Wiki Actu it

October 26, 2012

Calcio, Napoli: deferimento per il calcioscommesse e multa per lo stadio San Paolo

Calcio, Napoli: deferimento per il calcioscommesse e multa per lo stadio San Paolo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 26 ottobre 2012

Il filone napoletano del calcioscommesse è entrato nel vivo, e i tesserati del Napoli Paolo Cannavaro e Gianluca Grava sono stati deferiti dalla Procura Federale per omessa denuncia; Matteo Gianello e l’allenatore di base Silvio Giusti sono invece stati deferiti per illecito sportivo. La società azzurra, infine, è stata deferita per responsabilità oggettiva, omessa denuncia e illecito sportivo.

Questi procedimenti riguardano la partita Sampdoria-Napoli del 16 maggio 2010.

Dalle scrivanie al campo. All’indomani della sconfitta in Europa League contro il Dnipro (3-1), la commissione disciplinare dell’UEFA ha multato la società partenopea con 150.000 euro per non aver adeguato lo Stadio San Paolo alle normative vigenti, minacciando inoltre la chiusura di alcuni settori dell’impianto se non tutto. I lavori dovranno essere completati entro il 6 novembre.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

July 26, 2012

Calcioscommesse: tutti i deferimenti del 26 luglio

Filed under: Calcio,Calcioscommesse,Europa,Italia,Pubblicati,Sport — admin @ 5:00 am

Calcioscommesse: tutti i deferimenti del 26 luglio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 26 luglio 2012

Questa mattina il procuratore sportivo Stefano Palazzi ha redatto l’elenco dei deferimenti nell’ambito del calcioscommesse.

Le società
  • Responsabilità diretta: Grosseto e Lecce
  • Responsabilità oggettiva: AlbinoLeffe, Ancona, Bari, Udinese, Bologna, Novara, Portogruaro, Sampdoria, Siena, Torino, Varese
I tesserati
  • Illecito sportivo: Andrea Masiello, Salvatore Masiello, Nicola Belmonte, Alessandro Parisi, Leonardo Bonucci, Antonio Bellavista, Stefano Guberti, w:Marco Rossi, Filippo Carobbio, Daniele Padelli, Cristian Stellini (ex vice-allenatore Siena), Giuseppe Vives, Pierandrea Semeraro (presidente Lecce), Piero Camilli (presidente Grosseto), Carlo Gervasoni, Mario Cassano, Edoardo Catinali, Cristian Bertani, Davide Drascek, Mavillo Gheller, Marcelo Larrondo, Roberto Vitiello, Alessandro Pellicori, Emanuele Pesoli, Ruben Garlini, Davide Bombardini, Dario Passoni, Luigi Sala, Mirko Poloni, Fernando Coppola, Claudio Terzi e Marcello Sanfelice
  • Omessa denuncia: Simone Pepe, Guido Angelozzi (ex ds Bari), Simone Bentivoglio, Angelo Da Costa, Antonio Conte (ex-allenatore Siena), Angelo Alessio (ex-vice allenatore Siena), Marco Savorani (ex-allenatore portieri Siena), Giorgio D’Urbano (ex-preparatore atletico Siena)
  • Violazione art.1 (lealtà sportiva): Marco Esposito

Per Bonucci, Portanova, Andrea e Salvatore Masiello, Parisi e Belmonte i fatti risalgono a Udinese-Bari del 9 maggio 2012, accusati dell’«effettiva alterazione dello svolgimento e del risultato finale», in funzione di un over con pareggio tra le due squadre. Per la stessa partita, Pepe è stato deferito per omessa denuncia.

L’allenatore Conte è stato deferito per doppia omessa denuncia, nelle partite Novara-Siena e Albinoleffe-Siena. Per Di Vaio l’omessa denuncia è riferita alla partita Bologna-Bari del 22 maggio 2010. Lecce e Grosseto rischiano la retrocessione.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

April 17, 2012

Calcioscommesse: l\’ex portiere del Napoli Gianello ammette tentata combine

Calcioscommesse: l’ex portiere del Napoli Gianello ammette tentata combine

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 17 aprile 2012

Matteo Gianello ai tempi del Napoli

Interrogato per cinque ore dalla Procura di Napoli, l’ex terzo portiere del Napoli Matteo Gianello ha ammesso il tentativo di combine in occasione dell’ultima partita del campionato di Serie A 2009-2010, ovvero Sampdoria-Napoli (1-0) disputata il 16 maggio 2010.

Tutta la vicenda avrebbe come figura centrale l’ex calciatore Silvio Giusti. Gianello ha raccontato: «Ricordo che Giusti mi prospettò la possibilità di ricompensare i compagni che avessero aderito alla richiesta con somme di denaro. […] Mi rivolsi a Paolo Cannavaro e a Gianluca Grava e a nessun altro». I due giocatori coinvolti, che erano contrariati, diedero comunque una risposta negativa senza però denunciare l’accaduto alla Procura federale. A causa di ciò, la società partenopea rischia di essere considerata colpevole di responsabilità oggettiva.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress