Wiki Actu it

March 10, 2012

UEFA Champions League 2011-2012: record di Messi nel 7-1 rifilato al Bayer

UEFA Champions League 2011-2012: record di Messi nel 7-1 rifilato al Bayer

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Barcellona, sabato 10 marzo 2012

Leo Messi, autore di 5 reti nella partita contro il Bayer Leverkusen: è l’unico calciatore ad averne realizzate tante in una singola partita di Champions League

Il 7 marzo si è giocata la quinta partita degli ottavi di finale di UEFA Champions League tra la società spagnola del Barcellona e i tedeschi del Bayer Leverkusen. I catalani si sono imposti vincendo largamente per 7 reti a 1, grazie a cinque reti del Pallone d’oro Lionel Messi. L’incontro è disputato al Camp Nou di Barcellona.

Josep Guardiola schiera il suo Barça con un 4-3-3 con Valdés in porta, Adriano, Mascherano, Piqué e Dani Alves in difesa, Fàbregas, Busquets e Xavi a centrocampo e il trio offensivo Iniesta, Messi e Pedro. Robin Dutt sceglie invece di disporre il Bayer con un 4-4-2: il portiere Leno dietro a Kadlec, Schwaab, Toprak e Castro schierati in difesa, Lars Bender, Rolfes, Reinartz e Renato Augusto a centrocampo, Kießling e Derdiyok in attacco.

La sfida s’infiamma subito: Fàbregas vede e serve Messi che entra in area, ma il suo tiro è respinto da Leno; Messi rimette la sfera a centro area ma Castro si oppone in scivolata alla conclusione a porta vuota di Pedro. Dopo un paio di punizioni pericolose di Xavi arriva l’1-0: lo stesso Xavi, dalla propria metà campo, lancia Messi che taglia in due la difesa lasciando sul posto Toprak e Schwaab, controlla la sfera e realizza un pallonetto che supera Leno e s’insacca nella sua porta insieme a Schwaab che aveva tentato di recuperare sull’argentino.

Il Barça crea diverse occasioni e raddoppia sul finire del primo tempo: Mascherano serve Iniesta che si accentra, supera un paio di avversari e scarica su Messi che, dopo aver lasciato sul posto tre difensori, mette il pallone sul palo più lontano immobilizzando Leno. La prima frazione di gioco si conclude sul 2-0 per i catalani.

Al 50′ Messi completa la tripletta: Fàbregas lancia l’argentino che controlla il pallone, si libera di Schwaab e supera con un lob di destro il portiere avversario. La prima vera azione del Bayer arriva, in risposta al 3-0, con uno scambio veloce a centrocampo: Rolfes lancia Derdiyok che riesce a liberarsi di Mascherano ma il suo tiro attraversa tutto lo specchio della porta perdendosi sul fondo. Guardiola fa riposare Iniesta e Xavi che escono per Tello e Keita, mentre Dutt fa entrare Schürrle e Bellarabi al posto di Bender e Derdiyok.

Dopo soli 3′ dall’ingresso in campo Tello realizza la sua prima marcatura all’esordio in Champions League: lanciato da Fàbregas sulla corsia destra, arriva in area e batte Leno colpendo il pallone con l’interno destro. Passano altri due minuti e i catalani raggiungono il 5-0: da calcio d’angolo, Messi e Pedro giocano di prima portando Messi in area; il passaggio di Pedro verso Messi è sporcato da Schwaab che indirizza la sfera verso il fondo del campo; Leno si tuffa ma mette il pallone sui piedi di Messi che deve solo concludere con un preciso tap-in.

Gli spagnoli non si placano: al 62′ Dani Alves in contropiede serve Tello, che, smarcato sulla sinistra dell’area di rigore tedesca, ha la libertà di stoppare il pallone, aggiustarselo e battere nuovamente con l’interno destro il giovane Leno, colpevole di essersi fatto passare la sfera sotto il braccio. Dopo una ventina di minuti di possesso palla da parte dei padroni di casa, a cinque minuti dalla fine arriva anche il 7-0: Fàbregas passa per Keita e il maliano serve Messi che conclude a girare sul palo più lontano. I blaugrana potrebbero portarsi anche sul 8-0: l’onnipresente Fàbregas lancia con un passaggio filtrante Tello, che si accentra, entra in area ma spara su Leno.

Nei minuti di recupero il giovane Bellarabi conclude un uno-due con Rolfes e realizza il gol della bandiera battendo Valdés con un tiro a girare di destra indirizzato sul secondo palo. Così facendo il Bayer evita un sconfitta storica: nessuna squadra, infatti, aveva mai perso con sette reti di scarto in una fase finale di Champions League.

Il Barcellona invece prosegue l’avventura ai quarti di finale. Tello esordisce in Champions realizzando una doppietta, mentre il tre volte Pallone d’Oro Lionel Messi raggiunge un altro record: è infatti il primo calciatore ad aver marcato cinque reti in una singola partita di Champions League.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

March 9, 2012

Athletic Bilbao corsaro all\’Old Trafford

Athletic Bilbao corsaro all’Old Trafford

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Manchester, venerdì 9 marzo 2012

Wayne Rooney ha realizzato le due reti del Manchester United

Ieri, 8 marzo, si è giocata l’ottava partita degli ottavi di finale di Europa League tra la squadra inglese del Manchester United e i baschi dell’Athletic Bilbao. Dopo i 90 minuti regolamentari gli spagnoli hanno prevalso sui padroni di casa per 3 reti a 2. L’incontro è disputato allo stadio Old Trafford di Manchester.

Gli inglesi allenati da Ferguson schierano un 4-4-2 con de Gea in porta, Evra, Evans, Smalling e Rafael in difesa, a centrocampo Young e Jones Giggs e Park Ji-Sung, in attacco il duo Rooney-Hernández.

L’Athletic Bilbao di Bielsa inizia invece la sfida con un 4-2-3-1: Iraizoz tra i pali, in difesa Aurtenetxe, San José, Martínez e Iraola; Iturraspe e De Marcos centrocampisti centrali, Muniain, Ander Herrera, Susaeta dietro all’unica punta Llorente.

L’Athletic Bilbao parte subito bene ma al 22′ il Manchester United passa in vantaggio: Giggs entra in area supera un avversario serve Hernández che si porta la sfera sul sinistro e tira, sulla respinta corta di Iraizoz si avventa Rooney che realizza l’1-0. Gli ospiti reagiscono al vantaggio assediando l’area avversaria: al 44′ Fernando Llorente supera due difensori e serve Iraola che gira verso Susaeta: sul cross di prima intenzione arriva di testa lo stesso Llorente che riporta il punteggio in parità 1-1.

Nella seconda frazione di gioco i baschi provano a chiudere l’incontro attaccando il Manchester, che si salva grazie ad alcuni interventi di de Gea. Al 72′ Herrera scavalca la difesa con un lob che viene raggiunto da De Marcos (partito in posizione dubbia) che colpisce al volo superando de Gea per l’1-2.

Nel finale l’Athletic Bilbao realizza l’1-3: su un tiro di de Marcos sul secondo palo de Gea respinge corto e Muniain, bruciando in velocità Rafael, sigla un’altra marcatura. Nei minuti di recupero De Marcos procura un rigore, realizzato da Rooney.

Il 2-3 nel finale consente al Manchester United di limitare i danni in vista del ritorno tra una settimana a Bilbao.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

May 6, 2011

Calcio: Mourinho punito dalla UEFA con cinque giornate di squalifica

Calcio: Mourinho punito dalla UEFA con cinque giornate di squalifica

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 6 maggio 2011

Lo Special One José Mourinho dovrà scontare cinque giornate di squalifica

Dopo alcuni giorni di attesa, è finalmente arrivata la sentenza della commissione disciplinare UEFA sulla vicenda delle dichiarazioni di José Mourinho al termine della semifinale di andata di Champions League tra il suo Real Madrid e il Barcellona: il tecnico portoghese è stato squalificato per ben cinque giornate, una delle quali è già stata scontata nella sfida di ritorno della semifinale e un’altra è stata sospesa per tre stagioni e sarà comminata solo in caso di recidività contro il regolamento. Mourinho dovrà inoltre pagare una multa di 50 000 euro.

Il 27 aprile, al termine di Real Madrid-Barcellona, semifinale di Champions League persa per 2-0 in casa dai madridisti – con strascico di polemiche per l’espulsione di Pepe e dello stesso Mourinho – il portoghese aveva accusato il Barcellona, nella conferenza stampa del dopo-gara, di essere stato favorito dall’arbitro Wolfgang Stark e di esercitare potere sulla UEFA tramite l’UNICEF o tramite Ángel María Villar (presidente della federcalcio spagnola eletto dal club catalano nel 1988 nonché vice-presidente UEFA[1]) e chiedendosi il “perché” (por qué) di tutto questo e della scelta degli arbitri Øvrebø (semifinale della Champions 2008-09 Barcellona-Chelsea), Busacca (finale della Champions 2008-09 Barcellona-Manchester), De Bleeckere (semifinale della Champions 2009-10 Barcellona-Inter), Frisk (ottavi della Champions 2004-05 Barcellona-Chelsea) e Stark[2][3].

Il Barcellona aveva di conseguenza deciso di querelare il tecnico davanti all’UEFA[4][5]; il Real Madrid aveva subito, in tutta risposta, difeso Mourinho[6] evidenziando i presunti errori dell’arbitro Wolfgang Stark ed indicando inoltre le simulazioni di giocatori del Barça[7]. In seguito alle sue frasi Mourinho era stato deferito dalla commissione disciplinare della Federcalcio europea per violazione dell’articolo 5 sui principi di condotta[8]: oggi è arrivato il verdetto.


Fonti

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su José Mourinho.

Note

  1. Mourinho va alla guerra. lettera43.it, 28 aprile 2011
  2. Mou: “Complimenti al potere Barca” – “Perchè hanno sempre aiuti? Perchè?”. sportmediaset.it, 28 aprile 2011
  3. Mourinho perde la testa dopo il ko: “Una vergogna, è il potere dell’Unicef”. lastampa.it, 28 aprile 2011
  4. Uefa: Mourinho è sotto inchiesta – Il Barcellona ha denunciato il tecnico. sportmediaset.it, 28 aprile 2011
  5. [ES] Denuncia del Barça ante la UEFA. fcbarcelona.com, 28 aprile 2011
  6. [ES] Comunicado oficial. realmadrid.com, 28 aprile 2011
  7. [ES] Las imágenes de televisión demuestran que Pepe no toca a Alves. realmadrid.com, 28 aprile 2011
  8. Inchiesta disciplinare su Real Madrid e Barcellona. UEFA.com, 28 aprile 2011

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 27, 2010

Calcio: sorteggiati i gironi della UEFA Champions League 2010-2011

Calcio: sorteggiati i gironi della UEFA Champions League 2010-2011

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Principato di Monaco, venerdì 27 agosto 2010
Sono stati sorteggiati ieri gli otto gruppi della UEFA Champions League 2010-2011: l’operazione si è svolta al Grimaldi Forum, nel Principato di Monaco, a partire dalle ore 18:00 CEST. Nella stessa cerimonia sono stati assegnati i premi individuali relativi alla passata edizione del torneo.

Le trentadue squadre in lizza per il titolo, le 21 direttamente qualificate e le undici che hanno avuto accesso alla competizione tramite gli spareggi, erano in precedenza state suddivise come di consueto in quattro fasce in base al ranking UEFA 2010; tramite sorteggio si è quindi provveduto a inserire in ogni gruppo una squadra di ciascuna fascia. Quattro le squadre inglesi, tre rappresentanti per Italia, Francia, Germania, Spagna; presenti solo dodici delle trentadue compagini al via un anno fa.

Nel gruppo delle otto teste di serie rientravano i campioni in carica dell’Internazionale insieme ai “cugini” del Milan, il Barcellona, l’Olympique Lione, il Bayern Monaco, e le inglesi Manchester United, Arsenal e Chelsea. Il quotato Real Madrid pagava le prestazioni negative degli ultimi anni ed era invece inserito nella seconda fascia in compagnia della Roma e dei campioni di Francia dell’Olympique Marsiglia; nella terza da rilevare le presenze dell’Ajax, del Tottenham Hotspur e dello Schalke 04, mentre nella quarta ecco i campioni di Russia del Rubin Kazan’.

Il sorteggio è stato effettuato a turno dai vincitori dei premi individuali – gli interisti Júlio César, Maicon, Wesley Sneijder e Diego Milito per i quattro ruoli, con Milito nominato anche miglior giocatore assoluto – insieme all’ex calciatore inglese Gary Lineker, delegato degli organizzatori della finale che si disputerà il 28 maggio 2011 a , nello stadio di Wembley. A presentare la cerimonia Melanie Winiger e Pedro Pinto.

E così ecco i verdetti dell’urna. I campioni in carica dell’Internazionale sono nel Gruppo A insieme ai tedeschi del Werder Brema, al Tottenham Hotspur e ai campioni olandesi del Twente, mentre i vicecampioni del Bayern Monaco trovano la Roma, il Basilea e il Cluj, in un Gruppo B che “piace” al loro allenatore Louis van Gaal.[1] I campioni spagnoli del Barcellona sono andati a comporre il Gruppo D insieme ai greci del Panathinaikos, al Copenaghen e al Rubin Kazan’, che l’anno scorso, proprio durante la fase a gruppi, era riuscito a imporsi in trasferta al Camp Nou; il Real Madrid di José Mourinho, nel Gruppo G, ritrova invece il Milan, e insieme all’Ajax e all’Auxerre compone quello che è già stato definito da molti “il girone di ferro”.[2]

Gironi non complicatissimi per le inglesi. Gruppo C che soddisfa il manager del Manchester United Alex Ferguson:[3] la sua squadra troverà sulla propria strada un Valencia molto ridimensionato, gli scozzesi del Rangers e gli esordienti turchi del Bursaspor. L’Arsenal è nel Gruppo H con gli ucraini dello Šachtar, gli arsenalistas portoghesi del Braga e i serbi del Partizan, mentre il Chelsea dovrà sfidare nel Gruppo F l’Olympique Marsiglia, lo Spartak Mosca e gli slovacchi dello Žilina. Completa il quadro un Gruppo B molto equilibrato[4] con Olympique Lione, Benfica, Schalke 04 e Hapoel Tel Aviv.

Sorteggiate anche le date e i calendari di ciascuna squadra: le gare dei sei turni si giocheranno il 14 e il 15 settembre, il 28 e 29 settembre, il 19 e 20 ottobre, il 2 e 3 novembre, il 23 e 24 novembre e il 7 e 8 dicembre. Si qualificano agli ottavi di finale, come di consueto, le prime due classificate di ogni girone, mentre la terza passa ai sedicesimi di finale dell’Europa League.

Il tabellone

Gruppo Fascia 1 Fascia 2 Fascia 3 Fascia 4
A Flag of Italy.svg Internazionale Flag of Germany.svg Werder Brema Flag of England.svg Tottenham Hotspur Flag of the Netherlands.svg Twente
B Flag of France.svg Olympique Lione Flag of Portugal.svg Benfica Flag of Germany.svg Schalke 04 Flag of Israel.svg Hapoel Tel Aviv
C Flag of England.svg Manchester United Flag of Spain.svg Valencia Flag of Scotland.svg Rangers Flag of Turkey.svg Bursaspor
D Flag of Spain.svg Barcellona Flag of Greece.svg Panathinaikos Flag of Denmark.svg Copenaghen Flag of Russia.svg Rubin Kazan’
E Flag of Germany.svg Bayern Monaco Flag of Italy.svg Roma Flag of Switzerland.svg Basilea Flag of Romania.svg CFR Cluj
F Flag of England.svg Chelsea Flag of France.svg Olympique Marsiglia Flag of Russia.svg Spartak Mosca Flag of Slovakia.svg Žilina
G Flag of Italy.svg Milan Flag of Spain.svg Real Madrid Flag of the Netherlands.svg Ajax Flag of France.svg Auxerre
H Flag of England.svg Arsenal Flag of Ukraine.svg Šachtar Flag of Portugal.svg Braga Flag of Serbia.svg Partizan


Note

  1. «Un sorteggio che piace a Van Gaal». it.uefa.com, 26-08-2010. URL consultato in data 27-08-2010.
  2. «Tutti d’accordo, “il girone di ferro”». it.uefa.com, 26-08-2010. URL consultato in data 27-08-2010.
  3. «Sir Alex sorride sotto i baffi». it.uefa.com, 26-08-2010. URL consultato in data 27-08-2010.
  4. «Gruppo B tra equilibrio e incertezza». it.uefa.com, 26-08-2010. URL consultato in data 27-08-2010.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 14, 2010

Calcio, UEFA Champions League: completata l\’andata del secondo preliminare

Calcio, UEFA Champions League: completata l’andata del secondo preliminare

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Mercoledì 14 luglio 2010

Con i 6 incontri di questa sera si sono completate le gare di andata valide per l’andata del secondo turno preliminare “Campioni” di UEFA Champions League 2010-2011. Anche questa sera si è registrata una cinquina, realizzata dai bielorussi del BATE Borisov ai danni della squadra islandese dell’Hafnarfjörðar. Tutti gli altri incontri rimangono in bilico per la sfida di ritorno.

Risultati[]

Aqtöbe
14 luglio 2010, ore 18:00 CEST
Aktobe Flag of Kazakhstan.svg 2 – 0
referto
Flag of Georgia.svg Olimpi Rustavi Aktobe Central Stadium
Arbitro Flag of Turkey.svg Yıldırım

Borisov
14 luglio 2010, ore 18:00 CEST
BATE Flag of Belarus.svg 5 – 1
referto
Flag of Iceland.svg Hafnarfjörðar Stadio Haradzki
Arbitro Flag of Greece.svg Kakos

Panevėžys
14 luglio 2010, ore 18:00 CEST
Ekranas Flag of Lithuania.svg 1 – 0
referto
Flag of Finland.svg HJK Stadio Aukštaitija
Arbitro Flag of Denmark.svg Vollquartz

Tiraspol
14 luglio 2010, ore 19:00 CEST
Sheriff Tiraspol Flag of Moldova.svg 3 – 1
referto
Flag of Albania.svg Dinamo Tirana Stadio Sheriff
Arbitro Flag of Sweden.svg Stalhammar
Belgrado
14 luglio 2010, ore 20:45 CEST
Partizan Flag of Serbia.svg 3 – 1
referto
Flag of Armenia.svg Pyunik w:Stadio Partizan
Arbitro Flag of Norway.svg Skjerven

Belfast
14 luglio 2010, ore 20:45 CEST
Linfield Ulster banner.svg 0 – 0
referto
Flag of Norway.svg Rosenborg w:Windsor Park
Arbitro Flag of France (bordered).svg Ennjimi

Articoli correlati[]

  • Calcio, UEFA Champions League: goleade per Hapoel, Salisburgo e Dinamo Zagabria

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Calcio, UEFA Champions League: goleade per Hapoel, Salisburgo e Dinamo Zagabria

Calcio, UEFA Champions League: goleade per Hapoel, Salisburgo e Dinamo Zagabria

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 14 luglio 2010

Si sono disputate nella giornata di ieri undici partite valide per l’andata del secondo turno preliminare “Campioni” della UEFA Champions League 2010-2011. Tra gli altri risultati si segnalano le cinquine realizzate da Hapoel Tel Aviv, Dinamo Zagabria e Salisburgo, che hanno praticamente ipotecato il passaggio del turno.

Risultati

Liepāja
13 luglio 2010, ore 18:00 CEST
Metalurgs Liepāja Flag of Latvia.svg 0 – 3
referto
Flag of the Czech Republic.svg Sparta Praga Daugava
Arbitro Flag of Austria.svg Rene Eisner

Tallinn
13 luglio 2010, ore 18:00 CEST
Levadia Tallinn Flag of Estonia.svg 1 – 1
referto
Flag of Hungary.svg Debrecen Kadrioru Staadion
Arbitro Flag of Belarus.svg Aleksei Kulbakov

Baku
13 luglio 2010, ore 17:00 CEST
Inter Baku Flag of Azerbaijan.svg 0 – 1
referto
Flag of Poland.svg Lech Poznań Tofig Bahramov-Republic stadium
Arbitro Flag of Switzerland.svg Sascha Kever

Zagabria
13 luglio 2010, ore 20:15 CEST
Dinamo Zagabria Flag of Croatia.svg 5 – 1
referto
Flag of Slovenia.svg Koper Stadio Maksimir
Arbitro Flag of Germany.svg Thorsten Kinhöfer

Loveč
13 luglio 2010, ore 19:00 CEST
Litex Loveč Flag of Bulgaria.svg 1 – 0
referto
Flag of Montenegro.svg Rudar Pljevlja Stadio Loveč
Arbitro Flag of Slovakia (bordered).svg Pavel Olsiak

Ta’ Qali
13 luglio 2010, ore 18:00 CEST
Birkirkara Flag of Malta.svg 1 – 0
referto
Flag of Slovakia.svg Žilina Ta’ Qali National Stadium
Arbitro Flag of Wales (bordered).svg Simon Lee Evans

Tel Aviv
13 luglio 2010, ore 20:00 CEST
Hapoel Tel Aviv Flag of Israel.svg 5 – 0
referto
Flag of Bosnia and Herzegovina.svg Željezničar Bloomfield Stadium
Arbitro Flag of England (bordered).svg Mark Clattenburg

Nicosia
13 luglio 2010, ore 18:00 CEST
Omonia Flag of Cyprus.svg 3 – 0
referto
Flag of Macedonia.svg Renova Stadio Neo GSP
Arbitro Flag of the Czech Republic (bordered).svg Libor Kovarik

Salisburgo
13 luglio 2010, ore 18:00 CEST
Red Bull Salisburgo Flag of Austria.svg 5 – 0
referto
Flag of the Faroe Islands.svg HB Tórshavn Stadion Wals-Siezenheim
Arbitro Flag of Moldova.svg Igor Satchi

Dublino
13 luglio 2010, ore 20:45 CEST
Bohemians Flag of Ireland.svg 1 – 0
referto
Flag of Wales.svg The New Saints Dalymount Park
Arbitro Flag of the Netherlands.svg Bas Nijhuis

Solna
13 luglio 2010, ore 19:00 CEST
AIK Solna Flag of Sweden.svg 1 – 0
referto
Flag of Luxembourg.svg Jeunesse Esch Stadio Råsunda
Arbitro Flag of Poland (bordered).svg Hubert Siejewicz


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 7, 2010

Calcio, UEFA Champions League: avanzano Birkirkara e Rudar Pljevlja

Calcio, UEFA Champions League: avanzano Birkirkara e Rudar Pljevlja

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 7 luglio 2010

Si è concluso questa sera il primo turno preliminare della UEFA Champions League 2010-2011. Questa fase prevedeva solo due doppi confronti, tra squadre rappresentanti i campionati di minore lignaggio nella graduatoria UEFA.

Birkirkara-Santa Coloma – La prima squadra ad accedere al secondo turno preliminare è la compagine maltese del Birkirkara Football Club, che dopo aver vinto 3-0 a tavolino la gara di andata contro gli andorrani del Futbol Club Santa Coloma, puniti a causa di una tardiva manutenzione dell’Estadi Comunal d’Aixovall dopo alcune forti precipitazioni nel piccolo principato pirenaico, si impone per 4-3 nella sfida di ritorno. Per i maltesi vanno a segno Michael Galea e Trevor Cilia, entrambi autori di una doppietta; per gli andorrani segnano Norberto Urbani, Manolo Jimenez e Mariano Urbani. Al prossimo turno il Birkirkara affronterà gli slovacchi del MŠK Žilina.

Rudar Pljevlja-Tre Fiori – Nel secondo incontro, disputato questa sera in terra montenegrina, il FK Rudar Pljevlja, campione di Montenegro, con un rotondo 4-1, bissa il successo per 3-0 colto all’andata sul campo della compagine sammarinese del Tre Fiori ed accede agevolmente al turno successivo. Le reti sono state segnate da Predrag Randjelović (doppietta), Nedeljko Vlahović e Miroje Jovanović per il Rudar, da Fabio Vannoni per i campioni di San Marino. Al prossimo turno il Rudar affronterà il club bulgaro del PFC Litex Loveč


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

August 26, 2005

Calcio Supercoppa europea 2005

Calcio Supercoppa europea 2005 – Wikinotizie

Calcio Supercoppa europea 2005

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

26 agosto 2005

A Montecarlo si è disputata la Supercoppa europea di calcio. Il Liverpool ha battuto il CSKA Mosca per 3-1.

I russi vanno in vantaggio al 28′ del primo tempo con Carvalho, ma vengono raggiunti dal gol di Cissé, al 37′ del secondo tempo. La partita si decide ai tempi supplementari, con una rete di Cissé (doppietta per lui) e una di Luis García.


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress