Wiki Actu it

August 16, 2005

È morto Ambrogio Molteni, imprenditore e patron di ciclismo

È morto Ambrogio Molteni, imprenditore e patron di ciclismo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

16 agosto 2005
Si è spento oggi, nella sua casa di Besana Brianza, Ambrogio Molteni, imprenditore brianzolo. Aveva 72 anni. La morte è stata causata da un infarto. Molteni è stato il patron dell’omonima e famosa squadra ciclistica degli anni ’60-’70. Una squadra straordinaria, che è durata quasi vent’anni: il più lungo sodalizio della storia ciclistica professionistica.

Con la tradizionale maglia camoscio e striscia nera orizzontale, la Molteni ha esordito nel 1958. In quell’anno la prima vittoria alla Tre Valli Varesine. Ma occorrono ancora degli anni per entrare nel grande giro, e diventare la squadra “campione”, con l’arrivo nel 1971 di Eddy Merckx. Eddy portò alla squadra 246 vittorie ed accanto a se avrà una corte di ciclisti belgi, come Van Springel, Swerts, Bruyère e Huysmans. Merckx non è stato l’unico atleta vincente. Con la Molteni vincono anche Rudi Altig, Gianni Motta (48 vittorie), Michele Dancelli (47 vittorie), Marino Basso (34 vittorie) e Davide Boifava.

Nel 1976, i bilanci della Alimentari Molteni Arcore non sono più così rosei e la società è costretta ad abbandonare il cislimo. Sulla società cade anche lo scandalo delle “mortadelle allo sterco”: nonostante il nome, il caso non è determinato dalla qualità degli alimenti forniti ai consumatori, ma da una gigantesca evasione fiscale. Nel 1979, la moglie Olga Sala, scivola in fabbrica su una sega circolare e muore dissanguata. È un colpo tremendo per Molteni. L’azienda continua a perdere e, nel 1987, arriva il fallimento. Nel 1993 Molteni viene condannato per bancarotta fraudolenta e falso in bilancio. Questa decisione giudiziaria chiude un’epoca.

I figli, Mario e Pierangela, ripercorreranno la tradizione di famiglia, costituendo il salumificio “Salmilano”, che sponsorizza il ciclismo dilettantistico.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Slovacchia piano investimenti ENEL 2005

Filed under: Economia e finanza,Europa,Finanza,Italia,Pubblicati,Slovacchia — admin @ 5:00 am

Slovacchia piano investimenti ENEL 2005 – Wikinotizie

Slovacchia piano investimenti ENEL 2005

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

16 agosto 2005

La Slovacchia dà il via al piano d’investimenti ENEL[]

Il governo slovacco dà il via al piano di investimenti che l’ENEL ha presentato per la Slovenska Elektrarne.
La S.E., è la società elettrica statale di cui ENEL è divenuta proprietaria al 66%, ad un costo di 840 milioni di euro.

L’ENEL prevede un investimento di quasi 2 miliardi di euro per lo sviluppo del nucleare e delle fonti energetiche rinnovabili, soprattutto eolico ed idroelettrico.
La società elettrica nazionale, guidata da Fulvio Conti si dice soddisfatta per l’accettazione del piano da parte del Ministro dell’Economia slovacco Pavol Rusko.
Andrea Brentan, responsabile attività internazionali dell’ENEL, ha comunicato che l’ENEL «mira a rafforxare sempre più il ruolo di Slovenske Elektrarne come importante operatore energetico nel centro ed est Europa».

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Politica: Silvio Berlusconi sul disegno di legge per le intercettazioni

Politica: Silvio Berlusconi sul disegno di legge per le intercettazioni

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

16 agosto 2005

Il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, in vacanza a Portorotondo, intervistato dai giornalisti sulla questione delle intercettazioni riferisce che ha terminato una bozza di legge a riguardo e aggiunge che ritiene «meglio tre truffatori o anche un omicida in circolazione che sentirci tutti prigionieri del Grande Fratello che ci sorveglia e ci può ricattare». La bozza di legge dovrebbe disciplinare le intercettazioni, nel tentativo di salvaguardare la privacy dei cittadini.

Il giro di vite sulle intercettazioni, tuttavia, ha scatenato la polemica dell’opposizione, secondo cui la legge sarebbe ancora una volta ad personam, ovverosia per salvaguardare gli affari del presidente del consiglio.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

OPA di Unipol su Bnl 2005

OPA di Unipol su Bnl 2005 – Wikinotizie

OPA di Unipol su Bnl 2005

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

16 agosto 2005
Unipol ha ufficializzato l’OPA su BNL depositando presso la Consob il prospetto informativo.

L’offerta riguarda il 59,25% del capitale BNL, senza condizioni su un raggiungimento di una quota minima di adesioni. Il parere della Consob arriverà entro 15 giorni.

Notizie precedenti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Nave Regina Margherita ritrovata 2005

Nave Regina Margherita ritrovata 2005 – Wikinotizie

Nave Regina Margherita ritrovata 2005

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

16 agosto 2005

L’italiano Cesare Balzi ha ritrovato la corazzata “Regina Margherita” affondata nel 1916 durante la prima guerra mondiale.

Il relitto del fiore all’occhiello della marina militare italiana è stato ritrovato sul fondo del mare al largo della costa albanese, tra capo Gjuhez e l’isola di Saseno, a 70 m di profondità.

Il primo ad avvistare il relitto è stato Balzi, ma alla missione hanno partecipato decine di persone, italiane ed albanesi, capitanate da Fabio Ruberti.

La “Regina Margherita” è affondata nella notte dell’11 dicembre 1916, in circostanze ancora non chiarite, forse una mina italiana o forse un siluro tedesco. Con lei andarano a fondo 674 marinai.

Il console italiano a Valona, Lorenzo Tomassoni, ha ringraziato le autorità civili e militari albanesi per l’aiuto prestato, dichiarando che il relitto «assume per noi italiani il valore di un sacrario».

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

La contrada della Torre vince il Palio di Siena dopo 44 anni

La contrada della Torre vince il Palio di Siena dopo 44 anni

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

16 agosto 2005

Dopo 44 anni, la contrada della Torre vince il Palio di Siena e lascia ad altri la “cuffia della nonna”. La contrada senese, torna a vincere dopo il palio della “rigirata del Ciancone” del 16 agosto 1961.

Berio, montato da Luigi Bruschelli detto “Trecciolino”, ha dominato la corsa praticamente dall’inizio.

La “mossa” è breve. Trecciolino viene ostacolato dai cavalli della contrada della Lupa e della contrada della Selva. Si prende anche un bel po’ di nerbate sulla schiena da parte di Brio, fantino della contrada dell’Onda. Alla curva di San Martino si crea lo spazio in cui Berio si infila e passa in testa. Per due giri e mezzo, il cavallo delle Torre rintuzza ogni attacco di Selva e Chiocciola. Il petardo di fine corsa vede Berio primo, con Trecciolino a nerbo alzato.

Così come è stato per il lungo digiuno del Bruco, scatta l’applauso della piazza per la Torre.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Giornata Mondiale della Gioventù a Colonia 2005

Giornata Mondiale della Gioventù a Colonia 2005

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

16 agosto 2005

A Colonia, la Giornata Mondiale della Gioventù[]

A Colonia (Germania) inizia oggi la XX Giornata Mondiale della Gioventù, dal titolo “Siamo venuti per adorarlo”.

Alla manifestazione parteciperanno ottocentomila ragazzi provenienti da tutto il mondo.

La sede della manifestazione e il tema su cui si svolge sono stati scelti dal defunto Papa Giovanni Paolo II.

La Giornata coincide con il primo viaggio di Papa Benedetto XVI fuori dall’Italia.

Nonostante il nome la Giornata Mondiale della Gioventù (GMG) si svolge in più giorni.

La GMG si articola in alcuni giorni di catechesi, all’interno dei quali giovani riflettono e pregano, scambiandosi esperienze.

Le giornate finali coincideranno con l’arrivo del Papa, che arriverà a Colonia il 18 agosto.

Il 20 agosto ci sarà una veglia di sabato 20 e la GMG si concluderà con la messa di domenica 21 sulla collina di Marienfeld.

Il gruppo di ragazzi più numeroso iscritto è ovviamente quello tedesco, seguito da quello italiano (circa centomila) accompagnato da cento vescovi.

Fonti[]

  • Televideo 16/8/2005
  • ANSA

Risorse[]

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Colonia.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Afghanistan cade elicottero militare spagnolo 2005

Afghanistan cade elicottero militare spagnolo 2005

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

16 agosto 2005

Un elicottero militare spagnolo Cougar è precipitato nei pressi della città di Herat, in Afghanistan. Le vittime per ora accertate sono 17, tutti militari spagnoli. Le cause dell’incidente non sono state ancora chiarite. Nella zona imperversava una tempesta di sabbia, che potrebbe essere la causa dell’incidente oppure un guasto meccanico.

Maj Andrews Elmes, della Forza Internazionale d’Assistenza alla Sicurezza della NATO (ISAF), ritiene che un attacco sia improbabile: «Pensiamo che sia stato un incidente. Che lo schianto sia avvenuto per un problema meccanico, ma stiamo ancora indagando».

Mullah Dadullah, comandante talebano, ha rivendicato l’azione terroristica, ma non ha dato alcuna prova ne ha specificato le modalità dell’attacco.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Venezuela: precipita aereo della West Caribbean, 160 morti

Venezuela: precipita aereo della West Caribbean, 160 morti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

16 agosto 2005

Lo stato di Zulia (Venezuela)

Un aereo MD-80 appartenente alla SAS

Un grave incidente aereo è avvenuto in Venezuela, sulla Sierra de Perijà. Un aereo MD-80, volo HK4374X, della compagnia colombiana West Caribbean è precipitato al suolo. L’aereo era partito da Tocume (Panama) per Fort de France (Martinica).

A bordo c’erano 152 passeggeri e 8 membri d’equipaggio. Le squadre inviate in soccorso non hanno trovato superstiti.

Dopo il decollo, il pilota ha segnalato alla torre di controllo di Caracas, la presenza di problemi ai motori ed aveva chiesto di scendere di quota, da 31.000 a 24.000 piedi. Quindi ha chiesto il permesso per un atterraggio di emergenza alla torre di controllo di Maiquetia alle 3,00 (ora locale).

Il permesso all’atterraggio è stato accordato nell’aeroporto di Maracaibo, come confermato dal Ministro degli interni Jesse Chacon. Dopo l’avaria al primo motore, il pilota ha comunicato che anche l’altro motore era in avaria. I contatti si sono interrotti durante il sorvolo dell’area montuosa di Machiques, nello stato di Zulia.

Quindi la forte esplosione generata dalla caduta al suolo, che è avvenuta intorno alle 3:30 (ora locale, 9:30 CEST). La conferma dell’esplosione al suolo è arrivata dal comunicato del presidente dell’Aviazione civile venezuelana Francisco Paz.

Ancora sconosciute le nazionalità delle vittime. Discordanti i comunicati in alcuni si afferma che i passeggeri fossero in maggioranza panamensi, in altri si indicano come di nazionalità francese. Il direttore della protezione civile venezuelano German Bracho ha comunque dichiarato che nella lista dei passeggeri ci sono persone di nazionalità francese. La Direzione generale dell’Aviazione civile francese (Dgac) da un comunicato ufficiale in cui indica che tutti i passeggeri sono di nazionalità francese.

La West Caribbean Airways è stata fondata nel 1998. La compagnia è stata protagonista di un altro disastro aereo qualche mese fa, quando un bimotore turbo jet 410 è precipitato al suolo poco dopo il decollo, facendo 8 vittime. Con quello odierno, si raggiunge quota 3 incidenti aerei in soli 10 giorni.

Fonti

Risorse

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Giappone, terremoto nella prefettura di Miyagi

Giappone, terremoto nella prefettura di Miyagi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

16 agosto 2005

Un forte terremoto ha colpito il nord-est del Giappone, in modo particolare la prefettura di Miyagi, a 350 km da Tokyo. La scossa ha avuto una intensità di 7,2 gradi (Scala Richter) e il suo ipocentro è stato individuato nell’Oceano Pacifico.

Non ci sono state vittime, anche, se fra gli 80 feriti circa, alcuni sono in gravi condizioni.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress