Wiki Actu it

March 27, 2008

Iraq: ancora scontri a Bassora

Iraq: ancora scontri a Bassora – Wikinotizie

Iraq: ancora scontri a Bassora

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 27 marzo 2008

Prosegue l’offensiva dell’esercito iracheno nel sud dell’Iraq contro i miliziani sciiti dell’esercito del Mahdi guidati da Muqtada al Sadr.

Baghdad vuole riprendere il controllo della città petrolifera di Bassora che fornisce l’80% dei profitti petroliferi del paese. Questo fattore è ben chiaro ai gruppi separatisti che hanno fatto esplodere oggi uno dei principali oleodotti della zona, facendo schizzare le quotazioni del greggio a 107,70 dollari (+1,7%).

Il Primo ministro Nuri Al-Maliki aveva ordinato all’esercito di usare la mano pesante sulle «combriccole anarchiche», assaltando senza esitazione le roccaforti sciite, tanto che fino ad ora le operazioni militari hanno fatto un centinaio di vittime.

Il leader radicale sciita Muqtada al Sadr ha nel frattempo chiesto ai suoi seguaci di avviare una campagna di disobbedienza civile per chiedere le dimissioni del premier sciita.

È dal mese di dicembre, da quando i soldati britannici si sono ritirati, che l’esercito del Mahdi e il gruppo sciita rivale, il consiglio islamico supremo iracheno, si disputano la città di Bassora.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Cipro: via le mine dal confine

Cipro: via le mine dal confine – Wikinotizie

Cipro: via le mine dal confine

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 27 marzo 2008

Cyprus districts named.png

Sono iniziati stamattina a Nicosia i lavori di sminamento atti ad aprire un nuovo passaggio tra il nord turco ed il sud greco di Cipro.

Lo scopo è quello di creare un corridoio largo 80 metri nella capitale, il sesto negli ultimi 5 anni, consentendo la libera circolazione dei cittadini.

È rilevante il fatto che questa operazione di distensione avvenga a pochi giorni dal rinnovato impegno politico nella ripresa dei colloqui per la riunificazione dell’isola, annunciata venerdì scorso dal leader turco cipriota Mehmet Ali Talat e dal nuovo presidente di Cipro, il comunista Dimitris Christofias.

Cipro è divisa dal 1974, quando la Turchia la invase a risposta di un colpo di stato ispirato dalla Grecia. La capitale Nicosia è tutt’oggi separata da una linea di confine tra le due comunità, vigilata dalle forze dell’ONU.

Articoli correlati[]

Fonti[]

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Cipro.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress