Fiat Croma, che ostruiva l’ingresso sul terreno di gioco. Un fatto che trova riscontro anche nelle parole del portiere della squadra pescarese, Luca Anania: «All’inizio non avevamo ben capito la gravità della situazione. Io, tra l’altro, mi trovavo dalla parte opposta e sono subito corso verso la metà campo del Livorno, dove era caduto a terra Morosini. Ci sono stati momenti di grande confusione. C’è stato ritardo nei soccorsi, perché ci hanno detto che l’ambulanza non poteva entrare sul terreno di gioco perché l’ingresso era ostruito da un’altra macchina. Alcuni miei compagni hanno portato la barella a mano fino all’ambulanza».


Articoli correlati[]

  • «In migliaia a Bergamo per l’ultimo saluto a Piermario Morosini» – Wikinotizie, 19 aprile 2012

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 13, 2012

È morto Mirko Fersini, il giovane calciatore in coma per una caduta in scooter

È morto Mirko Fersini, il giovane calciatore in coma per una caduta in scooter

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Roma, giovedì 13 aprile 2012
Si è spento ieri all’ospedale San Camillo di Roma, dopo una settimana in stato di coma, Mirko Fersini, diciassettenne calciatore della squadra Allievi nazionali della Lazio. Il giovane, nato nel 1995 a Fiumicino, era stato vittima di un incidente in scooter venerdì scorso, quando in via Danubio aveva urtato contro un cassonetto dell’immondizia; era stato subito ricoverato di urgenza per un vasto edema cerebrale, ma le sue condizioni erano apparse subito gravi. Oggi il suo cuore ha cessato di battere. Dopo la morte, la famiglia ha autorizzato l’espianto degli organi.

Per la Lazio si tratta del secondo lutto in pochi giorni, dopo quello per la morte di Giorgio Chinaglia. Anche dal mondo della politica arrivano le condoglianze alla famiglia: molti politici romani, tra cui Gianni Alemanno, sindaco della capitale, il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti e Renata Polverini, presidente della Regione Lazio, hanno espresso solidarietà.


Notizie correlate[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress