Wiki Actu it

January 31, 2007

Trentino, scontro tra due snowboarder: entrambi morti

Trentino, scontro tra due snowboarder: entrambi morti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì  31 gennaio 2007

È accaduto stamattina al Passo del Tonale verso le 9.30 alla pista Alpe Alta: un sammarinese di 21 anni, Michele Zafferani, si è scontrato accidentalmente con un maestro di sci belga, Wim Dirix, di 27 anni. I ragazzi hanno percorso un centinaio di metri, poi si sono improvvisamente incrociati e scontrati con violenza. Michele aveva un casco, il belga nessuna protezione. In primo soccorso è arrivato il padre del sammarinese che ha visto l’accaduto ed ha chiamato subito i soccorsi e subito sul posto è arrivato un elicottero di Trentino Emergenza, che ha calato un medico sulla pista, ma niente da fare per i due: Michele è deceduto sul posto, mentre Dirix dopo poco tempo. La morte di Michele sarebbe stata provocata da lesioni al capo ed al busto.

È la seconda vittima giovane sammarinese in 2 giorni: da ricordarsi, infatti, la morte poche settimane fa di Federico Crescentini, giocatore della Nazionale affogato nel mare di Cuba.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Calcio Coppa Italia Serie C 2007 ottavi di finale ritorno

Filed under: Coppa Intertoto 2006,Italia,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Calcio Coppa Italia Serie C 2007 ottavi di finale ritorno

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

31 gennaio 2007

Calcio
Campionati nazionali
Coppe internazionali
  • Champions League
  • UEFA

Ritorno degli ottavi di finale della Coppa Italia di Serie C.

Risultati[]

  • Avellino-Sorrento 0-2
  • Grosseto-Teramo 0-1
  • Lucchese-Sanremese 2-0 (*)
  • Martina-Gallipoli 2-0; ai rig. 3-4
  • Monza-Bassano 2-2
  • Pavia-Cuneo 1-3
  • Prato-Cremonese 1-1
  • Ternana-Foggia 1-2

(*) 24 gennaio 2007

Qualificate[]

  • Bassano
  • Cremonese
  • Cuneo
  • Foggia
  • Gallipoli
  • Lucchese
  • Sorrento
  • Teramo

Quarti di finale[]

Le partite di andata dei quarti di finale si svolgeranno il 14 febbraio 2007, il ritorno il 21 febbraio 2007.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Calcio Coppa Italia 2007 semifinali ritorno

Filed under: Coppa Intertoto 2006,Italia,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Calcio Coppa Italia 2007 semifinali ritorno

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

31 gennaio 2007
1 febbraio 2007

Calcio
Campionati nazionali
Coppe internazionali
  • Champions League
  • UEFA

Per la terza volta consecutiva, la finale di Coppa Italia si giocherà tra Inter e Roma.
La Roma batte in casa per 3-1 il Milan. Totti sbaglia un rigore.
Nell’altra semifinale Inter e Sampdoria pareggiano 0-0 a San Siro.

Risultati[]

  • Inter-Sampdoria 0-0
  • Roma-Milan 3-1

Qualificate[]

  • Inter
  • Roma

Tabellini[]

Inter-Sampdoria 0-0[]

Reti: –
Inter: Toldo, Bonucci, Burdisso, Samuel, Grosso, Dacourt, Maaroufi (Bolzoni 22′ s.t.), Gonzalez, Figo (Recoba 26′ s.t.), Solari (Fautario 38′ s.t.), Cruz. All. Mancini.
Sampdoria: Castellazzi, Zenoni, Sala, Accardi, Bastrini, Maggio, Palombo (Da Mota 26′ s.t.), Parola, Pieri, Bazzani (Quagliarella 33′ s.t.), Bonazzoli (Ferrari 37′ s.t. ). All. Novellino.
Arbitro: Brighi.

Roma-Milan 3-1[]

Reti: Mancini (R) 8′ p.t., Gilardino (M) 18′ p.t., Perrotta (R) 23′ p.t., Pizarro (R) 1′ s.t.
Roma: Curci, Panucci, Ferrari (Cassetti 34′ s.t.), Chivu, Tonetto, De Rossi, Pizarro, Taddei, Perrotta (Faty 43′ s.t.), Mancini (Wilhelmsson 40′ s.t.), Totti. All. Spalletti.
Milan: Dida, Simic, Bonera, Costacurta (Oddo 1′ s.t.), Jankulovski, Cafu, Seedorf, Pirlo (Gattuso 14′ s.t.), Ambrosini (Inzaghi F. 22′ s.t.), Kakà, Gilardino. All. Ancelotti.
Arbitro: Rizzoli.

Turni precedenti[]

Prossimo turno[]

Calendario[]

  • 17 maggio – Finale (ritorno)

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

January 30, 2007

Rilasciato Windows Vista

Rilasciato Windows Vista – Wikinotizie

Rilasciato Windows Vista

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì  30 gennaio 2007

Viene rilasciato oggi, in tutto il mondo, il sistema operativo Windows Vista. Prodotto dalla Microsoft, Vista è la sesta versione di Windows e viene da oggi venduta in sostituzione alla precedente release, Windows XP.

Vista è disponibile in 5 versioni differenti: Home Basic, Home Premium, Business, Enterprise, e Ultimate. I prezzi variano dai 300 ai 600 euro.

La versione Basic non include l’interfaccia Aero, la nuova grafica di Windows, simile a quelle già presenti nei sistemi operativi Apple e nelle distribuzioni più comuni di GNU/Linux. La versione Premium presenta il Windows Media Center. Le versioni per le aziende (Business, Enterprise e Ultimate) comprendono alcuni software che facilitano la creazione di backup e il web server Internet Information Services.

Una delle novità di Vista sono i gadget. Simili alle widget di Dashboard (per Mac OS X) o le applet di SuperKaramba (per KDE), questi piccoli programmi permettono di leggere feed RSS o consultare determinate informazioni, ad esempio la guida tv o le previsioni del tempo, senza dover aprire un Web browser. Altra novità è l’implementazione di un moderno sistema di ricerca, basato su Spotlight e Beagle, che permette di trovare più rapidamente i file, cercando una stringa di testo di un particolare documento o assegnando dei tag ad un determinato file.

Tra i nuovi software, citiamo Windows Mail, un gestore di posta, sostituto di Outlook Express, che implementa funzioni già presenti nel concorrente Mail, sviluppato dalla Apple. Si aggiunge Windows Calendar, un agenda virtuale simile ad iCal.

Windows Vista include inoltre un sistema di protezione che vieta all’utente di visionare ad alta qualità contenuti protetti da Digital Rights Management, se non è autorizzato a riprodurre certi file. Slashdot ha pubblicato ieri la notizia che un ricercatore, Alex Ionescu, ha dichiarato nel suo blog di aver aggirato queste protezioni.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Gli USA devono abbandonare le città irachene o affrontare uno scenario da incubo

Gli USA devono abbandonare le città irachene o affrontare uno scenario da incubo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì  30 gennaio 2007
Gli USA debbono abbandonare le città irachene o affrontare uno scenario da incubo.

Questa, in estrema sintesi, è la raccomandazione centrale sostenuta da un recente studio reso pubblico dalla Brookings Institution di Washington, secondo quanto riferito da Rupert Cornwell, inviato nella capitale statunitense del prestigioso quotidiano britannico The Independent.

Nei prossimi mesi gli Stati Uniti potrebbero trovarsi ad affrontare un’esplosione della guerra civile irachena di dimensioni senza precedenti che provocherà centinaia di migliaia di vittime, causerà milioni di profughi e potrebbe innescare una vera e propria catastrofe regionale, generando una crisi dei rifornimenti di petrolio oltre a portare in primo piano un confronto diretto tra Washington e Teheran.

Questo tremendo scenario è basato sull’attuale contingenza e sull’assunzione che la recente decisione del Presidente George W. Bush di inviare altri 21.000 militari in Iraq non sarà in grado di stabilizzare il Paese arabo e dà per scontato che gli Stati Uniti non possano semplicemente abbandonare a sé stesso il crescente disastro scatenato dall’invasione lanciata nel 2003. Anche in tal caso – secondo Kenneth Pollack, uno degli studiosi autori dello studio del Brookings – e pure tentando di contenere le violenze, l’Iraq sarà comunque consegnato ad un “terribile fato. Anche se la strategia americana funzionasse”, gli Stati Uniti avrebbero comunque “fallito nel fornire agli iracheni il futuro migliore che gli era stato promesso”.

L’abbandono delle città da parte delle forze armate USA sarebbe la “meno cattiva delle opzioni” a disposizione al fine di proteggere i propri interessi nazionali nel caso dello scoppio di una guerra civile generalizzata. E questa sarebbe l’unica decisione razionale da adottare, per quanto possa apparire orribile, mentre l’America si concentra nel rimettere a fuoco i propri sforzi dal prevenire al semplice contenere gli effetti della guerra civile irachena.

Queste sono le fosche previsioni ed opinioni sostenute dallo studio della Brookings, la quale ha tiene conto, nel compilarlo, delle lezioni delle guerre civili libanese, della ex-Jugoslavia, del Congo e dell’Afghanistan. Al terribile disastro annunciato in Iraq si affiancano le non meno gravi conseguenze che esso potrebbe scatenare nella regione, con una crescita dei movimenti secessionisti e del terrorismo nei Paesi limitrofi, e un crescente intervento in Iraq da parte di Iran, Turchia ed Arabia Saudita.

Per poter sperare di imporre la fine della guerra civile in Iraq, sostiene lo studio, sarebbero necessari almeno 450.000 soldati, ossia tre volte il numero dei militari USA attualmente impegnati in Iraq, anche considerando l’ultimo aumento di 21.000 uomini appena inviati nell’inferno mesopotamico.

A confermare quanto la situazione stia totalmente sfuggendo di mano agli Stati Uniti e la totale incapacità del governo di Al Maliqi di esercitare il controllo del Paese, giunge la notizia, diffusa da Al Jazeera, di una sessione segreta del parlamento turco in corso nella quale si discute l’opzione di invadere con proprie truppe il Kurdistan iracheno. I turchi lamentano infatti – malgrado le loro ripetute sollecitazioni in tal senso – una completa inazione sul fronte del controllo delle attività terroristiche condotte nel proprio territorio a partire da basi irachene del PKK (il Partito dei lavoratori Curdi, secessionista), sia da parte degli USA, sia da parte di quelle stesse istituzioni irachene che avevano neanche un mese fa tentato di far passare l’orribile esecuzione di Saddam Hussein non solo come un atto di giustizia, ma come un improbabile catalizzatore di unità nazionale.

Sullo sfondo dell’analisi e delle previsioni appare ovunque l’ombra lunga dell’impegno iraniano. Da una accurata simulazione condotta dal Saban Centre for Middle East Policy del Brookings è emerso come all’aggravarsi della guerra civile irachena è corrisposto un progressivo aumento della tensione tra gli USA e l’Iran, e la diminuzione inesorabile della capacità americana di esercitare pressione sugli iraniani, rendendo così sempre meno ambiguo il ruolo della Persia come quello del maggiore avversario degli Stati Uniti nella regione.

Tale evoluzione è in effetti già in corso. Lo studio Brookings è apparso significativamente nello stesso giorno nel quale l’ambasciatore iraniano in Iraq – rimasto sordo ad ogni tentativo di intervista sin dallo scorso 21 dicembre 2006, quando gli Stati Uniti assaltarono una missione diplomatica nel nord dell’Iraq, catturandovi quattro diplomatici iraniani – ha dichiarato al New York Times che il suo Paese intende espandere la propria influenza ed i propri investimenti in Iraq. Nel frattempo i comandanti militari statunitensi sul campo sostengono che sarebbero ormai migliaia i consiglieri militari iraniani impegnati nell’addestramento e nella fornitura di armi alle milizie sciite in Iraq.

Ciò nonostante Brookings fa appello alla creazione di un “gruppo regionale” che tenti di contenere la guerra civile irachena, riproponendo in sostanza la raccomandazione espressa il 6 dicembre 2006 anche dalla Commissione presieduta (lo Iraq Study Group) dall’ex Segretario di Stato James Baker di un coinvolgimento diplomatico di Siria ed Iran da parte degli Stati Uniti che l’amministrazione Bush ha già fermamente scartato. L’unica altra alternativa suggerita nel rapporto è quella di tracciare delle chiare “linee rosse” che, se sorpassate, condurrebbero ad un attacco militare statunitense contro l’Iran.

E questa sembra l’opzione preferita dal Presidente americano, il quale, intervistato il 29 gennaio 2006 dalla National Public Radio, ha avvertito: “se l’Iran accresce le sue azioni militari in Iraq ai danni delle nostre truppe o degli innocenti civili iracheni, risponderemo con fermezza”.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Morto lo scrittore Sidney Sheldon

Morto lo scrittore Sidney Sheldon – Wikinotizie

Morto lo scrittore Sidney Sheldon

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

30 gennaio 2007

È morto a Los Angeles lo scrittore statunitense Sidney Sheldon, autore di bestseller tra i più tradotti al mondo. Aveva 89 anni.

Nato a Chicago nel 1917. Iniziò a scrivere sceneggiature per il cinema nel 1941, firmando oltre 50 copioni, tra cui Linea di sangue e Il nipote picchiatello.

Nel 1969 iniziò la sua produzione di romanzi con Il volto nudo. In tutto pubblicò diciotto romanzi tradotti in 71 lingue e con 300 milioni di copie pubblicate. In Italia le sue opere sono state pubblicate da Sperling & Kupfer: Dietro lo specchio, L’amore non si arrende, La rabbia degli angeli.

Continuò nel frattempo la sua attività di sceneggiatore, firmando anche miniserie televisive come Cuore e batticuore. Del 2005 è la sua autobiografia, Una stella continua a brillare.

Fonti

  • «Sidney Sheldon, l’autore più tradotto del mondo»Corriere della Sera, 1 febbraio 2007, pag. 43

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

January 28, 2007

Universiadi 2007: cerimonia di chiusura a Torino

Universiadi 2007: cerimonia di chiusura a Torino

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica  28 gennaio 2007
Si è chiusa ieri a Torino la ventitreesima edizione delle Universiadi invernali. L’ultima medaglia d’oro è andata ieri sera al Canada che ha sconfitto nella finale la Russia per 3-1. I canadesi partivano in modo fulminante con due goal nei primi 4 minuti. La Russia si riprendeva ed accorciava le distanze nel secondo periodo chiuso sul 2-1. Nell’ultimo periodo i russi cercavano il pareggio ma il Canada chiudeva il conto a 5 minuti dalla fine realizzando il goal del 3-1.

In mattinata si erano disputate le finali dell’Halfpipe dello Snowboard dove le due medaglie d’oro in programma sono rimaste in famiglia: a vincerle infatti sono stati i due polacchi Mickal Ligocki e Paulina Ligocka, fratello e sorella. Nella gara maschile è giunto secondo il canadese Brendan Davis e terzo il finlandese Juha Kinnunen. Nella competizione femminile invece, dietro la Ligocka, si sono piazzate le cinesi Pan Lei e Lu Xiao Xiao.

Il medagliere vede alle fine il primato della Corea del Sud con 10 medaglie d’oro, davanti alla Russia ed all’Italia con 9. La Russia rimane la nazione con il maggio numero complessivo di medaglie, 34, tre in più della Corea che ne ha conquistate 31.

A livello individuale il principale protagonista della manifestazione può esser considerato il coreano Sung Si Bak che ha conquistato ben 5 medaglie d’oro nello Short Track. Tre medaglie d’oro sono andate anche all’italiano Enrico Fabris nella Pattinaggio di velocità, al russo Andrey Makoveev, nel Biathlon e alla polacca Justyna Kowalczyk nello Sci di fondo.

La cerimonia di chiusura ufficiale si è tenuta al Palatazzoli con il passaggio di consegne ai cinesi di Harbin dove si terranno le prossime Universiadi invernali. La vera cerimonia di chiusura si è tenuta però in città dove la “Notte bianca” ha riempito di festa e di colore il centro di Torino fino a tarda notte.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Tredicesima giornata Serie B Girone C 2006-2007 (rugby)

Filed under: Uncategorized — admin @ 5:00 am

Tredicesima giornata Serie B Girone C 2006-2007 (rugby)

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

28 gennaio 2007

Tredicesima giornata

Risultati[]

  • RUGBY PETRARCA – RUGBY BASSANO ASD 26-0
  • H. ERCOLE MONSELICE – RUGBY MIRANO 1957 7-24
  • ASD RUGBY PAESE – US ROCCIA RUBANO R. 24-32
  • VALSUGANA R. PADOVA – CUS PADOVA RUGBY ASD 13-38
  • AM. R. CONEGLIANO – BENETTON R. TREVISO 17-36
  • ASD RUGBY FELTRE – ASD VILLORBA RUGBY 0-16

Per vedere il calendario completo vai alla pagina Speciale Serie B.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Tredicesima giornata Serie B Girone B 2006-2007 (rugby)

Filed under: Uncategorized — admin @ 5:00 am

Tredicesima giornata Serie B Girone B 2006-2007 (rugby)

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

28 gennaio 2007

Tredicesima giornata

Risultati[]

  • UNION RUGBY TIRRENO – CUS PERUGIA RUGBY 36-39
  • VASARI RUGBY AREZZO – ASD OVA RUGBY 10-33
  • LIVORNO RUGBY SSD – ASD RIETI RUGBY 1961 42-7
  • UR VITERBO ASD – R. NOCETO FC SOC.COOP. 10-10
  • RUGBY VILLADOSE ASD – ROMAGNA R.F.C. 17-32
  • RUGBY LAZIO ASD – CUS GENOVA RUGBY ASD 16-17

Per vedere il calendario completo vai alla pagina Speciale Serie B.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Tredicesima giornata Serie B Girone A 2006-2007 (rugby)

Filed under: Uncategorized — admin @ 5:00 am

Tredicesima giornata Serie B Girone A 2006-2007 (rugby)

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

28 gennaio 2007

Tredicesima giornata

Risultati[]

  • R. BASSA BRESCIANA LENO – RUGBY GRANDE MILANO 18-31
  • AMATORI RUGBY MILANO – ASR LUMEZZANE 64-8
  • SONDRIO S. RUGBY – RUGBY PARABIAGO ASD 31-15
  • RUGBY MANTOVA ASD – ASTI RUGBY 26-20
  • RC VALPOLICELLA ASD – ASD RUGBY MILANO 35-23
  • ASR VARESE – GHIAL R. CALVISANO 15-39

Per vedere il calendario completo vai alla pagina Speciale Serie B.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress