Wiki Actu it

February 14, 2013

Dramma Pistorius: uccide la fidanzata

Dramma Pistorius: uccide la fidanzata – Wikinotizie

Dramma Pistorius: uccide la fidanzata

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Pretoria, giovedì 14 febbraio 2013

Un’immagine di Oscar Pistorius

L’atleta paralimpico sudafricano Oscar Pistorius è da questa notte in stato di fermo per l’omicidio della fidanzata, la modella ventinovenne Reeva Steenkamp. La donna è deceduta nella casa dell’atleta a Silver Lake, nei dintorni di Pretoria, dopo essere stata colpita da quattro colpi di pistola che l’hanno raggiunta alla testa e alle braccia.

Il tragico evento si verificato intorno alle 4:00 del mattino (ora locale; le 3 del mattino in Italia). Il portavoce della polizia, Katlego Mogale, ha dichiarato che, accanto al corpo della donna, è stata trovata una pistola da nove millimetri e che è stato arrestato un uomo di 26 anni, di cui, inizialmente, non sono state dichiarate le generalità. Tutto, però, ha fatto subito pensare che doveva trattarsi proprio del ventiseienne Oscar Pistorius.

Le circostanze in cui si è consumata la tragedia sono tuttora da chiarire. Tuttavia, secondo le prime dichiarazioni fornite alla polizia da Pistorius, si sarebbe trattato di una tragica fatalità: pare infatti che la donna si fosse introdotta in casa di nascosto per fare una sorpresa al fidanzato (forse in occasione della festa di San Valentino) e che l’atleta, convinto di aver sorpreso un ladro (considerando anche che quella dell’alto tasso di criminalità è una delle piaghe che flagellano il Sudafrica, tanto che quasi ogni cittadino è in possesso di un’arma da fuoco), abbia fatto fuoco per questo motivo. La polizia pare tuttavia non essere convinta di tale ricostruzione, ritenendo improbabile l’intrusione di un estraneo in una casa sempre sorvegliata, e ha parlato di precedenti segnalazioni di violenza domestica.

Comprensibilmente, sia il padre di Oscar Pistorius sia la famiglia della Steenkamp si sono dichiarati sotto shock.

Oscar Pistorius, privo di entrambi gli arti inferiori amputatigli per una grave malattia che l’aveva colpito in età infantile, è diventato molto noto per essere stato il primo atleta a poter correre, munito di protesi, in gare per normodotati, comprese le Olimpiadi di Londra. La vittima, Reeva Steenkamp, era invece una modella di fama internazionale ed era apparsa nelle copertine di varie riviste. Nata a Città del Capo il 19 agosto 1983, era considerata tra le 100 donne più sexy al mondo. Pistorius e la Steenkamp erano fidanzati dallo scorso novembre.

Oscar Pistorius dovrà comparire alle 14.00 locali davanti al giudice per fissare la cauzione.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 29, 2010

Calcio, Mondiali 2010: i rigori dicono Paraguay

Calcio, Mondiali 2010: i rigori dicono Paraguay

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca
Soccerball.svg

Segui lo Speciale Mondiali 2010 su Wikinotizie!

Pretoria, martedì 29 giugno 2010

Nelson Haedo Valdez, autore del quarto rigore in favore del Paraguay

Sarebbe stata comunque una prima volta. Paraguay e Giappone scendono in campo al Loftus Versfeld Stadium di Pretoria con la consapevolezza di essere molto vicini all’ingresso nella storia calcistica delle rispettive nazioni.

La tensione della posta in palio è evidente e la partita si rivela poco spettacolare; saranno infatti poche le occasioni da rete da entrambe le parti.

Dopo circa 20 minuti senza grossi spunti, la partita si anima improvvisamente grazie a Lucas Barrios, che dopo uno spunto personale calcia verso la porta nipponica, ma Eiji Kawashima para. Risponde immediatamente il Giappone, con Daisuke Matsui, che calcia dalla distanza ma colpisce la traversa. Roque Santa Cruz si rende pericoloso al 29′, calciando di sinistro: la palla finisce di poco a lato. Dieci minuti più tardi, è Keisuke Honda a provare il tiro, anch’egli di sinistro, su suggerimento di Matsui: anche la conclusione dell’attaccante del CSKA Mosca finisce fuori non di molto.

Nella ripresa la partita è più movimentata ma si registrano poche occasioni, così come nella prima parte di gara, equamente ripartite. Ci prova Néstor Ortigoza, che ben servito da Barrios attende troppo prima di concludere e viene anticipato, poi è la volta di Yuto Nagatomo, che tira dalla distanza, ma la sua conclusione, deviata, è facile preda del portiere Justo Villar. Al 59′ Cristian Riveros colpisce di testa su cross di Claudio Morel, ma Kawashima controlla bene il pallone. L’ultima occasione dei tempi regolamentari porta la firma di Marcus Tulio Tanaka che al 62′ calcia di poco a lato sugli sviluppi di un angolo.

Succede poco per la mezz’ora successiva, così, sul punteggio di 0-0, sono necessari i tempi supplementari. Anche nel prolungamento, le due squadre si affrontano alla pari ma, complice la stanchezza, non arriva il gol che sblocca l’incontro.

Si va quindi ai calci di rigore. I paraguaiani sono infallibili e realizzano tutti i 5 tiri dal dischetto, il Giappone sbaglia il terzo con Yūichi Komano, consegnando la qualificazione alla nazionale sudamericana. Stasera, al termine dell’incontro Spagna-Portogallo, conosceremo l’avversaria della selezione di Gerardo Martino.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress