Wiki Actu it

June 30, 2006

Speciale Campionato del mondo di calcio 2006/Partite quarti

Speciale Campionato del mondo di calcio 2006/Partite quarti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca
Teamgeist Ball World Cup 2006.jpg

Segui lo Speciale Campionato del mondo di calcio 2006 su Wikinotizie!

30 giugno 2006
h 17
Flag of Germany.svg Germania
1
4
1
2
Flag of Argentina.svg Argentina
Berlino,

Olympiastadion

Klose
80′   49′
Ayala
30 giugno 2006
h 21
Flag of Italy.svg Italia
3 0
Flag of Ukraine.svg Ucraina
Amburgo,
AOL Arena
Zambrotta
Toni
Toni
6′
59′
69′
 
1 luglio 2006
h 17
Flag of England.svg Inghilterra
0
1
0
3
Flag of Portugal.svg Portogallo
Gelsenkirchen,
Veltins-Arena
 
1 luglio 2006
h 21
Flag of Brazil.svg Brasile
0 1
Flag of France.svg Francia
Francoforte sul Meno,

Commerzbank-Arena

  57′
Henry

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Mondiali 2006: alle 17 Germania-Argentina

Mondiali 2006: alle 17 Germania-Argentina

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

30 giugno 2006

Teamgeist Ball World Cup 2006.jpg

Segui lo Speciale Campionato del mondo di calcio 2006 su Wikinotizie!

È tutto pronto per l’inizio dei quarti di finale dei Mondiali di calcio in corso in Germania. Oggi alle 17, all’Olympiastadion di Berlino i padroni di casa della Germania affrontano l’Argentina in quella che da tutti è considerato il quarto di finale più avvincente, almeno nelle previsioni.

Precedenti[]

Le due formazioni si fronteggeranno per la quinta volta in un Mondiale. Le due partite memorabili sono le finali delle edizioni 1986, quando vinse l’Argentina di Maradona, e del 1990, quando a trionfare fu la Germania dell’attuale ct tedesco Klinsmann.

Dichiarazioni dei protagonisti[]

Klinsmann (ct Germania): «Noi affrontiamo questa partita con aggressività, passione e impegno e vogliamo vedere come l’Argentina risponderà».

Pekerman (ct Argentina): «È un peccato che una tra noi e la Germania non potrà proseguire nel cammino Mondiale, dopo aver fatto entrambe delle ottime cose ma dobbiamo stare molto attenti. Non ci accontentiamo di essere tra le prime otto, il nostro obiettivo alla vigilia era di lottare per il titolo Mondiale e adesso non pensiamo ad altro».

Miroslav Klose (Germania): «Affrontare l’Argentina non ci preoccupa più di tanto, anche se sappiamo che è forte e fra le favorite al titolo. Ora che hanno avuto la sfortuna di doverci affrontare speriamo di mandarli a casa».

Carlos Tevez (Argentina): «Il segreto per battere la Germania? Lottare fino alla morte. Oltre a quello dobbiamo giocare un buon calcio palla a terra, ma la combattività viene prima di tutto».

Probabili formazioni[]

Germania (4-4-2): Lehmann; Friedrich, Metzelder, Mertesacker, Lahm; Schneider, Frings, Ballack, Schweinsteiger; Podolski, Klose. (Ct: Klinsmann).

Argentina (4-4-2): Abbondanzieri; Cufre, Ayala, Heinze, Sorin; Gonzalez, Mascherano, Riquelme, Maxi Rodriguez; Saviola, Crespo. (Ct: Pekerman).

Arbitro: Lubos Michel (Slovacchia).

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Mondiali 2006: Italia in semifinale

Mondiali 2006: Italia in semifinale – Wikinotizie

Mondiali 2006: Italia in semifinale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

30 giugno 2006

Teamgeist Ball World Cup 2006.jpg

Segui lo Speciale Campionato del mondo di calcio 2006 su Wikinotizie!

Sarà l’Italia a sfidare la Germania nella prima semifinale dei Mondiali di calcio in corso in Germania. Gli azzurri hanno infatti sconfitto l’Ucraina per 3-0 nella partita dei quarti di finale giocata ad Amburgo.

La partita[]

L’Italia passa in vantaggio già al 5’ con un’azione in velocità di Zambrotta, che si porta la palla sul sinistro e da fuori area scocca un rasoterra imparabile per Shovkovskiy. Nel secondo tempo il forcing dell’Ucraina si fa insistente (miracoli di Buffon e Cannavaro, traversa di Gusin). Poi Toni sigla una doppietta al 14’ e al 25’. Grandi prestazioni di Zambrotta, Totti, Cannavaro e Buffon. Tra gli ucraini si salvano Vorobey e Kalinichenko.

Il tabellino[]

Italia-Ucraina 3-0 (primo tempo 1-0)

Marcatori: 5′ Zambrotta; 59′ e 69′ Toni

ITALIA (4-4-1-1): Buffon; Zambrotta, Barzagli, Cannavaro, Grosso; Camoranesi (68′ Oddo), Pirlo (68′ Barone), Gattuso (76′ Zaccardo), Perrotta; Totti; Toni. All.: Lippi

UCRAINA (4-4-2): Shovkoskiy; Gusin, Rusol (45′ Vaschuk), Svidervskiy (19′ Vorobey), Nesmachiy; Gusev, Tymoschuk, Shelayev, Kalininchenko; Milewski (72′ Belik), Shevchenko. All.: Blochin.

Arbitro: De Bleckeere (Belgio)

Ammoniti: Svidervskiy, Kalininchenko, Milevski

Semifinale[]

  • Germania-Italia (martedì 4 luglio a Dortmund, ore 21)


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Mondiali 2006: Germania in semifinale

Mondiali 2006: Germania in semifinale – Wikinotizie

Mondiali 2006: Germania in semifinale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

30 giugno 2006

Teamgeist Ball World Cup 2006.jpg

Segui lo Speciale Campionato del mondo di calcio 2006 su Wikinotizie!

La nazionale tedesca ha conquistato l’accesso alle semifinali dei Mondiali di calcio in corso in Germania dopo aver battuto l’Argentina per 4-2 dopo i calci di rigore a Berlino. I tempi regolamentari si erano chiusi sull’1-1, così come i supplementari.

In semifinale la squadra tedesca affronterà la vincente di Italia-Ucraina, in programma questa sera alle 21 ad Amburgo.

La partita[]

Formazioni Germania-Argentina

Il primo tempo è noioso e privo di emozioni. Gli argentini mantengono il possesso palla, mentre la Germania non riesce a imbastire azioni offensive di rilievo, se si esclude un colpo di testa di Ballack finito a lato.

Il secondo tempo si apre con il gol dell’Argentina: sugli sviluppi di un calcio d’angolo stacca di testa Ayala, che batte Lehmann per l’1-0 sudamericano. Quando la partita sembra scivolare stancamente verso la fine, con l’allenatore argentino Pekerman che inserisce, tra gli altri, Cambiasso per Riquelme allo scopo di difendere il vantaggio, la Germania pareggia con un altro colpo di testa, questa volta di Klose, che raccoglie la sponda aerea di Borowski e realizza il suo 5° gol al Mondiale.

I supplementari non riservano episodi degni di nota, così si va ai calci di rigore. I tedeschi segnano tutti; falliscono, invece, gli argentini Ayala e Cambiasso. Proprio con il tiro dell’interista, parato da Lehmann, termina la partita sul 4-2 per la Germania.

La Germania prosegue la rincorsa alla Coppa del mondo nel Mondiale giocato in casa. Per l’Argentina è l’ennesima delusione al Mondiale dopo quelle degli ultimi anni.

Semifinali[]

  • Germania-Italia (martedì 4 luglio a Dortmund, ore 21)


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Semaforo verde alla manovra bis

Semaforo verde alla manovra bis – Wikinotizie

Semaforo verde alla manovra bis

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

30 giugno 2006

Il consiglio dei ministri ha dato il via libera per la manovra bis, che dovrebbe avere un peso di mezzo punto percentuale sul PIL e portare nelle casse dello Stato 7 miliardi di Euro e che prevede uno stanziamento di 1,8 miliardi per Trenitalia e 1 per Anas. Approvato anche un decreto, promosso dal ministro Bersani che rivoluziona la vita economica italiana in molti settori, ed avrà effetto sulla liberalizzazione dei servizi. In particolare:

  • Le licenze taxi saranno liberalizzate per permettere più competitività.
  • Le tariffe limite per gli avvocati saranno abolite, esattamente come la “quota lite”.
  • Immediato adeguamento dei tassi d’interesse per i conti corrente.
  • Meno stringenti le regole per i panificatori.
  • Non servirà più il notaio per il passaggio di proprietà: si potrà fare in comune.
  • Gli studi professionali potranno pubblicizzarsi.
  • Gli assicuratori non saranno più costretti ad avere l’esclusiva con le compagnie.

Fonti

Collegamenti esterni

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Siena, seconda prova alla Pantera

Siena, seconda prova alla Pantera – Wikinotizie

Siena, seconda prova alla Pantera

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

30 giugno 2006
È stata la Contrada della Pantera ad aggiudicarsi stamattina la seconda prova del Palio di Siena di domenica 2 luglio, iniziata verso le ore 9. La prova è stata vinta da Choci montato da Andrea Mari, detto Brio; il giovane fantino ha finora corso sette Palii senza vincerne nessuno.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 29, 2006

Siena, la Giraffa vince la prima prova

Siena, la Giraffa vince la prima prova – Wikinotizie

Siena, la Giraffa vince la prima prova

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

29 giugno 2006
Si è conclusa intorno alle 20 la prima delle sei prove che si corrono a Siena in vista del Palio di Provenzano di domenica 2 luglio. La prova è stata vinta da Giuseppe Pes detto Il Pesse su Delizia De Ozieri per l’ Imperiale Contrada della Giraffa. Pes, uno dei fantini veterani della Piazza, vincitore di 9 Palii, ha già vinto ben 2 Carriere per la Giraffa, entrambe nel 1997 (ultimo cappotto nella storia della corsa senese).

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Pessotto in pericolo di vita

Filed under: Calcio italiano,Cronaca,Europa,Italia,Pubblicati,Sport — admin @ 5:00 am

Pessotto in pericolo di vita – Wikinotizie

Pessotto in pericolo di vita

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

29 giugno 2006

Gianluca Pessotto nella notte è peggiorato: da notizie certe, si dice che il primario del reparto abbia detto che Pessotto sia in rischio di vita e che è meglio non staccare la macchina che lo tiene in vita. Le condizioni non sono delle migliori, i reni sono malfunzionanti e la respirazione è poco stabile .

Ecco le parole del medico: “Non sappiamo se sopravviverà o morirà”

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Gaza, l\’esercito israeliano irrompe nella Striscia, ministri palestinesi sequestrati

Gaza, l’esercito israeliano irrompe nella Striscia, ministri palestinesi sequestrati

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

29 giugno 2006

La Striscia di Gaza

Dopo giorni di tensione è scattata l’operazione israeliana all’interno della Striscia di Gaza, denominata Operazione Piogge Estive. Questa notte le truppe israeliane sono parzialmente penetrate nella Striscia che è stata circondata a nord e a est dall’esercito israeliano, e a ovest dalla polizia egiziana, nel tentativo di liberare Gilad Shalit, il caporale israeliano diciannovenne catturato da un commando di forze palestinesi il 25 giugno.

Nel frattempo in Cisgiordania sono stati catturati e sequestrati dall’esercito israeliano 8 ministri del governo palestinese, membri di Hamas e 64 leader politici, oltre che numerosi capi militari di Hamas. Tra questi il laburista Mohammad Barghouti e altri importanti esponenti dell’ala politica di Hamas stessa, che Israele ritiene responsabile del sequestro.

Il rapimento di Shalit

Gli eventi sono precipitati quando l’attacco di un commando congiunto dell’ala militare di Hamas, dei Comitati Popolari di Resistenza e di Jaish al-Islam (Esercito dell’Islam) a una postazione di militari delle Forze di difesa israeliane nei pressi di Kerem Shalom, in territorio israeliano, ha causato la morte di due soldati israeliani, il ferimento di quattro e la cattura di un quinto, il caporale Gilad Shalit. Nell’assalto, sono morti anche tre miliziani palestinesi.

I miliziani che hanno rapito Shalit hanno richiesto il rilascio di tutte le prigioniere e tutti i prigionieri sotto i 18 anni in cambio di informazioni su di lui. Il Primo ministro israeliano, Ehud Olmert, ha risposto che “noi non negoziamo coi terroristi”, implicando che Israele non ha intenzione di arrivare a un compromesso per ottenere il rilascio del soldato rapito.

L’incursione

Questa notte l’intervento delle truppe di terra è stato preceduto da una fase aerea preparatoria, con il bombardamento da parte dell’aeronautica israeliana di alcuni ponti al fine di limitare la capacità di trasferire l’ostaggio, nonché il bombardamento di una o più centrali elettriche per oscurare la zona interessata dalle operazioni.

Il sorvolo su Damasco

Emerge inoltre la notizia che F-16 israeliani abbiano sorvolato Damasco a scopo intimidatorio (la Siria ospita tutt’ora alcuni influenti leader di Hamas), e che la contraerea siriana e l’aviazione, abbiano reagito, costringendo i caccia a rientrare in Israele dal Mediterraneo.

Infatti, proprio in Siria si nasconde il leader di Hamas, Khaled Mashal, che secondo alcune fonti gode di un’immunità particolare grazie alla copertura delle autorità siriane e del presidente siriano, Bashar Assad.

Le operazioni di terra

Attualmente le operazioni di terra sono limitate a sporadici interventi all’interno o ai confini della Striscia di Gaza, ma le truppe sono schierate e pronte ad intervenire. Le incursioni sarebbero nel nord della Striscia e in prossimità dell’aeroporto di Gaza.

Nella notte è stata udita una forte esplosione a Gaza, in prossimità dell’Università Islamica, e diverse posizioni strategicamente importanti a nord della Striscia sono state bombardate dall’artiglieria di terra e dalle batterie navali, con l’intento di occuparle o renderle inoffensive: da tali posizioni, infatti, partirebbero i razzi Qassam destinati alle città oltreconfine.

È stato riportato un continuo lancio di razzi sul territorio israeliano durante l’intera nottata, mentre su alcune cittadine a nord della striscia (soprattutto Beit Lahia e Beit Hanoun) sono stati lanciati volantini recanti un’intimazione affinché la popolazione civile lasciasse le proprie case, nell’imminenza dell’attacco dell’IDF. Ecco una traduzione del contenuto dei volantini:

Ai residenti della regione:
L’IDF sta eseguendo le proprie attività attraverso l’intera Striscia di Gaza, e in quanto tali si tratta di operazioni militari che prenderanno il tempo necessario. Esse hanno lo scopo di identificare il luogo in cui il soldato rapito, Gilad Shalit, si trova, di assicurarne il rilascio e continuare a difendere i cittadini dello stato di Israele.
Per la vostra incolumità e a causa della nostra preoccupazione nel prevenire danno ai civili che non sia legato alle attività contro le nostre forze, dovete trattenervi dal circolare in aree dove le Forze di Difesa Israeliane operano e di seguire scrupolosamente le loro istruzioni.
Chiunque ostacoli le attività delle forze militari, le quali stanno cercando di completare la missione e riportare il soldato rapito a casa in pace, si espone a un grave rischio.
Il Comando dell’IDF.

Hamas ha chiamato la popolazione alle armi, e centinaia di palestinesi armati stanno organizzando barricate e trappole esplosive per contrastare le truppe israeliane.

Nel corso del 29, gli israeliani sono penetrati a Khan Yunis e a Gaza, e hanno catturato l’aeroporto internazionale di Gaza.

I prigionieri israeliani

Oltre al sequestro del caporale dell’esercito, gruppi palestinesi hanno sequestrato un colono. Il colono, un diciottenne che faceva l’autostop, Eliahu Asheri, era stato sequestrato domenica scorsa e sarebbe stato ucciso dai rapitori a seguito delle incursioni. È stato ritrovato nei pressi di Ramallah con un colpo alla testa; l’uccisione è stata rivendicata dai Comitati di resistenza popolare palestinesi, che hanno successivamente affermato di aver sequestrato un ulteriore colono israeliano.

Un primo esame del cadavere ha evidenziato che la morte era sopraggiunta, per Asheri, da almeno tre giorni prima del ritrovamento: si è dunque ipotizzato che il colono sia stato ucciso il giorno stesso del rapimento. Anche il secondo colono, Noach Moskovich, è stato trovato morto, nei pressi del cimitero dell’ex-colonia ebraica di Rishon LeTzion.

Secondo i palestinesi il governo israeliano ha catturato i ministri ed i deputati allo scopo di effettuare uno scambio col prigioniero, mentre una portavoce dell’esercito israeliano ha negato affermando che i catturati saranno trattati come terroristi e pertanto processati come responsabili dei fatti.

Il presidente dell’ANP Abu Mazen ha affermato che il sequestro di ministri e deputati dell’ANP da parte dell’esercito israeliano è inaccettabile, ed ha chiesto l’intervento della comunità internazionale.

Intanto si fanno più incerte le sorti del soldato preso in ostaggio: come ha affermato il vicepremier dell’ANP, le sorti dell’ostaggio “dipendono dalle decisioni del governo israeliano”, mentre per contro il premier israeliano Ehud Olmert ha affermato che Israele non esiterà a “compiere azioni estreme per restituirlo alla famiglia”.

Cattura dei parlamentari appartenenti ad Hamas

Nella mattina del 29 giugno, Israele ha cominciato l’arresto in massa dei parlamentari palestinesi appartenenti al partito di Hamas, nonché dei membri del Consiglio Legislativo Palestinese e di altri ufficiali, per un totale di almeno 64 persone. Tra questi, figura il ministro delle finanze dell’ANP Barghouti e sette altri ministri del governo, assieme ai capi locali dei consigli regionali il sindaco di Qalqilyah. Come risultato, si riporta che gli ufficiali di Hamas hanno cominciato a nascondersi.

L’esercito israeliano ha affermato che gli ufficiali di Hamas catturati “non collaborano affatto per il recupero del soldato”, ma la loro collaborazione non sembrerebbe necessaria: sempre secondo il portavoce dell’IDF, “si tratta semplicemente di un’operazione contro un’organizzazione terroristica”. Il ministro israeliano per le Infrastrutture, Benjamin Ben-Eliezer, ha lanciato un avviso al Primo Ministro dell’Autorità Nazionale Palestinese, Ismail Haniya, indicandogli che la sua immunità non ha alcun effetto nei confronti delle forze israeliane. L’operazione per l’arresto di questi ufficiali palestinesi fu, secondo alcune fonti, pianificata alcune settimane prima dell’inizio dell’offensiva. Il 28 giugno il direttore di Shin Bet, Yuval Diskin, ha fatto approvare una lista di nomi al Premier israeliano Olmert. Il vice-premier israeliano, Shimon Peres, ha spiegato gli arresti indicando che essi “non erano arbitrari. Gli arrestati saranno processati, e potranno difendersi in accordo con un sistema legale internazionalmente riconosciuto”.

Impatto sui residenti di Gaza

Gli israeliani hanno colpito la centrale elettrica e due dei più importanti ponti che costituiscono la rete viaria della Striscia di Gaza, nelle prime ore di mercoledì. Secondo le autorità di Gerusalemme, questi attacchi sono stati organizzati per prevenire trasferimenti dell’ostaggio una volta iniziata l’operazione di recupero nella zona.

Come risultato degli attacchi, circa 600.000 residenti non hanno acqua corrente e almeno 400.000 non hanno energia elettrica. Il problema si fa progressivamente più grave col passare delle ore viste le condizioni meteo, le cui previsioni danno bel tempo e forte umidità, e l’uso del sistema fognario, alimentato da pompe che si avvalgono dell’energia della centrale oggi danneggiata. Tutti i posti di frontiera sono chiusi, le riserve di carburante sono quasi esaurite e, poiché l’uso dei generatori a benzina è l’unica possibilità di avere energia in queste situazioni, l’economia delle risorse locali sta peggiorando ora dopo ora. Álvaro de Soto, Coordinatore Speciale dell’ONU per il Processo di Pace in Medio Oriente e Rappresentante Speciale del Segretario Generale per l’ANP, ha affermato che non vi sarà più carburante a Gaza entro venerdì sera o sabato mattina al massimo, il che risultato più immediato sarà il blocco del sistema fognario. Ufficiali dell’ONU hanno stimato che le riserve di cibo a Gaza permettono circa due giorni di autonomia.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Pallacanestro: Andrea Bargnani prima scelta al draft NBA

Pallacanestro: Andrea Bargnani prima scelta al draft NBA

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

New York, 29 giugno 2006

Alle ore 19.37 al Madison Square Garden di New York (ore 1.37 in Italia) durante il draft NBA David Stern, commissioner dell’associazione cestistica statunitense, ha dichiarato che la prima scelta dei Toronto Raptors, e prima scelta assoluta, è il 21enne italiano Andrea Bargnani.

Si tratta della prima volta assoluta in cui un giocatore europeo viene scelto con la chiamata numero uno in un draft. La scelta è stata incerta fino alla fine ed è stata svelata appunto solo a New York. Bargnani, emozionato, ha ricevuto l’abbraccio di Matteo Soragna, suo compagno di squadra nella Benetton Treviso, ed è salito sul palco per ricevere il cappellino dei Raptors e farsi immortalare dai fotografi.

Bargnani, nato a Roma, è altro 2,13 metri ed è il 37mo giocatore esterno della NBA negli ultimi otto anni, viene spesso paragonato, per le dimensioni, al centro tedesco dei Dallas Mavericks Dirk Nowitzki.

Dichiarazioni

Le prime parole di Bargnani sono state: “È incredibile, mi sembra di essere in un sogno. È un grande piacere diventare un giocatore Nba, la più grande Lega del mondo. Inoltre è un onore essere qui e rappresentare il mio paese. Sono felice, so che arriveranno momenti difficili, devo allenarmi e lavorare duro per diventare un buon giocatore”

Subito dopo ha parlato anche il general manager della formazione canadese Bryan Colangelo: “Andrea Bargnani era la migliore chiamata che potevamo fare, soprattutto guardando al futuro. Siamo certi che il ragazzo italiano partirà bene e non avrà problemi a inserirsi all’interno della nostra squadra: sarà un interprete perfetto di quel gioco offensivo che ormai si sta diffondendo nella Nba”.

Immediate anche le risposte dei siti sportivi d’oltreoceano, il sito della CBS titola “Buongiorno Italia”. ESPN (titolare della diretta dell’evento) “The Italian Job”. Nba.com “Viva Italia!”. Quest’ultimo, che è il sito ufficiale della lega professionistica, riporta anche tutte le altre scelte: i Chicago Bulls, titolari della seconda scelta assoluta, hanno optato per LaMarcus Aldridge; Charlotte, titolare della terza scelta, su Adam Morrison.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress