Wiki Actu it

September 30, 2007

Pallavolo Campionato europeo femminile 2007: Italia campione d\’Europa

Pallavolo Campionato europeo femminile 2007: Italia campione d’Europa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 30 settembre 2007
Battendo 3 set a 0 la Serbia, l’Italia ha vinto il campionato europeo di pallavolo svoltosi in Lussemburgo.

A cinque anni dalla vittoria nel campionato del mondo, l’Italia di Massimo Barbolini è campione d’Europa per la prima volta nella sua storia, con otto vittorie su otto partite.

Fonte

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Pallacanestro Italia campionato nazionale Serie A 2007-2008 1° giornata andata

Filed under: Europa,Italia,Pallacanestro,Pubblicati,Sport — admin @ 5:00 am

Pallacanestro Italia campionato nazionale Serie A 2007-2008 1° giornata andata

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 30 settembre 2007
Per vedere il calendario completo vai alla pagina Speciale Pallacanestro Serie A.

Risultati[]

30 settembre 2007: risultati 1ª giornata
Air Avellino – Premiata Montegranaro 67 – 76
Angelico Biella – Tisettanta Cantù 77 – 90
Armani Jeans Milano – Eldo Napoli 69 – 60
Benetton Treviso – Solsonica Rieti* 85 – 57
Legea Scafati – Scavolini Pesaro 92 – 75
Lottomatica Roma – Cimberio Varese 84 – 79
Pierrel Capo d’Orlando – La Fortezza Bologna** 84 – 88
Snaidero Cucine Udine – Montepaschi Siena 57 – 87
Upim Bologna – Siviglia Wear Teramo 70 – 68
  • * giocata il 24 ottobre
  • ** giocata il 29 settembre

Classifica della prima giornata[]

Classifica 2007-08 1ª giornata Pt
1. Montepaschi Siena 2
2. Legea Scafati 2
3. Tisettanta Cantù 2
4. Armani Jeans Milano 2
5. Premiata Montegranaro 2
6. Lottomatica Roma 2
7. La Fortezza Bologna 2
8. Upim Bologna 2
9. Solsonica Rieti 0
10. Pierrel Capo d’Orlando 0
11. Cimberio Varese 0
12. Eldo Napoli 0
13. Air Avellino 0
14. Angelico Biella 0
15. Scavolini Pesaro 0
16. Snaidero Cucine Udine 0
17. Benetton Treviso 0
18. Siviglia Wear Teramo 0

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Rugby Coppa del Mondo 2007: finisce la corsa dell’Italia, Scozia e Francia ai quarti di finale

domenica 30 settembre 2007

È finita a Saint-Étienne ieri sera l’avventura della nazionale italiana nella VI Coppa del Mondo di rugby. Gli azzurri, obbligati a vincere contro la Scozia, hanno ben condotto la gara soprattutto nella fase difensiva (l’unica meta dell’incontro è stata realizzata proprio dall’Italia, al 13’ da Troncon), ma non è bastato a fronte di 6 calci piazzati realizzati dagli scozzesi (contro tre italiani).

Una fase di Scozia - Italia a Saint-Étienne

Una fase di ScoziaItalia a Saint-Étienne

Il punteggio si è così fissato sul 18 a 16 per i britannici e all’Italia rimane il rammarico di un calcio piazzato sbagliato a 4 minuti dalla fine, che avrebbe potuto portare gli Azzurri in vantaggio.

Il piazzamento finale (terzi nel gruppo) assicura comunque agli italiani la certezza di partecipare alla prossima Coppa del Mondo, in programma nel 2011 in Nuova Zelanda. In precedenza, nel pomeriggio, proprio gli All Blacks, nell’ultima, ininfluente partita del girone, avevano battuto la Romania 85-8.

Finita questa fase del torneo, si giocherà solo nei fine-settimana: già definita la situazione nel gruppo C, si aspettano gli ultimi risultati del gruppo D: la Francia, che ha oggi pomeriggio sconfitto la Georgia per 64-7, è certa della qualificazione, e la posizione in classifica verrà determinata dalla sfida a seguire tra Argentina e Irlanda, in programma alle 18 di oggi.

Già deciso invece il quadro dei quarti di finale per quanto riguarda i gruppi A e B: il Sudafrica, vincitore del girone A, giocherà il suo quarto di finale contro Figi (che ieri ha battuto il Galles per 38-34, elimandolo) il prossimo 7 ottobre a Marsiglia, mentre invece l’Inghilterra troverà la vincitrice del girone B, l’Australia, il 6 ottobre sempre a Marsiglia, per quella che sarà la riedizione della finale dell’ultimo campionato del mondo che vide vittoriosi proprio gli inglesi.

La Nuova Zelanda, invece, attende la seconda del girone D a Cardiff il 6 ottobre, mentre la Scozia se la vedrà con la vincitrice di detto girone il 7 ottobre allo Stade de France di Saint-Denis.

Nel frattempo, Gareth Jenkins, allenatore del Galles, dopo l’eliminazione della Nazionale da lui guidata, ha annunciato le sue dimissioni dall’incarico.

Il tabellino

Saint-Étienne (Francia), Stadio “Geoffroy-Guichard”, 29 settembre 2007, ore 21.

SCOZIA – ITALIA 18 – 16 (12-10)

Marcatori: 3’, 5’, 32’, 35’, 46’ e 53’ Paterson c.p., 13’ Troncon meta (tr. Bortolussi), 18’, 56’ e 62’ Bortolussi c.p.

SCOZIA: R. Lamont; S. Lamont, Webster, Dewey, Paterson; Parks, Blair; Taylor, Hogg, White; Hamilton, Hines; Murray, Ford, Kerr.
A disposizione: Lawson, Southwell, Smith, MacLeod, Brown, Henderson, Cusiter.
Allenatore: Frank Hadden.

ITALIA: Bortolussi; Robertson, Canale, Mirco Bergamasco, Masi; Pez, Troncon; Parisse, Mauro Bergamasco, Sole; Del Fava, Dellapè; Castrogiovanni, Festuccia, Perugini.
A disposizione: Bernabò, Galon, Ghiraldini, Griffen, De Marigny, Ongaro, Lo Cicero.
Allenatore: Pierre Berbizier.

ARBITRO: Sud Africa Jonathan Kaplan.

SOSTITUZIONI: 25’ Southwell per R. Lamont; 49’ Lo Cicero per Perugini; 54’ Ongaro per Festuccia; 60’ Henderson per Dewey; 79’ Galon per Masi.

Gli altri risultati

  • NUOVA ZELANDA – ROMANIA 85-8
  • AUSTRALIA – CANADA 37-6
  • FIGI – GALLES 38-34
  • FRANCIA – GEORGIA 64-7


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Rugby Coppa del Mondo 2007: finisce la corsa dell’Italia, Scozia e Francia ai quarti di finale

Rugby Coppa del Mondo 2007: finisce la corsa dell’Italia, Scozia e Francia ai quarti di finale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 30 settembre 2007

VI Coppa del Mondo di rugby

È finita a Saint-Étienne ieri sera l’avventura della nazionale italiana nella VI Coppa del Mondo di rugby. Gli azzurri, obbligati a vincere contro la Scozia, hanno ben condotto la gara soprattutto nella fase difensiva (l’unica meta dell’incontro è stata realizzata proprio dall’Italia, al 13’ da Troncon), ma non è bastato a fronte di 6 calci piazzati realizzati dagli scozzesi (contro tre italiani).

Una fase di Scozia – Italia a Saint-Étienne

Il punteggio si è così fissato sul 18 a 16 per i britannici e all’Italia rimane il rammarico di un calcio piazzato sbagliato a 4 minuti dalla fine, che avrebbe potuto portare gli Azzurri in vantaggio.

Il piazzamento finale (terzi nel gruppo) assicura comunque agli italiani la certezza di partecipare alla prossima Coppa del Mondo, in programma nel 2011 in Nuova Zelanda. In precedenza, nel pomeriggio, proprio gli All Blacks, nell’ultima, ininfluente partita del girone, avevano battuto la Romania 85-8.

Finita questa fase del torneo, si giocherà solo nei fine-settimana: già definita la situazione nel gruppo C, si aspettano gli ultimi risultati del gruppo D: la Francia, che ha oggi pomeriggio sconfitto la Georgia per 64-7, è certa della qualificazione, e la posizione in classifica verrà determinata dalla sfida a seguire tra Argentina e Irlanda, in programma alle 18 di oggi.

Già deciso invece il quadro dei quarti di finale per quanto riguarda i gruppi A e B: il Sudafrica, vincitore del girone A, giocherà il suo quarto di finale contro Figi (che ieri ha battuto il Galles per 38-34, elimandolo) il prossimo 7 ottobre a Marsiglia, mentre invece l’Inghilterra troverà la vincitrice del girone B, l’Australia, il 6 ottobre sempre a Marsiglia, per quella che sarà la riedizione della finale dell’ultimo campionato del mondo che vide vittoriosi proprio gli inglesi.

La Nuova Zelanda, invece, attende la seconda del girone D a Cardiff il 6 ottobre, mentre la Scozia se la vedrà con la vincitrice di detto girone il 7 ottobre allo Stade de France di Saint-Denis.

Nel frattempo, Gareth Jenkins, allenatore del Galles, dopo l’eliminazione della Nazionale da lui guidata, ha annunciato le sue dimissioni dall’incarico.

Il tabellino[]

Saint-Étienne (Francia), Stadio “Geoffroy-Guichard”, 29 settembre 2007, ore 21.

SCOZIA – ITALIA 18 – 16 (12-10)

Marcatori: 3’, 5’, 32’, 35’, 46’ e 53’ Paterson c.p., 13’ Troncon meta (tr. Bortolussi), 18’, 56’ e 62’ Bortolussi c.p.

SCOZIA: R. Lamont; S. Lamont, Webster, Dewey, Paterson; Parks, Blair; Taylor, Hogg, White; Hamilton, Hines; Murray, Ford, Kerr.
A disposizione: Lawson, Southwell, Smith, MacLeod, Brown, Henderson, Cusiter.
Allenatore: Frank Hadden.

ITALIA: Bortolussi; Robertson, Canale, Mirco Bergamasco, Masi; Pez, Troncon; Parisse, Mauro Bergamasco, Sole; Del Fava, Dellapè; Castrogiovanni, Festuccia, Perugini.
A disposizione: Bernabò, Galon, Ghiraldini, Griffen, De Marigny, Ongaro, Lo Cicero.
Allenatore: Pierre Berbizier.

ARBITRO: Sud Africa Jonathan Kaplan.

SOSTITUZIONI: 25’ Southwell per R. Lamont; 49’ Lo Cicero per Perugini; 54’ Ongaro per Festuccia; 60’ Henderson per Dewey; 79’ Galon per Masi.

Gli altri risultati[]

  • NUOVA ZELANDA – ROMANIA 85-8
  • AUSTRALIA – CANADA 37-6
  • FIGI – GALLES 38-34
  • FRANCIA – GEORGIA 64-7


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Inghilterra: crepe sui lingotti d\’oro della riserva

Inghilterra: crepe sui lingotti d’oro della riserva

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 30 settembre 2007

Alcuni lingotti d’oro

Alcuni lingotti d’oro detenuti presso la Banca d’Inghilterra sono stati trovati crepati. L’oro usato per questi lingotti, conservati nei sotterranei della sede della banca, sarebbe, secondo esperti della rivista Metal Bulletin, contaminato, e questo avrebbe portato a un deterioramento inusuale delle barre. Tuttavia la Banca d’Inghilterra si è affrettata a rispondere che tali crepe sono causata dalla normale usura del tempo, e che l’oro con cui tali lingotti sono stati fusi è puro al 99,9 percento. Per questo motivo, sempre secondo la banca, basterebbe una normale operazione di fusione dell’oro per poterlo riforgiare in nuovi lingotti. Tuttavia, essendo un problema essenzialmente estetico e non di valore, la banca minimizza.

Il tempo dunque avrebbe causato le crepe su alcuni lingotti: alcune barre, infatti, furono importate dagli Stati Uniti d’America negli anni Trenta, e si tratterebbe, quindi, di «piccolo problema di invecchiamento». Ma altri avvertono che potrebbe trattarsi di un più grave problema di contaminazione, che potrebbe avere colpito le riserve di altre banche mondiali.

La Bank of England detiene l’oro del Tesoro inglese, per un totale di 320 tonnellate in barre dal peso compreso fra 10.9 e 13.4 chili: ai valori correnti, ogni barra vale fra i 258 mila e i 317 mila dollari statunitensi. Tale tesoro fa parte della riserva inglese, insieme alle riserve in valuta estera, che vengono mantenute per sostenere la sterlina nel caso si verifichi una situazione di forte volatilità. In tempo di guerra, inoltre, tali riserve potrebbero essere utilizzate per i rifornimenti strategici. Dunque una perdita di tale tesoro sarebbe molto grave per la stabilità e la sicurezza del sistema economico inglese.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Udine: scandalo compravendita di voti, il presidente della provincia si dimette

Udine: scandalo compravendita di voti, il presidente della provincia si dimette

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 30 settembre 2007

Il Presidente della provincia di Udine, Marzio Strassoldo, eletto nelle schiere del centro destra, ha deciso di presentare le proprie dimissioni domani lunedì 1 ottobre 2007 a seguito dello scandalo del quale si è visto protagonista.

L’accordo in questione, siglato con Italo Tavoschi, primo cittadino di Udine, prevedeva un appoggio alle elezioni provinciali in cambio di un posto di dirigenza negli ambiti provinciali.

“È necessario un chiarimento di fondo affinché la situazione venga serenamente valutata. Voglio chiarire i fatti nella certezza che il mio operato risulterà pienamente conforme alla legalità e voglio preservare l’istituzione da ogni negativa strumentalizzazione”. Questo quanto detto da Strassoldo a sua difesa, dopo che Tavoschi, a seguito della vittoria elettorale del primo, aveva reclamato il posto di dirigenza e non essendoselo visto assegnato aveva fatto ricorso all’ufficio del lavoro chiedendo che il contratto, perfettamente legale (secondo il suo punto di vista) venisse onorato.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Crisi in Myanmar: il Papa spera in una soluzione pacifica

Crisi in Myanmar: il Papa spera in una soluzione pacifica

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 30 settembre 2007

Papa Benedetto XVI

Flag of Myanmar.svg

Segui lo speciale Crisi in Myanmar 2007
su Wikinotizie.

Nel corso dell’angelus nella tenuta estiva di Castel Gandolfo, Papa Benedetto XVI ha parlato della crisi in Myanmar, dicendosi speranzoso che si possa trovare una soluzione pacifica in tempi brevi: «Seguo con grande trepidazione i gravissimi eventi di questi giorni in Myanmar, e desidero esprimere la mia spirituale vicinanza a quella cara popolazione nel momento della dolorosa prova che sta attraversando».

Papa Ratzinger inoltre ha parlato delle varie guerre e crisi sociali che sconvolgono il mondo, volgendo particolare attenzione a quelli che sembrano i primi segnali distensivi tra la Corea del Nord e la Corea del Sud, e dicendosi certo che «gli sforzi di riconciliazione» possano portare pace nella penisola coreana.

Il punto principale della preghiera del pontefice è stata la lettura approfondita dell’enciclica Popolorum progressio, scritta da Paolo VI nel 1967, dalla quale ha tratto un messaggio denso di significato: «Bisogna costruire un mondo in cui ogni uomo possa vivere una vita pienamente umana, dove il povero possa assidersi alla stessa mensa del ricco».

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Ciclismo Campionato del mondo su strada 2007: Paolo Bettini si riconferma campione del mondo

Ciclismo Campionato del mondo su strada 2007: Paolo Bettini si riconferma campione del mondo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Stoccarda, domenica 30 settembre 2007

Bettini impegnato al Giro d’Italia 2007, sull’ascesa verso il Santuario di N. S. della Guardia. Il ciclista di La California manterrà la maglia iridata per la stagione 2008.

Paolo Bettini si aggiudica a Stoccarda il titolo mondiale nei campionati del mondo di ciclismo su strada. Per Bettini è il secondo titolo consecutivo, dopo quello conquistato a Salisburgo l’anno scorso.

Bettini, dopo una stagione travagliata e lasciandosi alle spalle polemiche sul doping (si è rifiutato di firmare il trattato WADA), supera in volata a 5 Aleksandr Kolobnev, Stephan Schumacher, Franck Schleck e Cadel Evans.

Nei 19,1 Km di un circuito da ripetersi 14 volte, per 267,4 Km, si sono alternati diversi battistrada, fra questi c’erano sempre ciclisti della nazionale Italiana in avanscoperta allo scopo di tenere alto il ritmo della corsa. In testa al gruppo a riprendere le fughe c’è si sono alternate la squadra Australiana e Olandese. Nel movimentato circuito di Stoccarda (tre strappi al 13, 9 e 11% di pendenza), però, solo al giro finale si è deciso il “gruppo buono”: una ventina i corridori a partire, approfittando di un’azione precedente di Rebellin e Kolobnev, tra cui Bettini, Pozzato, Sanchez e Dekker. Il forcing costringe Oscar Freire Gomez, uno dei favoriti della vigilia, a perdere contatto dal gruppo.

Bettini allungherà più volte sui tre strappi, scremando ulteriormente il gruppo di testa e imponendosi agilmente nella volata ristretta sui quattro compagni di fuga rimasti in prossimità del traguardo. Ottimo il lavoro degli uomini di Franco Ballerini, CT azzurro, pronti a rompere i cambi tra gli inseguitori (Cunego, Ballan e Bertolini in evidenza), nonostante fossero “orfani” di Danilo Di Luca, deferito dalla procura del CONI nei giorni scorsi, che non ha preso parte alla competizione.

Per l’Italia è la seconda medaglia d’oro in questa edizione del mondiale, dopo la vittoria tra le donne della laziale Marta Bastianelli.

Il ciclista italiano diventa così il secondo italiano dopo Gianni Bugno (campione nel 1991 proprio a Stoccarda e nel ’92) a vincere per due volte consecutive il campionato del mondo professionisti su strada; il quinto in assoluto: a parte il citato Bugno, prima di lui realizzarono l’impresa i belgi Georges Ronsse, (1928-29), Rik van Steenbergen (1956-57) e Rik van Looy (1960-61).

Ordine d’arrivo[]

Paolo Bettini

Circuito cittadino – 267,4 Km (19,1 Km per 14 giri); media 39,642 Km/h
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Paolo Bettini Flag of Italy.svg Italia 6h 44′ 43″
2 Aleksandr Kolobnev Flag of Russia.svg Russia s. t.
3 Stephan Schumacher Flag of Germany.svg Germania s. t.
4 Frank Schleck Flag of Luxembourg.svg Lussemburgo s. t.
5 Cadel Evans Flag of Australia.svg Australia s. t.
6 Davide Rebellin Flag of Italy.svg Italia a 6″
7 Samuel Gonzalez Sanchez Flag of Spain.svg Spagna a 8″
8 Philippe Gilbert Flag of Belgium (civil).svg Belgio a 8″
9 Fabian Wegmann Flag of Germany.svg Germania a 8″
10 Martin Elmiger Flag of Switzerland.svg Svizzera a 8″

Articoli correlati[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Calcio Italia campionato nazionale Serie C2 girone C 2007-2008 6° giornata andata

Filed under: Calcio,Coppa Intertoto 2007,Europa,Italia,Pubblicati,Sport — admin @ 5:00 am

Calcio Italia campionato nazionale Serie C2 girone C 2007-2008 6° giornata andata

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 30 settembre 2007

Calcio
Campionati nazionali
Coppa Italia
Coppe internazionali

Per vedere il calendario completo vai alla pagina Speciale Calcio Serie C2 girone C.

Risultati[]

30 settembre 2007: risultati 6ª giornata
Andria – Val di Sangro 0 – 0
Celano – Neapolis 2 – 0
Cisco Roma – Vibonese 0 – 1
Igea – Pescina 0 – 0
Marcianise – Monopoli 3 – 2
Melfi – Cassino 3 – 1
Noicattaro – Catanzaro 1 – 1
Scafatese – Benevento 0 – 4
Vigor Lamezia – Gela 3 – 0

Classifica della sesta giornata[]

Classifica 2007-08 6ª giornata Pt
1. Benevento 18
2. Monopoli 12
3. Marcianise 11
4. Neapolis 10
5. Val di Sangro 9
6. Celano 9
7. Scafatese 9
8. Pescina* 8
9. Vibonese 8
10. Vigor Lamezia 7
11. Noicattaro 7
12. Cassino 7
13. Catanzaro 6
14. Cisco Roma 6
15. Igea 5
16. Andria 5
17. Melfi** 4
18. Gela 3
  • * Una partita in meno
  • ** Una partita in meno, penalità -1 punto

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Calcio Italia campionato nazionale Serie C2 girone B 2007-2008 6° giornata andata

Filed under: Calcio,Coppa Intertoto 2007,Europa,Italia,Pubblicati,Sport — admin @ 5:00 am

Calcio Italia campionato nazionale Serie C2 girone B 2007-2008 6° giornata andata

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 30 settembre 2007

Calcio
Campionati nazionali
Coppa Italia
Coppe internazionali

Per vedere il calendario completo vai alla pagina Speciale Calcio Serie C2 girone B.

Risultati[]

30 settembre 2007: risultati 6ª giornata
Bassano – Carrarese 2 – 4
Cuoiocappiano – Castelnuovo 1 – 1
Giulianova – Rovigo 1 – 1
Gubbio – Portosummaga 1 – 1
Prato – Teramo 1 – 1
Reggiana – Bellaria 2 – 1
Sansovino – San Marino 1 – 2
Spal – Viareggio 4 – 0
Viterbese – Poggibonsi 0 – 1

Classifica della sesta giornata[]

Classifica 2007-08 6ª giornata Pt
1. Reggiana 16
2. Bassano 13
3. Portosummaga 13
4. San Marino 11
5. Spal 10
6. Viareggio 10
7. Poggibonsi 10
8. Carrarese 9
9. Bellaria 7
10. Cuoiocappiano* 6
11. Castelnuovo 6
12. Teramo 6
13. Sansovino 6
14. Giulianova 6
15. Rovigo 5
16. Prato 3
17. Viterbese* 2
18. Gubbio 2
  • * Penalità -1 punto

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress