Puglia: pedofilo di 64 anni sorpreso nudo con un quattordicenne

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 4 settembre 2012

Il Castello Dentice di Frasso di San Vito dei Normanni

Un sessantaquattrenne di San Vito dei Normanni, in provincia di Brindisi, è stato sorpreso a praticare giochi sessuali in compagnia di un ragazzino di quattordici anni. L’uomo, in flagranza di reato, è stato immediatamente arrestato, e la sua casa sottoposta a perquisizione, mentre sulla sua doppia vita si stanno concentrando ora le indagini, coordinate dal sostituto procuratore del Tribunale di Brindisi Eva Toscani.

All’apparenza un rispettabile sessantaquattrenne impegnato nel sociale proprio sul fronte della lotta al disagio giovanile – collaborava, infatti, con un’iniziativa ricreativa comunale che opera a beneficio dell’integrazione di giovani e adolescenti – nella sua seconda vita, svestiti i panni dell’uomo perbene, l’inappuntabile anziano dava sfogo alla sua devianza pedofila. La sua stessa vita pubblica, si è scoperto, era solo uno schermo che gli permetteva di entrare più facilmente in contatto con ragazzini adolescenti, per conquistarsene la fiducia e preparare, così, il terreno per l’adescamento.

Lusingati e invitati al silenzio i minorenni con dei regalini, l’uomo li conduceva con sé e li utilizzava per i suoi giochi erotici. Lo hanno trovato nudo, in contrada Usciglio, all’interno di un auto, mentre si abbandonava a giochi sessuali in compagnia di un quattordicenne adescato proprio al centro giovanile. È stato lo stesso ragazzino a svelare agli inquirenti i dettagli della seconda vita dell’uomo, il quale, ha spiegato sempre il quattordicenne, a volte adescava le sue giovani vittime addirittura all’interno della struttura comunale.


Fonti